Spesa, risultati, efficienza

Miti, leggende e realtà dell'università italiana

Giuseppe De Nicolao
Università di Pavia
1. Spesa
In Italia abbiamo 100 università, una per
provincia. Sono troppe? Dipende ... Il problema
è che tutte e 100 le nostre univ...
Anno Accademico 2009-2010

89 atenei in totale
•61 atenei statali
•28 atenei non statali
•di cui 11 telematici
MIUR: Banch...
In luglio il Senato ha approvato la riforma
dell'università. Non è una legge ideale, ma va dato atto
al ministro Gelmini d...
Troppi atenei per abitante?

Fonte dei dati: “Malata e denigrata : l’universita italiana a confronto con
l’Europa” (a cura...
Troppi atenei per abitante?
•
•
•
•
•
•
•

Università ed altri istituti di formazione terziaria
1.6/milione in Italia (61 ...
Ha ragione Roberto Perotti: il sistema universitario e
della ricerca in Italia non sono riformabili. Serve un
cambiamento ...
Spesa per università (% PIL):
l’Italia è 32° su 37
che nell’università ci siano
troppi professori è un fatto
F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10
Rapporto studenti/docenti: su 25
nazioni solo 4 stanno peggio di noi
25 countries
INDONESIA CZECH REP.

1

3

SLOVENIA

BE...
Ricercatori accademici (% occupati):
l’Italia è 18° su 20
non possiamo più permetterci
un'università quasi gratuita

F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10
INFERNO
TASSE
UNIV.
SOSTEGNO
ECONOMICO
PARADISO
Tasse di iscrizione:
Italia 3° su 15 nazioni europee
% di studenti che ricevono sussidi:
Italia 13° su 15 nazioni europee
2. Risultati
Risultati: ricerca scientifica
Che ruolo ha l’Italia nel panorama
della ricerca mondiale?
... l’università italiana non ha un ruolo
significativo nel panorama della
ricerca mondiale
Roberto Perotti, L’Università ...
Classifiche: va proprio così male?
• Nel mondo ci sono 10.000-20.000 Università
– 20.000 secondo http://www.webometrics.in...
% di Atenei che entrano nei “top performers”

CLASSIFICA:

Fonte dei dati: “Malata e denigrata : l’universita italiana a
c...
Classifiche degli atenei:
valore scientifico assai dubbio.
Come si può misurare il peso di una nazione nel
panorama scient...
Italia: 7° per citazioni
Italia: 8° per articoli scientifici
Italia: produzione di articoli
scientifici 1996-2010
Italy: scientific documents

% Western Europe

% World
Ma come fanno questi italiani a produrre
così tanta ricerca con così poche risorse?

OCTOBER 2009
Risultati: laureati
L’Italia non cresce, le imprese non fanno ricerca e
perdono terreno nei settori hi-tech: che fare?
Giavazzi: Siamo sicuri che
questo paese davvero abbia
bisogno di più laureati?
(28-11-2012

Lavoce.info)
De Rita: “le università italiane sono
cresciute troppo”, troppi ingegneri, “non
abbiamo bisogno di geni”
http://ricercatorialberi.blogspot.com

31
Troppi laureati?
Quale % della popolazione di età 25-34 anni
ha un titolo di studio universitario?
% della popolazione nella fascia 25-34 anni
con titolo universitario: l’Italia è 34° su 37
(Italia: 21%, media OCSE: 38%)
3. Efficienza
Efficienza: spesa per studente
Spendiamo di più
o di meno delle altre nazioni?
la spesa italiana per studente equivalente a
tempo pieno diventa 16.027 dollari PPP, la più
alta del mondo dopo Usa, Svizz...
DATO
OCSE
... et voilà!

DATO
PEROTTI

DATO
OCSE
Perché viene corretto solo il dato
italiano?
Questo è un Paese incapace di mantenere i
tempi, è un Paese sempre in ritardo...
In realtà, il problema è mondiale:
Vediamo la situazione negli USA

(fonte: U.S. Department of Education, National Center ...
Cosa dice veramente l’OCSE?
Per i confronti usa la spesa cumulativa per studente
perché tiene conto delle diverse durate d...
Spesa cumulativa per studente lungo tutto il
corso degli studi: l’Italia è 16° su 25

16°
Efficienza: ricerca scientifica
Cosa spendiamo
per ogni articolo scientifico e
per ogni citazione ottenuta?
Efficienza: Italia batte
Germania, Francia e Giappone
4. Conclusioni
Programmi per il futuro (1/3):
serie A o serie B?
Noi siamo un paese che ha limiti e bisogna
prendere atto di questi limit...
Programmi per il futuro (2/3):
puntare sul turismo?
Ci sono un miliardo e quattro
di cinesi e un miliardo di
indiani che v...
Programmi per il futuro (3/3):

È ora di
cambiare medici
e cambiare ricette
Links
OCSE Education at a Glance 2012
http://www.oecd.org/edu/eag2012.htm
SCImago Journal & Country Rank
http://www.scimag...
Fonte: “Malata e Denigrata” a cura di M. Regini, Donzelli 2009
L’Italia nelle classifiche degli atenei
•Buon livello medio degli atenei italiani:
•
•
•
•
•

Times QS: 18% nei top 500 (U...
Left 12 feb 2013 gdn
Left 12 feb 2013 gdn
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Left 12 feb 2013 gdn

8,307 views

Published on

Slides per il Convegno Left del 12 Febbraio 2013

Published in: Education
3 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Gianluca Papa: 'L'affermazione di Giavazzi era un'altra cioè che le università italiane non sono differenziate per funzione'

    L'affermazione di Giavazzi era proprio quella riportata tra virgolette ('In Italia abbiamo 100 università'), come chiunque può verificare consultando l'archivio storico del Corriere della Sera: http://archiviostorico.corriere.it/2010/novembre/06/Interventi_Repliche_co_9_101106090.shtml. Ma le università (pur contando quelle non statali, telematiche incluse) non erano cento: bastava controllare sul sito dell'Ufficio Statistico del MIUR.

    Gianluca Papa: 'Mentre invece l'affermazione di Giavazzi che la quasi totalità delle nostre università offre anche corsi di dottorato, corsi a metà tra l'insegnamento e la ricerca non viene smentita'

    In realtà, anche l'affermazione relativa alla non differenziazione delle università ('tutte e 100 le nostre università offrono, oltre ai corsi di triennio, corsi di biennio e di dottorato') è errata. Infatti, oltre a non essere 100, non è nemmeno vero che gli 89 atenei offrivano tutti e tre i gradi di formazione: infatti, buona parte degli atenei non statali (per es. le università telematiche) non offrivano corsi di dottorato.

    ' Come De Nicolao saprà ma fa finta di non sapere… Anche De Nicolao prende solo le statistiche che gli fanno comodo, come rinfaccia a qualche collega, per dimostrare le sue tesi.'

    Divagare facendo illazioni su quello che io so o fingo di non sapere non rende più corretti i numeri di Giavazzi. Nel caso specifico, non rinfaccio a Giavazzi di aver preso la statistica ufficiale che gli faceva più comodo. Piuttosto, osservo che ha riportato un numero errato al posto della statistica ufficiale. Io mi sono limitato a riportare i dati ufficiali MIUR che smenticono Giavazzi.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • L'affermazione di Giavazzi era un'altra e cioè che le università italiane non sono differenziate per funzione come quelle americane dove vi sono moltissime università è vero, ma la maggior parte sono college dove viene fornito solo il primo gradino di istruzione universitaria. Mentre invece l'affermazione di Giavazzi che la quasi totalità delle nostre università offre anche corsi di dottorato, corsi a metà tra l'insegnamento e la ricerca non viene smentita. A questo aggiungo io che per essere veramente in grado di offrire un dottorato degno di questo nome un dipartimento deve avere una taglia minima in modo da avere un ambiente di ricerca effervescente e da poter offrire corsi degni di questo nome. Come De Nicolao saprà ma fa finta di non sapere è che spesso i corsi di dottorato esistono solo sulla carta e gli studenti usufruiscono della borsa di studio per completare il dottorato in una università estera. Anche De Nicolao prende solo le statistiche che gli fanno comodo, come rinfaccia a qualche collega, per dimostrare le sue tesi.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Grazie per questi dati, utilissimi a me che spesso devo confutare la fesserie dell'elitismo liberista sulla stampa internazionale, specie riguardo al nostro paese.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
8,307
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7,087
Actions
Shares
0
Downloads
45
Comments
3
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Left 12 feb 2013 gdn

  1. 1. Spesa, risultati, efficienza Miti, leggende e realtà dell'università italiana Giuseppe De Nicolao Università di Pavia
  2. 2. 1. Spesa
  3. 3. In Italia abbiamo 100 università, una per provincia. Sono troppe? Dipende ... Il problema è che tutte e 100 le nostre università offrono, oltre ai corsi di triennio, corsi di biennio e di dottorato F. Giavazzi, Corriere della Sera 6-11-10
  4. 4. Anno Accademico 2009-2010 89 atenei in totale •61 atenei statali •28 atenei non statali •di cui 11 telematici MIUR: Banche dati ed Analisi Statistiche
  5. 5. In luglio il Senato ha approvato la riforma dell'università. Non è una legge ideale, ma va dato atto al ministro Gelmini di aver fatto un importante passo avanti. La legge riconosce che i corsi devono essere ridotti, le università snellite, alcune chiuse F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10
  6. 6. Troppi atenei per abitante? Fonte dei dati: “Malata e denigrata : l’universita italiana a confronto con l’Europa” (a cura di M. Regini, Roma, Donzelli 2009) Pag. 22 : università ed altri istituti di formazione terziaria per ML abitanti
  7. 7. Troppi atenei per abitante? • • • • • • • Università ed altri istituti di formazione terziaria 1.6/milione in Italia (61 atenei statali + 6 scuole superiori + 26 non statali [10 telematiche]) 1.7/milione in Spagna (75 Università di cui 25 private) 2.3/milione nel Regno Unito (117 Università + 24 Colleges of Higher Education) 3.4/milione nei Paesi Bassi (14 Università + 41 Hogescholen) 3.9/milione in Germania (104 Università + 184 Fachhocschulen + 103 altre scuole superiori) 8.4/milione in Francia (83 Università + 444 Grandes Ecoles) 14.5/milione negli USA (4314 totali di cui: 2.629 con corsi quadriennali, 1.685 college biennali, 622 con dottorato, 2.626 privati). “Malata e denigrata : l’universita italiana a confronto con l’Europa” (a cura di M. Regini, Roma, Donzelli 2009)
  8. 8. Ha ragione Roberto Perotti: il sistema universitario e della ricerca in Italia non sono riformabili. Serve un cambiamento radicale perché riversare più fondi in questo sistema è come buttarli al vento R. Alesina e F. Giavazzi ww.lavoce.info 16-12-2003
  9. 9. Spesa per università (% PIL): l’Italia è 32° su 37
  10. 10. che nell’università ci siano troppi professori è un fatto F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10
  11. 11. Rapporto studenti/docenti: su 25 nazioni solo 4 stanno peggio di noi 25 countries INDONESIA CZECH REP. 1 3 SLOVENIA BELGIUM ITALY 2 4 5
  12. 12. Ricercatori accademici (% occupati): l’Italia è 18° su 20
  13. 13. non possiamo più permetterci un'università quasi gratuita F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10
  14. 14. INFERNO TASSE UNIV. SOSTEGNO ECONOMICO PARADISO
  15. 15. Tasse di iscrizione: Italia 3° su 15 nazioni europee % di studenti che ricevono sussidi: Italia 13° su 15 nazioni europee
  16. 16. 2. Risultati
  17. 17. Risultati: ricerca scientifica Che ruolo ha l’Italia nel panorama della ricerca mondiale?
  18. 18. ... l’università italiana non ha un ruolo significativo nel panorama della ricerca mondiale Roberto Perotti, L’Università truccata, Einaudi 2008
  19. 19. Classifiche: va proprio così male? • Nel mondo ci sono 10.000-20.000 Università – 20.000 secondo http://www.webometrics.info/en/node/36 – 17.000 secondo http://www.whed-online.com/ – 11.000 secondo http://www.4icu.org/ • Classifiche: di norma selezionano le prime 500 (classifica di Leiden: prime 250) • Non tengono conto delle risorse • Entrare in classifica significa essere nel “top 5%” • Idea: confrontare le nazioni in base alla % di atenei che entrano in questi “top performers”
  20. 20. % di Atenei che entrano nei “top performers” CLASSIFICA: Fonte dei dati: “Malata e denigrata : l’universita italiana a confronto con l’Europa” (a cura di M. Regini, Roma, Donzelli 2009)
  21. 21. Classifiche degli atenei: valore scientifico assai dubbio. Come si può misurare il peso di una nazione nel panorama scientifico internazionale? Contando gli articoli scientifici che produce e le citazioni che questi ottengono
  22. 22. Italia: 7° per citazioni
  23. 23. Italia: 8° per articoli scientifici
  24. 24. Italia: produzione di articoli scientifici 1996-2010
  25. 25. Italy: scientific documents % Western Europe % World
  26. 26. Ma come fanno questi italiani a produrre così tanta ricerca con così poche risorse? OCTOBER 2009
  27. 27. Risultati: laureati L’Italia non cresce, le imprese non fanno ricerca e perdono terreno nei settori hi-tech: che fare?
  28. 28. Giavazzi: Siamo sicuri che questo paese davvero abbia bisogno di più laureati? (28-11-2012 Lavoce.info)
  29. 29. De Rita: “le università italiane sono cresciute troppo”, troppi ingegneri, “non abbiamo bisogno di geni”
  30. 30. http://ricercatorialberi.blogspot.com 31
  31. 31. Troppi laureati? Quale % della popolazione di età 25-34 anni ha un titolo di studio universitario?
  32. 32. % della popolazione nella fascia 25-34 anni con titolo universitario: l’Italia è 34° su 37 (Italia: 21%, media OCSE: 38%)
  33. 33. 3. Efficienza
  34. 34. Efficienza: spesa per studente Spendiamo di più o di meno delle altre nazioni?
  35. 35. la spesa italiana per studente equivalente a tempo pieno diventa 16.027 dollari PPP, la più alta del mondo dopo Usa, Svizzera e Svezia Roberto Perotti, L’università truccata La fonte è Perotti che però “ritocca” il dato l’OCSE ...
  36. 36. DATO OCSE
  37. 37. ... et voilà! DATO PEROTTI DATO OCSE
  38. 38. Perché viene corretto solo il dato italiano? Questo è un Paese incapace di mantenere i tempi, è un Paese sempre in ritardo. Il baco è la scuola: è l’unico Paese al mondo dove esistono i fuoricorso Francesco Profumo (Ministro MIUR) 24-4-2012
  39. 39. In realtà, il problema è mondiale: Vediamo la situazione negli USA (fonte: U.S. Department of Education, National Center for Education Statistics)
  40. 40. Cosa dice veramente l’OCSE? Per i confronti usa la spesa cumulativa per studente perché tiene conto delle diverse durate degli studi (e anche dei fuoricorso) Perotti dimentica di citare il dato OCSE secondo il quale ...
  41. 41. Spesa cumulativa per studente lungo tutto il corso degli studi: l’Italia è 16° su 25 16°
  42. 42. Efficienza: ricerca scientifica Cosa spendiamo per ogni articolo scientifico e per ogni citazione ottenuta?
  43. 43. Efficienza: Italia batte Germania, Francia e Giappone
  44. 44. 4. Conclusioni
  45. 45. Programmi per il futuro (1/3): serie A o serie B? Noi siamo un paese che ha limiti e bisogna prendere atto di questi limiti. Non possiamo assolutamente più pensare di essere un paese di serie A in tanti settori perché le ricerche sono condotte con mezzi che non possiamo permetterci.” Guido Possa (PDL) – Radio3, 22 Febbraio 2011
  46. 46. Programmi per il futuro (2/3): puntare sul turismo? Ci sono un miliardo e quattro di cinesi e un miliardo di indiani che vogliono vedere Roma, Firenze e Venezia ... L’Italia non ha un futuro nelle biotecnologie perché purtroppo le nostre università non sono al livello, però ha un futuro enorme nel turismo Luigi Zingales (Fermare il Declino), 15 novembre 2012, Servizio Pubblico
  47. 47. Programmi per il futuro (3/3): È ora di cambiare medici e cambiare ricette
  48. 48. Links OCSE Education at a Glance 2012 http://www.oecd.org/edu/eag2012.htm SCImago Journal & Country Rank http://www.scimagojr.com/ CERIS-CNR: Scienza e Tecnologia in Cifre http://www.cnr.it/sitocnr/IlCNR/Datiestatistiche/ScienzaTecnologia_cifre.html
  49. 49. Fonte: “Malata e Denigrata” a cura di M. Regini, Donzelli 2009
  50. 50. L’Italia nelle classifiche degli atenei •Buon livello medio degli atenei italiani: • • • • • Times QS: 18% nei top 500 (UK: 36%) Shanghai: 28% nei top 500 (UK: 43%) Taiwan: 37% nei top 500 (UK: 32%) Leiden: 40% nei top 250 (UK: 32%) (questa classifica tiene conto delle dimensioni) SCImago: quasi tutti nei top 2.800 •Punti di forza: ricerca e reputazione scientifica •Debolezze legate anche alle poche risorse: • • basso rapporto docenti/studenti scarsa internazionalizzazione di docenti e studenti

×