Il settore agroalimentare e l’Expo 2015 Milano, 28 Giugno 2010 Silvio  Ferrari Presidente di Cargill Italia, coordinatore ...
BRUTAL FACTS: nel mondo La produzione di derrate alimentari non cresce più del  2%   annuo La popolazione mondiale aumenta...
Status Quo  2010 2025 6.8 . Le risorse  diminuiscono…
BRUTAL FACTS… <ul><li>In Italia il 9% degli adulti sono obesi e il 26% dei bambini fra i 5 e i 17 anni sono sovrappeso o o...
Le principali aree della salute che possono essere migliorate attraverso la nutrizione Heart  Health Weight Management Bon...
L’Industria alimentare in Europa e in Italia Fonti Ciaa, Federalimentare,2008 EUROPA  (UE 27) ITALIA FATTURATO €  913  mil...
L’industria alimentare italiana  PUNTI DI FORZA <ul><li>ampia offerta di prodotti di alta qualità;  </li></ul><ul><li>prod...
L’industria alimentare italiana  CRITICITÀ <ul><li>settore polverizzato; </li></ul><ul><li>innovazione insufficiente (sopr...
Expo   2015 “Feeding the Planet, Energy for Life” <ul><li>L’EXPO -  volano per l’economia del territorio  per  rappresenta...
I numeri significativi di Expo Milano <ul><li>Periodo : 1 maggio – 31 ottobre 2015 </li></ul><ul><li>27 Milioni di ingress...
Il Tema:  Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita I 7 Sottotemi
Progetto Speciale Expo 2015  di Confindustria-  Gruppi di Lavoro
EXPO 2015: un’OPPORTUNITÀ unica per  l’INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA <ul><li>Il  SETTORE AGROALIMENTARE ITALIANO  rapprese...
Sviluppo del posizionamento di eccellenza  dell’industria agro-alimentare Italiana Criteri di identificazione  delle  ecce...
Road Map del GdL “NUTRIZIONE” <ul><li>ISSUES: </li></ul><ul><li>Eventi sul territorio; </li></ul><ul><li>Eccellenze alimen...
GdL Nutrizione Confindustria - attività ROMA, 15 DICEMBRE 2009 <ul><li>TERRITORIO/DISTRETTO </li></ul><ul><li>CITTÀ di PAR...
TERZO EVENTO DEL GDL NUTRIZIONE DI CONFINDUSTRIA IN VISTA DELL’EXPO 2015  PARMA & PIACENZA, 12 MAGGIO 2010 1.  TERRITORIO/...
QUARTO EVENTO DEL GDL NUTRIZIONE  DI CONFINDUSTRIA IN VISTA DELL’EXPO 2015  NOVEMBRE/DICEMBRE 2010 Il  Modello Agroaliment...
Cosa rende unico un formaggio? Come averlo domani come ieri? Ogni  pezzo di formaggio  a modo suo è  unico . La sua unicit...
Come si declina il modello alimentare italiano? <ul><ul><li>Come una serie di piattaforme per: </li></ul></ul><ul><ul><li>...
Come si declina il modello alimentare italiano? <ul><li>Ha l’obiettivo di: </li></ul><ul><ul><li>Sostenere la biodiversità...
 
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

2010 06 28_ferrari

403 views

Published on

Agroalimentare_28_06_2010

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
403
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • IN AZZURRO: DA SPEECH Salamini: Le stime ONU e FAO della popolazione mondiale presente sul pianeta nel 2020, sono pari a 7,74 miliardi. 3,5 miliardi di persone risiederanno in aree urbane al tempo dell’invenzione dell’agricoltura: 2-10 milioni 1 DC: 200-400 milioni; 1850: 1 miliardo; 2025: 8 miliardi Entro lo stesso anno la domanda di cibo potrà essere soddisfatta se la produzione di cereali aumenterà del 41%, di carne del 63%, di tuberi del 40% È preoccupante che questa domanda addizionale di cibo provenga dai paesi in via di sviluppo dove i sistemi agricoli sono più fragili.
  • Each year CVD causes over 2.0 million deaths in the European Union (EU-27), nearly half of all deaths (42%). Cardiovascular disease across all Member States is estimated to cost the EU economy €192 billion a year
  • Queste sono 6 grandi aree in cui possiamo intervenire con una buona e corretta alimentazione per aumentare il benessere e migliorare qualità della vita. E’ una grande sfida che abbiamo il dovere di raccogliere:
  • Invidiabile ventaglio di offerta di prodotti di alta qualit à e su una schiera di prodotti DOP che troviamo al “ top ” dei mercati internazionali. Legami della produzione alimentare italiana col territorio e col patrimonio culturale del Paese. Alti standard di sicurezza e qualit à . Capacit à di unire tradizione e innovazione costante di processo e di prodotto. Settore con doti anticicliche e calmieratrici.
  • Settore polverizzato (dimensioni aziendali piccole e familiari per competere con le dinamiche globalizzate dei concorrenti). Innovazione insufficiente (specie tra le PMI). Logistica che risente sfavorevolmente degli alti costi (servizi, energia, rete infrastrutturale). Crescita lenta dell ’ export vs Paesi concorrenti. Vistosi fenomeni di contraffazione e imitazione, soprattutto su mercati ricchi ed esigenti (circa 52 Mld € , poco meno di met à del fatturato annuo).
  • L’EXPO dedicata alla Sicurezza e qualità alimentare intende essere un volano per l’economia del territorio e rappresentare al meglio le eccellenze nel settore dell’alimentazione italiana. L’alta qualità della tradizione alimentare italiana è nota e apprezzata in tutto il mondo. Questo fattore di eccellenza dell’Italia è frutto di secoli di affinamento delle competenze di tutti gli operatori della filiera, ed in particolare delle scelte dell’Industria alimentare. L’EXPO rappresenta quindi un’opportunità di promozione di tutto il comparto dell’Industria alimentare italiana e di valorizzazione di tutte le eccellenze imprenditoriali, produttive e scientifiche situate sul territorio italiano nel comparto alimentare.
  • AD ESEMEPIO NUOVA SEDE RAI NEL SITO EXPO
  • Ai Gruppi è stato dato il mandato di sviluppare proposte operative su temi specifici e proporle alla presidenza Il gruppo Nutrizione, che ho il piacere di coordinare, è costituito dai rappresentanti delle Associazioni di categoria e della territoriali, nonché dagli esperti delle aziende.
  • … il sistema Italia, come sommatoria di valori portati da tutti gli attori della filiera a beneficio del consumatore… SISTEMA ITALIA PERCHE’: Più difendibile Non imitabile Italian Style
  • … il sistema Italia, come sommatoria di valori portati da tutti gli attori della filiera a beneficio del consumatore… SISTEMA ITALIA PERCHE’: Più difendibile Non imitabile Italian Style
  • 2010 06 28_ferrari

    1. 1. Il settore agroalimentare e l’Expo 2015 Milano, 28 Giugno 2010 Silvio Ferrari Presidente di Cargill Italia, coordinatore del Gruppo di Lavoro Nutrizione nell’ambito del Progetto Speciale Expo 2015 di Confindustria
    2. 2. BRUTAL FACTS: nel mondo La produzione di derrate alimentari non cresce più del 2% annuo La popolazione mondiale aumenta ad un ritmo del 3% annuo Stime ONU e FAO Status Quo : siamo 6,6 miliardi Nel 2025 saremo 8 miliardi <ul><li>e la produzione </li></ul><ul><ul><li>- di cereali deve aumentare del 41% </li></ul></ul><ul><ul><li>- di carne deve aumentare del 63% </li></ul></ul><ul><ul><li>- di tuberi deve aumentare del 40% </li></ul></ul>
    3. 3. Status Quo 2010 2025 6.8 . Le risorse diminuiscono…
    4. 4. BRUTAL FACTS… <ul><li>In Italia il 9% degli adulti sono obesi e il 26% dei bambini fra i 5 e i 17 anni sono sovrappeso o obesi </li></ul><ul><li>Ogni anno in EU-27 il 42% delle morti sono provocate da problemi cardiovascolari </li></ul><ul><li>I problemi cardiovascolari costano all’economia europea circa €192 miliardi all’anno </li></ul>Fonte : 2008 , American Heart Association; 2008, Centers for Disease Control 2008, European Heart Network
    5. 5. Le principali aree della salute che possono essere migliorate attraverso la nutrizione Heart Health Weight Management Bone & Joint Health Digestive Health Energy Management Glycemic Control
    6. 6. L’Industria alimentare in Europa e in Italia Fonti Ciaa, Federalimentare,2008 EUROPA (UE 27) ITALIA FATTURATO € 913 miliardi Prima Industria Alimentare nel mondo, primo settore manifatturiero dell’Ue (13,4%), seguito dal settore automobilistico e dalla chimica. € 120 miliardi (secondo settore dopo il metalmeccanico ) N. ADDETTI 4,3 milioni 400.000 N. AZIENDE 308.000 PMI: 49% del fatturato dell’Industria Alimentare; 63% degli addetti dell’Industria Alimentare 32.300 aziende (6.400 aziende > 9 addetti; 2.600 aziende > 19 addetti). EXPORT € 54,7 miliardi € 20 miliardi IMPORT € 52,7 miliardi € 16 miliardi ATTIVO COMMERCIALE € 2 miliardi € 4 miliardi
    7. 7. L’industria alimentare italiana PUNTI DI FORZA <ul><li>ampia offerta di prodotti di alta qualità; </li></ul><ul><li>prodotti DOP al “top” dei mercati internazionali; </li></ul><ul><li>legami col territorio e col patrimonio culturale del Paese; </li></ul><ul><li>alti standard di sicurezza; </li></ul><ul><li>capacità di unire tradizione e costante innovazione di processo e di prodotto; </li></ul><ul><li>settore con doti anticicliche e calmieratrici; </li></ul><ul><li>diffusione capillare in tutte le Regioni del Paese. </li></ul>
    8. 8. L’industria alimentare italiana CRITICITÀ <ul><li>settore polverizzato; </li></ul><ul><li>innovazione insufficiente (soprattutto tra le PMI); </li></ul><ul><li>logistica che risente sfavorevolmente degli alti costi (servizi, energia, rete infrastrutturale); </li></ul><ul><li>crescita lenta dell’export vs Paesi concorrenti europei come la Germania e la Francia; </li></ul><ul><li>contraffazione e imitazione, soprattutto verso i mercati ricchi ed esigenti - stimati 52 Mld €; </li></ul><ul><li>assenza di catene distributive italiane nel mondo; </li></ul><ul><li>ricambio generazionale complesso. </li></ul>
    9. 9. Expo 2015 “Feeding the Planet, Energy for Life” <ul><li>L’EXPO - volano per l’economia del territorio per rappresentare al meglio le eccellenze nel settore dell’alimentazione italiana. </li></ul><ul><li>L’alta qualità della tradizione alimentare italiana , frutto di secoli di affinamento delle competenze di tutti gli operatori della filiera, e delle scelte dell’Industria alimentare, è nota e apprezzata in tutto il mondo. </li></ul><ul><li>L’EXPO opportunità di promozione di tutto il comparto dell’Industria alimentare italiana e di valorizzazione di tutte le eccellenze italiane nel comparto alimentare. </li></ul>Fonte: Candidatura Expo 2015
    10. 10. I numeri significativi di Expo Milano <ul><li>Periodo : 1 maggio – 31 ottobre 2015 </li></ul><ul><li>27 Milioni di ingressi nei 6 mesi di Esposizione </li></ul><ul><ul><li>(20 Milioni dall’Italia, 5 Milioni dai Paesi Europei e 2 Milioni dal resto del mondo) </li></ul></ul><ul><li>Investimenti infrastrutturali sul territorio per oltre € 14 Miliardi : </li></ul><ul><ul><li>Opere infrastrutturali dirette per € 3,2 Miliardi </li></ul></ul><ul><ul><li>Opere infrastrutturali già previste per € 10,2 Miliardi </li></ul></ul><ul><li>Ricadute economiche per oltre € 3,7 Miliardi </li></ul><ul><li>70.000 nuovi posti di lavoro </li></ul><ul><li>7.000 eventi </li></ul><ul><li>Coinvolgimento di oltre 36.000 volontari </li></ul><ul><li>5 anni di progetti nazionali e internazionali </li></ul><ul><li>nella filiera dell’alimentazione, della sostenibilità e dell’uso razionale dell’energia </li></ul>
    11. 11. Il Tema: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita I 7 Sottotemi
    12. 12. Progetto Speciale Expo 2015 di Confindustria- Gruppi di Lavoro
    13. 13. EXPO 2015: un’OPPORTUNITÀ unica per l’INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA <ul><li>Il SETTORE AGROALIMENTARE ITALIANO rappresenta una vera ECCELLENZA che primeggia sul piano della QUALITÀ , della SICUREZZA ALIMENTARE , dell’ INNOVAZIONE TECNOLOGICA d’avanguardia, della SOSTENIBILITÀ , della BIODIVERSITÀ e del RISPETTO DELLA TRADIZIONE. </li></ul>
    14. 14. Sviluppo del posizionamento di eccellenza dell’industria agro-alimentare Italiana Criteri di identificazione delle eccellenze
    15. 15. Road Map del GdL “NUTRIZIONE” <ul><li>ISSUES: </li></ul><ul><li>Eventi sul territorio; </li></ul><ul><li>Eccellenze alimentari; </li></ul><ul><li>“ Sistema Italia” vs “Made in Italy”; </li></ul><ul><li>Connettività con altri gruppi. </li></ul>
    16. 16. GdL Nutrizione Confindustria - attività ROMA, 15 DICEMBRE 2009 <ul><li>TERRITORIO/DISTRETTO </li></ul><ul><li>CITTÀ di PARMA </li></ul>PARMA, 12 MAGGIO 2010 L’Industria Alimentare Italiana e gli Alimenti Funzionali: la Tradizione presenta il Benessere: MILANO, 11 GIUGNO 2009
    17. 17. TERZO EVENTO DEL GDL NUTRIZIONE DI CONFINDUSTRIA IN VISTA DELL’EXPO 2015 PARMA & PIACENZA, 12 MAGGIO 2010 1. TERRITORIO/DISTRETTO <ul><li>PARMA TEATRO REGIO </li></ul><ul><li>“ EXPO 2015 - FEEDING THE PLANET. </li></ul><ul><li>NUTRITION, WELL-BEING, BIODIVERSITY & SUSTAINABILITY” </li></ul>“ CULTURA DEL FARE E DEL SAPERE” PER LA VALORIZZAZIONE DELLE ECCELLENZE
    18. 18. QUARTO EVENTO DEL GDL NUTRIZIONE DI CONFINDUSTRIA IN VISTA DELL’EXPO 2015 NOVEMBRE/DICEMBRE 2010 Il Modello Agroalimentare Italiano prevede l’ identificazione dei valori che lo compongono attraverso il contributo di tanti attori e con comunicazione efficace verso l’interno e l’esterno.
    19. 19. Cosa rende unico un formaggio? Come averlo domani come ieri? Ogni pezzo di formaggio a modo suo è unico . La sua unicità sono tante “dimensioni” per essere identificato , tante fonti per queste informazioni, diversi standard di classificazione , diversi luoghi per queste informazioni e per la loro certificazione . Sono tanti modi per essere unico e per essere legato domani a come era ieri che, mentre lo identificano , lo difendono . Storia Certificazioni Opinione e affidabilità di chi lo ha mangiato Odore Abbinamenti Ricette Nome Provenienza Componenti Data di preparazione Distanza da punti di acquisto Filiera produttiva Filiera distributiva Turismo e nuove generazioni di consumatori ……
    20. 20. Come si declina il modello alimentare italiano? <ul><ul><li>Come una serie di piattaforme per: </li></ul></ul><ul><ul><li>Identificare il cibo e fare cultura del cibo </li></ul></ul><ul><ul><li>Valorizzare le caratteristiche degli alimenti, la loro catena distributiva e le ricette </li></ul></ul><ul><ul><li>Rendere comprensibili le codifiche di filiera </li></ul></ul><ul><ul><li>Tracciare gli alimenti </li></ul></ul><ul><ul><li>Destinata a: </li></ul></ul><ul><ul><li>Produttori e consumatori </li></ul></ul><ul><ul><li>Aziende e aziende alimentari </li></ul></ul><ul><ul><li>Aziende alimentari e logistiche </li></ul></ul><ul><ul><li>Aziende alimentari e distribuzione </li></ul></ul>
    21. 21. Come si declina il modello alimentare italiano? <ul><li>Ha l’obiettivo di: </li></ul><ul><ul><li>Sostenere la biodiversità, arricchire l’offerta alimentare, innovazione nella filiera </li></ul></ul><ul><ul><li>Sostenere la biodiversità e arricchire l’offerta alimentare </li></ul></ul><ul><ul><li>Sostenere l’educazione alimentare e diffondere la cultura alimentare delle diverse etnie con un progetto multilingue e internazionale </li></ul></ul><ul><ul><li>Agevolare la cooperazione nella filiera alimentare e supportare l’incontro di domande e offerta </li></ul></ul><ul><li>Che si declinano in </li></ul><ul><ul><li>un concetto nuovo di “market making infrastructure”, un motore di conoscenza per mettere insieme attori, prodotti e servizi </li></ul></ul><ul><ul><li>la base per sviluppare e sostenere ecosistemi per il “cibo” e l’alimentazione </li></ul></ul><ul><ul><li>un progetto aperto al servizio dell’intera industria alimentare </li></ul></ul>

    ×