Smart Plant P&Id Mobile

732 views

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
732
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
23
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smart Plant P&Id Mobile

  1. 1. IUGI 2009 “ Il flusso dei processi di lavoro aziendali con le soluzioni Intergraph” Interfacciamento di SmartPlant P&ID con PC palmari e Tecnologia RFID Giuseppe Manca
  2. 2. <ul><li>Italteleco in breve: </li></ul><ul><li>Numero dipendenti: 95 </li></ul><ul><li>Aree di attività: </li></ul><ul><li>Gestione documentale </li></ul><ul><li>Gestione e customizzazione applicativi SmartPlant </li></ul><ul><li>Scansioni laser in ambito industriale e civile </li></ul><ul><li>Rilievi in campo e aggiornamento documentazione as-built </li></ul><ul><li>Sviluppo applicazioni mobili per la gestione dati </li></ul><ul><li>d’impianto </li></ul><ul><li>Progettazione apparecchiature in pressione </li></ul><ul><li>Ispezioni , collaudi e controllo qualità su sistemi a pressione </li></ul><ul><li>e materiali </li></ul><ul><li>Installazione e manutenzione impianti elettrostrumentali </li></ul><ul><li>telefonia e reti dati </li></ul><ul><li>Assistenza e commercializzazione HW e SW </li></ul>
  3. 3. SmartPlant P&ID Mobile SmartPlant P&ID Mobile è nato per consentire agli operatori, a chi esegue attività di costruzione, manutenzione o rilievi in impianto di avere accesso ai P&ID e ai dati delle apparecchiature, delle linee e degli strumenti: L’integrazione con tecnologie RFID consente il riconoscimento automatico degli item in impianto e quindi l’esecuzione automatica di query sul sistema.
  4. 4. <ul><li>Requisiti applicativi </li></ul><ul><li>L’ applicazione deve poter essere utilizzata in impianti petrolchimici durante </li></ul><ul><li>le normali attività di costruzione/esercizio/manutenzione, deve quindi poter </li></ul><ul><li>rispondere ai seguenti requisiti: </li></ul><ul><li>Possibilità di utilizzo su PC palmari </li></ul><ul><li>Possibilità di utilizzo in ambienti a rischio di esplosione </li></ul><ul><li>Garanzia di identificazione univoca dell’oggetto sul quale si sta operando </li></ul><ul><li>Scambio di dati bidirezionale con SmartPlant P&ID. </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Tecnologia Scelta </li></ul><ul><li>Possibilità di utilizzo su PC palmari </li></ul><ul><li>Possibilità di utilizzo in ambienti a rischio di esplosione </li></ul><ul><li>Ambiente di sviluppo: Microsoft . NET Compact Framework </li></ul><ul><li>Caratteristiche dei palmari: </li></ul><ul><li>Sistema operativo: Windows Mobile </li></ul><ul><li>Scanner RFID 125 kHz </li></ul><ul><li>Certificazione ATEX </li></ul><ul><li>In assenza di rischi di esplosione può </li></ul><ul><li>essere utilizzato qualunque palmare/smartphone con </li></ul><ul><li>sistema operativo Windows Mobile </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Tecnologia Scelta </li></ul><ul><li>3) Garanzia di identificazione univoca dell’oggetto sul quale si sta operando </li></ul><ul><li>4) Scambio di dati bidirezionale con SmartPlant P&ID. </li></ul><ul><li>Caratteristiche dei TAG: </li></ul><ul><li>Frequenza operativa: 125 kHz </li></ul><ul><li>Chip: HITAG S 2048 (read/write) </li></ul><ul><li>Certificazione ATEX </li></ul><ul><li>Facilità di identificazione in impianto (colore giallo) </li></ul><ul><li>La bassa frequenza operativa e le caratteristiche dello scanner utilizzato rendono </li></ul><ul><li>necessario il contatto fisico tra scanner e tag per completare le operazioni, è </li></ul><ul><li>pertanto impossibile operare sul tag sbagliato. </li></ul><ul><li>Un’applicazione desktop garantisce la sincronizzazione dei dati tra i palmari </li></ul><ul><li>e SmartPlant P&ID. </li></ul>
  7. 7. SmartPlant P&ID Mobile Descrizione del sistema <ul><li>Allo stato attuale, vengono gestite dall’applicazione le informazioni relative ai seguenti oggetti: </li></ul><ul><li>Equipments </li></ul><ul><li>Equipment Components </li></ul><ul><li>Instruments </li></ul><ul><li>Instrument Loops </li></ul><ul><li>Nozzles </li></ul><ul><li>Piperuns </li></ul><ul><li>Piping Components </li></ul><ul><li>E’ inoltre possibile visualizzare il P&ID </li></ul><ul><li>sul palmare, ed eseguire uno zoom automatico </li></ul><ul><li>sull’oggetto selezionato (ad esclusione, in </li></ul><ul><li>questa versione, dei piperuns) </li></ul>
  8. 8. SmartPlant P&ID Mobile Descrizione del sistema <ul><li>Un’applicazione desktop utilizza le librerie “Llama” (Logical Model Automation) e le librerie di SmartSketch per collegarsi al database di SmartPlant P&ID ed esegue le seguenti operazioni: </li></ul><ul><li>Legge i valori delle properties dei vari oggetti dal DB di SmartPlant P&ID </li></ul><ul><li>Genera un database di scambio che viene trasferito sul palmare </li></ul><ul><li>Converte i files grafici dal formato .pid al formato .dwg </li></ul><ul><li>In caso di modifiche effettuate dall’operatore (modifica delle proprietà o inserimento di note) aggiorna il DB di SmartPlant P&ID </li></ul>
  9. 9. SmartPlant P&ID Mobile Utilizzo del sistema Selezione della unit Le query sul DB possono essere eseguite manualmente o leggendo un tag RFID che contiene l’ItemTag dell’oggetto
  10. 10. SmartPlant P&ID Mobile Utilizzo del sistema Risultato della query sul DB Visualizzazione dell’oggetto sul P&ID
  11. 11. SmartPlant P&ID Mobile Utilizzo del sistema Le proprietà sono categorizzate come su SmartPlant P&ID Modifica di una proprietà su un piperun
  12. 12. SmartPlant P&ID Mobile Esempi di applicazione L’aggiunta di opportuni valori di “Construction Status” consente di monitorare con facilità l’avanzamento dei lavori: nell’esempio, in blu le linee per le quali è stato completato il collaudo idraulico (dati rilevati col palmare). In questo modo è possibile tracciare tutti gli stati dalla prefabbricazione al “Ready for Start-Up”
  13. 13. SmartPlant P&ID Mobile Esempi di applicazione I dati rilevati in impianto vengono scritti sul P&ID all’atto della sincronizzazione, evitando i passaggi intermedi di aggiornamento: i tempi e i costi si riducono notevolmente
  14. 14. SmartPlant P&ID Mobile Esempi di applicazione Gli item per i quali sono disponibili informazioni dal campo sono facilmente individuabili applicando un opportuno display set.
  15. 15. SmartPlant P&ID Mobile Vantaggi <ul><li>Il database di scambio con il palmare ha dimensioni ridottissime </li></ul><ul><li>(un impianto completo circa 10 MB): è possibile portare “in tasca” i dati relativi a decine di progetti: le dimensioni del DB zippato si riducono del 70% circa: è quindi possibile inviare gli aggiornamenti via email, analogamente a quanto si fa con un satellite di SmartPlant P&ID. </li></ul><ul><li>L’applicazione può essere usata in qualunque fase (engineering, construction, commissioning, operation) per la raccolta dei dati: il P&ID diventa così il punto di raccolta di tutte le informazioni utili. </li></ul><ul><li>L’applicazione funziona anche nel caso di data dictionary non standard, e non ha nessun impatto sulla configurazione di SmartPlant P&ID, l’amministratore può decidere le eventuali proprietà aggiuntive da gestire con SmartPlant P&ID mobile, i display set da utilizzare, la configurazione dell’Options Manager ecc. </li></ul><ul><li>L’interfacciabilità con tecnologie RFID rende ancora più facile e sicura l’identificazione degli item provvisti di tag. </li></ul>
  16. 16. SmartPlant P&ID Mobile Sviluppi previsti (prossima release) <ul><li>Abilitazione della visualizzazione dei piperun sul file grafico a partire dai risultati di query </li></ul><ul><li>Possibilità di agire sui case data </li></ul><ul><li>Ottimizzazione dei file grafici in formato .dwg (riduzione tempi di apertura) </li></ul><ul><li>Utilizzo delle icone standard di SmartPlant P&ID </li></ul><ul><li>Possibilità di applicare filtri alle query </li></ul><ul><li>Eventuali sviluppi su richiesta </li></ul>
  17. 17. www.italteleco.it

×