SlideShare a Scribd company logo
1 of 12
Download to read offline
Valorizzazione del territorio
e sviluppo delle rinnovabili
Roma, 13 giugno 2018
Target europei al 2030: focus sul fotovoltaico
I target europei fissano quale obiettivo al 2030 il raggiungimento di una quota di
consumi energetici coperti da FER pari al 27%. Attualmente, a livello europeo, si valuta
la possibilità di aumentare tale percentuale al 35%. In tale contesto, la produzione di
energia elettrica da fotovoltaico è stimabile in circa 70TWh.
2
3,5 GW
Potenza fotovoltaica
installa nel 2017
Potenza fotovoltaica
installata nel 2030
3,5 GW
Revamping
Repowering*
Nuovi
impianti
20 GW
54GW
Potenza
30,5 GW
20 GW
3,5 GW
Obiettivo
+170%
25TWh
(2017)
70TWh
(2030)
Obiettivo
+180%
Energia
*Scenario ottimale.
Mantenimento del parco produttivo
Per raggiungere gli obiettivi previsti è, dunque, necessario promuovere interventi di
ammodernamento e mantenimento dell’efficienza del parco produttivo esistente.
3
Le iniziative del GSEProiezione al 2030 – fase 1
Revamping
Repowering
Nuovi
impianti
20 GW
54 GW
Obiettivo
+170%
20 GW
3,5 GW
Potenza fotovoltaica
installa nel 2017
Potenza fotovoltaica
installata nel 2030
La Piattaforma Performance Impianti supporta
gli operatori a individuare e promuovere le best
practice di settore, grazie al confronto - in termini
di soluzioni, tecnologie e processi.
Predisposizione di sistemi di alerting qualora la
produzione del proprio impianto si discosti in
maniera significativa dai valori medi comunali e/o
la propria performance subisca flessioni negative.
Tali progettualità saranno estese anche alle altre
FER.
Azioni relative a Repowering e Revamping – grazie alle nuove tecnologie (ad es. moduli bifacciali) - consentono
un incremento della produttività a parità di suolo occupato. Si precisa che dei 3,5 GW circa 2,5 GW si ipotizzano
installati a terra*.
*Ipotesi effettuate sulla base delle attuali tipologie di installazione considerando fattori di proiezione.
Nuovi investimenti sul territorio (1/3)
In merito allo sviluppo di nuova capacità l’obiettivo si traduce in un incremento di
circa 30 GW di potenza installata equivalente a oltre 40TWh di energia elettrica da
produrre.
4
Le iniziative del GSEProiezione 2030 – fase 2
Promozione di un progetto di
sensibilizzazione delle Regioni per
la mappatura di aree dismesse
idonee alla realizzazione di nuova
capacità.
Armonizzazione degli iter
autorizzativi sulle aree
potenzialmente disponibili per la
realizzazione di investimento anche
dell’estero.
20,5 GW
17 GW
10 GW
3,5 GW
3,5 GW
Potenza fotovoltaica
installa nel 2017
Potenza fotovoltaica
installata nel 2030
Revamping
Repowering
Nuovi
impianti
20 GW
30,5 GW
Obiettivo
+170%
Domestico e terziario
Utility Scale
Copertura
Terra
Ipotesi effettuate sulla base
delle attuali tipologie di
installazione considerando
fattori di proiezione
Nuovi investimenti sul territorio (2/3)
5
Focus potenza installata a terra
Potenza impianti a terra
2030
Potenza installata a terra7,1
GW
Attualmente è installata a terra
una potenza complessiva di
circa 7,1 GW.
Per raggiungere i target al 2030
è necessario
sia installare ulteriori
17 GW in nuovi impianti
a terra sia effettuare
azioni di repowering per
circa 2,5 GW (imputabili a
impianti a terra).
Ipotesi: La potenza è stata distribuita tra le varie regioni in funzione della superficie e del livello di radiazione solare.
26,6
GW
ESEMPLIFICATIVA
Potenza installata con altre tipologie
12,9 GW 27,4 GW
3,5 GW
Potenza fotovoltaica
installata nel 2030
Revamping
Repowering
Nuovi
impianti
54GW
30,5 GW
20 GW
3,5 GW
17 GW
2,5 GW
7,1 GW
Potenza installata
a terra al 2030
26,6 GW
Potenza complessiva
installata (GW)
0-0,7 GW
0,8-1,9 GW
2-3,7 GW
Nuovi investimenti sul territorio (3/3)
6
Focus superficie coperta a terra
Superficie coperta
18.000
ettari
Ipotesi: Per ogni MW è stata considerata una superficie necessaria di 2 ettari per i nuovi impianti (2,5 ettari per gli impianti esistenti).
52.000
ettari
ESEMPLIFICATIVA
Superficie coperta da impianti a terra
2030
Si stima che le azioni di
repowering effettuate su
impianti a terra (2,5 GW)
possano essere incluse nei
18.000 ettari già utilizzati.
Gli ulteriori 17 GW installati a
terra richiederanno
una copertura di
circa 34.000 ettari.
3,5 GW
Potenza fotovoltaica
installata nel 2030
Revamping
Repowering
Nuovi
impianti
54GW
30,5 GW
20 GW
3,5 GW
34.000
ettari
18.000
ettari
Superficie coperta
da impianti a
terra al 2030
52.000 ettari
Superficie coperta
(.000 ettari)
0-1,5
1,6-3
3,1-7,1
7
Progetto pilota - Regione Siciliana
15 dismesse + 7 attive
159 chiuse
747 attive/produttive + 122 non produttive
Lo studio analitico effettuato in sinergia con la Regione Siciliana ha consentito di individuare* le aree
utilizzabili per raggiungimento dei target regionali di potenza ipotizzati.
Numerosità
Potenziale per provincia (MW)
- elaborazione dati GSE -
126,1
162,2
128,8
22,9
219,671,4
54,6
2,1 29,8
L’analisi puntuale ha
consentito la stima della
potenza fotovoltaica
installabile.
Complessivamente si stima
una potenza installabile a
terra di circa 800 MW
a fronte di un target al 2030
di circa 1.700 MW
relativo ai
nuovi impianti a terra**.
Cava nel comune di Mussomeli
* fonte Piano Regionale delle bonifiche e Open Data Sicilia
Cave
Miniere
Aree industriali dismesse
Discariche
8 attive/produttive
da analizzare (es. SIN, altre aree in disuso, etc.)Ulteriori tipologie
** Il target di potenza ipotizzato per gli impianti a terra in Sicilia è pari a 2,5 GW, di cui 0,6 GW esistente e 0,2 GW associato a Repowering
8
Mappatura aree dismesse – metodologia (1/4)
3.
Valorizzazione
energetica
delle aree
2.
Individuazione ed
analisi delle aree
dismesse
Il GSE, le Regioni e i Ministeri competenti collaboreranno al fine di individuare
congiuntamente le aree dismesse
in cui risulta favorita l’installazione di nuovi impianti da FER.
Le informazioni sulle aree individuate saranno a disposizione di potenziali investitori
grazie a un servizio digitale integrato dedicato.
1.
Definizione
dell’approccio
metodologico
Attività in capo alla Regione Attività in capo al GSEAttività in capo a Regioni, GSE, Enti di ricerca, Ministeri, ISPRA
9
Per individuare le aree dismesse è necessario condividere un approccio univoco
tra le Regioni, i Ministeri, il GSE, la Comunità scientifica e le altre Istituzioni
coinvolte. I dati attualmente disponibili a livello regionale, ad esempio,
evidenziano una forte disomogeneità dovuta principalmente a criteri di
valutazione differenti.
CAVE
Lombardia
Numero Superficie
2.185 101.155 ha
FONTE: REGIONE
Sardegna
Numero Superficie
859 1.908 ha
FONTE: REGIONE
FriuliVeneziaGiulia
Numero Superficie
4 12 ha
FONTE: ISTAT
ESEMPLIFICATIVA
Mappatura aree dismesse – metodologia (2/4)
1. Definizione
dell’approccio
metodologico
10
Mappatura aree dismesse – metodologia(3/4)
Le Regioni individuano le aree dismesse (superficie disponibile –
proprietà, etc.) in cui valutare la realizzazione di nuovi impianti FER in
funzione dei criteri omogenei delineati nella fase precedente.
Per ognuna delle aree è opportuno effettuare un’analisi di rischio sanitario - ambientale volta a definire lo
stato e la compatibilità dell’area con l’installazione di impianti di produzione da FER. Alla mappatura delle aree
dismesse è, inoltre, necessario affiancare anche la mappatura delle aree vincolate** in cui non sarà possibile
realizzare nessun impianto.
Cave e miniere*
Aree industriali
dismesse*
* La mappatura è stata effettuata utilizzando dati non ufficiali e disomogenei disponibili sul web.
Dati non disponibili
Numero di aree
Altre aree
Da definire le tipologie di
area di interesse (SIN,
altre aree in disuso, aree
agricole dismesse, etc.)
2. Individuazione
ed analisi delle
aree dismesse
40 siti di interesse nazionale
Discariche*
** Siti di Importanza Comunitaria, Zone Speciali di Conservazione, Zone di Protezione Speciale.
11
Mappatura aree dismesse – metodologia(4/4)
La superficie disponibile idonea all’installazione di un impianto FER è
ottenibile attraverso l’utilizzo di immagini rilevate che consentono
l’individuazione di ombreggiamenti del terreno, morfologia e reale
disponibilità dello stesso.
Immagine aerea Analisi ombreggiamenti Analisi potenziale
Noto il potenziale di ogni singola area, si determina la potenza installabile e relativa producibilità. Attraverso
la sinergia con Terna S.p.A. e i gestori di rete sarà analizzata la disponibilità della rete anche in considerazione
del Piano di sviluppo della stessa.
3. Valorizzazione
energetica
delle aree
Le analisi svolte - messe a disposizione delle Regioni – consentiranno un utile approfondimento da cui trarre
beneficio nel rilascio degli iter autorizzativi previsti dalla norma (ad es. tempistiche standardizzate) e nella
prioritizzazione delle tipologie di area.
Prossimi passi
12
La roadmap del GSE prevede il lancio di nuovi servizi digitali in un’ottica di collaborazione e supporto degli
Operatori, delle Istituzioni e degli Stakeholder di riferimento. Il GSE si configura come veicolo a supporto delle
Regioni per il raggiungimento degli obiettivi europei in materia di energia rinnovabile.
Mantenimento
del parco
fotovoltaico
esistente
Installazione
nuova capacità
produttiva
fotovoltaica
• Estensione del perimetro della Piattaforma Performance Impianti.
• Accesso dedicato alle Regioni utile a monitorare lo stato del parco fotovoltaico e delle
relative perfomance all’interno del proprio territorio e poterle confrontare con le medie
nazionali.
• Definizione congiunta di un approccio univoco nell’identificazione e misurazione degli
ettari disponibili per la realizzazione di nuovi impianti produttivi tra le Regioni, i
Ministeri, il GSE, la Comunità scientifica e le altre Istituzioni coinvolte.
• Condivisione della metodologia proposta dal GSE per la mappatura delle aree
dismesse.
• Istituzione di tavoli di lavoro con i principali Stakeholder del sistema energetico
nazionale al fine di individuare sinergie nella valorizzazione energetica delle aree.

More Related Content

Similar to Valorizzazione del territorio e sviluppo delle rinnovabili

Burden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologia
Burden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologiaBurden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologia
Burden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologia
enmoveme
 
Aeeg il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazione
Aeeg   il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazioneAeeg   il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazione
Aeeg il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazione
GIFI
 
Rinnovabili termiche
Rinnovabili termicheRinnovabili termiche
Rinnovabili termiche
canaleenergia
 
Anie energia i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fv
Anie energia   i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fvAnie energia   i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fv
Anie energia i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fv
GIFI
 

Similar to Valorizzazione del territorio e sviluppo delle rinnovabili (20)

Analisi e politiche di controllo degli usi del suolo Stefano Agostoni
Analisi e politiche di controllo degli usi del suolo Stefano AgostoniAnalisi e politiche di controllo degli usi del suolo Stefano Agostoni
Analisi e politiche di controllo degli usi del suolo Stefano Agostoni
 
Burden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologia
Burden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologiaBurden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologia
Burden sharing rse 16maggio_ 2011_metodologia
 
Strategie energetiche in Italia e il nuovo decreto FER
Strategie energetiche in Italia e il nuovo decreto FERStrategie energetiche in Italia e il nuovo decreto FER
Strategie energetiche in Italia e il nuovo decreto FER
 
Energia Foto Voltaica Verso Il 2011
Energia Foto Voltaica Verso Il 2011Energia Foto Voltaica Verso Il 2011
Energia Foto Voltaica Verso Il 2011
 
I meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili: presente e futuro
I meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili: presente e futuroI meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili: presente e futuro
I meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili: presente e futuro
 
Progetto SIGS
Progetto SIGSProgetto SIGS
Progetto SIGS
 
Workshop 1 - Presentazione Documento Strategico per il Piano Energetico della...
Workshop 1 - Presentazione Documento Strategico per il Piano Energetico della...Workshop 1 - Presentazione Documento Strategico per il Piano Energetico della...
Workshop 1 - Presentazione Documento Strategico per il Piano Energetico della...
 
Le domande & le risposte di Agenda Monti per l'Italia
Le domande & le risposte di Agenda Monti per l'ItaliaLe domande & le risposte di Agenda Monti per l'Italia
Le domande & le risposte di Agenda Monti per l'Italia
 
Richiesta integrazioni 10 marzo 2021
Richiesta integrazioni 10 marzo 2021Richiesta integrazioni 10 marzo 2021
Richiesta integrazioni 10 marzo 2021
 
Idrogeno e celle a combustibile: nuove prospettive di impiego nel contesto de...
Idrogeno e celle a combustibile: nuove prospettive di impiego nel contesto de...Idrogeno e celle a combustibile: nuove prospettive di impiego nel contesto de...
Idrogeno e celle a combustibile: nuove prospettive di impiego nel contesto de...
 
Il ruolo del fotovoltaico: situazione e prospettive
Il ruolo del fotovoltaico: situazione e prospettiveIl ruolo del fotovoltaico: situazione e prospettive
Il ruolo del fotovoltaico: situazione e prospettive
 
Programma n. 3 - Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilità
Programma n. 3 - Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilitàProgramma n. 3 - Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilità
Programma n. 3 - Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilità
 
Programma n. 3: Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilità
Programma n. 3: Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilitàProgramma n. 3: Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilità
Programma n. 3: Per l’ambiente, l’energia e la sostenibilità
 
Aeeg il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazione
Aeeg   il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazioneAeeg   il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazione
Aeeg il mercato energetico dinamiche evolutive e regolamentazione
 
Rinnovabili termiche
Rinnovabili termicheRinnovabili termiche
Rinnovabili termiche
 
PRGC Pordenone, gli scenari alternativi
PRGC Pordenone, gli scenari alternativiPRGC Pordenone, gli scenari alternativi
PRGC Pordenone, gli scenari alternativi
 
L'economia della CO2 - Alessandro Bianchi (NE Nomisma Energia S.r.l.)
L'economia della CO2 - Alessandro Bianchi (NE Nomisma Energia S.r.l.)L'economia della CO2 - Alessandro Bianchi (NE Nomisma Energia S.r.l.)
L'economia della CO2 - Alessandro Bianchi (NE Nomisma Energia S.r.l.)
 
L'incentivazione della Fonti Rinnovabili Elettriche: risultati e prospettive ...
L'incentivazione della Fonti Rinnovabili Elettriche: risultati e prospettive ...L'incentivazione della Fonti Rinnovabili Elettriche: risultati e prospettive ...
L'incentivazione della Fonti Rinnovabili Elettriche: risultati e prospettive ...
 
Federmanager Bologna 12 aprile 2012 - Evento Gruppo Energia e Ambiente - Pres...
Federmanager Bologna 12 aprile 2012 - Evento Gruppo Energia e Ambiente - Pres...Federmanager Bologna 12 aprile 2012 - Evento Gruppo Energia e Ambiente - Pres...
Federmanager Bologna 12 aprile 2012 - Evento Gruppo Energia e Ambiente - Pres...
 
Anie energia i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fv
Anie energia   i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fvAnie energia   i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fv
Anie energia i sistemi di accumulo come nuova frontiera del fv
 

More from Gestore dei Servizi Energetici

More from Gestore dei Servizi Energetici (20)

Presentazione rapporto attivita GSE 2018
Presentazione rapporto attivita GSE 2018Presentazione rapporto attivita GSE 2018
Presentazione rapporto attivita GSE 2018
 
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E GESTIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E GESTIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICORIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E GESTIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E GESTIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO
 
Overview of italian res market danish italian business forum-01
Overview of italian res market danish italian business forum-01Overview of italian res market danish italian business forum-01
Overview of italian res market danish italian business forum-01
 
Res evolution italy_gse
Res evolution italy_gseRes evolution italy_gse
Res evolution italy_gse
 
Biometano trasporti rimini gseform def 2
Biometano trasporti rimini gseform def 2Biometano trasporti rimini gseform def 2
Biometano trasporti rimini gseform def 2
 
Il protocollo di intesa gse anci per il supporto ai comuni
Il protocollo di intesa gse anci per il supporto ai comuniIl protocollo di intesa gse anci per il supporto ai comuni
Il protocollo di intesa gse anci per il supporto ai comuni
 
Il conto termico
Il conto termicoIl conto termico
Il conto termico
 
Efficienza energetica nella pubblica amministrazione
Efficienza energetica nella pubblica amministrazioneEfficienza energetica nella pubblica amministrazione
Efficienza energetica nella pubblica amministrazione
 
Progetti e misure di contrasto alla povertà energetica
Progetti e misure di contrasto alla povertà energeticaProgetti e misure di contrasto alla povertà energetica
Progetti e misure di contrasto alla povertà energetica
 
Presentazione della Piattaforma Performance Impianti - Attilio Punzo, GSE
Presentazione della Piattaforma Performance Impianti - Attilio Punzo, GSEPresentazione della Piattaforma Performance Impianti - Attilio Punzo, GSE
Presentazione della Piattaforma Performance Impianti - Attilio Punzo, GSE
 
Le colture utilizzabili per alimentazione degli impianti di produzione di bio...
Le colture utilizzabili per alimentazione degli impianti di produzione di bio...Le colture utilizzabili per alimentazione degli impianti di produzione di bio...
Le colture utilizzabili per alimentazione degli impianti di produzione di bio...
 
Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...
Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...
Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...
 
Procedure operative per la gestione degli impianti alimentati a fonti rinnova...
Procedure operative per la gestione degli impianti alimentati a fonti rinnova...Procedure operative per la gestione degli impianti alimentati a fonti rinnova...
Procedure operative per la gestione degli impianti alimentati a fonti rinnova...
 
Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...
Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...
Gestione esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti...
 
Pv market business and price developments in italy
Pv market business and price developments in italy  Pv market business and price developments in italy
Pv market business and price developments in italy
 
Evaluation of Energy Efficiency policies in Italy - Daniel Giannetti, GSE
Evaluation of Energy Efficiency policies in Italy - Daniel Giannetti, GSEEvaluation of Energy Efficiency policies in Italy - Daniel Giannetti, GSE
Evaluation of Energy Efficiency policies in Italy - Daniel Giannetti, GSE
 
Certificati Bianchi, chiarimenti operativi
Certificati Bianchi, chiarimenti operativi Certificati Bianchi, chiarimenti operativi
Certificati Bianchi, chiarimenti operativi
 
Gestione contrattuale per il rilascio dei Certificati Bianchi
Gestione contrattuale per il rilascio dei Certificati Bianchi Gestione contrattuale per il rilascio dei Certificati Bianchi
Gestione contrattuale per il rilascio dei Certificati Bianchi
 
The impact of photovoltaic on power market in Italy - D.Migali, R.Covicchio, ...
The impact of photovoltaic on power market in Italy - D.Migali, R.Covicchio, ...The impact of photovoltaic on power market in Italy - D.Migali, R.Covicchio, ...
The impact of photovoltaic on power market in Italy - D.Migali, R.Covicchio, ...
 
PV 2.0: Italian Focus - Luca Bendetti, GSE
PV 2.0: Italian Focus - Luca Bendetti, GSE PV 2.0: Italian Focus - Luca Bendetti, GSE
PV 2.0: Italian Focus - Luca Bendetti, GSE
 

Valorizzazione del territorio e sviluppo delle rinnovabili

  • 1. Valorizzazione del territorio e sviluppo delle rinnovabili Roma, 13 giugno 2018
  • 2. Target europei al 2030: focus sul fotovoltaico I target europei fissano quale obiettivo al 2030 il raggiungimento di una quota di consumi energetici coperti da FER pari al 27%. Attualmente, a livello europeo, si valuta la possibilità di aumentare tale percentuale al 35%. In tale contesto, la produzione di energia elettrica da fotovoltaico è stimabile in circa 70TWh. 2 3,5 GW Potenza fotovoltaica installa nel 2017 Potenza fotovoltaica installata nel 2030 3,5 GW Revamping Repowering* Nuovi impianti 20 GW 54GW Potenza 30,5 GW 20 GW 3,5 GW Obiettivo +170% 25TWh (2017) 70TWh (2030) Obiettivo +180% Energia *Scenario ottimale.
  • 3. Mantenimento del parco produttivo Per raggiungere gli obiettivi previsti è, dunque, necessario promuovere interventi di ammodernamento e mantenimento dell’efficienza del parco produttivo esistente. 3 Le iniziative del GSEProiezione al 2030 – fase 1 Revamping Repowering Nuovi impianti 20 GW 54 GW Obiettivo +170% 20 GW 3,5 GW Potenza fotovoltaica installa nel 2017 Potenza fotovoltaica installata nel 2030 La Piattaforma Performance Impianti supporta gli operatori a individuare e promuovere le best practice di settore, grazie al confronto - in termini di soluzioni, tecnologie e processi. Predisposizione di sistemi di alerting qualora la produzione del proprio impianto si discosti in maniera significativa dai valori medi comunali e/o la propria performance subisca flessioni negative. Tali progettualità saranno estese anche alle altre FER. Azioni relative a Repowering e Revamping – grazie alle nuove tecnologie (ad es. moduli bifacciali) - consentono un incremento della produttività a parità di suolo occupato. Si precisa che dei 3,5 GW circa 2,5 GW si ipotizzano installati a terra*. *Ipotesi effettuate sulla base delle attuali tipologie di installazione considerando fattori di proiezione.
  • 4. Nuovi investimenti sul territorio (1/3) In merito allo sviluppo di nuova capacità l’obiettivo si traduce in un incremento di circa 30 GW di potenza installata equivalente a oltre 40TWh di energia elettrica da produrre. 4 Le iniziative del GSEProiezione 2030 – fase 2 Promozione di un progetto di sensibilizzazione delle Regioni per la mappatura di aree dismesse idonee alla realizzazione di nuova capacità. Armonizzazione degli iter autorizzativi sulle aree potenzialmente disponibili per la realizzazione di investimento anche dell’estero. 20,5 GW 17 GW 10 GW 3,5 GW 3,5 GW Potenza fotovoltaica installa nel 2017 Potenza fotovoltaica installata nel 2030 Revamping Repowering Nuovi impianti 20 GW 30,5 GW Obiettivo +170% Domestico e terziario Utility Scale Copertura Terra Ipotesi effettuate sulla base delle attuali tipologie di installazione considerando fattori di proiezione
  • 5. Nuovi investimenti sul territorio (2/3) 5 Focus potenza installata a terra Potenza impianti a terra 2030 Potenza installata a terra7,1 GW Attualmente è installata a terra una potenza complessiva di circa 7,1 GW. Per raggiungere i target al 2030 è necessario sia installare ulteriori 17 GW in nuovi impianti a terra sia effettuare azioni di repowering per circa 2,5 GW (imputabili a impianti a terra). Ipotesi: La potenza è stata distribuita tra le varie regioni in funzione della superficie e del livello di radiazione solare. 26,6 GW ESEMPLIFICATIVA Potenza installata con altre tipologie 12,9 GW 27,4 GW 3,5 GW Potenza fotovoltaica installata nel 2030 Revamping Repowering Nuovi impianti 54GW 30,5 GW 20 GW 3,5 GW 17 GW 2,5 GW 7,1 GW Potenza installata a terra al 2030 26,6 GW Potenza complessiva installata (GW) 0-0,7 GW 0,8-1,9 GW 2-3,7 GW
  • 6. Nuovi investimenti sul territorio (3/3) 6 Focus superficie coperta a terra Superficie coperta 18.000 ettari Ipotesi: Per ogni MW è stata considerata una superficie necessaria di 2 ettari per i nuovi impianti (2,5 ettari per gli impianti esistenti). 52.000 ettari ESEMPLIFICATIVA Superficie coperta da impianti a terra 2030 Si stima che le azioni di repowering effettuate su impianti a terra (2,5 GW) possano essere incluse nei 18.000 ettari già utilizzati. Gli ulteriori 17 GW installati a terra richiederanno una copertura di circa 34.000 ettari. 3,5 GW Potenza fotovoltaica installata nel 2030 Revamping Repowering Nuovi impianti 54GW 30,5 GW 20 GW 3,5 GW 34.000 ettari 18.000 ettari Superficie coperta da impianti a terra al 2030 52.000 ettari Superficie coperta (.000 ettari) 0-1,5 1,6-3 3,1-7,1
  • 7. 7 Progetto pilota - Regione Siciliana 15 dismesse + 7 attive 159 chiuse 747 attive/produttive + 122 non produttive Lo studio analitico effettuato in sinergia con la Regione Siciliana ha consentito di individuare* le aree utilizzabili per raggiungimento dei target regionali di potenza ipotizzati. Numerosità Potenziale per provincia (MW) - elaborazione dati GSE - 126,1 162,2 128,8 22,9 219,671,4 54,6 2,1 29,8 L’analisi puntuale ha consentito la stima della potenza fotovoltaica installabile. Complessivamente si stima una potenza installabile a terra di circa 800 MW a fronte di un target al 2030 di circa 1.700 MW relativo ai nuovi impianti a terra**. Cava nel comune di Mussomeli * fonte Piano Regionale delle bonifiche e Open Data Sicilia Cave Miniere Aree industriali dismesse Discariche 8 attive/produttive da analizzare (es. SIN, altre aree in disuso, etc.)Ulteriori tipologie ** Il target di potenza ipotizzato per gli impianti a terra in Sicilia è pari a 2,5 GW, di cui 0,6 GW esistente e 0,2 GW associato a Repowering
  • 8. 8 Mappatura aree dismesse – metodologia (1/4) 3. Valorizzazione energetica delle aree 2. Individuazione ed analisi delle aree dismesse Il GSE, le Regioni e i Ministeri competenti collaboreranno al fine di individuare congiuntamente le aree dismesse in cui risulta favorita l’installazione di nuovi impianti da FER. Le informazioni sulle aree individuate saranno a disposizione di potenziali investitori grazie a un servizio digitale integrato dedicato. 1. Definizione dell’approccio metodologico Attività in capo alla Regione Attività in capo al GSEAttività in capo a Regioni, GSE, Enti di ricerca, Ministeri, ISPRA
  • 9. 9 Per individuare le aree dismesse è necessario condividere un approccio univoco tra le Regioni, i Ministeri, il GSE, la Comunità scientifica e le altre Istituzioni coinvolte. I dati attualmente disponibili a livello regionale, ad esempio, evidenziano una forte disomogeneità dovuta principalmente a criteri di valutazione differenti. CAVE Lombardia Numero Superficie 2.185 101.155 ha FONTE: REGIONE Sardegna Numero Superficie 859 1.908 ha FONTE: REGIONE FriuliVeneziaGiulia Numero Superficie 4 12 ha FONTE: ISTAT ESEMPLIFICATIVA Mappatura aree dismesse – metodologia (2/4) 1. Definizione dell’approccio metodologico
  • 10. 10 Mappatura aree dismesse – metodologia(3/4) Le Regioni individuano le aree dismesse (superficie disponibile – proprietà, etc.) in cui valutare la realizzazione di nuovi impianti FER in funzione dei criteri omogenei delineati nella fase precedente. Per ognuna delle aree è opportuno effettuare un’analisi di rischio sanitario - ambientale volta a definire lo stato e la compatibilità dell’area con l’installazione di impianti di produzione da FER. Alla mappatura delle aree dismesse è, inoltre, necessario affiancare anche la mappatura delle aree vincolate** in cui non sarà possibile realizzare nessun impianto. Cave e miniere* Aree industriali dismesse* * La mappatura è stata effettuata utilizzando dati non ufficiali e disomogenei disponibili sul web. Dati non disponibili Numero di aree Altre aree Da definire le tipologie di area di interesse (SIN, altre aree in disuso, aree agricole dismesse, etc.) 2. Individuazione ed analisi delle aree dismesse 40 siti di interesse nazionale Discariche* ** Siti di Importanza Comunitaria, Zone Speciali di Conservazione, Zone di Protezione Speciale.
  • 11. 11 Mappatura aree dismesse – metodologia(4/4) La superficie disponibile idonea all’installazione di un impianto FER è ottenibile attraverso l’utilizzo di immagini rilevate che consentono l’individuazione di ombreggiamenti del terreno, morfologia e reale disponibilità dello stesso. Immagine aerea Analisi ombreggiamenti Analisi potenziale Noto il potenziale di ogni singola area, si determina la potenza installabile e relativa producibilità. Attraverso la sinergia con Terna S.p.A. e i gestori di rete sarà analizzata la disponibilità della rete anche in considerazione del Piano di sviluppo della stessa. 3. Valorizzazione energetica delle aree Le analisi svolte - messe a disposizione delle Regioni – consentiranno un utile approfondimento da cui trarre beneficio nel rilascio degli iter autorizzativi previsti dalla norma (ad es. tempistiche standardizzate) e nella prioritizzazione delle tipologie di area.
  • 12. Prossimi passi 12 La roadmap del GSE prevede il lancio di nuovi servizi digitali in un’ottica di collaborazione e supporto degli Operatori, delle Istituzioni e degli Stakeholder di riferimento. Il GSE si configura come veicolo a supporto delle Regioni per il raggiungimento degli obiettivi europei in materia di energia rinnovabile. Mantenimento del parco fotovoltaico esistente Installazione nuova capacità produttiva fotovoltaica • Estensione del perimetro della Piattaforma Performance Impianti. • Accesso dedicato alle Regioni utile a monitorare lo stato del parco fotovoltaico e delle relative perfomance all’interno del proprio territorio e poterle confrontare con le medie nazionali. • Definizione congiunta di un approccio univoco nell’identificazione e misurazione degli ettari disponibili per la realizzazione di nuovi impianti produttivi tra le Regioni, i Ministeri, il GSE, la Comunità scientifica e le altre Istituzioni coinvolte. • Condivisione della metodologia proposta dal GSE per la mappatura delle aree dismesse. • Istituzione di tavoli di lavoro con i principali Stakeholder del sistema energetico nazionale al fine di individuare sinergie nella valorizzazione energetica delle aree.