L'utilizzo dei nuovi media nella ricerca del lavoro

1,432 views

Published on

Presentazione dell'incontro all'INformagiovani di Alessandria (7 febbraio 2012).
Suggerimenti e consigli per usare il web al meglio per cercare lavoro.

Published in: Career
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,432
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
43
Actions
Shares
0
Downloads
21
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'utilizzo dei nuovi media nella ricerca del lavoro

  1. 1. L’utilizzo dei nuovi media per la ricerca del lavoro Giulia Devani 7 febbraio 2012, Alessandria
  2. 2. IL WEB PER IL LAVORO <ul><li>Secondo il 45° Rapporto sulla situazione sociale del Paese del Censis la ricerca di lavoro sul Web interessa il 12,3% degli utenti italiani, percentuale che sale al 26,8% tra i giovani (14-29 anni) e al 41% se si considerano i soli disoccupati, attestandosi come 4° attività per rilevanza che i giovani svolgono online. </li></ul>
  3. 3. <ul><li>I recruiters guardano i profili social dei candidati </li></ul><ul><li>Attenti a cosa pubblicate e a cosa gli altri pubblicano di voi </li></ul>
  4. 4. Il più usato (21.000.000 in Italia) e anche il più visitato. Attenzione a cosa pubblicate e soprattutto a cosa pubblicano gli altri. Imparare a usare le IMPOSTAZIONI della PRIVACY soprattutto nella nuova versione con TIMELINE
  5. 8. Possibilità di rimuovere i post sul diario
  6. 9. CHI SEGUIRE? <ul><li>Non limitatevi a seguire amici o brand che amate. </li></ul><ul><li>Cercate pagine e gruppi che possono esservi utili </li></ul>
  7. 10. CV alternativi http://cvgram.me/giulia.devani
  8. 11. REGOLE GENERALI <ul><li>Tenere il proprio profilo aggiornato con esperienze professionali e con le varie qualifiche (lingue, computer, corsi vari) </li></ul><ul><li>Se siete, ad esempio, grafici fate che il vostro portfolio sia facilmente visitabile </li></ul><ul><li>Usare anche noi i sn per conoscere meglio le aziende che ci chiamano per un colloquio o anche solo prima di mandare un CV </li></ul>
  9. 12. LINKEDIN <ul><li>Utenti : nel mondo sono stati raggiunti i 147.000.000 in Italia sono circa 2.800.000 (concentrati tra Milano e Roma, il 60% degli utenti ha tra i 25 e i 55 anni, fascia lavorativa medio-alta). </li></ul><ul><li>Oltre il 44% degli utenti di LinkedIn lavora in imprese con più di 10.000 dipendenti . </li></ul><ul><li>Le industrie con la più alta concentrazione di iscritti a livello mondiale sono High Tech (14,3%), Finanza (12,4%) e produzione (10,1%), mentre le industrie con bassa concentrazione sono i Servizi (2,3%), Legali (1,9%) e l’agricoltura (0,5%). </li></ul><ul><li>Molti imprenditori (10,8%), venditori (9,5%), e operatori (8,3%) mentre meno sono le figure che si occupano di acquisti (0,7%), pochi Product Manager (0,7%) e dei servizi militari e di protezione ( 0,6%). </li></ul><ul><li>Il 39% degli iscritti è un Manager, Direttore, Proprietario, Amministratore Delegato o Vice Presidente di un’ azienda . </li></ul>
  10. 13. PROFILO Foto professionale e chiara Biografia essenziale ed efficace Importanti le segnalazioni di colleghi o ex colleghi.
  11. 14. Cosa inserire? Stile sintetico ed efficace. Specchietto delle allodole Evitare esperienze superflue per il nostro percorso
  12. 15. <ul><li>http://resume.linkedinlabs.com/ </li></ul><ul><li>Potete usare questo link per creare un pdf </li></ul><ul><li>direttamente dal profilo linkedin. </li></ul><ul><li>Molto utile per avere un CV ben </li></ul><ul><li>organizzato. </li></ul>
  13. 16. I contatti Conosciuti (colleghi, compagni di scuola/università, amici) e nuovi, affini a noi per interessi. Linkedin è sempre pronto a suggerire nuovi contatti e molto spesso si tratta di segnalazioni valide da ascoltare. Per il galateo dell’invito: http://www.youtube.com/watch?v=IlHJ_5bEftk .
  14. 17. I gruppi Il modo migliore per cercare persone affini a noi Partecipare, condividere e lanciarne di nuove Rimanere aggiornati. Fare networking.
  15. 18. Gestire i gruppi La ricezione degli aggiornamenti è fondamentale. Non necessariamente daily
  16. 19. Viadeo – sn local 35.000.000 in tutto il mondo 1.000.000 in Italia Offerte calibrate sul locale
  17. 20. DIFFERENZE CON LINKEDIN <ul><li>Puoi contattare anche chi non conosci </li></ul><ul><li>Per vedere chi ha visitato il tuo profilo devi sottoscrivere un abbonamento premium </li></ul><ul><li>L’iscrizione agli hub (l’equivalente dei gruppi) chiusi vanno accompagnati da una motivazione </li></ul><ul><li>Oltre agli hub ci sono le community </li></ul><ul><li>Spazi appositi per le offerte di lavoro dei recruiters </li></ul><ul><li>Si possono aggiungere applicazioni </li></ul><ul><li>Gli annunci sono di qualsiasi tipo (anche affittasi, vendesi, per esempio) </li></ul><ul><li>Le ricerche sono LOCALIZZABILI (per regioni, ma anche per provincia) </li></ul>
  18. 21. Twago – piattaforma per freelance <ul><li>Nasce in Germania come piattaforma d’intermediazione tra aziende e professionisti (o piccole aziende) nel campo della comunicazione intesa in senso lato. In pochi mesi si è allargato ad altri Paesi europei. </li></ul><ul><li>110.000 professionisti in tutta Europa. Pubblicati più di 4.000 progetti, in Italia più di 100/mese. Tutto per 4.000.000 €. </li></ul><ul><li>Il cliente pubblica il progetto, Twago manda mail a tutti quelli con le caratteristiche chieste, ognuno fa una propria offerta. La commissione viene pagata dal freelance dopo che vince un progetto. </li></ul><ul><li>Il cliente ha sempre la possibilità di offrire un feedback sul fornitore su diversi aspetti. </li></ul><ul><li>Servizi aggiuntivi: sicurezza nei pagamenti, il denaro del cliente resta su un conto fiduciario della piattaforma fino a quando il lavoro non è concluso per entrambi. </li></ul>

×