G A B R I E L L A P A O L I N I ( G A R R )
1 8 O T T O B R E 2 0 1 1
Come è fatto Internet
Le basi
18/10/11 - RomaGabriel...
F A C C I A M O U N P A S S O I N D I E T R O
Gabriella Paolini (GARR) 18/10/11 - Roma
2
Capire come funziona Internet
Internet …
3
 È un insieme di reti interconnesse fra di loro su tutto
il pianeta
 Ha delle regole di funzionamento condi...
Protocolli di comunicazione
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
4
 I protocolli di comunicazione di dati sono delle
s...
Internet funziona grazie al TCP/IP
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
5
 Il TCP ha il compito, al momento della sped...
TCP/IP in un contesto più ampio
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
6
 Il processo di standardizzazione è approdato a...
Pile protocollari
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
7
 Ogni livello “vede” solo il livello sottostante, e non
deve ...
ISO/OSI stack (Open System Interconnection)
27/05/11 - ICCU RomaGabriella Paolini (GARR)
8
Pila Internet
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
9
 Simile alla pila ISO/OSI
 Riduce i livelli della pila protocoll...
ISO/OSI vs. Internet
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
10
Livello fisico e Livello Collegamento
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
11
 Uguali ad ISO/OSI
 Fisico
 Si occupa ...
Livello di rete
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
12
 Si occupa dell'instradamento di un pacchetto da
sorgente a de...
Protocollo IP
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
13
 Protocollo per la consegna dei pacchetti da un host
mittente ad...
Protocollo IP
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
14
 La rete viene vista come un insieme di nodi, detti
“Router” , o...
Livello trasporto
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
15
 Si occupa di definire il tipo di servizio richiesto dalle
a...
TCP
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
16
 Transmission control protocol
 Offre servizio affidabile su un rete (IP)...
UDP protocol
27/05/11 - ICCU RomaGabriella Paolini (GARR)
17
 Indicato quando si devono
trasferire informazioni il più
ve...
Data Flow
27/05/11 - ICCU RomaGabriella Paolini (GARR)
18
Livello applicazione
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
19
 È la parte più in alto del modello Internet
 Rappresent...
Cosa succede al dato
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
20
Dati
Livello
applicazione
Livello
trasporto
Livello rete
L...
La commutazione di pacchetto
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
21
 Tecnica utilizzata per l’invio di dati attravers...
La commutazione di pacchetto
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
22
La commutazione di pacchetto
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
23
1 2
21
Dati
Packet
Mittente
Destinatario
Controllo...
La commutazione di pacchetto
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
24
1
Mittente Destinatario
1
La commutazione di pacchetto
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
25
1
Mittente Destinatario
1 2 2
Internet: una complessa rete a pacchetti
18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
26
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Come è fatto Internet

612 views

Published on

Questa è la versione in italiano del Tutorial Internet Basic fatta nel contesto del progetto europeo DC-NET.
http://www.dc-net.org/index.php?en/196/tutorial
Come funziona Internet? Internet non è sinonimo di WEB. Che cos'è un indirizzo IP? Cos'è un router?

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
612
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Come è fatto Internet

  1. 1. G A B R I E L L A P A O L I N I ( G A R R ) 1 8 O T T O B R E 2 0 1 1 Come è fatto Internet Le basi 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 1
  2. 2. F A C C I A M O U N P A S S O I N D I E T R O Gabriella Paolini (GARR) 18/10/11 - Roma 2 Capire come funziona Internet
  3. 3. Internet … 3  È un insieme di reti interconnesse fra di loro su tutto il pianeta  Ha delle regole di funzionamento condivise e rispettate perché tutto funzioni  Non è governata da un gruppo, né da un ente, né da un’azienda  Non è gestita in modo centralizzato perché tutte le singole reti che formano Internet hanno una gestione autonoma  Non è sinonimo di World Wide Web 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR)
  4. 4. Protocolli di comunicazione 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 4  I protocolli di comunicazione di dati sono delle specifiche che definiscono le regole per coordinare lo scambio di informazioni tra i diversi dispositivi che compongono una rete di elaboratori elettronici.  La comunicazione fra macchine necessita di messaggi standard e meccanismi comuni per la trasmissione di messaggi  I protocolli definiscono le regole comuni di interscambio di messaggi (come nel comportamento umano)
  5. 5. Internet funziona grazie al TCP/IP 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 5  Il TCP ha il compito, al momento della spedizione, di suddividere il file in tanti pacchetti di piccole dimensioni, applicando al pacchetto l’indirizzo del destinatario e un numero progressivo. Al momento del ricevimento di tutti i pacchetti, ha il compito di ricostruire correttamente il file  Il compito dell’IP è quello dell’instradamento dei pacchetti attraverso la rete scegliendo la strada migliore, eventualmente spezzandolo in frammenti più piccoli mentre procede e riassemblandolo per riconsegnarlo al TCP
  6. 6. TCP/IP in un contesto più ampio 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 6  Il processo di standardizzazione è approdato alla soluzione delle pile protocollari  Non un solo protocollo che gestisca tutti gli aspetti, ma una serie di passaggi ognuno dei quali si occupa di un compito ben definito  Approccio più semplice  Possibile scelta fra protocolli diversi nello stesso livello secondo il servizio richiesto
  7. 7. Pile protocollari 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 7  Ogni livello “vede” solo il livello sottostante, e non deve preoccuparsi dei livelli ancora più in basso (astrazione dei livelli) Per spedire una lettera, l'utente richiede un certo tipo di servizio ma non sa come verrà trasportato né per quali strade/ città transiterà Per mandare una mail non serve sapere se si passa su wireless o su fibra ottica, ma solo la certezza di arrivare a destinazione
  8. 8. ISO/OSI stack (Open System Interconnection) 27/05/11 - ICCU RomaGabriella Paolini (GARR) 8
  9. 9. Pila Internet 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 9  Simile alla pila ISO/OSI  Riduce i livelli della pila protocollare a 5  Questi livelli a volte comprendono funzionalità di più livelli ISO/OSI, a volte solo sottoparti
  10. 10. ISO/OSI vs. Internet 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 10
  11. 11. Livello fisico e Livello Collegamento 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 11  Uguali ad ISO/OSI  Fisico  Si occupa di definire:  Forma degli spinotti e tipo di cavi  Potenza e modulazioni dei segnali  Collegamento  Effettua controllo di errore, perdita, ritrasmissione, si applica sul singolo link  Può richiedere ritrasmissione di parti di informazione perse  Esempi: ethernet, wlan, token ring, PPP
  12. 12. Livello di rete 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 12  Si occupa dell'instradamento di un pacchetto da sorgente a destinazione  A differenza degli altri livelli del paradigma Internet, dove sono possibili diverse soluzioni, in questo livello esiste un solo protocollo  Non fornisce controllo di flusso, sequenza e congestione  Rende trasparente la rete alle applicazioni
  13. 13. Protocollo IP 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 13  Protocollo per la consegna dei pacchetti da un host mittente ad un host destinatario.  Caratteristiche  privo di connessione: ogni pacchetto è trattato in modo indipendente da tutti gli altri;  non affidabile: la consegna non è garantita (i pacchetti possono essere persi, duplicati, ritardati, o consegnati senza l’ordine di invio);  consegna con impegno: tentativo di consegnare ogni pacchetto (l’inaffidabilità deriva dalle possibili congestioni della rete o guasti dei nodi/router)
  14. 14. Protocollo IP 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 14  La rete viene vista come un insieme di nodi, detti “Router” , ovvero instradatori  Ogni router riceve un pacchetto e lo trasmette sull'uscita che ritiene più opportuna  Esistono diverse tecniche per instradare un pacchetto
  15. 15. Livello trasporto 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 15  Si occupa di definire il tipo di servizio richiesto dalle applicazioni  Controllo di errore  Controllo di flusso e di congestione (se richiesto)  Gestione dei fuori sequenza (se richiesto)  Principalmente due protocolli  TCP  UDP
  16. 16. TCP 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 16  Transmission control protocol  Offre servizio affidabile su un rete (IP) inaffidabile  Orientato alla connessione:  Le due parti si accordano scambiandosi le “ porte”  La ricezione di ogni pacchetto viene notificata dal ricevente (acknowledgement)  Al termine della trasmissione è richiesta la chiusura della connessione  Usato per la trasmissione senza requisiti di ritardo minimo, e con alta affidabilità
  17. 17. UDP protocol 27/05/11 - ICCU RomaGabriella Paolini (GARR) 17  Indicato quando si devono trasferire informazioni il più velocemente possibile, con una certa tolleranza sulle perdite  Il pacchetto può anche non arrivare a destinazione  la sorgente non può saperlo  Non effettua controllo di flusso o congestione  Esempi: Streaming di dati multimediali
  18. 18. Data Flow 27/05/11 - ICCU RomaGabriella Paolini (GARR) 18
  19. 19. Livello applicazione 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 19  È la parte più in alto del modello Internet  Rappresenta l’elaborazione delle informazioni da sorgente a destinazione  Vedono sotto di sé solo il livello di trasporto e non hanno conoscenza di come è costruita la rete al di sotto  Esempi:  Email (SMTP,POP,IMAP)  Web browsing (HTTP)  File transfer (FTP)  server/client di streaming
  20. 20. Cosa succede al dato 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 20 Dati Livello applicazione Livello trasporto Livello rete Livello collegamento Livello fisico
  21. 21. La commutazione di pacchetto 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 21  Tecnica utilizzata per l’invio di dati attraverso Internet  Ogni messaggio e’ diviso in tanti pacchetti numerati di dimensione fissa  Ogni pacchetto contiene l’indirizzo del computer destinatario e del computer mittente  Ogni pacchetto e’ inviato separatamente e potenzialmente almeno puo’ usare un percorso completamente diverso
  22. 22. La commutazione di pacchetto 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 22
  23. 23. La commutazione di pacchetto 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 23 1 2 21 Dati Packet Mittente Destinatario Controllo Parte di dati
  24. 24. La commutazione di pacchetto 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 24 1 Mittente Destinatario 1
  25. 25. La commutazione di pacchetto 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 25 1 Mittente Destinatario 1 2 2
  26. 26. Internet: una complessa rete a pacchetti 18/10/11 - RomaGabriella Paolini (GARR) 26

×