La segnaletica stradale

5,923 views

Published on

Le segnaletica stradale completa

Published in: Education
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
5,923
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
95
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La segnaletica stradale

  1. 1. SEGNALETICA STRADALE <ul><li>La segnaletica stradale può essere: </li></ul><ul><li>verticale; </li></ul><ul><li>orizzontale; </li></ul><ul><li>luminosa; </li></ul><ul><li>segnali e attrezzature complementari. </li></ul>
  2. 2. <ul><li>gli utenti della strada </li></ul><ul><li>devono rispettare </li></ul><ul><li>le prescrizioni rese note a mezzo della segnaletica stradale </li></ul><ul><li>(art. 38 comma 2° c.d.s.) </li></ul>
  3. 3. <ul><li>Gerarchia della segnaletica: </li></ul><ul><li>- le prescrizioni dei segnali semaforici prevalgono su quelle date a mezzo dei segnali verticali e orizzontali (tranne luce gialla lampeggiante); </li></ul><ul><li>- le prescrizioni dei segnali stradali verticali prevalgono su quelle dei segnali orizzontali; </li></ul><ul><li>- in ogni caso prevalgono le segnalazioni degli agenti di cui all’art. 43. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Caratteristiche della segnaletica: </li></ul><ul><li>uniforme su tutto il territorio nazionale; </li></ul><ul><li>dimensioni, forme, colori, materiali, distanze, altezza: sono stabilite nel regolamento attuativo del c.d.s.. </li></ul>
  5. 5. I segnali verticali possono essere: <ul><li>segnali di pericolo; </li></ul><ul><li>segnali di prescrizione; </li></ul><ul><li>segnali di indicazione. </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Segnali di pericolo </li></ul><ul><li>Preavvisano dell'esistenza di pericoli, ne spiegano le ragioni ed impongono un comportamento prudente. Essi sono triangolari con il vertice rivolto in alto, di colore bianco, con bordo rosso e simbolo nero; devono essere montati dagli enti proprietari delle strade e mantenuti sempre in efficienza. </li></ul>
  7. 7. <ul><li>Segnali di prescrizione </li></ul><ul><li>Sono i segnali che impongono ordini dell'autorita' e si suddividono in: </li></ul><ul><li>segnali di precedenza : assumono forme e colorazioni diverse. Rendono noto agli utenti di dare o avere la precedenza. In mancanza dei segnali vale la regola di concedere la precedenza a chi viene da destra. L'inosservanza del gruppo dei segnali &quot;negativi&quot; della precedenza (cioè quelli che impongono di cederla) quasi sempre si traduce in incidenti stradali con conseguenze gravi; </li></ul><ul><li>segnali di divieto : sono di forma circolare e di colore bianco con bordo rosso. Fanno eccezione quelli relativi alla sosta e alla fermata. Lo scopo di questi segnali è evidente: disciplinare la circolazione impedendo, di fatto, condotte di guida pericolose o vietate; </li></ul><ul><li>segnali di obbligo : sono tondi, di colore blu, con il simbolo. Ci sono anche in questo caso delle eccezioni, rappresentate dai segnali di ALT, POLIZIA, e DOGANA che si differenziano sia per forma che per colore. Questi segnali &quot;indirizzano&quot; il traffico verso ciò che si può fare e che, quindi, non costituisce pericolo o intralcio alla circolazione. </li></ul>
  8. 8. <ul><li>Segnali di indicazione </li></ul><ul><li>Servono per dare agli utenti dello strada notizie utili per la guido, per reperire localita', percorsi, servizi ed impianti. Hanno forma quadrata o rettangolore e si suddividono in segnali di preavviso, direzione, identificazione strade, itinerario, località e centro abitato, di nome di strada, turistici e di territorio; altri danno informazioni necessarie per la guida dei veicoli o indicano installazioni o servizi. I segnali di indicazione sono molto utili, specie per chi non è della città, per i turisti in particolare, perchè informano per tempo ed evitano rallentamenti ed indecisioni nel traffico che spesso sono causa di incidenti stradali. </li></ul>
  9. 9. I segnali complementari <ul><li>I segnali complementari servono per far meglio vedere il tracciato stradale, particolari curve e punti pericolosi, ostacoli posti sulla carreggiata o ad essa vicini. Sono pure segnali complementari quelli studiati per impedire la sosta o rallentare lavelocità. </li></ul>
  10. 10. I segnali orizzontali <ul><li>I segnali orizzontali sono tracciati in orizzontale sul fondo della strada e servono per regolare la circolazione, per guidare i conducenti di veicoli, per fornire prescrizioni od indicazioni sui comportamenti da tenere. </li></ul>
  11. 11. I segnali luminosi <ul><li>I segnali luminosi, come dice la parola stessa, sono quelli che emettono luce e servono a regolare il traffico, in particolare nelle grandi città. Il più famoso di tutti è il semaforo con le sue tre lanterne, rossa, gialla, e verde; ve ne sono, poi, altri tipi, appositamente studiati, per i pedoni, i tram, ect.: </li></ul><ul><li>segnali luminosi di pericolo, di prescrizione e di indicazione; </li></ul><ul><li>lanterne semaforiche veicolari normali, di corsia e per corsie reversibili (le corsie reversibili sono quelle corsie che vengono utilizzate, a seconda del traffico più o meno intenso, in un senso o nell'altro nelle diverse ore del giorno); </li></ul><ul><li>lanterne semaforiche per i mezzi pubblici, per le persone, per le biciclette, speciali; </li></ul><ul><li>segnali luminosi particolari. </li></ul>
  12. 12. Le segnalazioni manuali <ul><li>Si tratta delle segnalazioni degli Agenti di Polizia Stradale che hanno la facoltà di fare dei segnali con le braccia in grado di annullare i precetti della segnaletica stradale. </li></ul>

×