P2P: not only file sharing

1,016 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,016
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
34
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

P2P: not only file sharing

  1. 1. Peer to Peer non solo file sharing <ul><li>Gruppo M3: </li></ul><ul><li>Dagostino Cesare </li></ul><ul><li>Fava Marta </li></ul><ul><li>Lucchetta Massimiliano </li></ul>Reti e Sistemi Informativi – Anno Accademico 2008/2009
  2. 2. Indice <ul><li>Prima Parte: il Peer to Peer in generale </li></ul><ul><li>P2P: definizione </li></ul><ul><li>Curiosità </li></ul><ul><li>Punti di forza e di debolezza </li></ul><ul><li>Il Free Riding </li></ul><ul><li>Seconda Parte: classificazione del Peer to Peer </li></ul><ul><li>P2P: operazioni fondamentali </li></ul><ul><li>P2P centralizzati </li></ul><ul><li>P2P puri </li></ul><ul><li>P2P ibridi </li></ul><ul><li>Una classificazione in base alla locazione delle risorse </li></ul><ul><li>Terza Parte: il Peer to Peer in azienda </li></ul><ul><li>Il P2P in azienda </li></ul><ul><li>Punti di forza e di debolezza </li></ul><ul><li>Soluzioni P2P per l’azienda </li></ul>
  3. 3. <ul><li>Con nodi che fungono sia da client che da server (scambio reciproco di risorse). </li></ul><ul><li>Il p2p non è solo file sharing: </li></ul>computing, gaming, group collaboration, platform, writable web commerce, communication, distributed search, distributed P2P: definizione Rete di computer o qualsiasi rete: <ul><li>Senza un indirizzo IP permanente </li></ul><ul><li>Senza delay dovuti ad intermediari </li></ul><ul><li>Con nodi autonomi e indipendenti </li></ul>
  4. 4. Curiosità Lo scopo iniziale era quindi di creare una rete decentralizzata e sicura per le comunicazioni istituzionali e militari. L’Internet originale (Arphanet) era stata concepita come un sistema Peer-to-Peer
  5. 5. Punti di forza <ul><li>Edge </li></ul><ul><li>Fast delivery </li></ul><ul><li>Free bandwidth </li></ul><ul><li>Cost saving </li></ul><ul><li>No centralized control </li></ul><ul><li>Scalability </li></ul><ul><li>Fault tolerance </li></ul><ul><li>Privacy </li></ul>Punti di debolezza <ul><li>No garanzia disponibilità contenuti </li></ul><ul><li>Violazione Copyright </li></ul><ul><li>Mancanza std protocolli </li></ul><ul><li>Propagazione dati malevoli </li></ul><ul><li>Attacco hacker al sistema </li></ul>
  6. 6. <ul><li>CacheLogic: solo l’1% degli utenti decide di condividere ciò che ha scaricato. </li></ul><ul><li>Conseguenze: prestazioni rete </li></ul><ul><li>vulnerabilità nodi che contribuiscono di più (da un punto di vista penale, attacchi spamming, potenziale perdita privacy) </li></ul>Free Riding causato dalla possibilità di entrare ed uscire dall’infrastruttura
  7. 7. <ul><li>BOOT : Permette la connessione alla overlay </li></ul><ul><li>network (scambio messaggi di controllo, </li></ul><ul><li>no scambio dati, TCP) </li></ul><ul><li>LOOKUP : Permette al peer di reperire l’host di una </li></ul><ul><li>determinata risorsa </li></ul><ul><li>TRASFERIMENTO : Permette il trasferimento delle </li></ul><ul><li>risorse tra due peer, comunicazione HTTP. </li></ul>P2P: Operazioni Fondamentali (file sharing ma non solo) Una classificazione in base ai Lookup: <ul><li>P2P CENTRALIZZATI : </li></ul>Directory centralizzata (Es. Napster, MSN) <ul><li>P2P IBRIDI: </li></ul>Directory semicentralizzata Ricerca flood-based limitata (TTL) (Es. Gnutella 0.6) <ul><li>P2P PURI: </li></ul>Ricerca flood-based limitata (TTL) (Es. Gnutella 0.4)
  8. 8. P2P CENTRALIZZATI (non strutturati) <ul><li>Un nodo centralizzato (directory server) possiede il mapping risorse-peer (index), e fornisce un servizio di discovery dei peer (boot) e di lookup delle risorse. </li></ul><ul><li>Connessioni TCP all’interno della overlay network </li></ul><ul><li>Connessioni HTTP per il trasferimento del file </li></ul><ul><li>Il servizio di indicizzazione è deterministico </li></ul><ul><li>Il tempo di discovery è inferiore rispetto i sistemi puri </li></ul><ul><li>A single point of failure </li></ul><ul><li>Collo di bottiglia costituito dal server centrale ( bassa scalabilità) </li></ul>
  9. 9. P2P IBRIDI (non strutturati) <ul><li>definizione dinamica di un livello gerarchico nella rete: leaf node e super peer. </li></ul><ul><li>I super peer indicizzano le risorse dei leaf node ( table routing ) </li></ul><ul><li>I leafnode inviano le query ai super peer </li></ul><ul><li>I super peer utilizzano il flooding per inviare le query ad altri super peer (TTL) </li></ul><ul><li>Il boot avviene out-of-band (web server) </li></ul><ul><li>Il tempo di discovery è inferiore rispetto ai sistemi puri </li></ul><ul><li>Fault tolerant </li></ul><ul><li>Bassa scalabilità </li></ul><ul><li>Il servizio non è deterministico </li></ul>
  10. 10. P2P PURI (non strutturati) <ul><li>Approccio completamente distribuito per localizzare le risorse (flood based) </li></ul><ul><li>Connessioni TCP all’interno della overlay network </li></ul><ul><li>Connessioni HTTP per il trasferimento del file </li></ul><ul><li>non vi sono entità di livello gerarchico superiore </li></ul><ul><li>Il boot avviene out-of-band (web server) </li></ul><ul><li>Fault tolerant </li></ul><ul><li>Bassa scalabilità </li></ul><ul><li>Alto tempo di discovery </li></ul><ul><li>Il servizio non è deterministico </li></ul>
  11. 11. Una classificazione in base alla locazione delle risorse <ul><li>La locazione delle risorse è legata alla topologia della rete </li></ul><ul><li>Esiste un legame identificativo di una risorsa e l’indirizzo del peer che possiede tale risorsa </li></ul><ul><li>Struttura di rete ordinata le ricerche sono meno complesse </li></ul><ul><li>Sistema di lookup: Distributed hash table </li></ul><ul><li>Ricerche mirate </li></ul><ul><li>Servizio deterministico </li></ul><ul><li>Fault tolerant </li></ul><ul><li>Il sistema è scalabile </li></ul><ul><li>Localizza meglio le risorse rare </li></ul><ul><li>Es.Chord, CAN, Tapestry… </li></ul>Strutturati
  12. 12. Non Strutturati <ul><li>La locazione delle risorse non è legata alla topologia della rete </li></ul><ul><li>Ogni peer pubblica le risorse autonomamente. </li></ul><ul><li>Nessun criterio di collocazione delle risorse. </li></ul><ul><li>Struttura di rete disordinata le ricerche sono complesse </li></ul><ul><li>Sistemi di lookup: centralizzata, flood </li></ul><ul><li>Il servizio non è sempre deterministico </li></ul><ul><li>Il servizio non è sempre fault tolerant </li></ul><ul><li>Bassa scalabilità </li></ul><ul><li>Localizza male le risorse rare </li></ul><ul><li>Es.Napster, Gnutella 0.4, Gnutella 0.6 </li></ul>
  13. 13. Il p2p in azienda Il P2P non è solo un modello universale per lo scambio di files bensì apre nuovi scenari di business. <ul><li>P2P come supporto alle attività aziendali: - File sharing and searching - Instant Messanging - Applicazioni collaborative - Customer Relationship Management </li></ul>
  14. 14. File Sharing <ul><li>Distribuzione degli aggiornamenti software all’interno di una LAN. </li></ul><ul><li>Condivisione di documenti, files, archivi </li></ul>Instant Messanging e Applicazioni Collaborative <ul><li>Comunicazione di utenti distribuiti in diverse aree geografiche </li></ul><ul><li>Chat evolute, forum, blog, wiki, cobrowsing, document rewiew… </li></ul>Customer Relationship Management <ul><li>Interazioni multidimensionali </li></ul>customer-to-company company-to-costumer costumer-to-costumer
  15. 15. Punti di forza <ul><li>Incremento della produttività </li></ul><ul><li>Riduzione del tempo </li></ul><ul><li>Riduzione del traffico di rete </li></ul><ul><li>Diminuzione delle esigenze di storage </li></ul><ul><li>Diminuzione dei costi dovuti all’erogazione di prodotti/servizi (acquisto self service) </li></ul><ul><li>Feedback da parte dei consumatori </li></ul><ul><li>Costo di implementazione del P2P </li></ul><ul><li>Problemi di sicurezza </li></ul><ul><li>Problemi di controllo della </li></ul><ul><li>prestazione personale </li></ul>Punti di debolezza
  16. 16. Soluzioni P2P per l’azienda <ul><li>JXTA: protocolli per funzioni base di P2P networking. </li></ul><ul><li>permette a qualsiasi dispositivo collegato alla rete di comunicare. Funziona con qualsiasi linguaggio, SO, hardware e protocollo di trasporto. </li></ul><ul><li>A2net: instant messanging, file searching & </li></ul><ul><li>sharing, applicazioni collaborative </li></ul><ul><li>maggior grado di sicurezza tramite crittografia dei </li></ul><ul><li>messaggi in transito e l’uso di meta-server controllati </li></ul><ul><li>dagli amministratori </li></ul><ul><li>Altavista: sistema di ricerca aziendale </li></ul><ul><li>ogni utente sulla rete può accedere a tutte le </li></ul><ul><li>informazioni in essa presenti. </li></ul>

×