e-Commerce: come progettare e costruire un canale di vendita online e come gestirlo

1,384 views

Published on

Seminario presso Forema Formazione per lo sviluppo dell'Impresa Confindustria di Padova 25 ottobre 2012

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,384
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
49
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • ecco quindi un riassunto di quello che ho cercato di trasmettervi. E' vero non vi ho parlato di interfaccie, di programmi, di quello che è meglio o peggio, magento contro prestashop mi appassiona poco. Perché è qui che ci sono le cose che contano. Il design, le interfaccie, gli strumenti, sono appunto quello che sono, strumenti, oggetti. Quello che fa davvero la differenza è come si arriva ad determinare che quello è lo strumento giusto ed adatto alla bisogna.
  • e-Commerce: come progettare e costruire un canale di vendita online e come gestirlo

    1. 1. E-CommercePROGETTARE E REALIZZARE UN NEGOZIO ONLINE DI SUCCESSOD.Vietri G.Cappellotto Hoepli
    2. 2. 1 – Scenario di riferimento
    3. 3. In altri termini9500 milioni euro vendite online B2C 20121045 milioni euro vendite abbigliamento732 milioni di euro venduti dai TOP 20303 milioni di euro venduti da MIGLIAIA di siti.IMPORT abbigliamento supera EXPORTPure Players molto forti.
    4. 4. 1 – Scenario di riferimento - mobile
    5. 5. 1 – Scenario di riferimento - UK79% dei negozi e 64% dei WD (wholesale department) hanno un ecommerce.Il 25% dellincasso arriva da e-commerce.Il 93% dei retailers con un ecommerce si aspettano un aumento di vendite e guadagniEntro 12 mesi il 56% dei WD venderanno online direttamente ai consumatori.Il 76% dei WD pensano che sbagliare sullecommerce faccia fallire la loro azienda.
    6. 6. 1 – Scenario di riferimento - UK 73% dei negozi e 52% dei WD (wholesale department) hanno un ecommerce ottimizzato per il mobile. Il 52% dei retailers e dei WD vedono lm-commerce dei concorrenti come una minaccia. Il 79% dei retailers promuove le vendite via social network. Il 65% dei retailers ed il 56% dei WD vede un aumento delle vendite sui social networksFonte Netsuite
    7. 7. retailersvendite
    8. 8. 1 Disponibilità della merce immediata per il canale di vendita. CONDIZIONI MINIME Nessuna base2 Magazzino fisico esistente casuale3 Gestione del canale di vendita molto puntuale. Ipotesi Investimenti e verifiche adeguati Base dei dati solida4 Integrazione dei processi aziendali e di vendita5 Strumenti di marketing integrati.
    9. 9. PLANNING Progetta Verifica Costruisci un sistema integrato Carrello di vendita Strumenti di gestione Strumenti di integrazione Strumenti di marketing Analisi
    10. 10. COSA SERVE: DATI DEL CLIENTEComprende acquisti e cronologia di navigazione,cronologia degli ordini, preferenze e-mail di rispostae storia della comunicazione,informazioni personalie informazioni di pagamento.E molto utile avere i dati dei carrelli aperti oabbandonati
    11. 11. COSA SERVE: Dati del prodotto Dovrebbe comprendere tutti i contenuti diprodotto, le informazioni sui fornitori, i costi deiprodotti, le informazioni sui prezzi, i livelli di sconto,le informazioni di imballaggio, le vendite deiprodotti e la storia di acquisto, i livelli delle scorte, ipunti di riordino, i livelli di stoccaggio, gli obiettividei canali di vendita.Qualsiasi cosa rilevante per lacquisto e la venditadel prodotto dovrebbe essere in questo database.
    12. 12. COSA SERVE: Dati finanziariQuesto è un aspetto un po sfocato. Le storie delfornitore e gli acquisti possono essere memorizzatenel sistema finanziario piuttosto che nei sistemi diprodotto o nel carrello della spesa. Allo stesso modo la storia della vendita: può starenel CRM, in relazione con il cliente e non essereperfettamente sincronizzata.Indipendentemente da ciò, i dati finanziariincludono i numeri di vendita, le spese difunzionamento, le informazioni sui salari, ed il pianodei conti.
    13. 13. Quali sono i problemiSe si dispone di database separati per lemailmarketing, per il controllo del magazzino, lagestione degli ordini, o altre applicazioni, èprobabile che ci siano problemi di fronte a sfide consistemi che comunicano tra loro.Inoltre, se si inviano i feed di dati ai marketplaces, aicomparatori di prezzo, o alle piattaforme diannunci, si corre il rischio di essere fuori sincroniacon linventario prodotto o in conflitto con lavalutazione su altre piattaforme.
    14. 14. 5 processi comuni che un sistema integrato deve sostenereRapporti con i clienti. Nome, indirizzo, storia dellordine.Marketing. Ad feed, e-mail, social media, analisi.Gestione del prodotto. Dati Fornitore, scheda tecnica, controllo del magazzino.Fulfillment. Prelievo e confezionamento ordini, gestione del magazzino.Contabilità e finanza. Vendite, acquisti, spese, paghe, budgeting, reporting.
    15. 15. Come si fa un progetto
    16. 16. Analisi preliminareQual è il budget? Essere realistici su ciò che si può permettere. Il budget deve rimanere flessibile. Ci possono essere efficienza e miglioramenti dei costi da un nuovo sistema. Capire i vincoli generali. Identificare investimento iniziale per lacquisto del software o anche soluzioni SaaS. Spese per la manutenzione del software e assistenza clienti. Identificare la formazione, lo sviluppo, la migrazione dei dati, la personalizzazione e collaudo.
    17. 17. Costruire un documento con requisiti dettagliatiServe per capire come migliorare le schede prodottoed il SEO on site Merchandising. Quali caratteristiche sono importanti per lesposizione dei prodotti, le promozioni, la navigazione e la ricerca? Catalogo della merce e dei contenuti. Quanti dati hai bisogno di memorizzare per gli articoli? E la stessa quantità in tutti i canali di vendita? Tutte le voci dettagliate e di produzione e le informazioni sulla catena di fornitura su ciascun articolo? Sito web design e funzionalità di sviluppo. Modelli, personalizzazione, lingua, piattaforma, ottimizzazione nei motori di ricerca.
    18. 18. Costruire un documento con requisiti dettagliatiServe per capire come gestire al meglio il cliente che compera. Gestione del cliente. Come gestire i dati dei clienti, lacquisto, la storia, le informazioni finanziarie? Vuoi prendere ordini telefonici? Vuoi un servizio di mail marketing? Marketing. Gestione dei social media, degli utenti di posta elettronica, capacità di gestione degli annunci. Finanza. Quanto strettamente integrato è questo sistema? Cè un riepilogo delle entrate? Abbiamo la storia dettagliata da parte del cliente? Come sono le informazioni di inventario? E conservato qui o nel sistema di gestione del prodotto?
    19. 19. Costruire un documento con requisiti dettagliati Serve per capire come migliorare i processi aziendali Gestione degli ordini. Come modificare gli ordini, gestire la cronologia degli ordini, gestire il processo di realizzazione, stampare etichette di spedizione, la gestione delle spedizioni, gli ordini multipli. Supply chain management. Come si gestiscono le informazioni del fornitore e la storia. Inventario dei punti di riordino. Costruire a ritroso la storia dei prodotti. Scalabilità. Definire i requisiti di picco e piani di crescita.
    20. 20. Tempi e mezzi Un progetto simile non si improvvisa. Ha bisogno di diversi mesi di lavoro. Lultima cosa che conta è la grafica e laspetto del sito. Si può cominciare adesso un lavoro di ricerca e di composizione della struttura. Si comincia con la stesura dei documenti e la scelta dei possibili fornitori di soluzione.I mezzi sono negli economics.
    21. 21. ZMOT - ZERO MOMENT OF TRUTH Tutto comincia con una ricerca online SMOT Esperienza di acquisto Esperienza del ZMOT cliente Vincere nella ricerca, sui motori, nei social, rating, feedback FMOT Stimolo Scaffale online ed Lesperienza di shopping è cambiata offline offline ed online.
    22. 22. Riassunto – segui questi passi ed il design del sito e le sue strutture saranno coerenti con i tuoi obiettivi. ANALISI DEL ANALISI DELLA PROPOSIZIONE ZMOT E Text here MERCATO CONCORRENZA UNICA DI PRESENZA VALORE UBIQUA ONLINEGoal !Quando cè una WEB DESIGN STRATEGIE CONSIGLIObuona esperienza E STRUTTURE DI MARKETING STRATEGICOcliente COERENTI COERENTI
    23. 23. E-CommercePROGETTARE E REALIZZARE UN NEGOZIO ONLINE DI SUCCESSOD.Vietri G.Cappellotto Hoepli
    24. 24. Per rimanere in contatto GiovanniCappellott www.giovannicappellotto.it o CONTATTI Email: giovanni@giovannicappellotto.it Facebook.com/giocappellotto Twitter.com/giocappellotto http://www.linkedin.com/in/giovannicappellotto

    ×