Presentazione GTV - Vietnam

589 views

Published on

A brief description of GTV projects in Vietnam through the images of Justin Mott.

Published in: Art & Photos
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
589
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
29
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione GTV - Vietnam

  1. 1. MITI vietnaMITI, SCATTI DALLaltroVIETNAMDa 10 anni il Gruppo Trentino di Volontariato -GTV lotta contro la povertà nel sud est asiatico,soprattutto –ma non solo- attraverso la piùpotente arma di sviluppo di massa: listruzione.
  2. 2. ZOOM SUL VIETNAM CON LE LENTI DI GTVQuando sentiamo parlare di Vietnam le notizie riguardanospesso la crescita economica che ricalca il modellooccidentale; il governo infatti mira a trasformare il paesein nazione industrializzata entro il 2020.Ma dietro a questo progresso continuano ad esisteredisparità nella popolazione, sulla base delle diversità dicredo, genere e appartenenza etnica. Il divario più forte èfra zone urbane in crescita e zone rurali dove si trovano lesacche di povertà.
  3. 3. Un tetto di nuvole
  4. 4. UN TETTO DI NUVOLECome nubi, incombono ancora molti problemi sullorizzontevietnamita. GTV si propone di contribuire ad affrontarealcuni di essi, credendo nella possibilità reale diprospettare per il futuro un cielo più sereno.È possibile infatti costruire, come un tetto sotto lenuvole, relazioni fra due comunità, il Trentino e ilVietnam, realizzando così progetti e attività per riuscire,insieme, a cambiare le cose.
  5. 5. Grandi politiche, piccoli uomini
  6. 6. GRANDI POLITICHE, PICCOLI UOMINIRiforme, industrializzazione accelerata, programmi perincrementare il PIL: la politica vietnamita ha molto puntatoalla crescita economica. Tuttavia questa non è un motoresufficiente per un reale sviluppo.Vanno considerati anche gli aspetti sociali, come il ruolodella donna o la tutela dellinfanzia. Va preso in esamelequilibrio-disequilibrio fra città e zone rurali. Così inVietnam può capitare che grandi politiche - con obiettivi alungo termine e di vasta portata- dimentichino le piccolesituazioni del presente. Piccole situazioni, ma con grandi conseguenze sociali.
  7. 7. La fede che unisce e la fede che divide
  8. 8. LA FEDE CHE UNISCE, LA FEDE CHE DIVIDELa fede e le credenze religiose possono essere una grandeforma di unione fra le persone. Credere negli stessi ideali,significa guardare nella stessa direzione. Lidea di unafede che unisce è rappresentata dalla sposa al centro dellafoto, che sta celebrando ununione con rito religioso.La fede però può essere anche fattore di disunione,sopratutto in una società come quella vietnamita in cuisono presenti diverse credenze religiose, spesso diverse fraloro. Si impone dunque il problema del rispetto dellalibertà religiosa, diritto che ogni Statolaico deve assicurare a tutti i suoicittadini.
  9. 9. Agricoltura, veicolo di sopravvivenza
  10. 10. Assaggi di cultura vietnamita
  11. 11. La società che corre in direzioni contrapposte
  12. 12. LA SOCIETÀ CHE CORRE IN DIREZIONI CONTRAPPOSTESocietà urbana e società rurale hanno un andamento opposto,luno più volto alla rapida crescita economica, laltro piùancorato alla tradizione e con uno sviluppo più lento.Andando verso direzioni opposte, la distanza fra esse nonpuò che aumentare. Si crea un forte divario, difficile dacolmare, fra le condizioni delle popolazione che vive incittà e quelle di chi vive in campagna.
  13. 13. Imparando a sostenere il Vietnam
  14. 14. ZOOM SULLO SVILUPPO RURALE IN VIETNAMLo sviluppo delle zone rurali si basa principalmente sullacoltivazione del riso. La gestione delle risorse idriche sicolloca quindi in primo piano rispetto al sostentamento dinumerose famiglie che vivono di questa attività. Nonostanteil Paese possa vantare numerosi fiumi, è la mancanza diinfrastrutture solide e funzionanti ad impedire ladistribuzione delle riserve di acqua nelle zone limitrofe inmodo regolare. Un altro elemento importante per lo sviluppo riguarda laccesso della popolazione allacqua potabile: tuttora il20% della popolazione vietnamita che vive nelle aree rurali non ne ha la possibilità.
  15. 15. Seminare...
  16. 16. ...e pazientemente raccogliere
  17. 17. Lacqua per tutti...
  18. 18. LACQUA PER TUTTIPoter disporre di acqua potabile da bere e acqua pulita per lavarsi o cucinare dovrebbe essere un diritto di tutti.Purtroppo, in molte parti del mondo e anche in Vietnam,questo diritto non è garantito. Dal mancato accessoallacqua potabile derivano molte malattie evitabili se lapopolazione disponesse di acqua sana. GTV agisce conprogetti per la depurazione delle acque e il trasportodellacqua anche nelle case più lontane. Infatti moltospesso uomini e donne vietnamiti devono percorrere moltichilometri per andare al fiume e prendere lacqua con deigrossi secchi appesi a un bilanciere e appoggiati sullespalle (come si vede nella foto). Tutto questo per unacqua sporca.
  19. 19. Lacqua per lambiente
  20. 20. Terra e acqua: geometrie in contrasto
  21. 21. Mezzo agricolo
  22. 22. MEZZO AGRICOLOIl bufalo, ritratto nella foto, è unimportante risorsa perla coltivazione dei campi. Poche famiglie possono disporredi un così prezioso “mezzo” per il proprio mantenimento,tanto che è una vera e propria ricchezza. Per GTV è il simbolo della necessità dello sviluppo del settore dellagricoltura come “mezzo” dello sviluppo del Paese.
  23. 23. Bagni di fiducia nel futuro
  24. 24. La fonte di vita che sta nel profondo
  25. 25. ZOOM SULLISTRUZIONE IN VIETNAMI dati sullalfabetizzazione mostrano una situazionepiuttosto positiva: l88% dei ragazzi è iscritto alla scuolaprimaria e il 69% a quella secondaria (HDR 2008). In molte zone però la realtà è ben diversa.Nei villaggi esistono poche scuole e molti bambinicamminando per ore per raggiungere strutture affollate e conpochi strumenti. Questo si ripercuote sullo sviluppo dellacomunità e sulla possibilità di migliorare gli standard divita. Inoltre nel Paese vi è una forte presenza di minoranzeetniche che parlano lingue molto differenti fra loro.Apprendere il vietnamita è fondamentale per continuare glistudi, trovare lavoro ed inserirsi nella società.
  26. 26. Diritto allo studio
  27. 27. Aprire le porte del futuro
  28. 28. Sorrisi fiduciosi
  29. 29. Limpegno nel cogliere unopportunità
  30. 30. Complicità per affrontare insieme
  31. 31. La strada da percorrere ha linfanzia al centro
  32. 32. Le tappe che non si devono bruciare
  33. 33. LE TAPPE CHE NON SI DEVONO BRUCIARE Al centro della foto una luce forte sembra quasi che stia per bruciare limmagine della spensieratezza di questi bambini che saltano felici.I giochi sono tappe che non dovrebbero essere bruciate: ognibambino dovrebbe poter vivere nella semplicità che è propria dellinfanzia.Spesso, tuttavia, le cose non stanno così:la povertà può imporre che il bambino aiutila famiglia per il suo sostentamento,lavorando nei campi.
  34. 34. Guardare dentro per capire un mondo che sta fuori
  35. 35. GUARDARE DENTRO PER CAPIRE IL MONDO CHE STA FUORIDentro uno scatto, allinterno di quellinquadraturacatturata dal fotografo, è rappresentato un mondo che èlontano, che sta fuori dai canoni occidentali, dalla nostracultura e forse, in parte, anche dalla nostra comprensione.Guardare dentro, nel profondo di una foto, può dunquesignificare capire un mondo che sta fuoridi noi.
  36. 36. ZOOM SULLA FORMAZIONE IN VIETNAMUno dei problemi che il Vietnam sta affrontando è il divariofra zone industriali e rurali. Le persone che vivono nellecampagne spesso sono povere, soprattutto le donne sole -vedove, divorziate o ragazze madri- nonostante il loro ruoloallinterno della comunità e delleconomia sia fondamentale.A questo si aggiunge il rischio di essere vittime deltraffico di esseri umani, fenomeno pesantemente presente eche colpisce le donne, che vengono portate in Cina ecostrette a vivere in condizioni di schiavitù domestica esessuale. Qui le iniziative di GTV sono rivolte ad attivitàdi formazione professionale che danno la possibilità allapopolazione e alle donne di sviluppare le propriepotenzialità e uscire dalla situazione di povertà.
  37. 37. Nguyen Thi Huan
  38. 38. Nguyen Thi The
  39. 39. Pham Thi Hien
  40. 40. Il risultato tangibile: prodotto e produttrice
  41. 41. Doan Bao Ngoc
  42. 42. Do Thi Hue
  43. 43. Le Thi Nga
  44. 44. GTV e le ragazze della cooperativa
  45. 45. ZOOM SULLE MIGRAZIONI INTERNENonostante i successi in campo economico, è andatoesacerbandosi il divario socio-economico tra zone rurali eurbane. Questo ha dato origine a migrazioni interne verso lecittà: milioni di persone si spostano ogni anno in cerca dimigliori condizioni di vita; di essi, solo una piccola parteottiene il permesso di residenza e gode dei benefici che lalegge riconosce ai residenti. La maggior parte rimaneintrappolata nell’irregolarità e finisce con l’addensarsi inzone urbane degradate, senza accesso ad acqua, sanità,istruzione, né la possibilità di ottenere un impiego che glipermetta di poter pagare per accedervi.In questo contesto i bambini degli immigrati non registrati non possono avvalersi dei servizi sanitari, né accedere allistruzione.
  46. 46. Sentimento di impotenza
  47. 47. Ma non andate a scuola oggi?
  48. 48. Arrivare e riflettere su come ripartire
  49. 49. ARRIVARE E RIFLETTERE SU COME RIPARTIRE Le persone e le famiglie che migrano dalle zone rurali alla città nella speranza di migliorare le proprie condizioni divita possono spesso cadere in ulteriori difficoltà, spesso a loro impreviste.Possono trovarsi a vivere in zone periferiche in unaposizione emarginata. Da qui devono cercare nuove soluzionilavorative, cadendo spesso nel mercato informale permantenere la propria famiglia, che comunque rimane a rischiodi irregolarità, non ottenendoil permesso di residenza. Qualche voltapuò nascere la voglia di ripartire,nuovamente, e migrare ancora più lontano.
  50. 50. Un ponte per ancorare una vita sospesa
  51. 51. Ricomporre i pezzi di una vita
  52. 52. Fuori e dentro la gabbia: stare nel presente progettando il futuro
  53. 53. Fortunata, oggi vado a scuola
  54. 54. FORTUNATA, OGGI VADO A SCUOLA La divisa scolastica della ragazza fa capire che si sta preparando per andare a studiare.La possibilità di studiare, il diritto allo studio non èaffatto scontato, soprattutto fra figli e figlie di personemigranti. Infatti queste famiglie si trovano spesso incondizioni irregolari e ciò gli impedisce di mandare ipropri figli a scuola.
  55. 55. Giochi di sabbia
  56. 56. DA 10 ANNI AL FIANCO DELLE PERSONE Unisciti a noi.Gruppo Trentino di Volontariato – GTV - Via S. Marco, 3 (Trento) 0461.986696 - www.gtvonline.org - info@gtvonline.org

×