Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
LO STAGNO<br /><ul><li>Scuola Media Statale</li></ul>“Giovanni XXlll”<br /><ul><li>ISC SPINETOLI       A.P.
a.s. 2002>2010</li></li></ul><li>INSEGNANTE             COORDINATORE:	Foschi Galileo<br />COLLABORATORI:<br />Lucianetti L...
FASI DI LAVORO<br />Rilevamento degli spazi e delle risorse<br />Raccolta informazioni<br />Progettazione <br />Delimitazi...
LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI<br />  Raccogliamo tutte le informazioni possibili per sfruttare le esperienze degli altri ...
LA PROGETTAZIONE<br />  Dalla localizzazione alla forma, dalle dimensioni alle caratteristiche tecniche: nulla sarà casual...
LE SCELTE DELLA PROGETTAZIONE<br />La forma: a maggioranza fra le tante disegnate.<br />La copertina: ognuno con la propri...
NON E’ UNA SIMULAZIONE.. <br />...Si disegnano le sezioni, si calcolano le dimensioni del telo ecc. ecc.<br />
DELIMITIAMO LO STAGNO <br />Dalla teoria…<br />…..Alla pratica<br />
LA FORMA E LA NOSTRA SCELTA:A FAGIOLO<br />
L’INIZIO DEI LAVORI<br />Presenti : l’assessore all’ambiente,i vigili, gli operai del Comune, gli insegnanti e severo dall...
IL DADO E’ TRATTO<br />   I PRIMI AD INTERVENIRE SONO I REPARTI CORAZZATI.<br />
LO SCAVO DELLA BUCA<br />SOLO LA RUSPA AVREBBE POTUTO FARLO<br />
REALIZZIAMO I TERRAZZAMENTI<br />E’ il turno della fanteria<br />
LO SMUSSO DEI BORDI<br />  Realizziamo lo smusso perché  facilita agli animali l’accesso e l’allontanamento dall’acqua<br />
ELIMINAZIONE DELLE PIETRE<br />  Le pietre vanno tolte perché potrebbero bucare il telo sotto la pressione dell’acqua.<br />
LA SOSTA DELL’INVERNO<br />Anche con la neve il futuro stagno ha il suo fascino.<br />
DISTRIBUZIONE DELLA SABBIA<br />La soluzione ottimale per proteggere il telo è un letto di sabbia .<br />
CONTROLLIAMO IL LIVELLO DELLE SPONDE<br />   La nostra livella sfrutta il principio dei vasi comunicanti.<br />
E’ IL MOMENTO DEL TELO<br />  Il telo è molto pesante; ma noi abbiamo sempre la soluzione adeguata.<br />
POSIZIONIAMO IL TELO<br />L’unione fa la forza.<br />
ADESIONE DEL TELO AL TERRENO<br />A piedi scalzi diventa un divertimento.<br />
DI NUOVO UNO STRATO DI SABBIA<br />……Facendo attenzione anche alle pieghe.<br />
..E POI UNO STRATO DI TERRA<br />  Fino a far scomparire il telo.<br />
FINALMENTE L’ACQUA<br />Direttamente dal fiume Tronto<br />
RIDEFINIAMO IL BORDO<br />Varianti in corso d’opera…..per realizzare in un angolo una zona umida<br />
INSERIAMO LA FAUNA<br />Pesciolini rossi, gambusie, girini<br />
La fauna che arriva da sola<br />
INSERIAMO LA FLORA<br />Ninfee, equiseti, piante ossigenanti,narcisi, tife minime.<br />
I PRIMI RISULTATI<br />I girini a centinaia, i pesciolini a decine, i rospi e le rane a unità.<br />
Le prime soddisfazioni<br />
L’inaugurazione col Sindaco e la Dirigente<br />
Un’ottima occasione per festeggiare con pane e olio, fave e limonata rigorosamente bio<br />
Docenti e discenti tutti insieme in una giornata memorabile per la scuola<br />
UNA SCUOLA “STRANA” DOVE CAPITA, A VOLTE, CHE I DISCENTI FACCIANO I DOCENTI..<br />
.. E I DOCENTI FACCIANO CONCORRENZA AI DISCENTI<br />
ORA AL LAVORO, A COMINCIARE DALLE INSEGNANTI DI SCIENZE ..<br />CON LA SUPERVISIONE DEL DOCENTE UNIVERSITARIO<br />
RACCOGLIAMO CAMPIONI DAL NOSTRO LABORATORIO ALL’APERTO…..<br />
….PER IL LABORATORIO DI SCIENZE<br />
DALLA MACRO ALLA MICRO OSSERVAZIONE<br />
ALLA SCOPERTA DELLA VITA<br />LA VORTICELLA<br />UOVA DI ROSPO<br />LARVA DI LIBELLULA<br />rospetto<br />
E, ALLA FINE DELL’ANNO SCOLASTICO 2009-10, ARRIVO’ IL GIORNO IN CUI GLI AMICI AMBIENTALISTI, VENUTI A CONOSCENZA CHE LO ST...
..SIA PER L’AMBIENTE CIRCOSTANTE, CON TEST VISIVI ED OLFATTIVI. DECISERO CHE VALEVA LA PENA DI ATTIVARSI TUTTI INSIEME PER...
PERCHÉ IL PERICOLO DI INTERRAMENTO?<br />   LA RISPOSTA NEL FORUM DI “NATURA MEDITERRANEO”.<br />   MAGARI FRA LE TANTE, D...
COSA SI RISCHIA DI PERDERE, TRA L’ALTRO, CON L’INTERRAMENTO? <br />QUESTI RIFLESSI<br />
LO STAGNO NELLA NEVE<br />
AL TRAMONTO<br />
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Lo stagno di Pagliare del Tronto (Spinetoli - AP)

1,383 views

Published on

Realizzazione dello stagno e sua utilizzazione didattica

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Lo stagno di Pagliare del Tronto (Spinetoli - AP)

  1. 1. LO STAGNO<br /><ul><li>Scuola Media Statale</li></ul>“Giovanni XXlll”<br /><ul><li>ISC SPINETOLI A.P.
  2. 2. a.s. 2002>2010</li></li></ul><li>INSEGNANTE COORDINATORE: Foschi Galileo<br />COLLABORATORI:<br />Lucianetti Luigi<br />Pagani Mario<br />PRESENTAZIONE: Foschi Galileo<br />SCHIAVI PROTAGONISTI: Alunni delle sez. A e B<br />
  3. 3. FASI DI LAVORO<br />Rilevamento degli spazi e delle risorse<br />Raccolta informazioni<br />Progettazione <br />Delimitazione dello stagno<br />Scavo<br />Realizzazione dei terrazzamenti<br />Smusso del bordo<br />Eliminazione delle pietre<br />Distribuzione di sabbia<br />Posizionamento del telo<br />Distribuzione di sabbia<br />Distribuzione di terra<br />Messa a dimora delle ninfee ed altre piante acquatiche<br />Versamento dell’acqua<br />Messa a dimora delle piante ossigenanti<br />Immissione di insetti, girini, pesci rossi e gambusie<br />Ridefinizione del bordo<br />
  4. 4. LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI<br /> Raccogliamo tutte le informazioni possibili per sfruttare le esperienze degli altri ed evitare di ripetere i loro errori.<br />
  5. 5. LA PROGETTAZIONE<br /> Dalla localizzazione alla forma, dalle dimensioni alle caratteristiche tecniche: nulla sarà casuale.<br />
  6. 6. LE SCELTE DELLA PROGETTAZIONE<br />La forma: a maggioranza fra le tante disegnate.<br />La copertina: ognuno con la propria creatività<br />
  7. 7. NON E’ UNA SIMULAZIONE.. <br />...Si disegnano le sezioni, si calcolano le dimensioni del telo ecc. ecc.<br />
  8. 8. DELIMITIAMO LO STAGNO <br />Dalla teoria…<br />…..Alla pratica<br />
  9. 9. LA FORMA E LA NOSTRA SCELTA:A FAGIOLO<br />
  10. 10. L’INIZIO DEI LAVORI<br />Presenti : l’assessore all’ambiente,i vigili, gli operai del Comune, gli insegnanti e severo dall’alto…….<br /> il DIRIGENTE.<br />
  11. 11. IL DADO E’ TRATTO<br /> I PRIMI AD INTERVENIRE SONO I REPARTI CORAZZATI.<br />
  12. 12. LO SCAVO DELLA BUCA<br />SOLO LA RUSPA AVREBBE POTUTO FARLO<br />
  13. 13. REALIZZIAMO I TERRAZZAMENTI<br />E’ il turno della fanteria<br />
  14. 14. LO SMUSSO DEI BORDI<br /> Realizziamo lo smusso perché facilita agli animali l’accesso e l’allontanamento dall’acqua<br />
  15. 15. ELIMINAZIONE DELLE PIETRE<br /> Le pietre vanno tolte perché potrebbero bucare il telo sotto la pressione dell’acqua.<br />
  16. 16. LA SOSTA DELL’INVERNO<br />Anche con la neve il futuro stagno ha il suo fascino.<br />
  17. 17. DISTRIBUZIONE DELLA SABBIA<br />La soluzione ottimale per proteggere il telo è un letto di sabbia .<br />
  18. 18. CONTROLLIAMO IL LIVELLO DELLE SPONDE<br /> La nostra livella sfrutta il principio dei vasi comunicanti.<br />
  19. 19. E’ IL MOMENTO DEL TELO<br /> Il telo è molto pesante; ma noi abbiamo sempre la soluzione adeguata.<br />
  20. 20. POSIZIONIAMO IL TELO<br />L’unione fa la forza.<br />
  21. 21. ADESIONE DEL TELO AL TERRENO<br />A piedi scalzi diventa un divertimento.<br />
  22. 22. DI NUOVO UNO STRATO DI SABBIA<br />……Facendo attenzione anche alle pieghe.<br />
  23. 23. ..E POI UNO STRATO DI TERRA<br /> Fino a far scomparire il telo.<br />
  24. 24. FINALMENTE L’ACQUA<br />Direttamente dal fiume Tronto<br />
  25. 25. RIDEFINIAMO IL BORDO<br />Varianti in corso d’opera…..per realizzare in un angolo una zona umida<br />
  26. 26. INSERIAMO LA FAUNA<br />Pesciolini rossi, gambusie, girini<br />
  27. 27. La fauna che arriva da sola<br />
  28. 28. INSERIAMO LA FLORA<br />Ninfee, equiseti, piante ossigenanti,narcisi, tife minime.<br />
  29. 29. I PRIMI RISULTATI<br />I girini a centinaia, i pesciolini a decine, i rospi e le rane a unità.<br />
  30. 30. Le prime soddisfazioni<br />
  31. 31. L’inaugurazione col Sindaco e la Dirigente<br />
  32. 32. Un’ottima occasione per festeggiare con pane e olio, fave e limonata rigorosamente bio<br />
  33. 33. Docenti e discenti tutti insieme in una giornata memorabile per la scuola<br />
  34. 34. UNA SCUOLA “STRANA” DOVE CAPITA, A VOLTE, CHE I DISCENTI FACCIANO I DOCENTI..<br />
  35. 35. .. E I DOCENTI FACCIANO CONCORRENZA AI DISCENTI<br />
  36. 36. ORA AL LAVORO, A COMINCIARE DALLE INSEGNANTI DI SCIENZE ..<br />CON LA SUPERVISIONE DEL DOCENTE UNIVERSITARIO<br />
  37. 37. RACCOGLIAMO CAMPIONI DAL NOSTRO LABORATORIO ALL’APERTO…..<br />
  38. 38. ….PER IL LABORATORIO DI SCIENZE<br />
  39. 39. DALLA MACRO ALLA MICRO OSSERVAZIONE<br />
  40. 40. ALLA SCOPERTA DELLA VITA<br />LA VORTICELLA<br />UOVA DI ROSPO<br />LARVA DI LIBELLULA<br />rospetto<br />
  41. 41. E, ALLA FINE DELL’ANNO SCOLASTICO 2009-10, ARRIVO’ IL GIORNO IN CUI GLI AMICI AMBIENTALISTI, VENUTI A CONOSCENZA CHE LO STAGNO CORREVA IL PERICOLO DI INTERRAMENTO, VENNERO A VISITARLO. L’OSSERVAZIONE E LA RICERCA FURONO AMPIE E METICOLOSE SIA PER LO STAGNO …<br />
  42. 42. ..SIA PER L’AMBIENTE CIRCOSTANTE, CON TEST VISIVI ED OLFATTIVI. DECISERO CHE VALEVA LA PENA DI ATTIVARSI TUTTI INSIEME PER SALVARLO. NELLA SPERANZA CHE LA NOSTRA MOBILITAZIONE ABBIA SUCCESSO, VA A LORO LA NOSTRA GRATITUDINE.<br />
  43. 43. PERCHÉ IL PERICOLO DI INTERRAMENTO?<br /> LA RISPOSTA NEL FORUM DI “NATURA MEDITERRANEO”.<br /> MAGARI FRA LE TANTE, DA SEMPRE PRESENTI NEL TERRITORIO, LA (IR)RESPONSABILE E’ PROPRIO L’UNICA BISCIA AVVISTATA E FOTOGRAFATA DAL SOTTOSCRITTO NEL 2005 E POI SCOMPARSA PER METTER SU FAMIGLIA NEL 2009 NEL POSTO SBAGLIATO.<br />
  44. 44. COSA SI RISCHIA DI PERDERE, TRA L’ALTRO, CON L’INTERRAMENTO? <br />QUESTI RIFLESSI<br />
  45. 45. LO STAGNO NELLA NEVE<br />
  46. 46. AL TRAMONTO<br />
  47. 47. continua.......<br />Coloro che sono interessati a conoscere il destino dello stagno potranno farlo contattando il forum di natura mediterraneo/animali/rettili/richiesta d’aiuto in provincia di Ascoli<br />

×