Il sogno nel corso della storia

1,645 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,645
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il sogno nel corso della storia

  1. 1. Ad opera di:Battistel Aurora,Guadagnin Giada,Furlan Ludovica,Miatto Federica e Marasciulo Carlo Insegnante:Prof.Piaser Materia:Scienze Umane
  2. 2. E’ un’attività mentale che si svolge durante il sonno, caratterizzata da impressioni visive, sensazioni e pensieri non coordinati tra loro logicamente ma esprimenti desideri, ricordi, emozioni inconsce
  3. 3. Babilonese:Con l'introduzione della scrittura nella cultura babilonese, troviamo la prima descrizione di un sogno nella leggenda "l'Epopea di Gilgamesh“  si riteneva cioè che i sogni fossero fonte di verità certe  Analogamente, nella cultura sumerica, troviamo il rituale dell'incubazione 
  4. 4. Gli egizi interpretavano il sogno come una "intromissione" degli dei nella vita degli esseri umani.  i sogni consentivano la comunicazione con il mondo dei defunti e quindi con le divinità 
  5. 5. Gli ebrei consideravano il sogno come la diretta manifestazione della volontà di Dio. L’esempio più famoso si trova nella Bibbia, e si riferisce al sogno profetico del Faraone.  Assume ora un carattere religioso  Precedentemente invece il sogno era il mediatore tra il mondo terreno e un mondo ultraterreno 
  6. 6.  La pratica incubativa fu ripresa all'interno dei riti in favore di Esculapio,utilizzata per: cura delle malattie guida spirituale dei sognatori. Questa pratica assunse tale importanza da diventare una "scienza“ chiamata "Onirocritica“ ,ossia la scienza che interpreta i sogni.
  7. 7.  «Per loro natura i sogni sono inesplicabili e portano messaggi difficili da interpretare, né ogni cosa si compie per i mortali. Due sono le porte dei sogni immateriali, una corno e l'altra avorio; e quelli che escono attraverso l'avorio illudono, perché portano messaggi che non si realizzano, mentre quelli che procedono per la porta di polito corno compiono cose vere, ogni volta che un mortale li veda».
  8. 8. Il più famoso onirocritico del tempo fu un certo Artemidoro di Daldi, il primo a scrivere un testo dedicato a "L'interpretazione dei sogni".  Scopo costituire una sorta di repertorio dei sogni
  9. 9. SOGNI PROFETICI DIRETTI NON PROFETICI SIMBOLICI
  10. 10. si trattava di un fenomeno molto complesso che svolgeva una parte "attiva" nella vita dell'individuo.  il sogno non fa altro che trattenere ed elaborare gli stimoli sensitivi che ci colpiscono durante il giorno.  Egli sostiene che il sonno o l'avvicinarsi della morte non solo non diminuiscono l'esercizio delle facoltà razionali, ma permettono all'anima di raccogliersi in se stessa  distacco dalla concezione religiosa. 
  11. 11.   Il sogno acquisisce sempre meno importanza convinzione che i sogni siano semplicemente manifestazioni fantasiose.
  12. 12. venivano infatti considerati di volta in volta o come espressione della benevolenza divina o come condensazioni di umori corporei o come pure fantasie.  A volte venivano considerati premonitori, guaritori e miracolosi  manifestazione del peccato. 
  13. 13.     i sogni hanno un ruolo centrale costituivano la rivelazione della verità Sogni: 1-i sogni inviati da Dio, 2-i sogni inviati dal demonio e tentatori, 3-i sogni liberi da ogni dimensione spirituale che rivelavano la condizione fisica del sognatore.
  14. 14.  Sigmund Freud pubblica l’interpretazione dei sogni nel 1900.  Nell’opera i sogni vengono definiti l’appagamento camuffato di un desiderio rimosso  I sogni avevano  un contenuto manifesto  un contenuto latente  Il motore dei sogni secondo Freud sono i desideri inconsci
  15. 15. Consiste nel ripercorrere a ritroso il processo di traslazione del contenuto latente in quello manifesto,al fine di cogliere i messaggi dell’ES. Libere associazioni: tecnica verbale nella quale si chiede al paziente di nominare la prima cosa che gli viene in mente  cercava di raccogliere informazioni sul significato latente dei sogni
  16. 16. FONTI: Guada scrivi qualcosa tu che non c’ho piu palle,grz <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3

×