Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

E Search Book.1216401564.Sacred Spirit Medicine

1,229 views

Published on

Published in: Spiritual, Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

E Search Book.1216401564.Sacred Spirit Medicine

  1. 1. Sacred Spirit Uno dei modi per diventare molto, molto potenti e molto, molto spirituali e molto, molto ricchi è donare. (White Wolf Storm, scrittore e Medicine Man, Cheyenne) Music Indian Spirits Tachanoha Le poesie sono di Diego “Seawolf” Manca
  2. 3. Citazione dal libro di Carlos Castaneda Gli insegnamenti di Don Juan a proposito di UNA STRADA CON UN CUORE   DON JUAN: «Tutto è solo una strada tra tantissime possibili. Devi sempre tenere a mente che una strada è solo una strada; se senti che non dovresti seguirla, non devi restare con essa a nessuna condizione. Per raggiungere una chiarezza del genere devi condurre una vita disciplinata. Solo allora saprai che qualsiasi strada è solo una strada e che non c'è nessun affronto, a se stessi o agli altri, nel lasciarla andare se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare. Ma il tuo desiderio di insistere sulla strada o di abbandonarla deve essere libero dalla paura o dall'ambizione.» … «Ti avverto. Guarda ogni strada attentamente e deliberatamente. Mettila alla prova tutte le volte che lo ritieni necessario. Quindi poni a te stesso, e a te stesso soltanto, una domanda. Questa è una domanda pos ta solo da un uomo molto vecchio. Il mio benefattore me l'ha detta una volta quando ero giovane, e il mio sangue era troppo vigoroso perché la comprendessi. Ora la comprendo. Ti dirò che cosa è: Questa strada ha un cuore? Tutte le strade sono uguali; non portano da alcuna parte. Sono strade che passano attraverso la boscaglia o che vanno nella boscaglia. Nella mia vita posso dire di aver percorso strade lunghe, molto lunghe, ma io non sono da nessuna parte. La domanda del mio benefattore ha adesso un significato." Questa strada ha un cuore? Se lo ha la strada è buona. Se non lo ha non serve a niente. Entrambe le strade non portano da alcuna parte, ma una ha un cuore e l'altra no. Una porta un viaggio lieto; finché la segui sei una sola cosa con essa. L'altra ti farà maledire la tua vita. Una ti rende forte; l'altra ti indebolisce.» (...)
  3. 4. “ Amore e Vita sono l’esperienza umana che noi conosciamo come Esistenza. Tuttavia quante persone sanno che Amore significa Condivisione? Amore è la forma visibile della Sacra Vita. La Vita è Bellezza. La nostra esperienza del conoscere la Vita è conoscere l’Amore. L’Amore è l’espressione e il sentimento più alto conosciuto dal genere umano. L’Amore è la Vita stessa.”   Estcheemah, Donna di Medicina Maya e insegnante di Wolf Storm
  4. 7. Se vagherai abbastanza lontano, ci arriverai e quando sarai arrivato lì ti daranno un posto a sedere solo per te, in una bella sedia, e tutti i tuoi amici saranno lì, con sorrisi nei loro visi e anche loro avranno i loro posti. -Robert Creeley, OH, NO
  5. 11. GIOIE   Nel silenzio degli anfratti profondi dell’anima affiorano gemme di poesia. Guidato dal tenue riverbero delle gioie con mano delicata colgo brandelli d’infinito.
  6. 12. ALBA D’INVERNO Il sole accende il cielo con ondate di fuoco. Una tempesta rosso e oro rapisce il battello della mia anima e lo trascina in un oceano di Luce.
  7. 16. Nel corso delle nostre conversazioni, don Juan usava o faceva riferimento all'espressione "Uomo di conoscenza", ma non spiegò mai che cosa intendesse esattamente. Glielo domandai. DON JUAN: «Un uomo di conoscenza è un uomo che ha affrontato tutte le difficoltà che comporta la conoscenza" rispose. "Un uomo che è andato, senza fretta né esitazioni, il più lontano possibile lungo la strada che porta alla scoperta dei segreti del potere e della conoscenza.» CARLOS CASTANEDA: «Chiunque potrebbe diventare un uomo di conoscenza?» DON JUAN: «No, non chiunque.» CARLOS CASTANEDA: «Allora che cosa deve fare un uomo per diventare un uomo di conoscenza?» DON JUAN: «Deve sfidare e sconfiggere i suoi quattro nemici naturali". Un uomo va alla conoscenza come va alla guerra, vigile, con timore, con rispetto e con assoluta sicurezza.» (...) «Quando un uomo ha soddisfatto questi quattro requisiti - essere perfettamente vigile, provare timore, rispetto e un'assoluta sicurezza - non dovrà rendere conto di nessun errore; quando è in questa condizione, le sue azioni perdono la fallibilità di uno stupido. Se l'uomo sbaglia, o subisce una sconfitta, avrà perso soltanto una battaglia e non dovrà pentirsene amaramente.» - Carlos Castaneda, Gli Insegnamenti di Don Juan
  8. 21. [...] “ Vi è una strana, struggente felicità nell’agire con la piena consapevolezza che qualunque cosa si stia facendo potrebbe essere l’ultima azione sulla Terra.” [...] “ Non hai tempo, amico” proseguì [don Juan]. “Questa è la sfortuna degli esseri umani. Nessuno di noi ha tempo a sufficienza, e la tua continuità non ha senso in questo mondo imprevedibile e misterioso. “ La tua continuità ti rende solo timoroso” disse [don Juan]. [...] In altre parole, la tua continuità non ti rende felice, o potente.” Ammisi che ero piuttosto angosciato dall’idea che sarei morto e lo accusai di provocare in me una grande apprensione con il suo continuo parlare e occuparsi della morte. [Castaneda] “ Ma tutti dobbiamo morire” disse [don Juan].
  9. 26. Per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore, lungo qualsiasi sentiero che abbia un cuore. Lungo questo io cammino, e la sola prova che vale è attraversarlo in tutta la sua lunghezza. E qui io cammino guardando, guardando, senza fiato . -Don Juan
  10. 27. Il Silenzio e la Luce Dentro di me il silenzio. Una Voce antica narra storie di luce.
  11. 34. SUONI Il suono della Vita è un cinguettio, è l'alito del Vento a Primavera, il frullio di un Uccello quando è sera, è la canzone che ho cantato io.
  12. 35. albero solitario   albero solitario a fine inverno senza più foglie a proteggere i rami nudi ricoperti di brina nessun uccello canta solo silenzio mentre le radici suggono dal profondo i succhi della terra e gonfiano di linfa vitale le gemme che mostrano le punte verdi dei germogli la prima foglia già si distende e si allontana tesa verso la primavera che verrà.
  13. 39. TRASMISSIONE VIA ACQUA Com'era fresca l'Aria sotto alla Cascatella nascosta fra le rocce di questa Terra Bella. Un granchio, da una roccia, sembrava mi guardasse mentre con le mie mani accarezzavo l'Acqua, che scorre lentamente trasportando pensieri. immagini e preghiere verso Terre Lontane, dove una Donna aspetta, come la Mare immensa aspetta il Fiume amato che venga a unirsi a Lei.
  14. 40. IL RESPIRO DELL’INVERNO Il respiro freddo dell’inverno ha coperto, con la brina soffice della creatività, i fili d’erba, i cespugli e gli alberi nudi, della mia immaginazione. Imbacuccati di ghiaccio luccicano all'alba di colori magici: i primi raggi di sole fondono il gelo in versi sciolti per formare il lago di bellezza della poesia.
  15. 42.   Sono solo?   Sono solo!    Sono   Son   So S s s s s s s s .
  16. 45. Può esserci coscienza soltanto dove c’è cambiamento e può esserci cambiamento solo dove c’è movimento. … Dove non c’è movimento, non c’è percezione. - Aldous Huxley, L’arte di vedere
  17. 50. La farfalla è bella solo per la sua stagione. Come una guerriera, tocca il mondo brevemente con le sue ali iridescenti e poi si trasforma in un’altra forma di vita, come pure tu… -Lynn Andrews, Butterfly woman
  18. 55. RISVEGLIO Così, come gli uccelli, canto, al mattino.
  19. 57. Discorso di Capo Giuseppe, dei Nasi Forati,all'allora presidente degli Stati Uniti Franklin Pierce (quando, dopo una fuga di centinaia di miglia, poco prima del Canada, nel 1854, si arrende al generale Miles). Il grande Capo che sta a Washington ci manda a dire che vuole comprare la nostra terra. Ma come potete comprare o vendere il cielo, il colore della terra? Noi non siamo proprietari della freschezza dell'aria o dello scintillio dell'acqua: come potete comprarli da noi? Ogni parte di questa terra è sacra al mio popolo. La linfa che circola negli alberi porta la memoria dell'uomo rosso. I morti dell'uomo bianco dimenticano il paese della loro nascita, quando vanno a camminare tra le stelle. Noi siamo parte della terra ed essa è parte di noi. I fiori profumati sono nostri fratelli. Le creste rocciose, le essenze dei prati, il calore dei corpi dei cavalli e l'uomo, tutti appartengono alla stessa famiglia. L'acqua scintillante che scorre nei torrenti e nei fiumi, non è soltanto acqua ma è il sangue dei nostri antenati. Se noi vi vendiamo la terra dovete ricordare che essa è sacra e dovete insegnare ai vostri figli che la terra è sacra e che ogni tremolante riflesso nell'acqua limpida del lago parla di eventi e di ricordi, nella vita del mio popolo. II mormorio dell'acqua è la voce del padre di mio padre. I fiumi sono i nostri fratelli e saziano la nostra sete. I fiumi portano le nostre canoe e nutrono i nostri figli. Se vi vendiamo la terra, voi dovete ricordare e insegnare ai vostri figli che i fiumi sono nostri fratelli e anche i vostri e che dovete perciò usare con i fiumi la gentilezza che usereste con un fratello. L 'uomo rosso si è sempre ritirato davanti all 'avanzata dell'uomo bianco, come la rugiada sulle montagne si ritira davanti al sole del mattino. Ma le ceneri dei nostri padri sono sacre. Le loro tombe sono terreno sacro. Noi sappiamo che l'uomo bianco non capisce i nostri pensieri. Una porzione della terra è la stessa per lui come un'altra, perché egli è uno straniero che vive nella notte e prende dalla terra qualunque cosa gli serva. La terra non è suo fratello, ma suo nemico, e quando l'ha conquistata egli si sposta, lascia le tombe dei suoi padri dietro di Iui e non se ne cura. Egli strappa la terra ai suoi figli e non se ne cura. Le tombe dei suoi padri e i diritti dei suoi figli vengono dimenticati. Egli tratta sua madre, la terra e suo padre, il cielo, come cose che possono essere comprate, sfruttate e vendute come fossero pecore o perline colorate. Il suo appetito divorerà la terra e lascerà dietro solo un deserto. La vista delle vostre città ferisce gli occhi dell'uomo rosso. Ma forse ciò avviene perché l'uomo rosso è un selvaggio e non capisce. Non c'è posto quieto nella città dell'uomo bianco. Ma forse io sono un selvaggio e non capisco. L'uomo bianco non sembra accorgersi dell'aria che respira e come un uomo da molti giorni in agonia egli è insensibile alla puzza. Ma se noi vi vendiamo la nostra terra, voi dovete ricordare che l'aria è preziosa per noi e che l'aria ha lo stesso spirito della vita che essa sostiene. Il vento, che ha dato ai nostri padri il primo respiro, riceve anche il loro ultimo respiro. E il vento deve dare anche ai nostri figli lo spirito della vita. Ho visto migliaia di bisonti che marcivano nella prateria, lasciati Iì dall'uomo bianco che gli aveva sparato dal treno che passava. lo sono un selvaggio e non posso capire. Noi uccidiamo solo per sopravvivere. Qualunque cosa capiti agli animali presto capita all'uomo. Tutte le cose sono collegate. Qualunque cosa capiti alla terra, capita anche ai figli della terra. Non è stato l'uomo a tessere la "tela della vita " egli ne è soltanto un filo. Qualunque cosa egli faccia alla tela, lo fa a se stesso. Importa poco dove spenderemo il resto dei nostri giorni. l figli hanno visto i padri umiliati nella sconfitta. Ma perché dovrei piangere la scomparsa del mio popolo? Gli uomini vanno e vengono come le onde del mare. Anche l'uomo bianco non può sfuggire al destino comune. Può darsi che siamo fratelli, dopotutto. Vedremo. Noi sappiamo una cosa che forse l'uomo bianco un giorno scoprirà: il nostro Dio è lo stesso Dio. Questa terra è preziosa anche per Lui. Così se noi vi venderemo la nostra terra, amatela come l'abbiamo amata noi. Conservate in voi la memoria della terra come essa era quando l'avete presa e con tutta la vostra forza, con tutta la vostra capacità, e con tutto il vostro cuore conservatela per i vostri figli e amatela come Dio ci ama tutti.
  20. 58. Ricordati che sarai veramente grande solo quando sarai seduto con il culo per terra. - White Wolf Storm a Seawolf, Vicchio, 1991

×