Operatore Socio Sanitario

1,475 views

Published on

Published in: Self Improvement
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,475
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
456
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Operatore Socio Sanitario

  1. 1. Via Belli, 47 – 83042 Atripalda (Av) – 0825.610330/60 www.viabelli.it – info@viabelli.it Operatore Socio-Sanitario - O.S.S.
  2. 2. L’operatore socio-sanitario (OSS) è una figura professionale istituita dalla Conferenza Stato-Regioni il 22 Febbraio 2001 ("Accordo tra il Ministero della Sanità, il Ministero per la solidarietà sociale e le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano"). L’OSS ha sostituito le vecchie figure del personale sanitario ausiliario prevista dal D.P.R. 27 marzo 1969 n. 128 ("Ordinamento interno dei servizi ospedalieri"). L’OSS sostituisce le precedenti figure che si occupavano di assistenza sia nell’aria sanitaria che sociale. Tale operatore, avendo caratteristiche specifiche di ausiliarietà nell’ambito assistenziale infermieristico, non ha potere decisionale e si attiene alle indicazioni e prescrizioni dell’infermiere che ne è il responsabile diretto.
  3. 3. Compito dell’OSS è quello di aiutare le persone a soddisfare i propri bisogni fondamentali, finalizzati al recupero, al mantenimento e allo sviluppo del livello di benessere, promuovendone l'autonomia e l'autodeterminazione. Opera, coopera e collabora, in ambito assistenziale e sociale, con le altre figure ausiliarie e sanitarie. Nell’ area sanitaria si occupa, con limitati margini di autonomia, dell'assistenza di base al paziente. Potrà occuparsi di ulteriori attività solo dietro precisa attribuzione e indicazioni dell'infermiere che può decidere le attività attribuibili a questo operatore professionale.
  4. 4. L’opera dell’O.S.S. è rivolta a persone che vivono in condizioni di disagio sociale o malattia: anziani con problemi sociali e sanitari, famiglie, bambini e ragazzi problematici, persone disabili, adulti in difficoltà o con problemi psichiatrici, degenti in ospedale. Al profilo dell’OSS non è attribuibile l’assistenza infermieristica, valutazione delle condizioni cliniche assistenziali e psicologiche della persona e dei bisogni educativi, la definizione del piano assistenziale, la valutazione dei risultati del processo assistenziale.
  5. 5. La carenza del numero degli infermieri e l’incremento della popolazione anziana, affiancate dall’aumento delle richieste di servizi socio/sanitari, ha fatto nascere la necessità di creare figure di supporto sempre più competenti e qualificate per permettere agli infermieri di occuparsi dell’adeguamento dell’assistenza. Tale operatore, dunque, entra a far parte dell’equipe di lavoro con un suo profilo professionale ed è tenuto a rispettare i principi etici delle professioni d’aiuto e, come tutti gli altri professionisti, è vincolato dal segreto professionale e di ufficio.
  6. 6. La Qualifica Professionale di Operatore Socio Sanitario permette l'occupazione presso: le cooperative, le associazioni territoriali e di rete, gli enti pubblici e privati (Aziende Ospedaliere, Aziende Sanitarie e Case di Cura), centri, gruppi e comunità; servizi residenziali o semi-residenziali, finalizzati alla prevenzione del disagio e dell'emarginazione, al sostegno morale, psicologico e sociale per il mantenimento e/o il miglioramento della qualità della vita del soggetto di cura. La qualifica regionale O.S.S. è valida in tutto il territorio Nazionale ed Europeo.
  7. 7. L’OSS collabora con • medici • infermieri • assistenti sociali • educatori • fisioterapisti
  8. 8. La formazione dell'O.S.S. avviene in ambito sanitario con stretto collegamento tra Strutture Sanitarie e Centri di Formazione Professionale (CFP) che ne curano rispettivamente la formazione sanitaria e quella sociale. La qualifica di operatore socio sanitario si consegue al termine di un percorso formativo della durata complessiva di 1000 ore: • 450 ore frontali; • 100 ore di esercitazione; • 450 ore di stage e tirocinio.
  9. 9. Per partecipare ai corsi di formazione professionale è necessario: - il diploma di scuola dell’obbligo (1° ciclo di istruzione – terza media) - Aver compiuto il 17° anno di età alla data di iscrizione al percorso formativo

×