Gas naturale: mercato e infrastrutture               Ing. Piero Sechi        Presidente Umbria Energy SpA
Tab 1Gas Naturale                                37%Imp. Nette En. Elettrica                     4%Rinnovabili            ...
Tab 2Gas Naturale                39%Imp. Nette En. Elettrica     3%Rinnovabili                 15%Solidi                  ...
TAB. 3 MERCATO ‘SPOT’ GAS NATURALEIn EUROPA del 2008, sul lato dell’offerta si è verificata unamaggiore disponibilità di g...
Fig. 3
Fig. 4
Fig. 5
Fig. 6: AMBITI UMBRIA
Piero Sechi (UMBRIA ENERGY): Gas naturale: mercato e infrastrutture
Piero Sechi (UMBRIA ENERGY): Gas naturale: mercato e infrastrutture
Piero Sechi (UMBRIA ENERGY): Gas naturale: mercato e infrastrutture
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Piero Sechi (UMBRIA ENERGY): Gas naturale: mercato e infrastrutture

710 views

Published on

WORKSHOP CONFINDUSTRIA ENERGIA TERNI - "IL SETTORE ELETTRICO E I SERVIZI ENERGETICI A RETE NELL’AREA TERNANA" - 19/04/2013

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
710
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Piero Sechi (UMBRIA ENERGY): Gas naturale: mercato e infrastrutture

  1. 1. Gas naturale: mercato e infrastrutture Ing. Piero Sechi Presidente Umbria Energy SpA
  2. 2. Tab 1Gas Naturale 37%Imp. Nette En. Elettrica 4%Rinnovabili 11%Solidi 8%Petroliio 40% Domanda di energia primaria in Italia 2010 Solidi 8% Rinnovabili Petroliio 11% 40% Imp. Nette En. Elettrica 4% Gas Naturale 37%
  3. 3. Tab 2Gas Naturale 39%Imp. Nette En. Elettrica 3%Rinnovabili 15%Solidi 8%Petroliio 35% Domanda di energia primaria in Italia 2025 Solidi 8% Rinnovabili Petroliio 15% 35% Imp. Nette En. Elettrica 3% Gas Naturale 39%
  4. 4. TAB. 3 MERCATO ‘SPOT’ GAS NATURALEIn EUROPA del 2008, sul lato dell’offerta si è verificata unamaggiore disponibilità di gas dovuta:  Flussi di gas dirottati in Europa in passato destinati agli USA;  Maggiore disponibilità di GNL del UK riversato sul continente;  Entrata in esercizio di nuove infrastrutture di trasporto;Sul lato della domanda si è verificata una contrazione dovuta:  Minori consumi per effetto della recessione;  Maggiore disponibilità di carbone a basso prezzo;  Incremento dell’energia da FER;
  5. 5. Fig. 3
  6. 6. Fig. 4
  7. 7. Fig. 5
  8. 8. Fig. 6: AMBITI UMBRIA

×