Pm Iref L2

1,128 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,128
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pm Iref L2

  1. 1. Il Project Management nelle strutture di formazione Iref – 06 luglio 2006 Il Diagramma di GANTT 1
  2. 2. Nota biografica: Henry Gantt Ingegnere industriale statunitense, discepolo di Taylor, consigliere militare durante la prima guerra mondiale. Ha ideato anche dei metodi automatici per il calcolo dei tempi di lavorazione alle macchine utensili Il Diagramma di Gantt È una rappresentazione su scala temporale dell'evoluzione del progetto. Il Gantt è definito diagramma a barre infatti rappresenta le attività mediante barre, la cui lunghezza è proporzionale alla durata dell'attività che rappresenta. Il diagramma viene collocato su una scala temporale in rappresentanza delle attività stesse. 2
  3. 3. Il Diagramma di Gantt Il Diagramma di Gantt è uno strumento atto a rappresentare principalmente: Attività Tempo di lavoro Lavoro già effettuato Dalla WBS al Gantt Identificazione attività Identificazione delle milestone Loro sequenza logica (legami) Stima durata attività Stima arco temporale (elapsed) Valutazioni contingency 3
  4. 4. Il Diagramma di Gantt: cos’è? Il diagramma di Gantt è lo strumento ufficiale per gestire la pianificazione temporale del progetto. Mostra la “collocazione” temporale delle attività pianificate. Il Diagramma di Gantt: a cosa serve? Lo scopo di tale rappresentazione è: definire il "cosa fare" in una certa quantità di tempo (durata); definire un riferimento per il controllo dell'avanzamento definire eventi o date chiave (milestones) 4
  5. 5. Il Diagramma di Gantt: la logica di rappresentazione A B ATTIVITA' C D GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG TEMPO Il Diagramma di Gantt: ulteriori elementi Milestones Fasi Collegamenti 5
  6. 6. Tabella di individuazione: il tempo ATTIVITA’ TEMPO A x B x C x D x E x Tabella di individuazione ATTIVITA’ MILE Responsa TEMPO STONE bile A 1 Ifigenia x B Ermogene x C 2 Odoacre x D Rebecca x E 3 Redeo x 6
  7. 7. Il Diagramma di Gantt: l’apertura di un ufficio Il Diagramma di Gantt: la rappresentazione del lavoro effettuato B ATTIVITA' GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG TEMPO 7
  8. 8. Il Diagramma di Gantt: la rappresentazione del lavoro effettuato Il Diagramma di Gantt: il controllo S.A.L. 8
  9. 9. Il Diagramma di Gantt: esercitazione I Costi di Progetto 9
  10. 10. Preventivazione dei Costi La preventivazione e la stima dei costi è fondamentale nella fase di pianificazione del progetto Non è da considerarsi un’attività spot ma un processo: da una valutazione di massima del costo del progetto (per decidere se “scommettere” sul progetto) si deve giungere ad un’analisi dettagliata ed affidabile (per poter fornire un preventivo al committente) Non è un processo semplice ma molto complesso La preventivazione dei costi: complessità Ogni stima è complessa Esistono molti modelli per la stima dei costi I fattori da valutare sono molteplici Esistono i rischi di progetto 10
  11. 11. I metodi di previsione dei costi Possiamo ricondurre le differenti modalità di previsione, in relazione alle loro caratteristiche peculiari, a tre principali metodi: Metodi soggettivi Metodi parametrici o statistici Metodi comparativi I metodi comparativi Si basano sulla possibilità di correlare costi a consuntivo di progetti passati con costi a preventivo di progetti presenti Vengono solitamente utilizzate due tecniche specifiche: Near-Neighbour (vengono correlati “pacchetti di attività” molto simili in progetti differenti) Rule of Thumb (si creano relazioni fra i costi di progetti del medesimo programma) 11
  12. 12. Che metodo si sceglie? Dipende… Dalla precisione richiesta alla stima Dall’esperienza delle persone coinvolte Dalle specifiche e dai requisiti richiesti dal cliente Dallo storico dei progetti Dai vincoli contrattuali Dal tempo a disposizione per la stima Dalla possibilità di riparametrare la stima Gli strumenti di rappresentazione dei costi di progetto La Distinta Per attività Per classe CBS Istogramma Barchart 12
  13. 13. La distinta per attività Attività Costo Fase A Attività A1 1000 € Attività A2 800 € Fase B Attività B1 6000 € Attività B2 1000 € La tabella riassuntiva di progetto Attiv. M.stone Resp. Tempi Costi 13
  14. 14. La distinta per classi Classe Costo R.U. (Lavoro) Ordinario 1000 € Straordinario 800 € Attrezzature … 6000 € … Materiali … 500 € CBS Nasce dall’intersezione in ATTIVITÀ una tabella a doppia entrata di Attività e Costi (per chiarezza spesso suddivisi in COSTI Classi) 14
  15. 15. BARCHART 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 A1 3200 A2 4000 A3 7000 A4 6000 A5 9000 A6 20000 A7 1000 ISTOGRAMMA 8 7 6 5 COSTI 4 3 2 1 0 1 2 3 4 5 6 TEMPO 15
  16. 16. La curva a “S” La rappresentazione 25 grafica dei costi di progetto in relazione 20 al tempo è 15 solitamente Costi Costi assimilabile ad una 10 Costi Cumulati gaussiana La rappresentazione 5 grafica dei costi 0 cumulati di progetto 1 2 3 4 5 6 è quindi assimilabile Tem po ad una “S” La gestione finanziaria dei progetti: incassi e pagamenti Un accurata analisi dei costi non basta per una gestione 14 corretta del 12 10 progetto 8 Pagamenti $ 6 Incassi Coordinare incassi 4 e pagamenti è 2 0 indispensabile per 1 2 3 4 5 6 Tem po non creare shock di liquidità 16

×