Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Al Signor Sindaco                                                                    Comune di Gioia del Colle            ...
La presunta volontà dell’amministrazione di affidare il servizio dell’Asilo Nido all’esterno nontrova giustificazioni, ten...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Lettera aperta per sapere la verità sulla gestione dell'asilo nido

301 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Lettera aperta per sapere la verità sulla gestione dell'asilo nido

  1. 1. Al Signor Sindaco Comune di Gioia del Colle LETTERA APERTA FUORI LA VERITA’ SULLA GESTIONE DELL’ASILO NIDO Signor Sindaco,con delibera n. 97 del 21 maggio 2009, la sua Giunta, insieme con Lei deliberò la ristrutturazione el’adeguamento alle norme in materia di sicurezza dell’asilo nido comunale di Via Massaggi,utilizzando un finanziamento della Regione Puglia pari a Euro 545.000,00, di cui 136.000,00 acarico del Comune. Nell’atto deliberativo si riteneva necessario che il funzionamento dell’AsiloNido Comunale per l’anno educativo 2009-2010 cessasse il 31 marzo 2010. Questa proceduraavrebbe consentito di espletare regolarmente le procedure di appalto secondo la normativa vigente,e portare a compimento i lavori necessari nel tempo previsto di sei mesi, senza pregiudicare losvolgimento dell’anno educativo 2010-2011 che perciò sarebbe potuto partire dal 1° settembre 2010anche con una nuova sezione. Nonostante alcune garanzie, si è invece preferito continuare ilservizio fino al termine dell’anno educativo, con la promessa che entro il 31 dicembre 2010 i lavoridovevano essere completati, ed invitando le famiglie ad un ulteriore sacrificio. Constatato i ritardisulle procedure di appalto, dopo inutili solleciti fatti dai responsabili del 3° Settore e dalla 3°Commissione consiliare, il 23 Giugno 2010 sono stato costretto ad inviare una nota a Lei e alla SuaAmministrazione per conoscere i motivi di tali ritardi, evidenziando che non era stato ancorapubblicato il Bando di gara, compromettendo così seriamente la consegna dei lavori promessa per il31 Dicembre 2010 dall’ Ufficio Tecnico Comunale.Finalmente con la pubblicazione del Bando di Gara da parte dell’UTC solo all’Albo Pretorio,e con procedura anomala segnalata da me personalmente il 14 Luglio 2010, e con la successivadetermina. dirigenziale n.265 del 21 Luglio 2010, venivano aggiudicati i lavori alla Ditta con unribasso del 25,586%.Senza più considerare da parte di chi di dovere l’urgenza dell’intervento, i lavori sono iniziati solonellottobre 2010. Inoltre, puntualmente, nel corso dei lavori come da prassi è stato rideterminato unnuovo quadro economico da parte dell’U.T.C., alla luce di ulteriori interventi non previsti in sede diappalto.Signor Sindaco, non avevo dubbi sull’improvvisazione di una programmazione che lasciaintravedere precise volontà non ancora svelate, ed è per questo che sono a significarle numeroseperplessità che sento il dovere di esternare a Lei come capo di un’Amministrazione, ma soprattuttoalla città che ha il diritto di sapere e conoscere la verità.Il 23 giugno 2010 avevo segnalato i ritardi nell’inizio dei lavori, al fine di scongiurare l’ipotesi poiverificatasi di intralciare da parte di qualcuno il crono programma previsto e stabilito, paventando lapreoccupazione che ulteriori ritardi, aggiunti ai prevedibili imprevisti nel corso dei lavori, fosseroartatamente decisi per ridurre la spesa annuale del servizio pubblico con la conseguenza discoraggiare e mettere in difficoltà tante famiglie.Dopo numerosi rinvii sull’apertura dell’Asilo Nido (si è passati dal 1 settembre 2010 al 1 gennaio2011, e per ultimo al 1 marzo 2011) è legittimo avanzare una serie di dubbi e perplessità che ilservizio verrà garantito per il 1 marzo 2011, tenuto conto che sarà necessario osservare tutte leprecauzioni igienicosanitarie e le norme di sicurezza e di agibilità dell’immobile comunale appenaristrutturato, prima di far entrare nuovamente i bambini.
  2. 2. La presunta volontà dell’amministrazione di affidare il servizio dell’Asilo Nido all’esterno nontrova giustificazioni, tenuto conto che tale servizio è il fiore all’occhiello del nostro Comune perqualità ed efficienza, ma anche perché bisogna essere corretti e coerenti nel rispettare gli obiettivi ele linee guida della Regione Puglia che continua a erogare finanziamenti pubblici per garantire ilsostegno ai servizi per la prima infanzia.Non si comprendono i motivi del mancato utilizzo di circa 80.000,00 euro finanziati dalla RegionePuglia per l’anno 2010 al fine di venire incontro alle famiglie che necessitano di un orario piùampio di apertura e che non possono permettersi, dal punto di vista economico, un costo diaccodamento pomeridiano elevato ed aggiuntivo a quello mattutino.L’aumento delle tariffe decise dalla Giunta dal 1 gennaio 2011 non solo non ha tenuto presente idisagi delle famiglie nel corso dell’anno, ma non ha ancora precisato con estrema chiarezza il futurodi un servizio che a mio avviso presenta ancora punti oscuri che devono necessariamente esserechiariti.Come verrà assicurato il servizio dell’Asilo Nido per l’anno 2011-2012 per 48 bambini tenuto contoche in Bilancio di Previsione 2011 la spesa occorrente per le educatrici non è totalmente coperta?Con quali fondi si intende finanziare la spesa per N° 5 educatrici a tempo determinato, tenuto contoche la graduatoria scade ad Agosto 2011 e che per un nuovo bando è necessaria la copertura dispesa non prevista in Bilancio?Chi garantisce il servizio dell’Asilo per 48 bambini per l’anno 2011-2012, tenuto conto che lafinanziaria pone dei limiti di assunzione (a tempo indeterminato e determinato) per il personale equindi sicuramente non sarà possibile assicurare l’intero servizio?Perché negli anni 2008-2010 questa amministrazione non ha espletato il concorso di N° 2educatrici, e che la sola ammissione dei candidati ha solo illuso i tanti giovani alla ricerca di unlavoro, compromettendo di fatto le attuali assunzioni non più possibili e di cui ci sono delle preciseresponsabilità?Signor Sindaco, come capo di una amministrazione, è arrivato il momento di vigilare in primapersona e prendere i dovuti provvedimenti su una situazione che gli è sfuggita di mano.La cittadinanza ha bisogno di chiarezza e soprattutto vuole essere partecipe preventivamente deiprocessi decisionali senza tatticismi e strategie varie.Gioia del Colle 22 febbraio 2011 Tommaso Bradascio Consigliere Comunale

×