Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Social media writing

18,442 views

Published on

Alcuni appunti sulla scrittura professionale nei social media: blog e social network

Published in: Education
  • molto interessante, segnalo che la slide 7 è la ripetizione della 6 e sulla 9 c'è un refuso '...dal’altra parte?'
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

Social media writing

  1. 1. 1/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTelecom Italia - confidenzialeSocial mediawritingElementi di scrittura perblog e social networkGiacomo Mason, Maggio 2013
  2. 2. 2/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e social network: la scrittura si contraeStampaOnlineBlogStreaming
  3. 3. 3/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSecondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  4. 4. 4/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleLa TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.Secondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  5. 5. 5/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSiete sicuri che la Tele sia una cosa del passato? Questoarticolo dell’Economist sostiene il contrario. Capiamo leragioni dei teledipendenti (la tele ci dà sicurezza, giusto?),un momento però: la TV a cui pensiamo non esiste più.La TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.Secondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  6. 6. 6/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSiete sicuri che la Tele sia una cosa del passato? Questoarticolo dell’Economist sostiene il contrario. Capiamo leragioni dei teledipendenti (la tele ci dà sicurezza, giusto?),un momento però: la TV a cui pensiamo non esiste più.La TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.TV o Rete? Per l’#Economist siamo ancora teledipendenti. La Tvdà sicurezza, ma nel frattempo è cambiata http://goo.gl/4IqLdSecondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  7. 7. 7/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSiete sicuri che la Tele sia una cosa del passato? Questoarticolo dell’Economist sostiene il contrario. Capiamo leragioni dei teledipendenti (la tele ci dà sicurezza, giusto?),un momento però: la TV a cui pensiamo non esiste più.La TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.TV o Rete? Per l’#Economist siamo ancora teledipendenti. La Tvdà sicurezza, ma nel frattempo è cambiata http://goo.gl/4IqLdSecondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  8. 8. 8/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingE ci devo anche mettere anche i linkTwitter non perdona la prolissità
  9. 9. 9/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingCosa ci sarà dal’altra parte?Ma neanche l’eccessiva laconicità
  10. 10. 10/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza dei titoliBisogna farli bene“all’origine”Sono ovviamenediscriminanti percatturare l’attenzione efare capire il senso
  11. 11. 11/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writinghttp://blog.meetweb.it/index.php/2012/01/13/non-farmi-pensare-unintroduzione-allusabilita/I titoli sono un punto “caldo” anche nei blog
  12. 12. 12/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza dei “metatesti”I metatesti sono il verolavoro editoriale.Hanno il ruolo dianticipare, riassumere,indirizzare, commentare,dare un “tono” allasegnalazione
  13. 13. 13/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza delle fotoLe foto e il materialemultimedia in generalehanno un’importanzamaggiore, nel flusso dellesegnalazioni
  14. 14. 14/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza dei linkSegnalare link utili erilanciarli è uno degliscopi fondamentali delmicroblogging (maanche del blogging)
  15. 15. 15/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza delle prime parole(ovviamente)
  16. 16. 16/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingMontanari – Scapolan 2011, Utilizzo dei social network nei comuni italiani di media e grandi dimensioni,http://www.qualitapa.gov.it/fileadmin/dam/customer_online/report%20comuni%202.0.pdfle pagine/profili che sembrano riscuotere maggiorgradimento (numero amici, commenti dei cittadini e“like”) sono quelle in cui gli amministratori utilizzano unlinguaggio molto diretto e informale che stimolal’interazione.Ciò non significa utilizzare espressioni “giovanilistiche”o eccessivamente colloquiali, ma parlare in modosemplice (uscendo da schemi eccessivamente tecnici,formali e burocratici) rivolgendosi direttamente aicittadini.Dalla ricerca Montanari-Scapolan
  17. 17. 17/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e scrittura
  18. 18. 18/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTitoli efficaci. Brevi, descrittivi, immediatiPost brevi. Usate più post per argomenti lunghiGranularità. Usate molto i paragrafi sottotitolatiAncoraggi. grassetti, punti elencoLink di approfondimento. Metteteli sempre. Avolte sono il cuore dei postTag e categorie. Siate generosiMultimedia. E’ importante arricchire con foto evideoElementi strutturali importanti
  19. 19. 19/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writinghttp://comunicaresulweb.altervista.org/web-writing/scrivere-un-post-lungo-o-corto/Ricerca sui blog ai primi 100 posti su Technorati(2007)Poco più dimezza paginaword
  20. 20. 20/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingPost che funzionano sempreHow-to per punti(7 regole per un’architettura informativa coi fiocchi)Case studies(Migliorare l‘immagine con Facebook: il caso Kirbi)Elenchi di risorse(10 tool online per fare videocasting gratuitamente)Recensioni prodotti e servizi(Ho provato il nuovo Ipad: ecco che cosa ne penso)Raccolta propri post precedenti(Tutti i miei post sulla scrittura)Soggettiva di news(Eccomi all’Aquila, un anno dopo)
  21. 21. 21/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTitoli che funzionano sempre10 Consigli per…Come creare un perfetto….Ottenere un…..: ecco come fareRichiedere il….: ecco cosa farele 7 regole doro per...Le 10 leggi per...Hai bisogno di...? Ecco la rispostaNumeri e listeDomande e risposteVerbi all’infinito legati al “come fare”Descrizioni dei contenuti
  22. 22. 22/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTitoli sbagliatiSono ammiccanti, manon fanno capire di checosa si sta parlando
  23. 23. 23/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingUn classico dell’How to: verbi all’infinto
  24. 24. 24/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingVerbi all’infinito nei social network
  25. 25. 25/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingPost all’infinito: un po’ di ironia
  26. 26. 26/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingbuoni titoli eccentrici
  27. 27. 27/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingPersonalità. Il blog è un oggettod’autore, anche se gli autori possonoessere tanti.Appello diretto al lettore. Stateparlando direttamente a qualcuno,anche se non è presenteLeggerezza. E’ necessario acquisireleggerezza nella scrittura (immagini,ritmo)Alcuni elementi stilistici importanti
  28. 28. 28/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e scrittura (quello che ho capito)/1Uso della prima persona personale o plurale (“Sappiamo che questo provocheràqualche malumore tra i programmatori PhP…” “Siamo d’accordo col suo approccio e cisembra sensato”)Uso del presente indicativo (“In genere valutiamo i bisogni a partire da noi. Eprogettiamo soluzioni di conseguenza”, “quando scrivo spengo le luci”)Appello costante ai lettori (“Voi vi chiederete”, “Ma questo non è un nostro problema,giusto?”, “Provateci anche voi”, “Il link ve lo risparmiamo. “E’ così. Credeteci” )Uso spinto del parlato (“beh, non è proprio così”, “accidenti, mi dico, allora sarà vero”,“Mah, forse non è proprio così” “No, perché, per dire, non è che tutti siamo così smaliziaticon Android”)Frasi brevi. (“Ieri ero al Motorshow. Fantastico. Dico davvero: non credevo ai miei occhi.Sapete quanti espositori c’erano? Die-ci-mi-la. Chiudete gli occhi e pensate a quantisono diecimila stand”).
  29. 29. 29/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e scrittura (quello che ho capito)/2Visione in soggettiva (“Questa cosa mi spaventa un po’: come hanno fatto a capire chisono?”, “Si fa molto chiasso attorno a questo evento e la cosa ci stupisce assai”)Domande (“Siamo sicuri che sia la strada giusta?”, “E questo che cosa c’entra? C’entraperché è la chiave per risolvere un vecchio problema”, “In genere è così. Ma è semprecosì?”)Iperboli (“Il faraonico banchetto di ieri” “Si trasforma in una sconfitta catastrofica”, “Ilrisultato sono tonnellate di carta in più”)Immagini concrete (“Un calderone di opinioni” “Essere sotto i riflettori” “Scenderenell’arena” “La pioggia di email è diventata un diluvio”).Call to action (“E voi che cosa ne pensate?”, “Se qualcun altro ha dei casi a riguardofaccia un fischio”)
  30. 30. 30/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingDomande (Vi siete mai chiesti perché imac non prendono virus?)Aneddoti o citazioni (Falubert dicevache la bellezza è una promessa di felicità.E ieri all’auditorium è stata mantenuta)Analogie o similitudini (Per fare unbimbo ci vogliono nove mesi. Ma per ilsito Italia.it il parto è stato più difficile)Dati scioccanti o sorprendenti (500milioni di utenti a marzo. E tra essi c’èsicuramente anche vostra zia Peppina)Storie personali (Non ero mai statoall’ufficio immigrazione di Via ostiense, equando ieri ci ho messo piede è successauna cosa che non mi aspettavo)Aprire e chiudereun postRiassumere (In poche parole, se voletemigliorare le performance dovete passare adUbuntu)Invitare all’azione (Volete saperne di più? Sulsito dell’associazione trovate i dettagli)Lanciare un’ispirazione (E siete sicuri che noncapiterà anche a voi?)Scrivere un Post Scriptum (P.s. Tutto questonon è successo a Nairobi, ma a Parma.Meditate gente…)Creare l’effetto "trampolino“ (Ma di questoparleremo nel prossimo post)Tratto dahttp://blog.mestierediscrivere.com/2007/08/20/971/
  31. 31. 31/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingSocial network e scrittura
  32. 32. 32/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLa scrittura sui social networkMetatestiCommenti al materiale segnalato (foto, video link)Commenti senza segnalazioni (in realtà sono pochi)CinguettiiSegnalazioni su applicazioni di microblogging(Twitter, Friendfeed)
  33. 33. 33/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingA che cosa servono i metatesti?A sintetizzareA incuriosireA anticipareA commentareIn alcuni casi, come per il comune divenezia) il metatesto è il comunicato stampa(discutibile IMHO)Pensate sempre all’utilità per i vostri utenti
  34. 34. 34/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingCreare i metatesti su FacebookSe la fonte è ben scritta c’èbisogno di poco metatestoIn questo caso la foto segnalatae la didascalia sono (quasi)sufficienti a garantire lasussistenza della segnalazione
  35. 35. 35/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingCreare i metatesti su FacebookA volte il metatesto è da solo,ma è un caso raroUn metatesto ricco, con rimandie menzioni
  36. 36. 36/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writing140 caratteriUn tweet, un concettoLa brevità è la prima preoccupazione (anchemeno di 140 caratteri, per permettere ilretweet)Aggiungere valore ai linkRetwittare e rispondere fa parte del giocoDietro l’organizzazione ci siete voi (nobuorcratese)Niente punti esclamativi
  37. 37. 37/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingNichi Vendola, un disastro (nella scrittura)Eh?Chissà che cosa ha ribaditoTweet interruptus
  38. 38. 38/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingDa noi sconti imbattibili!! http://ff.im/jNBAQSecondo l’ultima indagine del Censis sono più diduecentomila gli http://ff.im/jNBPEUsi sbagliatiLe persone retwittano principalmente basandosi sul testo, non sul linkAnnuncio: ancora qualche ora e parte il Barcamp diGenova. Noi siamo già lì con i nostri zaini e macchinefotografiche http://ff.im/jNBWA6 già arrivato? E cmq nn credo ke verrermoMarkettaroArticoli interrottiTroppo testo,mancano infoSMS styleUffa…Se non siete blogstarCredete di esserne capaci? http://ff.im/jNBAQCos’è, un giochino idiota?
  39. 39. 39/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingUsi correttiA Roma scarpe tods al 50% di sconto http://ff.im/jNBEBAutonomi e partite IVA: per il Censis in 200.000pagano la pensione al nonno http://ff.im/jNBARBarcamp di Genova, siamo pronti. Appuntamento alle15.00 a Piazza Dante. Noi siamo già lì http://ff.im/jNSWASei già arrivato? E comunque non credo che verremoUffa. Si è rotta di nuovo la stampanteSostituire i nomi con verbi: credete di esserne capaci?Fate la prova http://ff.im/jNBQA
  40. 40. 40/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingQuali sono le applicazioni indispensabili per Iphone?Ecco come pagare l’IVA 2010Un tipo si perde e finisce all’inferno. E ne vededi tutti i colori http://ff.im/jNBPZL’impedibile figuraccia di Steve jobs http://ff.im/jNBPMFunzionanoDomande seccheAnticipazioni seccheSintesi estreme(ma devono essere significative)http://ff.im/jNBPAAnticipazioni succulente(ma dovete mantenere le promesse)Libertà è sempre libertà dal desiderio http://ff.im/jNQa2Post ispiratiLa più orrida presentazione del mondoInvettive http://ff.im/jNBPX
  41. 41. 41/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittare gli aggiornamenti del proprio sitostato vegetativo e minima coscienza: approvate le lineeguida del ministero http://ff.im/jNBPXForum PA 2011: Salute e innovazione al padiglione 11.Veniteci a trovare http://kz.is/j23PAPari opportunità, al ministero nasce il comitato unico digaranzia, contro disagio e discriminazione http://ff.im/jNBA1Abusi sessuali, da oggi i medici hanno uno strumento inpiù per affrontarli http://fg.im/23ASE’ appena uscito il piano nazionale per eliminare rosolia emorbillo. Obiettivi e azionihttp://ff.im/jN29apZ
  42. 42. 42/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingRestringere al massimoMercoledì 4 luglio 2012, nella sede del Ministero della salute di Lungotevere Ripa 1 a Romasi è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Relazione annuale 2011 al Pianonazionale integrato dei controlli ufficiali in materia di alimenti, mangimi, sanità e benessereanimale e sanità delle piante. Con l’occasione sono stati presentati anche il Decalogo 2012per una corretta nutrizione in estate e altri materiali di comunicazione in tema di sicurezzaalimentare. Alla conferenza stampa sono intervenuti il Ministro della salute Renato Balduzzi,e il Direttore generale per ligiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministerodella salute Silvio Borrello.I risultati 2011 del Piano nazionale integrato dei controlli su alimenti, mangimi, sanità ebenessere animale e sanità delle piante. http://ff.im/jNBPZ
  43. 43. 43/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingUn bel problema
  44. 44. 44/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAggiungere forzaTono leggeroBollire il latte per renderlo sicuro http://goo.gl/e7PdETempo di funghi, ecco come mangiarli in tuttasicurezza http://goo.gl/Q1B2eE voi, lo avete registrato il vostro cane?http://goo.gl/34E4WCominciare con un verboCominciare con una domandaFare appello al lettoreDelfinoterapia, cosa c’è di vero? Un temacontroverso http://goo.gl/Q34RaQ
  45. 45. 45/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingConoscere il gergo della reteScie chimicheSapevateloE niente,#FFGIAOPer conoscere il gergo della rete (e usarlo) bisogna solo “abitare” la Rete
  46. 46. 46/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingArricchire i postLink. Inserite dove potete link di approfondimentoHashtag. Usate gli hashtag che già esistono oppure inventateliRetweet. Retwittate il materiale altrui, se interessante e coerente con la vostrapolitica editorialeMenzioni. Non lesinate menzioni ad altri utenti presenti nei social mediaFoto. Inserite foto dove potete
  47. 47. 47/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)
  48. 48. 48/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspNessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)
  49. 49. 49/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficace
  50. 50. 50/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzione
  51. 51. 51/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzioneTrasformiamo una parola in un #hashtaginformativo
  52. 52. 52/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute #Sapevatelo http://goo.gl/e7PdEAggiungiamo anche un #hashtag“comunitario” (sapevatelo)Nessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzioneTrasformiamo una parola in un #hashtaginformativo
  53. 53. 53/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute #Sapevatelo http://goo.gl/e7PdEAvete i requisiti per l’esenzione dal #ticket? Verificatelo sul sitodel @ministerodellasalute #Sapevatelo http://goo.gl/e7PdETrasformiamo l’informazione in una domandae in una call to action verso i followerAggiungiamo anche un #hashtag“comunitario” (sapevatelo)Nessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzioneTrasformiamo una parola in un #hashtaginformativo
  54. 54. 54/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingRicordate che il “come” vale più del “cosa”Stare in rete è un “comportamento”, che viene valutatocome tale, al di là dei contenuti
  55. 55. 55/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingColtivare relazioniSe non ascolti quello che gli altri dicono di teSe non rispondi ai commentiSe rispondi male o in burocrateseSe non segnali materiale interessante di altriSe non diventi follwer di nessunoSe non intercetti discussioni interessanti
  56. 56. 56/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingColtivare relazioniSe non ascolti quello che gli altri dicono di teSe non rispondi ai commentiSe rispondi male o in burocrateseSe non segnali materiale interessante di altriSe non diventi follwer di nessunoSe non intercetti discussioni interessantiDi fatto stai facendo un monologo

×