Farsi in quattro n 1 dicembre 2009

351 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
351
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Farsi in quattro n 1 dicembre 2009

  1. 1. Q PER F in arsi PERCHÉ «FARSI IN QUATTRO»? ZONA QUATTRO uesto che vi apprestate a leggere è il primo numero del giornale,o meglio della newsletter come oggi esprimere compiutamente. È uno strumento rivolto agli iscritti, agli elettori, ai simpatizzanti del Partito 4 farsin4@gmail.com prima concreta iniziativa per mante- nere vivo il rapporto con tutti voi che, ancora una volta, ci avete dato unsi chiama, quale strumento di infor- Democratico. grande segnale di sostegno all’inizia-mazione su quanto avviene nella Zo- A chi ha voluto lasciarci la sua e-mail tiva politica.na Quattro della città, sui problemi durante le consultazioni di questi ul- Termino con l’invito a far circolaredel territorio e sulle posizioni e ini- timi anni: dalle primarie per Prodi o questa newsletter tra amici e cono-ziative che il nostro partito intende Veltroni, piuttosto che queste ultime scenti, e ad inviare a questa e-mailassumere e che il titolo “Farsi in del 25 ottobre per l’elezione del se- (farsin4@gmail.com) indirizzi di per-quattro per Zona Quattro”, ci pare gretario del PD. Ci pare, dunque, una sone che volessero riceverla. UNA BELLA GIORNATA! Q UANDO qualche minuto prima delle sette del mattino, mentre si stavano insediando i seggi elettorali, si sono presentati alcuni elettori che chie- devano di votare, abbiamo pensato che sarebbe stata una bella giornata. E così è stata. Nei seggi allestiti dai cinque Cir- coli della zona 4 hanno votato comples- sivamente 7.602 elettori. Una parteci- pazione davvero straordinaria che si è manifestata in tutte le zone della città, dove si è registrato un numero di votanti superiore a quello delle precedenti pri- marie. La stima prudenziale di 1.5 – 2 milioni di votanti a livello nazionale è stata largamente superata dal dato defi- nitivo che si assesta ad oltre 3.1 milioni. Si tratta di un fenomeno che non trova riscontro in altri Paesi ed al quale in tutta Europa ora si guarda con grande inte- Argomenti trattati in questo numero: resse. La partecipazione di un numero PERCHÉ FARSI IN QUATTRO così elevato di elettori ad una votazione LE PRIMARIE DI OTTOBRE primaria di Partito contiene in se almeno PARCHEGGI E SICUREZZA IN VIALE UNGHERIA i cittadini si mobilitano due significati. Il primo è che si mani- PONTE LAMBRO contratto di quartiere festa un’estesa volontà di concorrere a LAMPIONI SINISTRI determinare le scelte politiche più signi- DEMOCRATICI IN MOVIMENTO ficative, come quella del Segretario Na- PORTA VITTORIA? zionale, tradizionalmente riservata ai LA MATERNA DI VIA ZAMA delegati al Congresso Nazionale. Il se- METROPOLITANA 4 condo sta nella volontà di manifestare non solo il proprio sostegno ed incorag- Hanno collaborato a questo numero: giamento al Partito Democratico ed al Claudio DE BIAGGI (responsabile e coordinatore redazionale); Sergio POGGIO; Marco CORMIO; Paolo COVA; Carlotta e Massimo LIGUORI; Enrico MATTIOLI; Marina TASSARA, Marino COMINELLI. (continua alla pagina seguente) NOTIZIE A CURA DEL PARTITO DEMOCRATICO DELLA ZONA 4 1
  2. 2. UNA BELLA GIORNATA! dei parlamentari. Pier Luigi Bersani è tobre. Le primarie ci hanno consegnato stato eletto Segretario del Partito De- un Partito Democratico più forte, nelsuo progetto, ma anche di esprimere una mocratico con il 53.23% dei voti. I ri- quale tutti insieme lavoreremo per “co-viva preoccupazione sul futuro del nostro sultati hanno evidenziato una sintonia struire il Partito e costruire l’alternativa”.Paese. Con la deriva, che aleggia, di un tra il voto degli iscritti e degli elettori Esprimo per questo, a nome dei Circoliprogressivo scivolamento verso una de- delle primarie, essendosi confermato, della zona 4 un sentito ringraziamentomocrazia senza democrazia, queste pri- con qualche aggiustamento favorevole agli elettori, li abbiamo sentiti vicini edmarie portano con se un significato che a Bersani, il risultato ottenuto nelle vo- abbiamo condiviso con loro il desiderionon potrà essere ignorato anche dalle tazioni riservate agli iscritti. La dichia- di possibili prospettive per la nostra de-altre forze politiche. Appare sotto questo razione, rilasciata a caldo, dal nuovo Se- mocrazia ed il Paese.profilo, ad esempio, sempre più strin- gretario, “dentro la vittoria di tutti vi è Sergio Poggiogente l’approvazione di una legge elet- anche la mia”, fotografa la soddisfazione Coordinatore PD di Zona 4torale che riconsegni ai cittadini la scelta che abbiamo provato la sera del 25 ot- Parcheggi in viale Ungheria: Edoardo Croci di intervenire per affron- tare nella miglior maniera possibile que- sta delicata situazione che ha colpito la UN MIRAGGIO! zona Ungheria/Bonfadini. Purtroppo sino ad oggi gli assessori nonI L 31 AGOSTO scorso, il parcheggio pubblico posto in prossimità dell’in-crocio tra il viale Ungheria e la via Sa- tutto il comparto, anche se a tutt’oggi nulla è ancora stato consegnato agli uffici comunali competenti. hanno ancora dato alcuna risposta e si sono finora sottratti al confronto con i cittadini più attivi che hanno cominciatolomone, è stato chiuso da una recinzione Le conseguenze di tale decisione sono a mobilitarsi per ottenere risposte.e da un sbarra che impedisce l’accesso costituite dalla pesantissima diminuzione Difatti alcuni volonterosi hanno promossoagli autoveicoli. dei posti auto in una zona in cui la mag- una raccolta di firme che sta circolandoQuesta decisione è stata presa dal privato gior parte degli stabili di edilizia popo- in molti caseggiati del quartiere, per chie-che ha acquisito tutta l’area del Demanio lare non dispone di box pertinenziali. dere al comune risposte non solo su que-dello Stato che si estende dalla metà cir- I residenti sono ormai esasperati perché sto gravissimo problema, ma anche unca della via Salomone verso la via Bon- trovare parcheggio è diventata un im- ragionamento più complessivo che af-fadini, comprendendo anche i terreni su presa, e il rischio di incorrere in pesanti fronti i problemi del traffico e della via-cui sorge la ex caserma dell’aeronautica contravvenzioni molto elevato. bilità in tutta la zona. L’obiettivo primariomilitare. I consiglieri del PD in Comune e Pro- è ottenere l’apertura di un tavolo di lavoroCertamente dato il volume acquisito ver- vincia, Marco Cormio e Paolo Cova, con i settori competenti del comune nelrà probabilmente presentato un progetto hanno subito chiesto agli assessori al- più breve tempo possibile. Il Circolo deldi urbanizzazione e valorizzazione di l’urbanistica Carlo Masseroli e al traffico PD di via Mecenate sta seguendo molto attivamente la questione, e già da questa primavera si riunisce periodicamente presso il centro civico di viale Ungheria e la casetta rossa di via Mondolfo per di- scutere insieme agli abitanti che lo desi- derano sui problemi della zona per ela- borare proposte e suggerimenti da trasferire nelle sedi opportune.. Occorre che l’amministrazione comunale si decida a prendere seriamente in con- siderazione le istanze che vengono da un quartiere sensibilmente invecchiato, sem- pre più privo di servizi e luoghi di aggre- gazione che lo rendano più vivibile, il Circolo PD di via Mecenate e gli eletti ai vari livelli continueranno ad essere a fianco dei cittadini in questa importante opera di valorizzazione e rilancio di una storica periferia della nostra città.L’area parcheggio di via Salomone. Marco Cormio Parcheggi e sicurezza nei quartieri ex zona 13L UNEDI 16 novembre, presso il cen- tro civico di Viale Ungheria, si è te-nuta la riunione di un gruppo di volente-rosi cittadini soprannominati come amici I CITTADINI SI MOBILITANOdel quartiere Ungheria/Bonfadini/Salo- munale Marco Cormio e del consigliere Allordine del giorno: il problema sortomone (amici perché, almeno per ora, non e capogruppo del PD in consiglio di zona in quartiere da agosto in poi con la chiu-si è ancora costituito nessun comitato uf- Paolo Cova, peraltro eletto recentementeficiale) alla presenza del consigliere co- anche in Consiglio Provinciale. (continua alla pagina seguente) 2
  3. 3. I CITTADINI SI MOBILITANO • avvocato MarcoPazzini: Comando di Polizia di zona sono: marco.pazzini@iol.it • La riapertura del parcheggio di Via Sa-sura del parcheggio sito in via Salomone. • oppure allo scrivente Enrico Mattioli: lomone angolo Viale Ungheria.Ciò ha causato notevole disagio per i re- antonellamiccoli@alice.it • la messa in atto di dissuasori di velocitàsidenti che hanno visto la netta riduzione Vi è poi il problema del massiccio tran- su Viale Ungheria e Via Bonfadini.di posti auto a loro disposizione. sito, anche a velocità sostenuta, di mezzi • la posa in opera di opportune segna-Per denunciare tale situazione è partita pesanti In Viale Ungheria e Via Bonfa- lazioni che indichi la presenza di scuo-una raccolta di firme tra i cittadini desti- dini, che causano una costante situazione le e quindi il passaggio di bambini.nata alle autorità competenti, e chi fosse di pericolo per gli abitanti soprattutto in • Una maggior presenza della poliziainteressato può chiedere informazioni: prossimità degli attraversamenti pedonali locale.• Consigliere comunale Marco Cormio adiacenti le scuole. In mancanza di risposte concrete da parte marco.cormio@comune.milano.it Nel concreto, le richieste dei cittadini riu- delle autorità competenti i cittadini si di-• al promotore (a nome del comitato) nitosi rivolte al Sindaco Letizia Moratti, cono pronti a richiamare lattenzione delle della raccolta firme Massimiliano allassessore allo sviluppo del territorio, suddette autorità con altre iniziative. Camilli: massy_camilli@virgilio.it al Consiglio di Zona 4 e al dirigente del Enrico Mattioli PONTE LAMBRO il «Contratto di Quartiere»D ECISAMENTE Ponte Lambro ha cambiato volto, almeno nella parteche riguarda le Vie Parea e Ucelli di Ne- para a mutare aspetto, mentre una nuova rampa permetterà l’accesso anche a di- sabili ed anziani in carrozzella. al seguito, si appresta ormai a compiere i suoi primi 10 anni di vita senza essere attuato, se non per lo spostamento inmi. L’intervento straordinario sugli edi- Di fronte a tante belle novità l’unica pec- altri quartieri di quaranta famiglie, re-fici e le aree pubbliche è stato attuato ca è il famoso progetto di Renzo Piano, sidenti ai numeri civici interessati al pre-utilizzando il “Contratto di Quartiere”, fortemente voluto dalla giunta Albertini visto intervento. Gli appartamenti lasciatiun nuovo strumento di governo del ter- nel lontano anno 2000. Presentato in liberi, murate porte e finestre per evitareritorio finanziato con 30 milioni di euro pompa magna dal sindaco e dall’asses- occupazioni abusive, sono ora una notadal precedente governo Prodi, quando sore Del Debbio, che per l’occasione stonata rispetto l’ambiente circostante.ministro per le infrastrutture era Antonio avevano convocato gli “Stati generali”Di Pietro. Attraverso la Regione, il “Con- della città, con giornalisti e televisioni (continua alla pagina seguente)tratto di Quartiere“ ha consentito al Co-mune di avviare in tempi brevi una ri-qualificazione ambientale notevole chenon ha precedenti.I palazzi di Via Ucelli di Nemi sono statisottoposti a un’accurata manutenzione,compresa una coloritura esterna con va-rie tonalità di giallo che ha fatto piace-volmente dimenticare l’appellativo “casebianche”. Rimessi a nuovo anche l’asiloe la scuola materna, il centro sociale eil mercato comunale.La viabilità è cambiata sacrificando di-versi posti auto, sostituiti da ampi mar-ciapiedi abbelliti da aiuole fiorite. Unpaio di dossi, o meglio di “castellane”sulla Via Ucelli di Nemi, frenano le esu-beranze degli automobilisti poco rispet-tosi dei limiti di velocità. La piazza che La nuova piazza creata in via Parea.si è creata con la nuova pavimentazione,è attrezzata con panchine e lampioni chela rendono vivibile anche la sera. A farda cornice i nuovi palazzi privati sortisull’area dell’ex segheria, che man manovanno riempiendosi di nuovi cittadini.Attraverso lo stesso “Contratto di Quar-tiere” anche il caseggiato dell’Aler diVia Rilke e l’edificio comunale di ViaUcelli di Nemi 58 hanno visto l’inter-vento di manutenzione straordinaria do-po anni di cronica dimenticanza.La parrocchia, per non esser da meno,si è attrezzata con nuove strutture spor-tive, ed ora anche l’edificio della chiesa,oggi ricoperto da teli e ponteggi, si pre- Case Aler soggette al Progetto di Renzo Piano. 3
  4. 4. «IL CONTRATTO DI QUARTIERE» LAMPIONI SINISTRIIl progetto in sé era decisamente ambi-zioso: si parlava di alloggi sociali peranziani, spazi per i giovani e di incuba- N ON TUTTO a Ponte Lambro è rose e fiori. La Via Umiliati, ad esempio, è in condizioni di degrado preoccupanti. lampade appese a un filo teso tra un ca- seggiato e l’altro. Per colmare la misura del pressapochismo, l’A2A ha deciso ditori di impresa e quant’altro potesse gi- A peggiorare la situazione ci si è messa asfaltare il lato sinistro della strada, perrare nella testa dell’architetto genovese. anche la A2A, l’ex Azienda Elettrica Mu- coprire gli scavi effettuati nella posa deiL’attuale giunta del sindaco Moratti ha nicipale, che ha deciso di cambiare il si- cavi elettrici tra un palo e l’altro, lascian-deciso però di bloccarlo e rivederne i stema di illuminazione del quartiere. La do il lato destro così com’era, creandocontenuti ormai da circa un anno. Intanto posa dei nuovi lampioni non è stata cer- un dislivello sulla mezzaria della strada,tutto è fermo, fino a quando non è dato tamente tra le più felici. Sono stati posi- specie in prossimità dei tombini.sapere. zionati sul lato sinistro della carreggiata Ma al peggio non c’è limite: i nuovi lam-L’ambizione, a volte, gioca brutti scher- stradale, di rado sui pochi marciapiedi, pioni posati sul lato sinistro della Via Vit-zi: quello che doveva essere il primo riducendo il poco spazio disponibile per torini illuminano parzialmente la carreg-progetto a partire in realtà sarà l’ultimo. i pedoni e le auto, con i pericoli che ne giata, lasciando al buio il marciapiedi delForse. Meno male che l’intervento del derivano per l’incolumità di entrambi. lato destro (numeri pari) dove ci sono i“Contratto di Quartiere”, ha dato la pos- La cronica mancanza di marciapiedi lun- negozi e transitano i passanti. La dittasibilità di migliorare case e servizi per go l’asse viario avrebbe consigliato di che ha eseguito i lavori non ha nemmenoi cittadini di Ponte Lambro. lasciare il sistema di illuminazione stra- provveduto a rimuovere i lampioni posati Claudio De Biaggi dale così com’era, ovvero attraverso in precedenza, che fra l’altro erano stati riverniciati di recente, creando una giun- gla metallica decisamente poco attraente. I quartieri meglio illuminati offrono una maggiore garanzia di sicurezza per i cit- tadini, ha sempre sostenuto l’assessore Riccardo De Corato, e siamo pienamente d’accordo con lui, ma se questo è il me- todo stiamo freschi. E’ mai possibile che simili esperimenti debbano essere subiti dai cittadini senza che il Comune abbia niente da dire ? C. De Biaggi Quest’area è ancora in carico all’opera- tore ed è ben lungi dall’essere terminata: questo crea dei gravi problemi di sicu- rezza, diventando rifugio per disperati e senza fissa dimora che lì trascorrono la notte e non solo approfittando degliI lampioni di via Umiliati. arbusti cresciti a dismisura e del verde incolto. Il Consiglio di Zona 4 ha votato all’una- PORTA VITTORIA? nimità due mozioni allo scopo di solle- citare l’Amministrazione Comunale a farsi carico della manutenzione del verde. Attendiamo di vedere accolto il volereC REDO CHE ALMENO una volta i cittadini che si trovano a passarenelle vicinanze dell’enorme cantiere e formazione sul tema di questo grande evento oltre ad offrire un respiro inter- nazionale alla nostra metropoli. dei Consiglieri che mai come questa volta coincide con quello dei cittadini che que-aperto, ormai da tempo, nei pressi di Insieme a quest’opera è prevista la rea- sto disagio lo vivono ogni giorno.Porta Vittoria, si siano chiesti come mai lizzazione di una parte commerciale con Il termine dei lavori, infine, consenti-di questo non si veda ancora la fine dei servizi che dovrebbero qualificare la zo- rebbe di poter utilizzare la nuova viabi-lavori. La vita quotidiana ci rimanda na e offrire diverse opportunità ai citta- lità, terminata ma non utilizzabile finouna semplice verità: il Piano Integrato, dini. Anche queste strutture sono ferme alla chiusura del cantiere. Poterne usu-con questo termine ci si riferisce al can- in attesa che si sblocchi la situazione fi- fruire porterebbe enormi vantaggi sullatiere, accumula ritardi e disguidi a causa nanziaria. viabilità della zona sofferente, ormai dadei problemi finanziari dell’operato- Non intendo soffermarmi sull’aspetto troppo tempo causa la presenza del can-re. economico, che pur dovrebbe essere og- tiere. Il suo uso, inoltre, alleggerirebbeIn quest’area dovrebbe vedere la luce getto di qualche riflessione, ma eviden- le vie limitrofe molto congestionate dal“La Biblioteca Europea” un’opera che ziare un disagio e un degrado che riguar- traffico., in una Milano che si prepara a celebrare da, in particolare, l’area a est di via Paolo Covatra le sue strade l’Expo 2015, offrirebbe Mugello attualmente abbandonata a se Capogruppo Pd Consiglio di Zona 4straordinarie opportunità di riflessione stessa. Consigliere Provinciale 4
  5. 5. abbiamo ancora raggiunto il picco, pre- Bersani nuovo segretario del PD visto per il 2010. Ecco il punto dobbiamo costruire il PD Le primarie di ottobre come un grande Partito popolare del la- voro, guardando oltre gli steccati del no- stro partito ai lavoratori che ad oggi non si sentono rappresentati da nessuna sigla; guardare il mondo del sindacato e del volontariato che svolge un importante ruolo per la battaglia delle povertà. «Immagino che tutte queste persone stiano aspettando una politica che abbia la ma- turità di bilanciare idealismo e realismo, di distinguere tra quello su cui si può o non si può venire a patti, di ammettere la possibilità che laltra parte possa avere ragione qualche volta. Spesso non capi- scono le controversie tra destre e sinistra, conservatori e liberali, ma riconoscono la differenza tra dogmatismi e senso co- mune, responsabilità e irresponsabilità, tra le cose che durano e quelle che pas- sano. Sono là fuori, in attesa di essere raggiunti». (Barak Obama)G RAZIE a una grandissima parte- cipazione popolare, come sappia-mo, è stato eletto il nuovo segretario il primo argomento sul quale deve la- vorare il PD: il lavoro. Infatti, mentre il governo annuncia la Ricordiamo inoltre larticolo uno della nostra Costituzione: «LItalia è una re- pubblica democratica fondata sul lavo-del Partito Democratico, Pierluigi Ber- sua priorità su cui lavorare: la riforma ro». Facciamo nostro questo enunciatosani, al quale va il nostro augurio di della giustizia (quale verrebbe da dire, perche senza lavoro non vi è dignità nonbuon lavoro. Da persona concreta e con la sua di lui?), è in atto una vera pande- vi è libertà.i piedi per terra ha individuato subito mia di posti di lavoro di cui forse non Enrico Mattioli DEMOCRATICI in movimento EMOCRATICI in movimento: èD lo slogan che accompagna oggi ilPd milanese. Naturalmente democratici si occupa di politiche per lambiente a Gennaio 2010 darà vita al Green Economy Day, Cultura politiche per la cultura, l’arte e lo spettacolo. Giustizia e sicurezza tratta temi di giu-Concluso il passaggio congressuale si è una giornata di eventi, incontri, wor- stizia civile e sicurezza nei quartieri.aperto il tempo della politica, della pro- kshop sui temi della sostenibilità e su Diritti, doveri, culture e laicità si oc-gettualità, delle cose da fare. Il tempo come declinarli sul piano delle politiche cupa di nuovi cittadini, integrazione, di-di ritrovare l’ambizione di governare locali; ritti civili, diversità, culture, immigra-questo territorio. Sviluppo del territorio e politiche della zione. casa sta costruendo una mappatura “dal Commercio, artigianato, servizi, ter-BISOGNA PRODURRE IDEE E AG- basso” dello sviluppo urbano, con la col- ritorio crisi economica, sistema del cre-GREGARE CONSENSO. laborazione dei circoli e dei consiglieri dito nelle piccole imprese.Per fare questo il Pd di Milano ha messo di zona, per dare un contributo di oppo- Università e eccellenze. Riforma del-in campo dal gennaio 2009 i Gruppi di sizione e di proposta in relazione al Pia- l’Università.Idee e di Progetto (GIP) coordinatore no di Governo del Territorio che la giunta Scuola e formazione tema principale èFrancesco Laforgia. Sono ambiti di la- comunale dovrà approvare nei prossimi la riforma della scuola, molte iniziativevoro tematici, laboratori di analisi poli- mesi sul tema sono già state realizzate e altretiche e luoghi di osmosi con la città che Lavoro e Impresa promuoverà, a Feb- ancora sono in cantiere.aggregano competenze, interessi, ambiti braio del 2010, un grande momento di Internazionale i temi sono: Milano cittàsociali e pezzi di città. Essi rappresen- riflessione e proposta sul tema del lavoro internazionale, Europa, politiche inter-tano il tentativo di costruire una visione autonomo, dei nuovi lavori, delle nuove nazionali.dello sviluppo di Milano, l’idea che i forme di imprenditorialità, tra crisi eco- Innov@ Milano, wireless, nuovi stru-democratici di Milano hanno della cit- nomica e trasformazione del mercato menti di comunicazione, social networktà e che vorranno sottoporre a tutti i mi- del lavoro. i principali argomentilanesi in occasione della sfida del 2011. Attivati e collabora al movimento de-Sono già 13 i GIP in movimento, coor- E poi: mocratico. Porta il tuo contributo didinati da "esperti" (accademici, opera- Infanzia si occupa delle politiche per esperienza e competenza all’internotori, personalità) che hanno il compito l’infanzia e diritti dei bambini. dei GIP. Per informazioni e adesionidi supervisionare il lavoro dei gruppi; Sport politiche per le attività sporti- scrivi a gip@pdmilano.org.tra questi segnaliamo: ve. Marina Tassara 5
  6. 6. approvato il “piano freddo” di durata 3 L’ultimo respiro dopo 6 anni di agonia anni per ospitare i senza tetto nei mesi invernali e successivamente era stata ap- Materna di via Zama provata la destinazione ad alloggio per rifugiati politici. Gli anni sono passati, nonostante le relative raccolte firme e ap- non è stato realizzato niente di tutto ciòM A COSA ha fatto questa scuola per essere messa così da parte?Ogni giorno da quando, circa 6 anni fa, pelli, la scuola rimane sempre li, immo- bile ed inutile. Pur di non soddisfare le ed io ho visto costantemente dalla mia fi- nestra la scuola rimanere sempre li, im-mi sono trasferito in via Berlese vedo la richieste per una riapertura la struttura è mobile ed inutile. Ho visto murare le fi-ex scuola materna dalle mie finestre, sem- stata destinata ad attività reputate di ele- nestre per non fare entrare glipre li, immobile ed inutile. Nonostante vata importanza sociale: non ne è stata extracomunitari che l’avevano scelta co-la necessità sempre maggiore di asili per realizzata neanche una! Nel 2004 era stata me dimora, poi ho visto togliere la mu-l’ aumento dell’indice di natalità dovuto approvata la destinazione all’accoglienza ratura, da li a poco l’ho vista diventareanche al nuovo insediamento abitativo, delle detenute madri, nel 2005 era stato ancora dimora di altri senzatetto, poi ho visto incominciare la ripulitura della zona esterna e poco dopo diventare ancora ri- fugio di individui fuori dalla società. La scuola è stata sempre li, immobile ed inu- tile. Infine, approvato l’innalzamento del- la stessa di ben 2 piani per l’utilizzo come accoglienza per rifugiati politici pochi mesi dopo è stata decretata la non fatti- bilità del progetto perché non in regola con le norme antisismiche e di conse- guenza è stato approvato l’abbattimento totale (sarà eseguito nel 2010 e ci costerà 550.000,00 euro). Ma cosa ha fatto questa scuola per essere messa così da parte? Lei non ha fatto niente, hanno fatto tutto persone con idee molto confuse, poca ca- pacità decisionali e soprattutto poca capa- cità di ascolto. Massimo Liguori Approvato il finanziamento del 2° lotto LINEA METROPOLITANA 4 POLICLINICO - LINATEI L 6 NOVEMBRE scorso gli organi- smi governativi competenti (CIPE )hanno definitivamente approvato i fi- è in corso la procedura per l’individua- zione di tale partner mediante specifico bando di gara. gresso dalla Strada Statale Rivoltana, offrendo un ottima alternativa all’auto- mobile per tutti coloro che vengono innanziamenti per il 2° Lotto della Linea Dal punto di vista tecnico saranno aperti città per varie esigenze.MM4 che collegherà il Policlinico al- due cantieri in contemporanea ( uno a Il governo attuale ha potuto così com-l’aeroporto di Linate. Lorenteggio, uno a Linate ) per consen- pletare il lavoro ben avviato dal Go-Il costo di questa tratta ammonta a circa tire la conclusione dei lavori entro la verno Prodi che con l’allora ministro900 milioni di euro di cui 536 a carico fine del mese di dicembre 2014 in tempo dei lavori pubblici Antonio Di Pietrodello Stato, 274 a carico di un partner utile per l’EXPO 2015. aveva creato solide basi per garantireprivato, e 90 milioni a carico del Comu- Indubbiamente si tratta di un opera molto le necessarie risorse finanziarie da darene di Milano. importante e molto attesa dalla nostra a Milano per realizzare questa impor-Il costo complessivo di tutta la linea da città, e certamente le ricadute positive tantissima infrastruttura di trasportoLorenteggio a Linate ( 15,2 KM per 21 per la nostra zona saranno molteplici, cittadina.stazioni ) sarà di 1 miliardo e 600 milioni soprattutto per la possibilità di raggiun- Nei prossimi mesi cercheremo di lavo-di euro. gere il centro della città in meno dieci rare all’organizzazione di un incontroAllo scopo di consentire la partecipa- minuti. pubblico in cui il progetto nelle sue di-zione dei privati alla realizzazione del La realizzazione dei parcheggi di inter- verse dimensioni ( percorso, stazioni,progetto il Comune di Milano ha costi- scambio presso Linate e nella zona dei opere di sistemazione di superficie ) ven-tuito una società mista per la gestione e tre ponti dovrebbe anche provocare la ga presentato alla cittadinanza.realizzazione dell’opera, ed attualmente riduzione del traffico veicolare in in- Marco Cormio 6

×