Lezione 5 -Corso SCM e operations - Gandolfo Dominici

3,202 views

Published on

Lezione 5 - SCM & operations - Gandolfo Dominici - Facoltà di Economia, Univ. di Palermo

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,202
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
196
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lezione 5 -Corso SCM e operations - Gandolfo Dominici

  1. 1. Progettazione dei processi (analisi) Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  2. 2. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  3. 3. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  4. 4. Caratteristiche dei processi • Obiettivi di prestazione; • Sequenza di processi; • Allocazione dei compiti; • Allocazione della capacità. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  5. 5. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  6. 6. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  7. 7. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  8. 8. Mappatura dei processi (process blueprinting) • Descrizione dei processi in termini di interconnessioni tra le attività • Utilizza i diagrammi di flusso Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  9. 9. Diagrammi di flusso (flow chart) • È un linguaggio formale di tipo grafico per rappresentare gli algoritmi. • Attraverso il diagramma a blocchi (o flow chart) si può indicare l’ordine di esecuzione delle istruzioni. • Un particolare simbolo grafico detto blocco elementare è associato a ciascun tipo di istruzione elementare. • I blocchi sono collegati fra loro tramite frecce che indicano il susseguirsi delle istruzioni. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali 9 prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  10. 10. Diagrammi di flusso • I blocchi elementari sono: Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali 10 prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  11. 11. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  12. 12. Diagrammi di flusso • ha un blocco iniziale e uno finale; • è costituito da un numero finito di blocchi azione e/o blocchi lettura/scrittura e/o blocchi di controllo; • ciascun blocco elementare soddisfa le condizioni di validità. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali 12 prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  13. 13. Diagrammi di flusso Condizioni di validità: • ciascun blocco azione, lettura/scrittura ha una sola freccia entrante e una sola freccia uscente; • ciascun blocco di controllo ha una sola freccia entrante e due frecce uscenti; • ciascuna freccia entra in un blocco o si innesta su un’altra freccia; • ciascun blocco è raggiungibile dal blocco iniziale; • il blocco finale è raggiungibile da qualsiasi altro blocco. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali 13 prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  14. 14. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  15. 15. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  16. 16. Diagramma di flusso Slot Machine Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  17. 17. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  18. 18. Lead-time Vi sono diverse definizioni del lead-time (in senso più ampio o più stretto) a seconda degli obiettivi considerati. Il lead-time totale di produzione può esere considerato come segue : Tem po totale di processo tempo attesa tempo setuptempo lavorazionetempo attesa tempo di trasporto processo precedente processo successivo Lead- time di produzione Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  19. 19. Lead-time Il lead-time include: • Il tempo di attesa dei materiali (o delle parti) in coda prima del processo; • Il tempo totale del processo che è costituito dal tempo di lavorazione più il tempo di setup dei macchinari utilizzati; • Il tempo di attesa dopo il processo produttivo, cioè il tempo di attesa delle parti lavorate prima di potere essere trasferite al processo successivo; • Il tempo di trasporto necessario a raggiungere il processo successivo. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  20. 20. Cycle Time (o Takt Time) Il Cycle time (tempo di ciclo) è l’intervallo di tempo in cui la linea di produzione deve produrre un singolo prodotto o parte. O R E D I SE R V IZ IO G IO R N A L IE R E C Y C L E T IM E = P R O D U Z IO N E G IO R N A L IE R A R IC H IE S T A Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  21. 21. Livellamento (Smoothing) del processo produttivo E’ l’adattamento della produzione alla variabilità della domanda al fine di minimizzare la varianza quantitativa nella linea di produzione ed eliminare i tempi morti. Il livellamento della produzione nel TPS è ottenuto in due fasi:  Livellamento della quantità di produzione totale;  Livellamento della quantità di produzione del singolo modello. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  22. 22. Livellamento della quantità di produzione totale Mira a ridurre la varianza tra due periodi di tempo successivi, attraverso la previsione dei picchi e delle depressioni della domanda, per evitare sprechi nell’intero sistema di produzione. A tal fine mensilmente viene redatto (utilizzando l’MRP) un piano aggregato di produzione (Master Production Plan) fornisce i dati riguardanti i quantitativi mensili di produzione a seconda della domanda prevista. Il Master Production Plan deve sincronizzare tutti i processi, bilanciandoli così che ogni processo precedente termini alla stessa velocità nel tempo di ciclo (cycle time). Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  23. 23. Livellamento della quantità di produzione totale (esempio) il cycle time è calcolato: dividendo il tempo di lavoro della giornata (960 minuti ) per la produzione giornaliera [1] programmata nella linea finale di assemblaggio (350 unità il 1°Aprile): 960 / 350 = 2,74 minuti per unità = 165 secondi per unità [1] considerando due turni di lavoro di 8 ore: (8x60) x 2 = 960 min. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  24. 24. Livellamento della quantità di produzione totale (esempio) Esempio (semplificato) di Master Production Plan APRILE DATA 1 2 3 4 5 6 7 8 … 18 19 2 0 21 … 30 Quantità di produzione programmata 350 340 340 340 340 340 340 340 … 350 350 305 300 … 305 Numero di lavoratori assegnati alla linea 85 85 85 85 85 75 85 85 … 85 85 54 54 … 54 Numero di lavoratori che lavorano nella linea 83 63 63 63 73 83 63 63 … 61 62 51 52 … 52 Stop della linea (min.) 88 80 53 53 53 53 53 53 … 90 87 83 80 … 84 Cycle time (sec.unità) 165 169 169 169 169 169 169 169 … 164,5714 121 188,9 192 … 189 Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  25. 25. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Determina l’appropriata sequenza di produzione della “Linea di assemblaggio mista” (Mixed Model assembly line). La produzione di automobili è molto varia poiché ogni tipo di automobile ha diversi modelli, colori e specifiche. La quantità di prodotti finiti sarebbe immensa se ogni linea di produzione producesse solo un modello nell’intera giornata. Bisogna evitare che il processo precedente produca componenti quando ciò non è richiesto dalla domanda. Per ottenere ciò linea di produzione deve produrre il giusto mix di modelli minimizzando i tempi morti ed evitando la sovrapproduzione. Si deve dunque programmare la giusta sequenza di prodotti finiti livellando la quantità prodotta di ciascun modello. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  26. 26. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Un esempio: Si supponga che lo stabilimento debba produrre 8.000 automobili al mese; di cui:  4.000 modello A  2.000 modello B  2.000 modello C In 20 giornate lavorative al mese; con un solo turno di produzione giornaliero di 8 ore (480 minuti).  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  27. 27. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello  Il cycle-time medio è dato dal rapporto tra il tempo di lavoro giornaliero (480 minuti) ed il volume di produzione giornaliero (400 automobili): 480 minuti CYCLE TIM E = = 1 min.12 sec. 400 automobili  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  28. 28. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello  Il tempo entro cui è richiesta la produzione di un Modello A è: T em p o di richiesta 480 m inuti p er un m odello A = 200 M od ello A = 2 m in. e 24 sec.  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  29. 29. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Confrontando il cycle-time del modello A con il cycle-time medio si ha:  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  30. 30. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Il tempo massimo prima che un Modello A sia richiesto dal mercato è di 2 minuti e 24 secondi, mentre il cycle-time medio (cioè il tempo medio necessario per produrre un’autovettura) è di un minuto e 12 secondi. Di conseguenza prima un modello A sia richiesto la linea di produzione può essere utilizzata per produrre un’altra autovettura.  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  31. 31. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Considerando il tempo di richiesta di un modello B e di un modello C: Tempo di richiesta 480 minuti per un modello C = 100 Modello c = 4 min. e 48 sec. Tempo di richiesta 480 minuti per un modello B = 100 Modello B = 4 min. e 48 sec.  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  32. 32. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Confrontando il tempo di richiesta dei modelli A, B e C con il cycle-time medio:  Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  33. 33. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Il livellamento della produzione non si ottiene soltanto scegliendo l’appropriata sequenza di produzione ma è necessario estendere il controllo a tutta la linea al fine di:  Livellare il tempo totale di produzione ed assemblaggio di ogni processo;  Mantenere costante il livello di consumo delle parti lungo l’intera linea. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  34. 34. Livellamento della quantità di produzione del singolo modello Per potere livellare il tempo totale di produzione ed assemblaggio di ogni processo si deve controllare se qualche prodotto ha un lead-time più lungo del cycle-time programmato. Dunque uno dei requisiti per ottenere il livellamento della produzione è che il lead- time sia inferiore al cycle-time. Se un prodotto ha bisogno di un lead-time più lungo del cycle-time sarà allora necessario adottare degli accorgimenti per ridurre il lead-time. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  35. 35. Mantenere il tasso di consumo di ogni parte constante lungo la linea di produzione Q a tt d lap re u ni à el at α ( ; R j) Q Rj Ajn Nx Rj s ra d mi i zr pe d a i m ae n z Q Rj / Q 0 N Q Nmr dodndpo ot u eo i r i i i r d to Dv : oe Ajn = Quantità totale di αnecessaria alla prduzione della sequenza di ordini da 1 a N Rj / Q = Quantità media di αnecessaria per ogni unità di prodotto Rj = Quantità totale di αnecessaria per produrre tutti i prodotti Aj N x Rj = Quantità media di αnecessaria a produrre N unità di prodotto Q n Q = Quantitò totale di produzione per tutti i prodotti Aj = ∑i Q i=1 Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  36. 36. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  37. 37. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  38. 38. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  39. 39. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  40. 40. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  41. 41. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  42. 42. MAX Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  43. 43. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  44. 44. Ciclo costante - tempo di arrivo non costante Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  45. 45. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  46. 46. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  47. 47. Analisi delle code (elementi) Popolazione richiedente Ritmo di arrivo Coda Disciplina della coda Operatori Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  48. 48. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  49. 49. Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa
  50. 50. Casi e approfondimenti Caso: • Webasto Approfondimenti: • Formule per analisi delle code • Paper outsourcing, bpe, ... Supply Chain Management Laurea Magistrale in Scienze economico-aziendali prof. Gandolfo DOMINICI & Operations Indirizzo gestione d’impresa

×