Relazione attivita 2011_versione_compressa

608 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
608
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Relazione attivita 2011_versione_compressa

  1. 1. RAPPORTO ANNUALE 2011
  2. 2. GTV - Rapporto annuale 2011 I nostri donatori principaliINDICE2011 Un anno di Progetti e Idee 3 PROVINCIA REGIONE AUTONOMA AUTONOMA DI TRENTO TRENTINO-ALTO ADIGEChi siamo 4GTV in Vietnam 5GTV in Bangladesh 8GTV e ASsMA a Timor Est 8GTV e ANT in Cambogia e Laos, 9Timor Est e BirmaniaLe attività di GTV in Italia 10 acconciature unisex Il consiglio direttivo di GTV Onorio Clauser - Presidente Beatrice Valline - Vice Presidente Angiola Brida Paolo Bridi Franco Cortelletti Carlo Fait Cinzia Fedrizzi Giorgio Massignani Luigina MorandiFoto copertina:Bambini di Atauro, Timor Est - Luca Brentari2
  3. 3. GTV - Rapporto annuale 2011UN ANNO DI PROGETTI E IDEE di Onorio Clauser Il logo della nostra associazione è l’acronimo GTV parzialmente inscritto in uncerchio che rappresenta il mondo entro cui operiamo. Il cerchio è vuoto, ma ilpresente libretto si incarica di riempirlo con la rete di tutti i collegamenti chel’associazione ha instaurato entro il mondo della solidarietà internazionale. I nodi della rete sono numerosi: il consiglio direttivo – che è il punto centrale – ladirettrice e i suoi collaboratori, i volontari che ci affiancano nelle varie iniziative, ilcooperante e le associazioni locali nei paesi in via di sviluppo, le associazionitrentine con cui collaboriamo ed, infine, tutti i nostri soci che ci sostengono nellemolteplici attività. Ogni progetto presentato in questo opuscolo è avvolto da questaestesa rete di scambi, senza la quale non potrebbe nascere e progredire. Il consiglio direttivo elabora le linee di sviluppo e quest’anno è particolarmenteimpegnato, con riunioni mensili articolate in due tempi, al fine di poter trattare inumerosi argomenti sul tappeto, per elaborare le linee strategiche dei prossimi anni.La direttrice ed i suoi collaboratori sono una fucina di idee, pure nello spazio fisicodell’ufficio troppo angusto per contenerle agevolmente tutte.Il cooperante e le associazioni estere implementano i nostri progetti con un’ulterioreestensione della rete nei territori dei Paesi in via di sviluppo. La loro preoccupazioneè di essere ogni giorno sui luoghi dei progetti, perché i terminali ultimi della nostrarete possano avvolgere i beneficiari finali per i quali noi tutti siamo impegnati. Infine,ciascun nostro socio è un filo sottile della rete, senza il cui sostegno essa nonpotrebbe essere costruita. Nel prossimo rapporto, e in questa direzione si muoverà ildirettivo elaborando una specifica linea strategica, vorremmo che i soci avesserouna maggiore visibilità attraverso momenti specifici pensati per loro, per farli sentirepiù partecipi dell’attività dell’associazione. La nostra rete si annoda, inoltre, con le reti delle associazioni trentine con cuicollaboriamo per estendere la presenza in territori nei quali non saremmo in grado diarrivare da soli. Facciamo parte di una rete delle reti, che non è un divertente giocodi parole, ma un impegno vicendevole a collaborare ed a rafforzare piccoleassociazioni che vogliono restare tali per mantenere stretti rapporti con il territoriodove sono nate, ma che vogliono operare in grande, mettendosi in rete.La rete con cui GTV avvolge il mondo, più propriamente la parte dell’EstremoOriente, è anche la rappresentazione visiva e plastica della nostra mission, che siesprime nel mettere in contatto il Trentino con il Sud Est asiatico, e anche dei valoriche sostengo il nostro operare: relazione tra le persone, responsabilità verso lacomunità, democrazia nelle decisioni. La rete è forte se tutti i soci danno una manoper sostenerla ed estenderla, si sentono coinvolti nel curarla e talvolta nelrammendarla e operano senza fare strappi alle regole che governano la barca delGTV nei mari tanto vasti dove vogliamo gettare le nostre reti. 3
  4. 4. GTV - Rapporto annuale 2011CHI SIAMOGTV – GRUPPO TRENTINO DI VOLONTARIATO è un’organizzazione nongovernativa che si occupa di cooperazione e solidarietà internazionaledal 1 999.Fondata per proseguire e potenziare iniziative a favore dell’assistenzaneonatale in Vietnam , in stretta collaborazione con ANT Amici dellaNeonatologia Trentina, dopo più di un decennio di entusiasmo e progetti dicooperazione, oggi è presente, in collaborazione con altre realtà, anche aTimor Est, in Bangladesh , in Laos e in Cambogia, con una sede regionalead Hanoi. Oltre a gestire i progetti di cooperazione internazionale allosviluppo, GTV opera inoltre in diversi ambiti come il sostegno a distanza e lasensibilizzazione alle tematiche della solidarietà internazionale. GTV credefermamente nelle sinergie e nella ricchezza del “lavorare insieme” e perquesto opera congiuntamente con altre ONG italiane in loco, in particolarel’associazione Santi Martiri Anauniesi, l’associazione San Prospero, CIAICentro Italiano Aiuti all’Infanzia e GVC Gruppo di Volontariato Civile.4
  5. 5. GTV - Rapporto annuale 2011 LA VISION DI GTVNel Sud Est asiatico per costruire un ponte tra Oriente ed Occidenteverso un nuovo domani. LA MISSION DI GTVGTV è una ONG che opera nell’ambito della solidarietà internazionale edell’educazione allo sviluppo. La sua mission è mettere in relazione lacomunità trentina con le comunità del Sud Est Asiatico per svilupparecapacità e scambiare esperienze con particolare attenzione ai diritti deisoggetti vulnerabili come bambini, donne e minoranze. GTV intendel’autosviluppo delle comunità come antidoto allo sfruttamento. I VALORI DI GTVRELAZIONE con e tra le persone al centro dei progetti.RESPONSABILITA’ verso le risorse e i verso donatori, verso i contesti dovelavoriamo e Rispetto per il tempo che viviamo.DEMOCRAZIA interna che dà valore al gruppo.GTV in VietnamReintegrazione delle vittime del traffico attraverso la costituzione di uncooperativa artigianale nella Provincia di Hai DuongFinanziatori: Provincia Autonoma di Trento, Regione TAAPartner locali: HRPC, Unione delle donne di Hai DuongIl progetto mira alla creazione di un’impresa cooperativa di tipo artigianalenella provincia di Hai Duong.Le beneficiarie del progetto, selezionate dall’Unione delle donne e da HRPC,sono un gruppo di donne vittime di traffico, ad alto rischio di rapimento o ingravi condizioni di disagio sociale o economico.Attraverso il lavoro all’interno della cooperativa queste donne hanno lapossibilità di essere reintegrate nella società.Terminato il progetto, la gestione è stata interamente affidata alle socielavoratrici della cooperativa attraverso un comitato di gestioneappositamente formato. 5
  6. 6. GTV - Rapporto annuale 2011Governance e regole democratiche per migliorare l’empowerment dellesocie della cooperativa Kim Thanh HandicraftFinanziatore: Provincia Autonoma di Trento.Partner locali: VCA, HRPC, Unione delle donne del VietnamLa microazione si inserisce nel quadro più ampio del progetto“Reintegrazione delle vittime del traffico attraverso la costituzione di unacooperativa artigianale presso Hai Duong” e, attraverso l’empowermentfemminile, vuole promuovere la cultura delle pari opportunità. L’obiettivo delprogetto è di consolidare e rafforzare le competenze delle socie in tema digovernance e gestione della cooperativa al fine di garantirne la messa in retenella realtà cooperativistica.Materiale di cucito per la cooperativa Kim ThanhFinanziatore: Regione Trentino Alto Adige.Partner locali: HRPC Handicraft Research Promotion Center, Unione delledonne, VCA Vietnam Cooperative AllianceIl progetto prevede il supporto ad un’impresa cooperativa di artigianatotessile nella provincia di Hai Duong, nella quale lavorano 25 donne ex vittimedi traffico o ad alto rischio di rapimento. Dopo un periodo di formazione, siasul lato dell’acquisizione delle capacità tecniche per produrre prodottiartigianali che su quello della gestione aziendale, alle beneficiarie saràaffidata in toto la gestione, in modo che possano decidere autonomamentesui futuri sviluppi dell’impresa.KHE impROnta di turismo responsabile! Ecoturismo nella foresta diKhe Ro nel Vietnam del Nord attraverso un approccio integrato peralleviare le condizioni di povertà della popolazioneFinanziatore: Provincia Autonoma di TrentoPartner locale: Comitato Popolare del Distretto di Son Dong Tran Thi Dung, socia lavoratrice della cooperativa KT Base delle guardie forestali di Khe Ro6
  7. 7. GTV - Rapporto annuale 2011Il progetto di Ecoturismo ad An Lac mira alla promozione di una rete diricettività turistica ecoresponsabile. L’approccio è di tipo integrativo poichéprevede anche una serie di programmi finalizzati al miglioramento dellecondizioni igienicosanitarie delle famiglie e alla creazione di attivitàlavorative, che possano diventare fonte di reddito per il sostentamento dellapopolazione locale. L’obiettivo primario è quello di ridurre il livello di povertàlavorando nel campo del turismo responsabile al fianco di oltre 1 00 famiglie.La foresta di Khe Ro: patrimonio universale di biodiversitàFinanziatore: Provincia Autonoma di TrentoPartner locale: Comitato di gestione della riserva naturale di Tay Yen TuCon questa microazione si vuole contribuire alla conservazione delle risorsenaturali presenti nella foresta di Khe Ro, facilitandone l’uso sostenibile daparte della popolazione del comune di An Lac e promuovendo la nascita diattività generatrici di reddito. Ad una prima fase di indagine tecnica dellaforesta e delle sue caratteristiche, seguirà una fase informativa e disensibilizzazione verso l’ente di gestione della riserva e la popolazione.Una scuola materna per An LacFinanziatore: Provincia Autonoma di TrentoPartner locale: Comitato Popolare del Comune di An LacOltre alla costruzione dell’edificio scolastico, GTV promuove un corso diformazione per 24 insegnanti della scuola materna di Na Trang e di quelledegli altri 11 villaggi nel comune di An Lac. Allo corso partecipano 4 personedella sezione periferica comunale e distrettuale del Dipartimentodell’Istruzione. Il corso è incentrato sulle cure di prima infanzia per la crescitae lo sviluppo del bambino e favorisce la formazione dei partecipantiutilizzando tecniche per il rafforzamento dell’identità etnicolinguistica delbambino. Bambini a scuola, An Lac 7
  8. 8. GTV - Rapporto annuale 2011 Campagna nel distretto di Pirojpur, Bangladesh Tiziana Boschetti di ANT durante la formazioneGTV in BangladeshSensibilizzazione a scuola sulla gestione del rischio di eventicalamitosiFinanziatore: Regione Trentino Alto AdigePartner locale: STEPS towards developmentIl Bangladesh è il paese più densamente popolato al mondo e registra unelevato tasso di povertà. La sua particolare collocazione geografica loespone a frequenti inondazioni e cicloni.Il progetto di GTV si sviluppa attraverso percorsi formativi nelle scuole aventicome obiettivo la creazione di una base di popolazione consapevole deirischi derivanti dalle calamità naturali e capace di gestire le situazioni di crisi.GTV e ASsMA a Timor EstSicurezza alimentare ad Atauro, Timor EstFinanziatore: Provincia Autonoma di TrentoPartner locale: BELUNQuesto progetto prevede un approccio integrato di sviluppo rurale operandoin tre settori: sviluppo agricolo, sviluppo della pesca e accesso all’acqua.Oltre a fornire gli strumenti indispensabili per un concreto sviluppo agricolo,si interviene con corsi di formazione e campagne di sensibilizzazione inmodo da fornire anche un supporto teorico. L’aspetto formativo si rendenecessario per garantire che lo sviluppo sia sostenibile e duraturo nel tempo.Salute e servizi igienici per le scuole di AnartutuFinanziatore: Provincia Autonoma di TrentoPartner locale: BELUNL’obiettivo della presente microazione è contribuire a migliorare le condizioniigienico-sanitarie degli abitanti di Anartutu, piccolo villaggio dell’isola di8
  9. 9. GTV - Rapporto annuale 2011e del personale infermieristico laotiano Infermiera dellospedale Mother and Child, Vientiane Atauro, mediante la realizzazione di latrine per le scuole e la sensibilizzazione e formazione dei bambini e delle rispettive famiglie riguardo le tematiche igieniche. GTV e ANT in Cambogia, Laos, Timor Est e Myanmar Promozione della neonatologia a livello periferico in Laos ed in Cambogia attraverso il “capacity building” e l’equipaggiamento degli ospedali provinciali Finanziatori: Provincia Autonoma di Trento, Regione Trentino Alto Adige Partner locali: Ospedale Nazionale Mother and Child di Phnom Penh, Ospedale “Mother and Child” di Vientiane ANT ha una lunga esperienza di cooperazione sanitaria nel Sud Est asiatico ed è spesso impegnata ad esportare un modello di cura neonatale sostenibile che ha ottenuto ottimi risultati negli ultimi anni di lavoro in altri paesi dell’area. In Laos ed in Cambogia, ANT interviene con la fornitura di attrezzature mediche e la formazione del personale sanitario locale in ospedali nei quali non esiste, al momento, un’unità di cura intensiva neonatale. Sostegno ai reparti di neonatologia dell’ospedale nazionale di Dili e di 3 ospedali del Myanmar a Yangon e Mandalay Finanziatore: Diocesi di Trento, Regione Trentino Alto Adige Partner locale: Ospedale Nazionale di Dili, Timor Est e Ospedali di Pediatria di Yangon e Mandalay in Myanmar I progetti di ANT a Timor Est ed in Birmania hanno l’obiettivo di diminuire il tasso di mortalità infantile presso gli ospedali nazionali mediante la creazione di un modello di cura neonatale efficiente, appropriato e sostenibile che possa essere nel tempo un modello da imitare per gli altri ospedali periferici dei due paesi. 9
  10. 10. GTV - Rapporto annuale 2011Le attività di GTV in ItaliaSostegno a distanzaIniziato nel 2005, il Sostegno a Distanza ha mostrato una crescita ed uninteresse via via sempre maggiori. Attualmente sono 85 le famiglie chesostengono un bambino a distanza con GTV.Il progetto consiste principalmente nel supportare finanziariamente unbambino della provincia di Bac Giang, in Vietnam, in modo che possafrequentare la scuola e ricevere assistenza medica. I beneficiari sonobambini con famiglie allargate, orfani di uno od entrambi i genitori che sitrovano a vivere con parenti e che, nella maggioranza dei casi sono costrettia contribuire al sostentamento proprio e della loro famiglia lavorando. Questofa sì che il tempo da dedicare allo studio sia molto poco e, in molti casi, ibambini sono costretti ad abbandonare la scuola, perdendo ogni possibilitàdi costruirsi un futuro dignitoso. La quota annuale per il SAD è di € 240 (€ 20al mese): il 90% dellimporto viene inviato in Vietnam per l’acquisto del risoper tutta la famiglia, il pagamento delle tasse scolastiche, l’acquisto di abiti escarpe, dei materiali scolastici e le visite mediche, il 1 0% viene trattenuto aTrento per coprire i costi amministrativi.GTV NotizieNel corso del 2011 sono stati pubblicati due numeri di GTV Notizie, entrambicaratterizzati da un formato monografico. Il primo numero, dedicato allaCooperativa Kim Thanh, ha avuto una tiratura di 2.500 copie, di cui 976postalizzate mentre le restanti sono state distribuite durante le manifestazionie gli eventi a cui GTV ha partecipato nel corso dell’anno. Il secondo numero,uscito a novembre, è stato interamente dedicato al tema della Biodiversità.La tiratura è stata di 1 .500 copie, delle quali 1 .1 36 postalizzate.Geografia dal Volto UmanoSono stati 3 gli appuntamenti che hanno visto GTV protagonista durante leserate di Geografia dal Volto Umano organizzate da Ipsia delle Acli a Trento,occasione per presentare alla cittadinanza il contesto geopolitico di alcuni dei Bambina del progetto SAD Francesca Anzi, direttrice di GTV, introduce la proiezione10
  11. 11. GTV - Rapporto annuale 2011 paesi vicini a GTV, in particolare Timor Est, Bangladesh e Cambogia. Born Sweet Proiettato in 5 località trentine, il film Born Sweet di Cynthia Wade ha portato alla luce la problematica dell’inquinamento da arsenico delle falde acquifere in Cambogia. GTV da anni è impegnato in Vietnam con progetti di Solidarietà Internazionale nei settori acqua e igiene volti all’implementazione di sistemi di depurazione delle acque e promuove sul territorio trentino una cultura di consapevolezza della difficoltà d’accesso all’acqua potabile per le popolazioni del Sud Est asiatico. Formazione Nel dicembre 2006 GTV ha ottenuto l’accreditamento come ente di Servizio Civile presso l’Ufficio addetto della Provincia di Trento. Nel 2011 GTV ha presentato il progetto “Conoscere la cooperazione: GTV come strumento di formazione alla cultura della solidarietà”, con l’obiettivo di diffondere in Trentino la conoscenza del contesto territoriale del Sud Est asiatico e la cultura dell’internazionalità. I due volontari selezionati hanno iniziato l’attività nel maggio 2011 . Nell’estate dello stesso anno, GTV ha seguito 4 giovani nel loro percorso di conoscenza delle realtà trentine di Solidarietà Internazionale mediante ES.SER.CI NEL MONDO, corso di formazione organizzato dal Centro di Formazione alla Solidarietà Internazionale di Trento in collaborazione con l’Ufficio Servizio Civile della Provincia di Trento. Le 4 giovani hanno effettuato un viaggio in Vietnam per conoscere i progetti che GTV ha in corso, approfondendo le loro conoscenze della realtà vietnamita e incontrando i beneficiari degli interventi. Un’altra importante area di intervento è la Raccolta Fondi, attività che viene organizzata dai volontari di GTV attraverso la presenza durante i mercatini estivi, del Natale, le fiere e sagre dei comuni trentini. La nostra presenza è legata all’esposizione di piccoli oggetti di artigianato del Sud Est asiatico.di Born Sweet presso la biblioteca di Lavarone Dino Pedrotti e Onorio Clauser allAssemblea dei Soci 11
  12. 12. "Nel Sud Est asiatico per costruire un ponte tra Oriente ed Occidente verso un nuovo domani" GTV - Gruppo Trentino di Volontariato Via San Marco, 3 381 22 Trento Tel. 0461 986696 e-mail: info@gtvonline.org www.gtvonline.orgScegli di destinare il tuo 5x1 000 a GTV ~ Codice Fiscale 01 6621 70222

×