Forum Giovani Ais Vi Edizione Mascheroni e Sfardini

662 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
662
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Forum Giovani Ais Vi Edizione Mascheroni e Sfardini

  1. 1. Forum Ais (Milano 15/10/08) “ Researching Mobile Audiences”: per un’analisi delle nuove territorialità mediali giovanna.mascheroni@unito.it [email_address]
  2. 2. Il campo di studio: le audiences nello scenario della convergenza Researching Mobile Audiences <ul><ul><ul><li>L’unità domestica, luogo privilegiato di analisi, è uno degli spazi possibili di contatto con le piattaforme e i loro contenuti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>iper-specializzazione delle modalità di fruizione individuali, personalizzate, privatizzate, dislocate </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><li>rivalutazione di forme e pratiche fruitive votate alla simultaneità e alla condivisione di visione con altri </li></ul></ul><ul><li>Gli spazi pubblici sono uno dei terreni privilegiati di diffusione, circolazione di prodotti audiovisivi </li></ul><ul><ul><li>Negli spazi pubblici pratiche e usi consolidati si mescolano con elementi innovativi, competenze e pratiche di fruizione vengono condivise </li></ul></ul><ul><ul><li>I media e contenuti degli spazi pubblici collaborano a definire la costellazione mediale di riferimento che ogni soggetto seleziona, privilegia o porta con sé, a scapito di altre </li></ul></ul><ul><li>Sul piano dell’offerta: </li></ul><ul><li>Trasformazione dei sistemi produttivi, distributivi e di ricezione </li></ul><ul><li>Trasformazione dei modelli istituzionali e dei modelli di business </li></ul><ul><li>Sul piano del consumo: </li></ul><ul><li>Passaggio da audience ‘attiva’ a audience ‘interattiva ’ </li></ul><ul><li>Cambiamento delle forme dell’esperienza mediale (spazio, tempo, uso) </li></ul>
  3. 3. <ul><li> Metodo: osservazione etnografica e interviste in profondità presso: Bicocca Village (sala giochi e palestra Virgin Active); Bar Città del gioco </li></ul>Researching Mobile Audiences La ricerca: percorsi di fruizione negli spazi extradomestici   PALESTRA SALA GIOCHI CITTA’ DEL GIOCO TIPOLOGIA SOGGETTI SOCI ISCRITTI (18-50ENNI) AVVENTORI (12-24ENNI) FAN DI SERIE AMERICANE (20-40ENNI) RELAZIONE TRA I SOGGETTI INDIVIDUALE/DI GRUPPO ESTEMPORANEO GRUPPO PREESISTENTE/ GRUPPO DEI PARI GRUPPO GENERATO DALLA FRUIZIONE MEDIALE RELAZIONE CON I MEDIA DEL LUOGO <ul><li>AMBIENTE CARATTERIZZANTE </li></ul><ul><li>OGGETTO DI FRUIZIONE FOCALIZZATA </li></ul><ul><li>MERO ARREDO </li></ul>FUOCO DI ORIGINE E DI RIFERIMENTO DEL SENSO E DELLE PRATICHE DI FRUIZIONE VALENZA DEL LUOGO CONTENUTO DI RELAZIONI CONTENITORE DI RELAZIONI <ul><li>CONTENITORE </li></ul><ul><li>CONTENUTO DI RELAZIONI </li></ul>DEFINIZIONE DEI PERCORSI FRUITIVI MOLTIPLICAZIONE DEI CONTENUTI CON ELEZIONE DI UNA PIATTAFORMA DI CONSUMO INDIFFERENZA TRA QUESTO LUOGO E PERCORSI FRUITIVI CONVERGENZA SU UN CONTENUTO SPECIFICO CON MOLTIPLICAZIONE DELLE PIATTAFORME DI CONSUMO
  4. 4. Output della ricerca: Il paradigma della mobilità Researching Mobile Audiences <ul><ul><ul><li>Lo spazio pubblico è personalizzato attraverso i media nomadi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Lo spazio privato si estende nel pubblico sul piano relazionale (il perpetual contact con le comunità personali) e simbolico (la “casa lontano da casa”) attraverso l’uso di device portatili </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>Gli spazi pubblici sono sempre meno “non - luoghi” e sempre più luoghi “fantasmagorici” </li></ul><ul><ul><li>I media, anziché portare a una perdita del senso del luogo, sono “duplicatori di luoghi” (Moores 2003) </li></ul></ul><ul><ul><li>I luoghi sono definiti sempre più dai flussi di relazione (mobilità virtuali e imamginative ) che li attraversano. </li></ul></ul><ul><li>mobilità virtuali: </li></ul><ul><li>L’esperienza di “prossimità virtuale” (Urry 2000) data dalle interazioni sincrone online e dalla connettività anywhere , anytime della telefonia mobile. </li></ul><ul><li>mobilità immaginative: </li></ul><ul><li>L’esperienza mediata di luoghi, persone, </li></ul><ul><li>ed eventi lontani (Thompson 1995 ) </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Le implicazioni per lo studio delle audiences diffuse e mobili: </li></ul><ul><ul><li>La “connective ethnography” (Hine 2000) o “etnografia mobile” (Manzato e Soncini 2004), per lo studio delle “multimedia relations” (Baym et al 2004) </li></ul></ul><ul><ul><li>Etnografia mobile (Sheller e Urry 2006) dei luoghi di “inbetweenness” combinando osservazone in movimento, interviste non standard, registrazione audio-video, diari (narrativi o visuali) ecc. </li></ul></ul><ul><ul><li>La combinazione di tecniche assunte sotto l’etichetta di “etnografia mobile” rappresenta un tentativo di dare soluzioni concrete, di approntare una “cassetta degli attrezzi” per il ricercatore </li></ul></ul>Riflessioni di metodo: Verso un’etnografia mobile Researching Mobile Audiences
  6. 6. Researching Mobile Audiences Grazie.

×