Referendum cittadino

424 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
424
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
348
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Referendum cittadino

  1. 1. REFERENDUM CITTADINO OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO, ABUSO DI POTERE, CHI RIPAGA I CITTADINI? Al Sig.Sindaco Al Segretario Generale Comune di Gioia del Colle OGGETTO: REFERENDUM CITTADINO Il Comitato Promotore Visto che: - Il regolamento per il Referendum cittadino contenuto nello Statuto Comunale prevede tempi certi per le procedure che portano alla raccolta delle firme dei cittadini che vorranno sostenerne l'indizione; - In particolare, il regolamento per la disciplina del Referendum, ai sensi dell'art. 67 e seguenti dello Statuto, approvato con deliberazione C.C. N. 9 del 12/3/2003, modificato con deliberazione C.C. N. 24 del 9/5/2013 all'art. 3 comma 4 stabilisce che l'ammissibilità del quesito referendario proposto dal Comitato Promotore sia sottoposta al giudizio della Commissione per l'ammissibilità entro 30 giorni dal ricevimento della proposta; - il 6 febbraio 2013 è stata depositata la proposta referendaria; - il 13 marzo 2013 viene chiesta dalla Giunta in Consiglio Comunale una sospensione, di 30 giorni, per le modifiche necessarie allo Statuto - relativamente anche all'assenza nel nostro Comune della figura del Difensore Civico; - il 13 maggio sarebbe stata la data utile per la costituzione della Commissione per l'ammissibilità del Referendum; - il 25 giugno 2013, solo ora, in Consiglio Comunale vengono nominati i due componenti esterni della Commissione; - al 25 novembre 2013, tutt'oggi, non è giunta al Comitato Promotore alcuna notizia circa la nomina del Presidente della Commissione; Il Comitato Promotore considerato che: - Tali tempi siano stati abbondantemente superati, con l'aggravante che - ad oggi - il Comitato Promotore del Referendum non ha ricevuto alcuna giustificazione per tale ritardo; - tale ritardo ha determinato danni morali, politici ed economici al Comitato e per questo, al momento, si richiede un immediato risarcimento almeno sul piano dell'informazione; Il Comitato Promotore ritiene che: - In mancanza di un Suo pronto intervento in tal senso, il Comitato difenderà i suoi diritti – contro ogni possibile abuso - nelle sedi competenti, onde chiarire questo atteggiamento che, delinea nella forma e nella sostanza un presumibile comportamento omissivo di atti d'ufficio e abuso di potere. Tanto si doveva per le salvezze illimitate. Gioia del Colle,25 novembre 2013 Per il Comitato Promotore del Referendum Franco Gisotti Via Celiberti ,37 Gioia Del Colle

×