SlideShare a Scribd company logo
1 of 1
Download to read offline
46 .CronacadiTorino .LA STAMPA
MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE 2015
!" #$ %& !'
Diario
Blitz nel campo nomadi di strada dell’Aeroporto
Milioni di euro falsi nascosti
nella cassa col doppio fondo
! Un tesoro di soldi falsi, per un
valore di oltre 27 milioni tra euro e
dollari, in banconote con sopra la
scritta «facsimile». È la scoperta
fatta ieri mattina dai carabinieri
della compagnia Torino Oltre Dora
e del comando provinciale nel cam-
po nomadi di strada dell’Aeropor-
to, nel corso di una perquisizione
delegata dalla procura dei Minori
nell’ambito dell’inchiesta sul lancio
di sassi in tangenziale da parte di alcuni ragazzi minorenni. Il
denaro era nascosto in una cassa con il doppio fondo. Già in
un precedente controllo, 20 giorni fa i carabinieri aveva tro-
vato 2082 banconote false, sempre con la scritta «facsimile»
per un totale di 543 mila euro. Si tratta di banconote, in gene-
re, utilizzate nelle truffe con lo scambio di denaro. Al control-
lo di ieri hanno partecipato unità cinofile e i vigili urbani che
hanno sequestrato 9 veicoli e multato un bar abusivo.
Banconote «facsimile»
Appello al governo dei pendolari Torino-Milano
“L’alta velocità di interesse
strategico nelle ore di punta”
! Il comitato dei pendolari veloci
della Torino-Milano ha chiesto al
governo di sospendere l’obbligo
della prenotazione obbligatoria sui
Frecciarossa in vigore dallo scorso
primo luglio ma con il congelamen-
to delle sanzioni che scadrà a fine
mese. La richiesta è accompagnata
daunaproposta:individuareitreni
ad alta velocità «come di interesse
strategico per la tutela delle fasce
pendolari (7:00-8:30 e 17:00-19:00)». Ieri mattina a Porta Su-
sa anche i pendolari di Italo hanno continuato la loro protesta
per salire sui convogli delle sette e mezzo del mattino «impos-
sibili» da prenotare. Secondo il Comitato «la proposta garan-
tirebbe «il raggiungimento del luogo di lavoro la mattina e il
ricongiungimento familiare la sera». [M.TR.]
I pendolari di Italo
Lasmartcityprendeforma
Lucicontelecamereeapptagliacode
“VeniteasperimentareaTorino”
Battere la burocrazia è sem-
pre un’impresa. Ieri, la giunta
comunale c’è riuscita appro-
vando una delibera proposta
dall’assessore Enzo Lavolta
che metterà Torino a disposi-
zione di aziende e realtà pro-
duttive per sperimentare nel-
la vita di tutti i giorni e su
strutture reali i loro prodotti
innovativi. È illuminante la
storia del «tagliacode» che
permette di staccare virtual-
mente il ticket con il quale si
prenota lo sportello. Da un
annetto è in funzione alla So-
ris di corso Racconigi, la so-
cietà di riscossione del Comu-
ne visitata ogni mese da 6 mi-
la persone.
L’app gratuita
Per utilizzare il servizio oc-
corre scaricare l’app gratuita
«Qurami», incrocio tra l’in-
glese «queue» cioè fila e «cu-
rami». «L’altro giorno una
mia amica ha prenotato con
il”tagliacode” e, nell’attesa, è
andata sotto la nostra sede a
fare la spesa» racconta Maria
Teresa Buttigliengo, dirigente
della Soris, dove «Qurami» fun-
ziona da un annetto. Buttiglien-
go: «Abbiamo speso poche mi-
gliaia di euro per adattare il si-
stema di prenotazione che ave-
vamo». Soris, che è una spa con
il Comune come unico azioni-
sta, ha potuto sperimentare il
nuovo sistema (peraltro utiliz-
zato da tempo da altri gruppi
ed enti a livello nazionale) e
spendere un po’ di soldi senza,
diciamo, rendere conto a nes-
suno proprio in virtù del suo
status giuridico. Non fosse una
spa, avrebbe, come ogni ente
pubblico, dovuto dare notizia
quando «Qurami» s’è presenta-
ta in corso Racconigi propo-
nendo la sperimentazione. Spe-
rimentazione che, avvenendo
in una realtà che è di tutti,
avrebbe dovuto essere resa no-
ta al mondo, vedi mai che altre
aziende avessero avuto la stes-
sa intenzione.
Un quartiere smart
E ancora, avendo investito po-
che migliaia di euro, Soris è sta-
ta esonerata dal fare un bando,
obbligatorio per qualsiasi real-
tà della pubblica amministra-
zione. Un po’ arzigogolato, ve-
ro? «Con la delibera appena ap-
provata spianiamo la strada a
queste aziende e ai loro prodot-
ti innovativi con l’ente pubblico
il quale, a sua volta, potrà chie-
dere al mercato soluzioni a pro-
blemi specifici», spiega Enzo
Lavolta. Più aziende si sono già
fatte avanti con Palazzo Civico
perché un conto é sperimenta-
re in laboratorio, tutto un altro
nella realtà. «Molte richieste ci
sono giunte da chi produce sen-
soristica: strumenti che vor-
rebbero piazzare, ad esempio,
nelle scuole, per rilevare le con-
dizioni ambientali e agire sugli
impianti di riscaldamento o al-
tro», aggiunge Giancarlo Pre-
sutti che ha preparato la deli-
bera. Va da sè che a muovere
l’interesse delle aziende è il bu-
siness, ma anche il Comune ne
può trarre vantaggi. A Parco
Dora, ad esempio, un’impresa
aveva necessità di sperimenta-
re le proprie lampade speciali
che sono anche telecamere: un
investimento del valore di 250
mila euro. Palazzo Civico guar-
da anche oltre: punta, cioè, a in-
dividuare un quartiere tipo do-
ve concentrare la maggior par-
te delle sperimentazioni, ricre-
ando in piccolo le condizioni di
una città. Una richiesta che ar-
riva anche dall’Ue ed è solleci-
tata dalla commissione Smart
City, presieduta da Dario
Troiando dei Moderati. Quale
quartiere? L’ideale è un pezzo
di Campidoglio: il quadrilatero
compreso fra piazza Bernini,
corso Francia, corso Svizzera,
corso Appio Claudio e Tassoni.
Ok della giunta
alla collaborazione
tra enti pubblici
e imprese private
BEPPE MINELLO
Sperimentazione
Alla Soris uno dei primi esempi di collaborazione tra pubblico
e privato: l’app che elimina l’attesa in coda
REPORTERS
Mal’Anpirifiutal’invito:«Noinonandiamoinunsottotetto»
MaxibibliotecadellaStoria
nelnuovoPolodelNovecento
Entro fine anno l’inaugurazione con 12 istituti e 300 mila volumi
Quello che nascerà a fine an-
no, agli ex Quartieri Militari di
juvarriani del Quadrilatero
San Celso e San Daniele, sarà
uno spazio mai visto prima in
Italia. Una maxi biblioteca da
300 mila volumi sul ’900. Se si
mettessero in fila tutti i libri
che verranno trasferiti lì, si
coprirebbero 8 chilometri li-
neari di strada. Il Polo del No-
vecento è in dirittura di arri-
vo. I lavori, nell’edificio tra
corso Valdocco e via del Car-
mine, sono a buon punto.
Il «condominio» creativo
La cittadella della Storia riuni-
rà tutti i principali istituti del
Contemporaneo, tra cui l’Isto-
reto, il Centro Primo Levi, gli
istitutiGobetti,Gramsci,Unio-
ne Culturale Franco Antoni-
celli, Salvemini, le fondazioni
Donat Cattin e Vera Nocentini,
la Rete Italiana di Cultura Po-
polare, in tutto 12 soggetti per
ora. Atteso anche l’Anpi e le al-
tre associazioni di reduci e ca-
duti della guerra, ma il presi-
dente onorario dell’associazio-
ne partigani, Diego Novelli, ri-
badisceilsuoseccono:«Siamo
oltre6000iscrittiprovinciali,è
disonorevole finire in un sotto-
tetto, all’ultimo piano come ci
hanno proposto». Presto, co-
munque, partirà un bando per
cercare nuovi «inquilini». Tut-
ti metteranno a fattor comune
la mole di volumi dei loro ric-
chissimiarchivi.IlPolosaràun
unico condominio per tante te-
ste e altrettanti uffici, molti
spazi comuni per gli studiosi, un
ristorante, un bar, una ludoteca,
una sala di coworking (quest’ul-
tima nell’ex Caserma di San Cel-
so, dove resteranno Istoreto e
Museo della Resistenza). Nasce-
ranno anche un mini teatro, una
sala audiovisivi e uno spazio mo-
stre. La Compagnia di San Pao-
lo, che sul recupero del Polo ha
investito 7 milioni di euro ed è
prontaasostenereancorailpro-
getto, assicura: «Non inaugure-
remo un “cimitero delle carte”
come qualcuno temeva - dice la
responsabile del progetto San-
dra Aloia -, ma un luogo vivo e
pulsante, con iniziative culturali,
prestito libri e spettacoli serali
aperti al pubblico».
Riunire i saperi
Certo, non è stato semplice te-
nere insieme gli istituti nati nel
Dopoguerra, «gelosi», se così si
può dire, dei loro preziosi archi-
vi. Per fare spazio a tutti, c’è
stato qualche direttore che ha
dovuto rinunciare di malavo-
glia alla doppia o tripla copia di
riviste magari minori, ma alla
fine il Polo è un’opportunità
perché garantisce una salvezza
economica agli istituti più in
crisi. Tutti i 12 si fonderanno in
una fondazione, per mettere in-
sieme i magri bilanci. Tra i can-
didati a dirigerla, il professore
Sergio Soave e il direttore del
Museo Resistenza Giudo Va-
glio. Ieri, la commissione Cultu-
ra guidata dal Pd Luca Cassiani
è andata a visitare gli spazi do-
ve il prossimo mese trasloche-
ranno libri e personale delle bi-
LETIZIA TORTELLO
San Daniele
È questo uno dei due palazzi
(l’altro è di fronte) che tra
corso Valdocco e via del Car-
mine riuniranno i 12 istituti
culturali in un unico Polo
I lavori e il trasloco saranno
completati entro fine anno,
per l’inaugurazione
REPORTERS
blioteche. «Abbiamo voluto sfi-
dare la memoria e il modo di
conservarla - continua -, imma-
ginando un luogo che faccia na-
scere sinergie di ricerca, sui te-
mi della contemporaneità, dalla
mafia all’Europa all’immigra-
zione. Per frequentare il Polo
del ’900 occorrerà una tessera
«a basso costo», assicurano dal-
la Compagnia. Contribuirà a
raggiungere l’ambizioso obiet-
tivo di rendere autonoma la
struttura, almeno per il venti
per cento dei costi.
!Il Museo della Re-
sistenza resterà nell’ex
caserma di San Celso,
dove ora è allestito. Al
fianco l’Istoreto e una
grande sala di
coworking da affittare
Chisiunisce
!Anche l’Istituto
Gramscisiuniràaglial-
tri istituti del Novecen-
to nati nel Dopoguer-
ra, trasferendo lì i suoi
archivi. Nella foto l’ex
direttore Scamuzzi
!La Rete Italiana di
Cultura Popolare di
Antonio Damasco (fo-
to)entraafarpartedel
Polo, per lavorare con
il teatro sui temi del
Contemporaneo

More Related Content

Similar to La Stampa: Maxi biblioteca della Storia nel nuovo Polo del Novecento

Cielo sopraesquilino numero27
Cielo sopraesquilino numero27Cielo sopraesquilino numero27
Cielo sopraesquilino numero27mauvet52
 
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdfCieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdfmauvet52
 
ILl Cielo sopraesquilino numero19
ILl Cielo sopraesquilino numero19ILl Cielo sopraesquilino numero19
ILl Cielo sopraesquilino numero19mauvet52
 
Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...
Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...
Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...Fabrizio Mancassola
 
Cielo sopraesquilino numero 23
Cielo sopraesquilino numero 23Cielo sopraesquilino numero 23
Cielo sopraesquilino numero 23mauvet52
 
Massimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anni
Massimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anniMassimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anni
Massimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anniPosteItaliane
 
Cielo sopraesquilino numero 11
Cielo sopraesquilino numero 11Cielo sopraesquilino numero 11
Cielo sopraesquilino numero 11Mauro Vetriani
 
La culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprile
La culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprileLa culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprile
La culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprilemauvet52
 
"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo
"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo
"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona PeroloSimona C. Perolo
 
CieloSopraEsquilino-Numero42.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero42.pdfCieloSopraEsquilino-Numero42.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero42.pdfmauvet52
 
Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...
Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...
Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...Landexplorer
 
POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017
POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017
POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017MIUR
 
30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia
30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia
30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab VeneziaVEGA - Science & Technology Park
 
Cielo sopraesquilino numero39
Cielo sopraesquilino numero39Cielo sopraesquilino numero39
Cielo sopraesquilino numero39mauvet52
 
Quando il museo dieventa "respiro" della comunità
Quando il museo dieventa "respiro" della comunitàQuando il museo dieventa "respiro" della comunità
Quando il museo dieventa "respiro" della comunitàLandexplorer
 
Cielo sopraesquilino numero26
Cielo sopraesquilino numero26Cielo sopraesquilino numero26
Cielo sopraesquilino numero26mauvet52
 
La Presentazione di A bit of history
La Presentazione di A bit of historyLa Presentazione di A bit of history
La Presentazione di A bit of historyQuotidiano Piemontese
 
Cielo sopraesquilino numero10
Cielo sopraesquilino numero10Cielo sopraesquilino numero10
Cielo sopraesquilino numero10mauvet52
 

Similar to La Stampa: Maxi biblioteca della Storia nel nuovo Polo del Novecento (20)

Cielo sopraesquilino numero27
Cielo sopraesquilino numero27Cielo sopraesquilino numero27
Cielo sopraesquilino numero27
 
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdfCieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
 
ILl Cielo sopraesquilino numero19
ILl Cielo sopraesquilino numero19ILl Cielo sopraesquilino numero19
ILl Cielo sopraesquilino numero19
 
Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...
Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...
Proposta di revisione collocazione edifici plessi scolastici e istituti cultu...
 
7 dì 3 marzo 2013
7 dì   3 marzo 20137 dì   3 marzo 2013
7 dì 3 marzo 2013
 
Cielo sopraesquilino numero 23
Cielo sopraesquilino numero 23Cielo sopraesquilino numero 23
Cielo sopraesquilino numero 23
 
Massimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anni
Massimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anniMassimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anni
Massimo Sarmi: 5 maggio Poste festeggia i 150 anni
 
iii municipio Prova
iii municipio Provaiii municipio Prova
iii municipio Prova
 
Cielo sopraesquilino numero 11
Cielo sopraesquilino numero 11Cielo sopraesquilino numero 11
Cielo sopraesquilino numero 11
 
La culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprile
La culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprileLa culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprile
La culturaincasa dal 30 marzo al 5 aprile
 
"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo
"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo
"2016, musei in crescita. Bene il Piemonte." di Simona Perolo
 
CieloSopraEsquilino-Numero42.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero42.pdfCieloSopraEsquilino-Numero42.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero42.pdf
 
Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...
Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...
Nuovi modi di narrare il patrimonio culturale e le bellezze storiche durante ...
 
POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017
POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017
POF ITET "G.T. Lampedusa" 2016-2017
 
30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia
30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia
30.09.2014 Nuova Venezia - Open day al VEGA per Fablab Venezia
 
Cielo sopraesquilino numero39
Cielo sopraesquilino numero39Cielo sopraesquilino numero39
Cielo sopraesquilino numero39
 
Quando il museo dieventa "respiro" della comunità
Quando il museo dieventa "respiro" della comunitàQuando il museo dieventa "respiro" della comunità
Quando il museo dieventa "respiro" della comunità
 
Cielo sopraesquilino numero26
Cielo sopraesquilino numero26Cielo sopraesquilino numero26
Cielo sopraesquilino numero26
 
La Presentazione di A bit of history
La Presentazione di A bit of historyLa Presentazione di A bit of history
La Presentazione di A bit of history
 
Cielo sopraesquilino numero10
Cielo sopraesquilino numero10Cielo sopraesquilino numero10
Cielo sopraesquilino numero10
 

More from Gianguido Passoni

Repubblica - Sul carro di Appendino
Repubblica - Sul carro di AppendinoRepubblica - Sul carro di Appendino
Repubblica - Sul carro di AppendinoGianguido Passoni
 
Intervista passoni staneremo elettori airaudo
Intervista passoni staneremo elettori airaudoIntervista passoni staneremo elettori airaudo
Intervista passoni staneremo elettori airaudoGianguido Passoni
 
Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...
Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...
Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...Gianguido Passoni
 
Una città a tante voci - mercoledì 1 giugno
Una città a tante voci - mercoledì 1 giugnoUna città a tante voci - mercoledì 1 giugno
Una città a tante voci - mercoledì 1 giugnoGianguido Passoni
 
31 maggio - Salute e prossimità
31 maggio - Salute e prossimità31 maggio - Salute e prossimità
31 maggio - Salute e prossimitàGianguido Passoni
 
La Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e Passoni
La Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e PassoniLa Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e Passoni
La Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e PassoniGianguido Passoni
 
Repubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secolo
Repubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secoloRepubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secolo
Repubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secoloGianguido Passoni
 
Reppubblica - Uffici pubblici nelle caserme "vuote"
Reppubblica -  Uffici pubblici nelle caserme "vuote"Reppubblica -  Uffici pubblici nelle caserme "vuote"
Reppubblica - Uffici pubblici nelle caserme "vuote"Gianguido Passoni
 
Conversazione sulla Danza e il Teatro
Conversazione sulla Danza e il TeatroConversazione sulla Danza e il Teatro
Conversazione sulla Danza e il TeatroGianguido Passoni
 
Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...
Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...
Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...Gianguido Passoni
 
Relazione bilancio previsione 2016
Relazione bilancio previsione 2016Relazione bilancio previsione 2016
Relazione bilancio previsione 2016Gianguido Passoni
 
Italia Oggi - M5S: siamo al rompete le righe
Italia Oggi - M5S: siamo al rompete le righeItalia Oggi - M5S: siamo al rompete le righe
Italia Oggi - M5S: siamo al rompete le righeGianguido Passoni
 
Corriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacre
Corriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacreCorriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacre
Corriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacreGianguido Passoni
 
La Stampa - "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"
La Stampa -  "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"La Stampa -  "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"
La Stampa - "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"Gianguido Passoni
 
Il ruolo della memoria in politica
Il ruolo della memoria in politicaIl ruolo della memoria in politica
Il ruolo della memoria in politicaGianguido Passoni
 
Trasparenza e partecipazione
Trasparenza e partecipazioneTrasparenza e partecipazione
Trasparenza e partecipazioneGianguido Passoni
 

More from Gianguido Passoni (20)

Tutti i no di montanari
Tutti i no di montanariTutti i no di montanari
Tutti i no di montanari
 
Repubblica - Sul carro di Appendino
Repubblica - Sul carro di AppendinoRepubblica - Sul carro di Appendino
Repubblica - Sul carro di Appendino
 
Intervista passoni staneremo elettori airaudo
Intervista passoni staneremo elettori airaudoIntervista passoni staneremo elettori airaudo
Intervista passoni staneremo elettori airaudo
 
Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...
Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...
Da Milano a Torino: la sinistra, i suoi valori. le sue proposte per il govern...
 
Una città a tante voci - mercoledì 1 giugno
Una città a tante voci - mercoledì 1 giugnoUna città a tante voci - mercoledì 1 giugno
Una città a tante voci - mercoledì 1 giugno
 
31 maggio - Salute e prossimità
31 maggio - Salute e prossimità31 maggio - Salute e prossimità
31 maggio - Salute e prossimità
 
La Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e Passoni
La Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e PassoniLa Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e Passoni
La Stampa - Rissa a sinistra tra gli ex alleati Curto e Passoni
 
Repubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secolo
Repubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secoloRepubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secolo
Repubblica - Polizia, addio a via Verdi dopo un secolo
 
Reppubblica - Uffici pubblici nelle caserme "vuote"
Reppubblica -  Uffici pubblici nelle caserme "vuote"Reppubblica -  Uffici pubblici nelle caserme "vuote"
Reppubblica - Uffici pubblici nelle caserme "vuote"
 
Conversazione sulla Danza e il Teatro
Conversazione sulla Danza e il TeatroConversazione sulla Danza e il Teatro
Conversazione sulla Danza e il Teatro
 
Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...
Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...
Attività ed iniziative finalizzate a favorire la conoscenza e il recupero, a ...
 
Relazione bilancio previsione 2016
Relazione bilancio previsione 2016Relazione bilancio previsione 2016
Relazione bilancio previsione 2016
 
Cultura è lavoro.
Cultura è lavoro. Cultura è lavoro.
Cultura è lavoro.
 
Italia Oggi - M5S: siamo al rompete le righe
Italia Oggi - M5S: siamo al rompete le righeItalia Oggi - M5S: siamo al rompete le righe
Italia Oggi - M5S: siamo al rompete le righe
 
Corriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacre
Corriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacreCorriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacre
Corriere della Sera Sette - Laggiù dove convivono armi e immagini sacre
 
La Stampa - "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"
La Stampa -  "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"La Stampa -  "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"
La Stampa - "Faremo il possibile per difendere tutti i posti di lavoro"
 
Self ci teniamo a torino
Self ci teniamo a torinoSelf ci teniamo a torino
Self ci teniamo a torino
 
Il ruolo della memoria in politica
Il ruolo della memoria in politicaIl ruolo della memoria in politica
Il ruolo della memoria in politica
 
Incontro con le SOMS
Incontro con le SOMSIncontro con le SOMS
Incontro con le SOMS
 
Trasparenza e partecipazione
Trasparenza e partecipazioneTrasparenza e partecipazione
Trasparenza e partecipazione
 

La Stampa: Maxi biblioteca della Storia nel nuovo Polo del Novecento

  • 1. 46 .CronacadiTorino .LA STAMPA MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE 2015 !" #$ %& !' Diario Blitz nel campo nomadi di strada dell’Aeroporto Milioni di euro falsi nascosti nella cassa col doppio fondo ! Un tesoro di soldi falsi, per un valore di oltre 27 milioni tra euro e dollari, in banconote con sopra la scritta «facsimile». È la scoperta fatta ieri mattina dai carabinieri della compagnia Torino Oltre Dora e del comando provinciale nel cam- po nomadi di strada dell’Aeropor- to, nel corso di una perquisizione delegata dalla procura dei Minori nell’ambito dell’inchiesta sul lancio di sassi in tangenziale da parte di alcuni ragazzi minorenni. Il denaro era nascosto in una cassa con il doppio fondo. Già in un precedente controllo, 20 giorni fa i carabinieri aveva tro- vato 2082 banconote false, sempre con la scritta «facsimile» per un totale di 543 mila euro. Si tratta di banconote, in gene- re, utilizzate nelle truffe con lo scambio di denaro. Al control- lo di ieri hanno partecipato unità cinofile e i vigili urbani che hanno sequestrato 9 veicoli e multato un bar abusivo. Banconote «facsimile» Appello al governo dei pendolari Torino-Milano “L’alta velocità di interesse strategico nelle ore di punta” ! Il comitato dei pendolari veloci della Torino-Milano ha chiesto al governo di sospendere l’obbligo della prenotazione obbligatoria sui Frecciarossa in vigore dallo scorso primo luglio ma con il congelamen- to delle sanzioni che scadrà a fine mese. La richiesta è accompagnata daunaproposta:individuareitreni ad alta velocità «come di interesse strategico per la tutela delle fasce pendolari (7:00-8:30 e 17:00-19:00)». Ieri mattina a Porta Su- sa anche i pendolari di Italo hanno continuato la loro protesta per salire sui convogli delle sette e mezzo del mattino «impos- sibili» da prenotare. Secondo il Comitato «la proposta garan- tirebbe «il raggiungimento del luogo di lavoro la mattina e il ricongiungimento familiare la sera». [M.TR.] I pendolari di Italo Lasmartcityprendeforma Lucicontelecamereeapptagliacode “VeniteasperimentareaTorino” Battere la burocrazia è sem- pre un’impresa. Ieri, la giunta comunale c’è riuscita appro- vando una delibera proposta dall’assessore Enzo Lavolta che metterà Torino a disposi- zione di aziende e realtà pro- duttive per sperimentare nel- la vita di tutti i giorni e su strutture reali i loro prodotti innovativi. È illuminante la storia del «tagliacode» che permette di staccare virtual- mente il ticket con il quale si prenota lo sportello. Da un annetto è in funzione alla So- ris di corso Racconigi, la so- cietà di riscossione del Comu- ne visitata ogni mese da 6 mi- la persone. L’app gratuita Per utilizzare il servizio oc- corre scaricare l’app gratuita «Qurami», incrocio tra l’in- glese «queue» cioè fila e «cu- rami». «L’altro giorno una mia amica ha prenotato con il”tagliacode” e, nell’attesa, è andata sotto la nostra sede a fare la spesa» racconta Maria Teresa Buttigliengo, dirigente della Soris, dove «Qurami» fun- ziona da un annetto. Buttiglien- go: «Abbiamo speso poche mi- gliaia di euro per adattare il si- stema di prenotazione che ave- vamo». Soris, che è una spa con il Comune come unico azioni- sta, ha potuto sperimentare il nuovo sistema (peraltro utiliz- zato da tempo da altri gruppi ed enti a livello nazionale) e spendere un po’ di soldi senza, diciamo, rendere conto a nes- suno proprio in virtù del suo status giuridico. Non fosse una spa, avrebbe, come ogni ente pubblico, dovuto dare notizia quando «Qurami» s’è presenta- ta in corso Racconigi propo- nendo la sperimentazione. Spe- rimentazione che, avvenendo in una realtà che è di tutti, avrebbe dovuto essere resa no- ta al mondo, vedi mai che altre aziende avessero avuto la stes- sa intenzione. Un quartiere smart E ancora, avendo investito po- che migliaia di euro, Soris è sta- ta esonerata dal fare un bando, obbligatorio per qualsiasi real- tà della pubblica amministra- zione. Un po’ arzigogolato, ve- ro? «Con la delibera appena ap- provata spianiamo la strada a queste aziende e ai loro prodot- ti innovativi con l’ente pubblico il quale, a sua volta, potrà chie- dere al mercato soluzioni a pro- blemi specifici», spiega Enzo Lavolta. Più aziende si sono già fatte avanti con Palazzo Civico perché un conto é sperimenta- re in laboratorio, tutto un altro nella realtà. «Molte richieste ci sono giunte da chi produce sen- soristica: strumenti che vor- rebbero piazzare, ad esempio, nelle scuole, per rilevare le con- dizioni ambientali e agire sugli impianti di riscaldamento o al- tro», aggiunge Giancarlo Pre- sutti che ha preparato la deli- bera. Va da sè che a muovere l’interesse delle aziende è il bu- siness, ma anche il Comune ne può trarre vantaggi. A Parco Dora, ad esempio, un’impresa aveva necessità di sperimenta- re le proprie lampade speciali che sono anche telecamere: un investimento del valore di 250 mila euro. Palazzo Civico guar- da anche oltre: punta, cioè, a in- dividuare un quartiere tipo do- ve concentrare la maggior par- te delle sperimentazioni, ricre- ando in piccolo le condizioni di una città. Una richiesta che ar- riva anche dall’Ue ed è solleci- tata dalla commissione Smart City, presieduta da Dario Troiando dei Moderati. Quale quartiere? L’ideale è un pezzo di Campidoglio: il quadrilatero compreso fra piazza Bernini, corso Francia, corso Svizzera, corso Appio Claudio e Tassoni. Ok della giunta alla collaborazione tra enti pubblici e imprese private BEPPE MINELLO Sperimentazione Alla Soris uno dei primi esempi di collaborazione tra pubblico e privato: l’app che elimina l’attesa in coda REPORTERS Mal’Anpirifiutal’invito:«Noinonandiamoinunsottotetto» MaxibibliotecadellaStoria nelnuovoPolodelNovecento Entro fine anno l’inaugurazione con 12 istituti e 300 mila volumi Quello che nascerà a fine an- no, agli ex Quartieri Militari di juvarriani del Quadrilatero San Celso e San Daniele, sarà uno spazio mai visto prima in Italia. Una maxi biblioteca da 300 mila volumi sul ’900. Se si mettessero in fila tutti i libri che verranno trasferiti lì, si coprirebbero 8 chilometri li- neari di strada. Il Polo del No- vecento è in dirittura di arri- vo. I lavori, nell’edificio tra corso Valdocco e via del Car- mine, sono a buon punto. Il «condominio» creativo La cittadella della Storia riuni- rà tutti i principali istituti del Contemporaneo, tra cui l’Isto- reto, il Centro Primo Levi, gli istitutiGobetti,Gramsci,Unio- ne Culturale Franco Antoni- celli, Salvemini, le fondazioni Donat Cattin e Vera Nocentini, la Rete Italiana di Cultura Po- polare, in tutto 12 soggetti per ora. Atteso anche l’Anpi e le al- tre associazioni di reduci e ca- duti della guerra, ma il presi- dente onorario dell’associazio- ne partigani, Diego Novelli, ri- badisceilsuoseccono:«Siamo oltre6000iscrittiprovinciali,è disonorevole finire in un sotto- tetto, all’ultimo piano come ci hanno proposto». Presto, co- munque, partirà un bando per cercare nuovi «inquilini». Tut- ti metteranno a fattor comune la mole di volumi dei loro ric- chissimiarchivi.IlPolosaràun unico condominio per tante te- ste e altrettanti uffici, molti spazi comuni per gli studiosi, un ristorante, un bar, una ludoteca, una sala di coworking (quest’ul- tima nell’ex Caserma di San Cel- so, dove resteranno Istoreto e Museo della Resistenza). Nasce- ranno anche un mini teatro, una sala audiovisivi e uno spazio mo- stre. La Compagnia di San Pao- lo, che sul recupero del Polo ha investito 7 milioni di euro ed è prontaasostenereancorailpro- getto, assicura: «Non inaugure- remo un “cimitero delle carte” come qualcuno temeva - dice la responsabile del progetto San- dra Aloia -, ma un luogo vivo e pulsante, con iniziative culturali, prestito libri e spettacoli serali aperti al pubblico». Riunire i saperi Certo, non è stato semplice te- nere insieme gli istituti nati nel Dopoguerra, «gelosi», se così si può dire, dei loro preziosi archi- vi. Per fare spazio a tutti, c’è stato qualche direttore che ha dovuto rinunciare di malavo- glia alla doppia o tripla copia di riviste magari minori, ma alla fine il Polo è un’opportunità perché garantisce una salvezza economica agli istituti più in crisi. Tutti i 12 si fonderanno in una fondazione, per mettere in- sieme i magri bilanci. Tra i can- didati a dirigerla, il professore Sergio Soave e il direttore del Museo Resistenza Giudo Va- glio. Ieri, la commissione Cultu- ra guidata dal Pd Luca Cassiani è andata a visitare gli spazi do- ve il prossimo mese trasloche- ranno libri e personale delle bi- LETIZIA TORTELLO San Daniele È questo uno dei due palazzi (l’altro è di fronte) che tra corso Valdocco e via del Car- mine riuniranno i 12 istituti culturali in un unico Polo I lavori e il trasloco saranno completati entro fine anno, per l’inaugurazione REPORTERS blioteche. «Abbiamo voluto sfi- dare la memoria e il modo di conservarla - continua -, imma- ginando un luogo che faccia na- scere sinergie di ricerca, sui te- mi della contemporaneità, dalla mafia all’Europa all’immigra- zione. Per frequentare il Polo del ’900 occorrerà una tessera «a basso costo», assicurano dal- la Compagnia. Contribuirà a raggiungere l’ambizioso obiet- tivo di rendere autonoma la struttura, almeno per il venti per cento dei costi. !Il Museo della Re- sistenza resterà nell’ex caserma di San Celso, dove ora è allestito. Al fianco l’Istoreto e una grande sala di coworking da affittare Chisiunisce !Anche l’Istituto Gramscisiuniràaglial- tri istituti del Novecen- to nati nel Dopoguer- ra, trasferendo lì i suoi archivi. Nella foto l’ex direttore Scamuzzi !La Rete Italiana di Cultura Popolare di Antonio Damasco (fo- to)entraafarpartedel Polo, per lavorare con il teatro sui temi del Contemporaneo