sulle spalle dei giganti guida alla mostra

2,575 views

Published on

Corso di aggiornamento
sulle spalle dei giganti
Febbraio 2006 Istituto M. Buonarroti - Trento
Direzione: Didattica e innovazione scolastica

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,575
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
26
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

sulle spalle dei giganti guida alla mostra

  1. 1. GUIDA SINTETICA AI PANNELLI Appunti per chi conduce la visita Si raccomanda di dedicare un tempo iniziale per l’inquadramento storico (10 min). Tendenzialmente la durata della visita completa richiede 2 ore scolastiche meglio se suddivise in due giorni di diversi ( il tempo di attenzione non supera i 40 min)
  2. 2. Nel Medioevo c’è il seme della scienza moderna come in seguito è arrivata a noi Sviluppata solo in occidente. Perché la scienza si sia sviluppata solo in occidente (civiltà Babilonesi, Egiziani, nella stessa civiltà greca ci sono molti pensatori Democrito, Platone, Aristotele, Aristarco hanno avuto grandi intuizioni non sviluppate). Lo sviluppo ha iniziato nel Medioevo in una cornice giudaico-cristiana. (concezione del mondo) 1. Mondo creato da un architetto in modo razionale quindi si può studiare 2. E’ un dono allora si è curiosi 3. Concezione tempo (non più ciclico, ripetitivo) freccia del tempo Partendo dai greci, rivalutando i grandi pesansatori greci (scuola ionica), attraverso gli arabi (traduzioni) citazione di Bernardo La mostra si articola in tre settori: LE ABBAZIE, LE UNIVERSITA’ LE CITTA’. Le abbazie sono importanti perché all’interno di esse i monaci benedettini operavano traduzioni dal mondo arabo Obbligo di studiare e miniare i testi antichi Arcivescovo di Toledo Raimondo
  3. 3. Carlo Magno e l’ importanza della matematica obbligo nelle scuole e nei Uso delle dita fino a 999 Valore posizionale dei numeri Anche per i commerci Rende più facile la didattica tramite diagrammi ( sommari diagrammi di flusso) Carlo Magno 789 riforme nelle scuole monastiche introduzione del calcolo nel livello elementare Trattato di Rabano Mauro e Beda il Venerabile Introduzione nel X sec. Nuovo metodo con l’abaco (abacasare = calcolare) Scuola secondaria trivio: (Grammatica(latino), Dialettica(filosofia), Retorica ( letteratura)Quadrivio: aritmetica, astronomia, geometria(ars grammatica=agrimensura), musica Ugo S.Vittore 1100 scuola vicino a Parigi rivede il programma delle scuole divise in trivio-quadrivio, che si occupavano di materie umanistiche introdotte le materie scientifiche e metodo di insegnamento Citazione: studia ogni cosa …… Didascalicum de Studio (manuale del perfetto studente): Non disprezzate nessuna conoscenza. Recupera del sapere greco e arabo Riorganizza lo schema delle conoscenze introducendo le arti meccaniche
  4. 4. Dall’obbligo per la traduzione nasce lo Scriptorium stanza più importante del monastero, riscaldata d’inverno illuminata dove traducevano, scrivevano, miniavano. (lavoro specifico) Traduzione di Aristotele Dalla grecia e mondo arabo Algebra notazione posizionale dei numeri somme Eredità greca: metodo ipotetico- deduttivo(assiomi,definizioni, teoremi dimostrazioni) Elementi di Euclide Geometria, trigonometria, proporzioni Eredità araba: metodo valore posizionale delle cifre Algebra equazioni di 1 e 2 grado Averroea, Avicenna, Diascoride (farmacista del I sec.) citati da Dante nel limbo canto IV spiriti magni insieme a Aristotele, Socrate e Platone
  5. 5. Misura del tempo Era una epoca in cui il tempo era regolata dalle stagioni e dall’alzata del sole Primi orologi erano ad acqua che si gelava quindi non riuscivano a cantare il mattutino perché non si svegliavano. Inventarono svegliarini primi orologi meccanici sistemi a molla Orologio meccanico 1386 Salisbury Galieo (400 anni dopo ancora problemi per misurare intervalli di tempo) e orologio ad acqua ………… Le scuole dei greci erano poche non venivano scritti testi Università nasce ad Oxford. Parigi come confraternita di professori e studenti. Seguono un metodo spiegazione ( lectio ) questio ( domande ), conclusioni Ogni corso ha un programma Esiste uno scambio di professori e studenti Viene introdotto lo studio delle scienze Roberto Grossatesta 1168 (Oxford) studia Uno dei massimi Roberto Grossotesta l’ottica studia l’ottica: luce come modello Si pensava fino ad allora che la visione Attraverso le leggi dell’ottica geometrica ha fosse un raggio uscito dall’occhio, colpisce sviluppato una teoria della nascita gli oggetti e ritorna all’occhio ottica dell’universo che ricorda il Big Bang. geometrica, Attraverso le leggi dell’ottica geometrica L’universo nasce da un atomo primevo di ha sviluppato una toriaa dell’universo che luce; costruisce tutti oggetti secondo le leggi ricorda inizio Big Bang. L’universo nasce dell’ottica geometrica da un atomo primevo di luce e costruiva tutti oggetti secondo l’ ottica geometrica
  6. 6. Alberto Magno classificava le specie botaniche e sviluppato metodo per la ricerca sperimentale. Fatto santo da Pio XI protettore degli scienziati. Alberto Magno 1193 Colonia Osservazioni scientifiche sul campo, approccio organico ai fenomeni biologici Metodologia critica e libero vaglio personale della ragione e con le evidenze sperimentali Ruggero Bacone (1200) inglese teoria sulla formazione della visione dell’occhio Ruggero Bacone 1220 Oxford Studiò i meccanismi di rifrazione nell’occhio, grande difensore delle conoscenze quantitative (matematica) nel tempo rivalutò il valore dell’esperienza
  7. 7. Buridano sviluppo un concetto molto importante del movimento dei corpi. Fino ad allora la fisica di Aristotele prevedeva due tipi di forze - forze naturali (verso terra o verso aria) - forze violente E poiché l’aria odia il vuoto. Sviluppa teorie dell’impetus (quantità di moto) m-v. 400 anni dopo lo introduce Newton. Sistema eliocentrico, teoria della relatività del moto sole-terra (lo stesso concetto di Galileo sulla nave) Nicola di Oresme ( più grande scienziato dell’epoca ) allievo di Buridano, sviluppa teoria eliocentrica studi di dinamica dei corpi e legge di caduta dei corpi (s-t² ) 300 anni prima di Galileo. Rappresentazione delle funzioni dello spazio. Arcobaleno- Teodoro di Fridebu riflessione e rifrazione ( arcobaleno doppio ) Nicola di Oresme, 1320 studia il moto uniformemente accelerato e deduce la legge dei numeri dispari (s/t² ) 300 anni prima di Galileo. L’elevamento a potenza con esponente frazionario A lui si deve la rappresentazione grafica della velocità.
  8. 8. Le città: i contadini si inurbano e costruiscono le CATTEDRALI, il lavoro è gratuito. Acuire l’ingegno per portare in alto le cose. Fibonacci (1170-1250) Si forma: Siria,Egitto, Provenza, Grecia Liber Abaci: sviluppa la soluzione di equazione algebriche per approssimazione le serie: i conigli di Fibonacci, Borsa Milano, algoritmi informatici Liber quadratorum: soluzione delle terne pitagoriche Il quadrato come somma dei numeri dispari La soluzione di eq. di 3 grado Soluzione delle terne pitagoriche Arsenale di Venezia prima catena di montaggio: 2000 persone impiegate in squadre (proti, calafati, arsenalotti) entravano i tronchi uscivano le navi armate. Produzione di funi (corderia Tanai=Don) canapa dai persiani e indiani Intercambiabilità delle parti
  9. 9. Ospedali dai monasteri Nascita degli ospedali e insegnamento della medicina Bologna. Montpellier, scuola salernitana di chirurgia Lanfranco da Milano chirurgo (1296) Henry de Mondeville formazione professionale Guido d’Arezzo Insegnamento della musica ( fino ad allora per via orale ) intonazione musicale, note Inno per S. Giovanni
  10. 10. Dante scienze nella Divina Commedia sembra uno scienziato moderno esperienza e arte Riflessione della luce, fusi orari P greco come rapporto tra circonferenza e raggio per parlare di Dio, macchie lunari SINTESI nelle abbazie: conservati e studiati testi antichi nelle università: nasce il sapere, diffusione del sapere e metodo dell’insegnamento CONCLUSIONI la scienza non è nata nel Medioevo, ma il metodo e l’approccio che è unitario considera la natura come qualcosa di unico e di unitario da studiare, la natura è complessa senza divisione in varie discipline, si cerca il significato di tutto e che dietro la natura c’è sempre un significato che rimanda qualcosa d’altro. Questo è il grande insegnamento che ci viene dal Medioevo per far meglio il lavoro che facciamo

×