Newslettercontrattazionemarzo13

211 views

Published on

Newsletter Contrattainnovazione UIL di marzo 2013

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
211
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Newslettercontrattazionemarzo13

  1. 1. NEWSLETTER UIL POLITICHE CONTRATTAZIONE MARZO 2013 Contrattazione, Industria, TeleComunicazioni & Innovazione digitaleSciopero Autostrade scelta necessaria I l 3 marzo si terrà lo sciopero nazionale di 4 ore per turno del personale operativo di Società Autostrade. E’ un fatto che non avveniva da anni, ma la scelta dello sciopero è stata necessa- ria. Nonostante i forti utili della Società, infatti, non si riesce anco- ra a firmare il contratto di II° livello. Inoltre, per conseguire ulte- riori risparmi, l’azienda ha deciso unilateralmente di eliminare il servizio viabilità, fondendolo con la manutenzione dell’infrastruttu- ra. La scelta organizzativa dell’azienda comporta la riduzione del personale addetto al pattugliamento sulla rete. Si rende così im- possibile il servizio di primo intervento con conseguenze sulla sicu- rezza stradale e su quella degli operatori. Sulla sicurezza, linciden- te mortale di Taranto è la tragica smentita di quanti valutano posi- calante di incidenti nel nostro Paese. Se si ipotizza un ulteriore ca-lo del 3%, per lanno 2012, degli eventi mortali, ben maggiore è quello della produzione e delleore lavorate e quindi in termini reali lemergenza infortuni è ancora più grave. Nelle realtà chevivono la crisi produttiva e negli appalti si può determinare un calo dellattenzione sulle questionidella salute e della sicurezza: proprio in questi contesti, invece, è necessario accrescere limpe-gno. Siamo al fianco dei familiari delle vittime. Appuntamenti UIL Contrattazione Privata Industria, Tele/ Comunicazioni & Innovazione 19 marzo Conferenza diSciopero Autostrade scelta necessariaConferenza d’organizzazioneUIL RLS NEWSCae IbmA fianco delle vittimeDopo il voto, la Siae al votoUna Siae delle major?Pool, chi distruggerà l’Ilva?Tlc sotto custodia partiticaPiano Industriale Telecom 2013 Segretario Confederale UIL Paolo Carcassi OrganizzazioneA cura di Giuseppe Mele UILCOMunicazioniServizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscrittiUIL e simpatizzanti Tel. 064753216 Fax 064753336 Scrivi a polsviluppo@uil.it Visitae simpatizanti UIL. . Tel. 064753410 Fax 064753336 Visita http://www.uil.it/contrattazione Richiedi la newsletter a newscontrattazione@uil.ithttp://www.uil.it/contrattazione Richiedi la newsletter a newscontrattazione@uil.it
  2. 2. NEWSLETTER UIL SERVIZIO POL. CONTRATTAZIONE MARZO 2013 POLSVILUPPO@UIL.IT UIL Rls News Anche su https://www.facebook.com/uil.svilupposostenibile Contratti in scadenza Calendario Scioperi Continua su http://www.uil.it/contrattazione/persapernedipiu Su http://uil.it/dir_sciopero su www.uil.it/contrattazioneRevocato lo sciopero nazionale di 24 ore dei lavoratori Comitato Aziendale Europeo Ibm 2013del Trasporto Pubblico Locale dei sindacati Filt-Cgil, Fit- A gennaio si è svolto lultimo incontro tra il SelectCisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa proclamato per venerdi 8 Committee (segreteria) del Comitato Aziendale Eu-febbraio, spostandolo al 22 marzo prossimo. La decisione ropeo (European Works Council) e la Direzione A-delle organizzazioni sindacali e motivata dalla calenda- ziendale. Risultati finanziari: utile globale +4,3%,rizzazione al 7 febbraio della riunione della Conferenza ricavi europei calati del 6% nel 2012. NellultimoUnificata (Governo, Regioni, Province, Comuni) che do- trimestre, i ricavi Italia sono tra i migliori. In 7 Pa-vrebbe definire il Dpcm di ripartizione delle risorse finan-ziarie destinate al settore e in considerazione della prose- esi (Spagna, Portogallo, Grecia, Cipro, Belgio, O-cuzione in sede governativa del negoziato contrattuale. landa e Lussemburgo, ca. 15% dei lavoratori IBM) il bonus Pdr non sarà erogato. Occupazione 2012, perso il 6% dei posti di lavoro in Europa. La cosid-Nuovo avviso pubblico Inail per incentivi alle imprese detta ottimizzazione continuerà nel 2013. Il CAEper la realizzazione di interventi in materia di salute e ha chiesto di uniformare il pagamento degli incen-sicurezza sul lavoro (T.U. sicurezza sul lavoro art. 11).Possono essere presentati progetti di investimento e per tivi venditori (% incentivo pagato rispetto a %l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità so- quota raggiunta) dei paesi Europei al sistema usa-ciale. Incentivi per le imprese, anche individuali, iscritte to in UK e Eire. Lazienda ha risposto positivamen-alla CCIAA del 50% dei costi del progetto per un max te ed il reference salary sarà raggiunto a una quo-contributo di 100mila e min di 5mila€ ta più bassa). NellEuropa dellest i lavoratori IBM non possono eleggere i propri rappresentati nelE in attesa di pubblicazione sulla G.U. la nuova CAE IBM. Prossimo meeting 15-17 maggio p.v.AUA (Autorizzazione Unica Ambientale), approvatadal CdM n. 69/2013 del 15 febbraio u.s., dopo ilparere della Conferenza unificata, del Consiglio diStato e delle Commissioni parlamentari competenti.Cronistoria sul fotovoltaico: dall’ini-zio dell’anno 2013 è in funzione l’im-pianto fotovoltaico sopra il tetto delpalazzo della Sede Confederale UIL Servizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscritti UIL e simpatizzanti. Tel. 064753410 Fax 064753336 Visita http://www.uil.it/ contrattazione Richiedi la newsletter a newscontrattazione@uil.it
  3. 3. NEWSLETTER UIL SERVIZIO POL. CONTRATTAZIONE MARZO 2013 POLSVILUPPO@UIL.IT Taranto, al fianco dei fami- liari delle vittime L incidente mortale avvenuto a Taranto è la tragica smentita di quanti valutano positivamente il trend calante di incidenti e morti nel 5 di mattina, muore pre- so la batteria 9 reparto co- keria, il 43enne Ciro Moc- cia (dipendente Ilva) e re- nostro Paese. Se si ipotizza un ulterio- sta gravemente ferito il re calo del 3 per cento, per lanno 20- collega 46enne Antonio 12, degli eventi mortali, ben maggiore Liddi (dipendente Emmer-è stato il calo della produzione e delle ore lavorate e quindi in termi- re) nello stabilimento side-ni reali lemergenza infortuni è ancora più grave”. E’ quanto dichiara rurgico Ilva di Taranto .in una nota Paolo Carcassi, segretario confederale Uil. “Nelle realtà 8 indagati per concorsoche vivono la crisi produttiva e negli appalti si può determinare un in omicidio dalla procura dicalo dellattenzione sulle questioni della salute e della sicurezza: pro- Taranto: il direttore delloprio in questi contesti, invece, è necessario accrescere limpegno. stabilimento Antonio Lupo-Siamo al fianco dei familiari delle vittime. Sollecitiamo iniziative con- li, il delegato area cokeria Vito Vitale, il capo repartocrete che puntino al rafforzamento dellattività degli enti preposti e esercizio cokeria,Carlo Die-chiediamo al Governo e alle forze politiche, in questi mesi disattenti, go, il caporeparto manu-di riportare in primo piano il problema della salute e della sicurezza tenzione meccanica batte-del lavoro rie Marco Gratti ed capo- turno batterie Gaetano Pierri, l’amministratore u- M orti sul lavoro a Palermo il 52enne Antonino Castiglia caduto dallimpalcatura del tetto del Convento di SantAntonino, ora dell’Ateneo; ed il 21enne Michele Petruccio a Caltabellotta nico della ditta appaltante Emmerre Davide Mirra, (Agrigento), precipitato dalla torre di una pala eolica in località parco capoturno Emmerre Cosi- eolico, Ficuzza. mo Lacarbonara ecapo- squadra Emmerre Vincen- I l datore di lavoro in presenza di un infor- zo Procino. tunio che coinvolge un lavoratore dipen- dente o assimilato, ha l’obbligo di inoltrare Il reparto per que- la denuncia/comunicazione di infortunio stioni tecniche non è -9% infortuni entro due giorni dalla ricezione del certificato stato fermato 654mila denunce di infortu- medico. Dal 1° luglio 2013 la denuncia/ ni sul lavoro nel 2012 comunicazione di infortunio deve essere trasmessa all’INAIL esclusivamen- 726 mila denunce nel 2011 te in via telematica utilizzando i canali Tlc dell’Ente che tutela il lavoratore. -3% morti sul lavoro F usione Hera Spa e Acegas-Aps Spa Il primo accordo contiene molti 820 casi mortali registrati punti di assoluto valore: la definizione degli obiettivi del Progetto nel 2012 Industriale, la costituzione di un operatore competitivo nel settore 893 nel 2011 dei Servizi Pubblici di livello nazionale, il radicamento nel territorio, 50% della riduzione lo sviluppo e la crescita occupazionale, la valorizzazione del lavoro, la ge- stione e il controllo dei cicli integrati, il rispetto dei contratti nazionali di degli infortuni dipende dal- settore e delle clausole sociali, il rispetto dei criteri definiti dai protocolli la diminuzione dellattivita sulla legalità e sugli appalti. Riaffermare la valorizzazione dei lavoratori, produttiva del 2012 di tutte le risorse umane e delle loro professionalità nellambito di un’im- portante aggregazione nazionale tra due aziende di multi utility risulta og- gi un impegno, non scontato, da consolidare e di buon auspicio per il pro- Servizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscritti e simpatizanti UIL. Tel. 064753410 Fax 064753336 Visita http://www.uil.it/ contrattazione Richiedi la newsletter a newscontrattazione@uil.it
  4. 4. NEWSLETTER UIL SERVIZIO POL. CONTRATTAZIONE MARZO 2013 POLSVILUPPO@UIL.IT 1° marzo, dopo il voto, Siae al votoI l 1° marzo, subito dopo le elezioni politiche, si voterà di nuovo ancora prima delle regionali. Si voterà il consiglio di sorveglianza della Siae, società autori ed e- ditori per i cui si battono ben 24 liste. Anche lo Stato siede nellassemblea dei soci con lo 0,47%, grazie al servizio pubblico RadioTv. L’attuale consiglio è composto quasi solo da editori e autori del settore Musica con un solo autore per conto delle altre categorie che hanno lamentato una situazione discriminatoria. Le associazio- ni cineTV (100autori), dei dialoghisti (Aidac), dei cineautori (Anac), dei registi di fiction TV (Art), dei film danimazione (Asifa), dei documentaristi (Doc.it), e dei cinescrittori (Sact) hanno portato le loro doleances in Commissione VII della Ca- mera aprendo di fatto le ostilità. A parte il contrasto con i musicisti, il tema di fondo è l’equo com- penso, nuova tipologia di incasso Siae oltre il diritto d’autore. Il famoso contributo di fotocopia digi- Elezioni Siae tale, imposto su DVD e pen drive, come da direttiva 2001/29 ma inesistente in Uk. In Canada si 24 liste paga al Copyright Board, negli Usa alla RIAA, in Belgio allAuvibel, in Svezia al Copyswede; è pre- 85mila elettori sente in Germania, Olanda ma non in Francia dove rientra nel diritto dautore. Vale cifre diverse, per un DVD ca. €60cent. Prelievo molto discusso ma che le associazioni cineTv difendono a spada di cui tratta come unico strumento di rivalsa di fronte alla massa di film trasmessi dalla Tv. Nato nel’99 in 83mila autori e Italia a forfait. Ora di fronte alla richiesta di tariffe, Sky ha smesso di corrisponderlo dal 2010. Per la 3mila editori trattativa ‘09-‘11 con la Rai è stato attuato l’arbitrato, previsto dalla norma del ’41. L’ l’arbitro Siae Lacchini e Perrone si vedono da maggio ’12 e forse chiuderanno a marzo. Gli autori giustificano la differenza impressionan- te, citando la tariffa Uk di €260minuto, la francese di€ 306 euro e l’italina di 212.. Accusano la Siae di distribuire allaudio- visivo 40 milioni ( in Francia la Sacd ne raccoglie per gli autori cineTv, 180); rinfacciano alle piattaforme digitali uno share dei filmati del 5,3% rispetto allo 0,48% del 2009; alla Rai di aver ridotto da 800 a 500h i contenuti realiz- Equo compenso4 marzo, il sottosegretario allEditoria zati, con investimenti in La Rai offre ca. €400mia an-Peluffo convoca la Commissione e- audiovisivo ridotti a nui, cioè €0,13minuto men- €120 milioni in 3 anni.quo compenso per i giornalisti, ex Sulla liberalizzazione tre gli autori chiedono centolg.233/12, per i diritti dei free lance deregolata digitale, lin- volte tanto, € 10m. disponibilità dei broa- dcaster, la crisi Rai si è poi posto il rifiuto in prima istanza della Siae di affrontare il problema. Così le tariffe sono ferme dal 2004. Il tema è a largo raggio. Cineanimatori e documentaristi denunciano il contratto SIAE-TV che tutela solo i colleghi contrattualizzati, mentre le TV impongono la dicitura di semplice filmato per non pagare. Preso l’avvio, la Siae ha avviato un arbitrato anche vs. le telco Confindustria. Come le seconde accusano Google di sfruttamento, così la Siae verso di loro. Elezioni Siae 1 marzo 2013 Cinema Op. Drammati- Lirica Musica Opere letterarie che & RadioTV e arte figurative liste 3 Dor - liste 5 liste 4 liste 9 Olaf - liste 3 Autori Produt- Autori Edi- Autori Editori Autori Editori Autori Editori tori tori Lista Lista Ed. Lista Angrisano Lista Benve-Lista Labba- Lista Gua- Lista Teobaldo nutoRossel- Lista dia riso Lista Sisti-lini Bibi film Lista La- Di Conza na Lista Lista Lista di Lista vezzi Lista Hoepli Narici Sonzogno Lista Roc- Mille-Lista Barba- Lauro Lista Lista chi noteMazzot- gallo Vistarini Pirelli Lista Lista Rossita Lista Piazza Lista Sol- Lista Proietti biati Sugar- music 2 1 3 2 3 1 6 3 2 1Tutte le istanze dipendono dalla situazione diversa cineTv cui manca il diritto esclusivo dei musicisti. Qui si torna al conflittointerno. Il settore Musica costituisce il 70% degli incassi Siae. Canzonette, ed anche molto serie. Nel ‘92, «una sentenza delConsiglio di Stato cancellò la distinzione fra soci e associati, (determinando) lingovernabilità, figlia delle precedenti norme(continua alla pag. seguente)La Lg. 208 ha infine riordinato l’Istituto fino ai commissari che hanno redatto uno statutonuovo. 17mila autori non incassano vuoi perché non pubblicano, vuoi perché non vendono. Servizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscritti e simpatizanti UIL. Tel. 064753410 Fax 064753336 Visita http://www.uil.it/ contrattazione Richiedi la newsletter a newscontrattazione@uil.it
  5. 5. NEWSLETTER UIL SERVIZIO POL. CONTRATTAZIONE MARZO 2013 POLSVILUPPO@UIL.IT POLL (segnare con una x)Cosa puòdistruggerel’ ?1° marzo, una Siae delle major?( Continua da pag. 4) che hanno lasciato la Siae alla mercé di professionisti dellassociazioni- smo”, denunciano gli editori musicali del Fem. La Lg. 208 ha infine riordinato l’Istituto fino ai commissari che hanno redatto uno statuto Neanche mille autori superano i €20mila l’anno esolo 1500 i €10mila. Se veramente la Siae deve essere governata da organi sociali di autori ededitori, questi dovrebbero essere tali, non solo appassionati di show e lettere. I cineautori con-trattaccano: secondo i 100autori, “nel mondo della musica, in 70mila non portano fatturato mahanno il medesimo diritto di rappresentanza di chi lo fa. I cineproduttori che non fatturano han-no un un peso negli organi largamente sproporzionato al loro contributo”. L’appuntamento ora èil 1° marzo, Palazzo dei Congressi, viale Pittura 5. Verranno eletti 32 consiglieri, metà autori,metà editori, con presenza obbligatoria di associati e di tutti i settori previsti con un premio di 2 consiglieri in più per i settori in attivo per un max teorico di 42 membri.2010-12 Commissariamento Gian Luigi Rondi Rondi rigido regolerà il tempo degli interventi, poi potrà votare solo chi sarà arrivato entro le 11.1999-2003 Commissariamento Mauro Masi Soprattutto secondo il nuovo statuto si voterà per2010 - 18,6 milioni capita e per fatturato. L’autore che abbia percepi- to 20mila, voterà per 20.001 punti, esemplifica l’2011 + 1 milione, Uncla(Unione Compositori Librettisti Autori). Cievasione diritto d’autore 30 milioni sono 2 liste dei cineautori per una dei cineprodut-Evasione Rai 500 milioni tori. 3 liste degli autori teatrali (Dor- Drammatica Operette e Riviste) e due degli autori lirici rispettoImmobili ceduti al Fondo Immobiliare alle due e una dei rispettivi impresari. 6 liste perCancellati fondo di solidarietà ed assegno di musicisti e cantanti e 3 per gli editori. Due liste diprofessionalità, scrittori e disegnatori (Olaf- Opere letterarie e Arti40 i dirigenti e 44 precari su 1200 dipendenti figurative) per una dei loro editori. Sfilano i figli di Modugno, Rossellini, Izzo. Il Purgatori di 100auto-ri oltre a scrivere è apparso in Boris ed in Fascisti su Marte come camerata Fecchia. C’è il Presidente Anica Tozzi, la Bibifilm di Barbagallo vicina al Sacher di Moretti, la Medolago Albani Presidente IsICult che fa ricerche educative per la Rai.C’è l’ideatore del Festival Inventa un Film a Latina. C’è l’Unsa della Uil, l’unica che somma scrittori ed artisti anche sequesti ultimi per il diritto d’autore devono rivolgersi all’Imaie e non alla Siae. Le elezioni Siae saranno 10 distinte, unaper autori ed una per editori delle rispettive 5 sezioni. Il ventaglio di opere dell’ingegno divise tra Musica, Lirica, Cinema,Opere letterarie e Arti figurative (Olaf), Drammatica Operette e Riviste (Dor), emana un qual certo odore d’Ottocento.Non a caso a fondare a Milano la Siae nel 1882, furono Verga e Carducci, Operette, lirica, le riviste di Macario, le artiliberty sono sempre lì; dove si collocano item più recenti come istallazioni, multimediale, perfomance, video art? Il Pub-blico Registro del software (Dl.518/92) tutela anche l’IT che non ha un settore. La distinzione tra autore ed editore e-sclude l’interprete ed ignora . il personaggio nuovo della contemporaneità che produce anche se recita o scrive; il gior-nalista che intervista, modello di convergenza professionale parallelo alle convergenze tecnologiche. E’ un voto singola-re, di stampo parasindacale, con la partecipazione in sordina dei sindacati ed in poi bilaterale, per organi finali dove sie-deranno capitale e lavoro insieme. Una copartecipazione resa possibile dalla magia della particolarità della specificità dellavoro intellettuale; e dal quiproquo istituzionale che ha posto quella che è un’associazione tra individui e categorie in unruolo da agente fiscale. A lungo il bollino Siae ed i suoi agenti sono stati l’incubo di ogni momento, più o meno privato,più o meno collettivo, di ogni manifestazione culturale o festaiola. Insieme onlus ante litteam, istituto parapubblico emonopolista, funzionava per forza d’inerzia, incassando senza fatica sulla diffusione musicale delle radio e discoteche,senza migliorie nei servizi. La Siae si dibatte tra l’avanzare degli striscianti copyright e creative commons. La protezioneeconomica di diritto d’autore ed equo consumo è sottoposta a pesanti interrogativi dalle trasformazioni del modo di con-sumare. Solo i costi solo quelli di sempre. Mentre si urla che la cultura è di tutti il rischio è che cadano le major, grandiin Italia, piccole nel mondo. In Germania la norma equipara violazione del diritto dautore al furto, con 5 cinque anni direclusione. In Francia la violazione del diritto d’autore su Internet costa una multa di €30; 3 anni di carcere per chi creareti di condivisione P2p ma soprattutto l’esilio da Internet, il giudizio della Haute Autorité pour la Protection des Droitssur Internet (HadopiI). In Italia la normaticva è confusa: nel 2008 vennero esentati filmati e immagini sul web da ognicosto; tanti sono però i controllori che l’immancabile Giulietti, tanto per cambiare, invoca in schiera: Siae, Agcomed Antitrust. Più che la cura, forse sono il problema. Servizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscritti e simpatizanti UIL. Tel. 064753410 Fax 064753336 Visita http://www.uil.it/ contrattazione Richiedi la newsletter a newscontrattazione@uil.it
  6. 6. NEWSLETTER UIL SERVIZIO POL. CONTRATTAZIONE MARZO 2013 POLSVILUPPO@UIL.IT Tlc sotto C oncretezza vuole che l’Agenda Digita- le e lo sviluppo dell’economia digitale, ormai di assoluta preminenza mon- diale su tutti gli altri settori, non pos- custodia partitica sano trascendere dalle sorti del comparto tele- fonico (Tlc) e della sua principale impresa, La partitica si muove contro l’evoluzione tecnologica , Telecom Italia, l’unica rimasta nazionale (e solo in parte). Non possono perché conditio né le interessano le secche dell’innovazione. Applica il sine qua non del digitale è la velocità di tra- manuale Cencelli alla custodia cautelare dei mercati smissione e di accesso ai dati Tlc. Se i consu- tecnologici anche dovessero morire di asfissia. mi sono per valore metà digitali e metà mate- riali, sono maggioritarie le componenti digitali di produzione, commercio e servizi. Non esiste la sbandierata arretratezza italiana nel settore; la terza economia europea si nutre di consumi digitali. Manca, come in tutt’Europa la produzione. Gli europei, però di fronte all’aggressione asioUsa, hanno usato gli aiuti pubblici esattamente come avvenuto per energia, banche, auto, ecc. In Italia, salvate Finmeccanica, Enel, Eni, Poste, auto e le banche, si sono lasciati alla deriva, per scelte parti- tiche, produzioni, come chimica, acciaio e Tlc. Malgrado ciò, proprio la Piano Industriale leadership d’innovazione ha retto soprattutto quando per un decennio le scon- Telecom Italia 2013 fitte sul lato hardware e software sono stati annullati dalla vittoria del gsm europeo sugli standard Usa. Oggi il digital divide italico non sta nella sua eco- nomia duale, che è un dato assoluto di tutta l’economia ma è la somma dell’- Esuberi assenza di intervento pubblico (con le eccezioni ottime del piano digitale lom- 2.750 per il 2013 e 2.750 per il bardo) con le aggressioni giuridica e partitico-finanziaria alle Tlc. Anche qui, i 2014 guai giurisprudenziali non sono un caso isolato. Con Telecom e le altre telco Mobiità volontaria per 250 per- sono alla sbarra, Desio, Unicredit, Mps, Rcs, Ilva, Sai, Intesa, Finmeccanica, sone (pensione o prepensiona- ecc. ecc. : una compagnia così ampia da suscitare dubbi sulle accuse stesse. mento) Nelle Tlc c’è la particolarità dell’uso interno della giustizia nella lotta interna al managenent, secondo una pratica, si può dire, centenaria, della sinistra. Non Contratto di solidarietà per a caso Sip è divenuta Telecom con la messa in stato di accusa dell’ex numero 10.882 risorse (8890 tecnici, 11- uno dell’ex azienda Iri e sulla stessa falsariga pende eterna la questione delle 30 progettisti OA, 167 apprendi- sim Tim false, stranamente pubblicizzata dall’azienda medesima. Si è concluso sti, 199 ND, 43 TiLAB ed altri) il processo sullo spionaggio Tovaroli, la gravità dei cui famosi dossier potreb- bere non sembrare dissimile dalle solite intercettazioni sfuggite o dai consueti La solidarietà comporterebbe u- gossip Dagospia o dai libri di Travaglio, Gomez e Stella. Telecom e la dignità na riduzione salariale del 15% dei politici e giorna- (39 gg./anno) per i settori SPV,L’agenda Digitale dipende dalle listi di sinistra sono credito, indiretti, DA (ora al 3% state risarcite, an- non 1254) del Caring + CrossTlc, dalle sue reti, e quindi dalla che a spese di un Activities di Technology ; delprincipale impresa del settore. giornalista di Fami- 6,15% (16 gg/anno) x operatoriSulla quale pende un conto nega- glia Cristiana, e di CC e CSA + Technology (no tec- altri comprimaritivo da 47 miliardi. Dopo 12 anni che dovranno pa- nici/progettisti e cross activi- gare milioni allo ties).dalla privatizzazione debitoria di Stato, sempre che Esclusi dalla solidarietà OpenColaninno, 16 miliardi in più non li salvi la pre- Access tecnici/progettisti, alcuni scrizione. Dopo 5 turnisti 0/24, MA. ND innovazio- anni, per il caso Iva telefonica, riciclaggio internazionale da €2 milioni, sono stati chiesti 7 anni cad. di galera, al fondatore Fastweb Scaglia ed all’ex Ad di ne Sparkle, società dell’internazionale Telecom, Mazzitelli. Prove documentali sul Rischio scorporo primo non ce ne sono, quanto al secondo, subito cacciato con ignominia, ha I call center del 187, del 119 e riavuto indietro nel 2012 immobili, conti e titoli, già sequestrati, perché non del 191 diventano la divisione legati a profitti derivanti dalle accuse. Scaglia con tanto di vignette di Vincino Caring Services . Il 1254 (800 si difende a spada tratta, Telecom no. Nel frattempo Fastweb è divenuta sviz- zera, Sparkle è decaduta e Telecom ci ha rimesso 500 milioni. Il nuovo capo addetti) già venduto con Matrix all’internazionale Telecom, successore di Mazzitelli, l’ex veltroniano capo Acea rischia di sparire. Andrea Mangoni, si è appena dimesso da AD Tim Participacoes e da Tim Bra- Chiusura delle sedi sotto i 50 di- sil, forse per le eccessive promesse di investimenti in Brasile. La partecipata pendenti (p.e., Aosta, Nuoro, brasiliana, l’unica che aumenti l’utile nel Gruppo Telecom, è sempre più autoc- tona, con un management carioca, dopo le dimissioni imposte dalla giustizia dell’altro chief, Luciani. Coincidenza vuole che le idee di sviluppo dei manager considerati vicino al centrodx, li abbia porta- ti in tribunale. Oggi vengono scaricati anche quelli del centrosx, forse per le scelte scellerate (ed assenza di giustizia) del- l’indebitamento addossato a Telecom da Colannino nel ’99. forse per evanescenza ed incapacità. Adesso al posto di Man- goni, a capo della finanza Telecom c’è il montiano figlio dell’ex ministro Cancellieri, garanzia, in un’azienda già spremuta fino all’osso, di ancora maggiori risparmi, di aggressivi tagli di costo che non potranno che pesare sul conto dei lavoratori e sull’impoverimento dell’indotto, del comparto in generale (continua alla pag. seguente) Servizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscritti e simpatizanti UIL. Tel. 064753410 Fax 064753336 Visita http://www.uil.it/contrattazione Richiedi la la newsletter a newscontrattazione@uil.it
  7. 7. NEWSLETTER UIL SERVIZIO POL. CONTRATTAZIONE MARZO 2013 POLSVILUPPO@UIL.IT Tlc sotto custodia partitica ( continua da pag. 6)generale e quindi di tutta l’Agenda Digitale. L’altro vulnus è partitico-finanziario. Il 1° febbraio è stato firmato il nuovo contratto Tlc,con un aumento base in 2 anni di 135€, ora all’approvazione dei 160mila lavoratori del settore. Subito Moodys haribassato il rating Telecom a Baa3 con outlook negativo, vuoi per i risultati 2012, vuoi per il taglio del dividendo del54% agli azionisti, chiamati per la seconda volta a sacrifici comuni dopo gli accordi di solidarietà. L’azionariato si divi-de tra le banche italiane e la spagnola Telefoni- ca dellacontrollante Telco (22,4%) e 430mila azionisti,per il 26,6% e stranieri per il 50,1%. Telco èfino al 2015, con possibilità però di recesso nelPer scongiurare quest’ipotesi il titolo Telecom si A n d r e a Mangoni è dimesso italiani blindata 2013. verràsvalutato da 1,5 a 1,2€, riducendo le perdite a 100milioni cad. per Mediobanca e Intesa, a 300 per da AD di Tim Gene-rali e 400 per Telefonica. Il debito, il peccato Participacoes, origi-nale Telecom e quindi delle tlc italiane, anche dopo lacura triennale da cavallo messa in campo da Brasile. Berna-bè, resta oltre i €28 miliardi che tra i 16 di in- Dopo l’abban-vestimenti preventivati ed i 3 del nuovo prestito deibond ibridi appena emesso, suonano alle orec- dono di Lucia- chie deimercati come un rosso da €47 miliardi. Il debi- ni, alla guida to origi-nario di Colannnino, con il sostegno del centro- sinistra,fu di £61mila miliardi, cioè €31,5 miliardi. Dopo della maggiore 13 anni,è aumentato di 16 miliardi, al netto della vendi- ta digran parte delle attività internazionali, degli azienda estera immo-bili, della distruzione dell’informatica e del calo di Telecom Ita- deidipendenti Telecom, passati, come ricorda, U-gliarolo della Uilcom, in 10 anni da 120mila a lia, dal 4 mar-48mila. Il debito costringe Telecom a vendere zo ci sarà Ro-di corsa La7 alla Cairo Communication dell’o-monimo presidente del Torino calcio, sua con- drigo Abreu,cessionaria pubblicitaria. L’offerta di Urbano ex AD CiscoCairo di 90 milioni (oltre 200 di debito della Tvdi Mentana) è inferiore ai €300 milioni offerti Brasildal fondo Clessidra che puzzava troppo di ber-lusconismo. ma lascia a TiMedia i remunerativi3 multiplex sul digitale terrestre del valore di €350 milioni. Come il debito anche su questa vendita pesa la partitica,con l’improvvisa proposta di una cordata montista di Della Valle, già azionista Rcs - Corrierone e dalla trasfigurazionede La7, divenuta in 2 anni una seconda Rai3, esempio di televisione militante giustizialista di sinistra. Dopo aver pa-ventato l’acquisto de La7 da parte del leader Pdl, ora per Mentana anche Cairo appare “vicinissimo a Berlusconi”. Lafiliera tlc parte dalla fibra posata sotto terra, dalle backbones sui fondi oceani, dai satelliti nello spazio e dagli hotboxurbani; si sviluppa per apparati di rete e data center, tlc mobili, fisse, voip, hw e sw in tutte le varianti, apparecchiindividuali, contenuti digitali, dalla pubblicità all’editoria e cinema. Come si vede, moltissime cose, che sono un’unicacosa e che muovono oggi verso l’interiorizzazione negli oggetti stessi del web. Dopo la scomparsa, colposa o meno, di Cecchi Gori, l’impossibilità di partnership con la Rai e Murdoch, il mercato Tv, parte crucia- Ugliarolo, Uil: I dipendenti le del digitale, si identifica in Mediaset, grup- po europeo presente in Italia ed Spagna, Telecom sono passati in 10 mentre Google ha già superato in pubblicità la Rai. Telecom non ha imboccato, se non in anni da 120mila a 48mila. modo raffazzonato con cubovision, la via del futuro interattivo della Tv web-connessa. Dietro l’alibi del debito c’è stata la soggezio-ne alla partitica, ad un modello in cui non è Internet che si espande negli schermi televisivi, ma la è la Tv deiparashow parapartitici che viene riproposta pari pari sul web. L’arretratezza dei vertici manageriali e politici ripropon-gono lo stesso errore fatto nel ’97 all’epoca della madre di tutte le privatizzazioni, quando non l’informatica, oggi rap-presentata da Facebook e dagli Over The Top, venne posta alla guida delle Tlc, come avveniva nel mondo, ma avven-ne il contrario. I nemici ideologici del consumismo di Internet sono sempre al vertice, confermati con Decina all’A-gcom. Si rivede un copione già scritto: l’informatica mondiale domina sulle tlc, ma l’IT italiano è finito. Domani l’Inter-net mondiale dominerà sugli schermi televisivi anche nostrani. La Tv e l’audiovisivo italiani finiranno come Sanremo,ridotto ad un festival Arci. La partitica cui gli imprenditori di Alleana per Internet si rivolgono passivamente solo peravere commesse, si muove contro l’evoluzione tecnologica e contro il mercato senza peraltro sostenerli. Come si vededal dibattito attorno al La7, alla classe dirigente non interessano le eventuali secche dell’innovazione. Il suo metro digiudizio è il manuale Cencelli applicato alla custodia cautelare dei mercati tecnologici, da conservare per sé e amici,anche dovessero morire di asfissia. Servizio Politiche Sviluppo UIL Contrattazione Innovazione. Rassegna riservata a iscritti e simpatizanti UIL. Tel. 064753410 Fax 064753336 Scrivi a polsviluppo@uil.it Visita http:// www.uil.it/contrattazione Richiedi la la newsletter a newscontrattazione@uil.it

×