Piano industriale 2012-2014_terni_green

1,556 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Piano industriale 2012-2014_terni_green

  1. 1. Piano Industriale 2012-2014:Linee strategiche e prospettive di crescita Milano, 22 febbraio 2012
  2. 2. Disclaimer This document has been prepared by TerniGreen solely for information purposes and for use in presentations of the Group’s strategies and financials. The information contained herein has not been independently verified. No representation or warranty, express or implied, is made as to, and no reliance should be placed on, the fairness, accuracy, completeness or correctness of the information or opinions contained herein. Neither the company, its advisors or representatives shall have any liability whatsoever (in negligence or otherwise) for any loss howsoever arising from any use of this document or its contents or otherwise arising in connection with this document. The forward-looking information contained herein has been prepared on the basis of a number of assumptions which may prove to be incorrect and, accordingly, actual results may vary. This document does not constitute an offer or invitation to purchase or subscribe for any securities and no part of it shall form the basis of or be relied upon in connection with any contract or commitment whatsoever. The information herein may not be reproduced or published in whole or in part, for any purpose, or distributed to any other party. These materials do not constitute or form a part of any offer or solicitation to purchase or subscribe for securities. 2
  3. 3. Indice  Business Model Stefano Neri – Presidente  Mercato e posizionamento strategico Stefano Viali – Consigliere Delegato  Strategia e Target 2012-2014 Stefano Neri – Presidente - Filippo Calisti - CFO 3
  4. 4. Business model ENVIRONMENT green industry al servizio dell’ambiente Gestione di impianti industriali nei settori: • Waste Management • Recupero materia • Recupero energetico • Depurazione acque • Trattamento rifiuti speciali Fornitura di servizi nei settori: • Decomissioning industriale • Bonifica suoli • Recupero metalli CLEANTECH tecnologia al servizio dell’ambiente Sviluppo prodotti e fornitura servizi per: • Incremento dell’uso razionale di energia • Monitoraggio ambientale • Awareness security • Smart metering • Gestione dell’erogazione di energia programmata 4
  5. 5. Posizionamento strategico Green Industry MAX Minimizzazione preferenza / accettazione Riutilizzo Livello di Riciclo e compostaggio Recupero materia e/o energia MIN Smaltimento 5
  6. 6. Modello di business Environment Raccolta Selezione Trattamento/Riciclo Smaltimento PFU** BIOMASSE E E ALTRI BONIFICA REFLUI FORSU* METALS RIFIUTI ATTIVITA’ ZOOTECNICI SPECIALI • Decommissioning  Riutilizzo materiali siti industriali • Impianti • Impianti PFU e Impianti di  Recupero materiali compostaggio verticalizzazione • Impianto di trattamento rifiuti speciali • Impianto di depurazione reflui industriali • Impianto a • Impianto digestione  Recupero energetico biomasse anaerobica • Impianto depurazione acque di falda  Bonifica contaminate/fanghi; • Bonifica terreni contaminati. * FORSU: Frazione organica rifiuti solidi urbani ** PFU: Pneumatici fuori uso 6
  7. 7. Business model Cleantech Dispositivo che, mediante moduli FV industriali grid-connected ed accumulatori di energia convenzionali, è in grado di TRgridless alimentare utenze elettriche non connesse alla rete di distribuzione dell’energia.commercializzati TRsecurePV Sensore antirimozione moduli fotovoltaici e cavi in rame di potenza, appositamente concepito per centrali fotovoltaiche, che consente di implementare un allarme unico per la sua praticità ed efficacia in impianti di taglia media e industriale. Prodotti TRsun Telecontrollo di impianti fotovoltaici con funzionalità avanzate di analisi risultati/autodiagnostica*. TRvideoanalysis Sistema di videosorveglianza e videoanalisi avanzata con telecamere IP per la sorveglianza remota degli impianti industriali. TRWOC Sensore industriale per il monitoraggio on-line della qualità e dei difetti delle saldature laser e ad arco elettrico. Rilevatore portatile di fughe elettromagnetiche puntuali perla verifica di conformità CE ai fini della Compatibilità Wide Band Sniffer Brevetti elettromagnetica civile ed industriale.** Galois Sequence Based Innovativa metodologia per il controllo non distruttivo dell’integrità strutturale dei materiali conduttori non ferromagnetici Eddy Current Tester tramite correnti indotte.** Servizi Società di scopo per la gestione della «Centrale operativa di tele vigilanza e monitoraggio tecnologico di siti remoti». * Prodotto di proprietà e commercializzato TerniEnergia SpA, sviluppato da TerniGreen. ** Brevetti non ancora ingegnerizzati e commercializzati 7
  8. 8. Punti di forza Logistica strategica (stabilimento Mercato di Nera riferimento Montoro) con elevate Management prospettive di Team crescita qualificato Replicabilità del modello Business ad di business elevata marginalità Appartenenza Quadro a un Gruppo Una delle normativo prime realtà favorevole private del settore in Italia 8
  9. 9. Approccio Strategico Un mix economico finanziario integrato ed equilibrato Capital Intensive Short Term Cash Generating Business Business 9
  10. 10. Attività strategiche Dare vita al primo “Polo Italiano dell’industria verde” Leadership in Italia nel recupero dei PFU Verticalizzazione polverino e granulato di gomma Incremento della dotazione impiantistica per il recupero di materia ed energia dai rifiuti, a valle della raccolta differenziata e prima della chiusura del ciclo Sviluppo dell’attività di bonifica attraverso la realizzazione di impianti per la depurazione reflui industriali e trattamento di rifiuti speciali Sviluppo di impianti a biomasse per la produzione di energia elettrica Aggregazione di aziende operanti in settori contigui 10
  11. 11. Piano investimenti 2012 - 2013Valore complessivo investimenti: 30 mln di euro capacità di capacità di produz. en. trattamento elettrica 2012 2013 ton/anno GWh/anno 1Q 2Q 3Q 4Q 1Q 2Q 3Q 4Q Biodigestore di Nera Montoro 43.500 4,8 Impianto compostaggio di Calimera 30.000 Impianto a biomasse di Borgosesia 8.000 5,4 Impianto di PFU 20.000 Impianto di verticalizzazione PFU - Colorazione 3.800 Impianto di verticalizzazione PFU - Tappeto 3.800 Impianto di PFU 20.000 Impianto di depurazione reflui industriali 65.000 Impianto trattamento rifiuti speciali 20.000 11
  12. 12. TARGET 2012-2014 CAGR 2012-2014 +51% 40 35 34 Target 2014 30 25 CAGR 2012-2014 + 82% 25 €/Mln 20 15 • Ricavi: 34 Euro Mln 15 12 8 • EBITDA: 12 Euro Mln 10 5 3,5 2012 2013 2014 2012 2013 2014 0 Ricavi EBITDA 12
  13. 13. TARGET 2012-2014 Il piano strategico prevede un’evoluzione del mix di fatturato a favore delle attività di Investimento 30% ENVIRONMENT 64% Capital Intensive Business 75% CLEANTECH 70% ENVIRONMENT Short Term Cash 36% 25% Generating Business 2012 2013 2014 25% 31% 36% EBITDA Margin 13
  14. 14. TARGET 2012-2014 25 1,0 Target 2014 21 0,9 20 0,9 0,8 0,7 15 0,7 0,6 €/Mln 0,6 0,5 9 • CAPEX totali: € 40 milioni 10 0,4 0,3 • PFN/Equity: 0,6X 5 4 0,2 0,1 0 0,0 2012 2013 2014 Capex PFN/Equity 14
  15. 15. TARGET 2012-2014 4,50 0,33 0,35 4,00 Target 2014 0,30 3,50 4,18 0,24 0,25 3,00 0,19 2,50 0,20 2,58 2,00 0,15 1,50 0,10 • PFN/EBITDA: 1,32X 1,00 1,32 0,05 0,50 • CCN/Fatturato: 0,19X 0,00 0,00 2012 2013 2014 PFN/EBITDA CCN/Fatturato 15
  16. 16. Preconsuntivo 2011 Ricavi > € 10 Milioni Ebitda > € 2,5 Milioni < Utile Netto > € 1,5 Milioni < < PFN > € 4 Milioni
  17. 17. Q&ACONTACTSIR TOP – Investor Relations Consultingir.ternigreen@irtop.comVia C. Cantù, 120123 Milano - Italywww.irtop.com 17
  18. 18. APPENDICE 18
  19. 19. Il mercato di riferimento RICICLO MATERIALI TRATTAMENTO BIOLOGICO (FORSU) RIUTILIZZO AREE DI ATTIVITA’ AREE DI ATTIVITA’ TerniGreen TerniGreen RACCOLTA E SELEZIONE INCENERIMENTO DISCARICA (rifiuti indifferenziati) (rifiuti indifferenziati) = Produzione Energia da Rifiuti 19
  20. 20. Il mercato di riferimento: la produzione di rifiuti Produzione di rifiuti per tipologia (2008) Modalità di trattamento dei rifiuti urbani (2009) Compostaggio 7,72% 80 Incenerimento 69,7 12,12% 70 60 DiscaricaMln di tonnellate La raccolta differenziata rappresenta il 30,6% del totale 40,60% Ecoballe 50 43,1 rifiuti urbani (circa 10 mln di tonnellate) Campania 40 0,92% 32,5 30 19,6 Trattamento 20 Meccanico 10 5,6 3,1 2,8 Biologico 1,3 1,1 0,3 0,0 20,12% - Digestione Servizi Costruzione Industrie Miniere e cave Rifiuti Urbani vapore e aria condizionata servizi di gestione dei rifiuti Pesca e acquacoltura Trattam./smaltim/recupero Commercio allingrosso Agricoltura e forestali Attività di bonifica e altri Energia elettrica, gas, Anaerobica Utilizzo come 1,40% Recupero fonte di energia dei materiali Materia 0,42% 16,70% * «siti di stoccaggio» di rifiuti dell’area campana • La produzione totale nazionale di rifiuti in Italia è stata di 179 • Nel 2009, lo smaltimento dei rifiuti in discarica si è attestato al 40,6% milioni di tonnellate nel 2008. del totale (vs 45% nel 2008) • La principale fonte di produzione di rifiuti è rappresentata dal • Le altre forme di recupero, trattamento e smaltimento rappresentano settore delle costruzioni con il 38,9%, seguito dall’industria con oltre la metà dei rifiuti (55%). 24,1% e dai rifiuti urbani con il 18,1%. • La produzione di rifiuti urbani nel 2008 è stata pari a 32,5 milioni di tonnellate (32,1 milioni di tonnellate nel 2009, -1,1% vs 2008) Fonte Rapporto Rifiuti 2009, ISPRA 20
  21. 21. Il mercato di riferimento: il compostaggio in ItaliaNumero impianti e tonnellate trattate (2008) Scarti organici trattati in t/anno (2008) Altro 7% 3.500 3.390 400 Fanghi 350 3.000 15% 300 Numero impianti 2.500 290 000 t/anno 2.000 250 2.000 FORSU 200 43% 1.500 200 150 1.000 850 100 500 100 50 200 - 10 0 1993 1997 2001 2008 Verde 35% Rifiuto organico trattato Numero impianti attivi• In 15 anni gli impianti di compostaggio sono aumentati da 10 nel 1993 • Gli impianti di compostaggio sono alimentati con la frazione organica a 290 nel 2008 e sono tuttora in costante aumento, soprattutto quelli della raccolta differenziata (umido e verde che insieme rappresentano di dimensione industriale (>10.000 t/anno) oltre il 70% delle biomasse compostate)• La frazione organica dei rifiuti rappresenta la quota più significativa • Gli impianti di compostaggio hanno prodotto nel 2008 circa 1 milione della raccolta differenziata (33.6% del totale) di tonnellate di prodotto così impiegato: • 70% in agricoltura di pieno campo; • 30% venduto per la trasformazione in prodotti per il giardinaggio e paesaggistica. Fonte Rapporto CIC 2010 21
  22. 22. Il mercato di riferimento: la digestione anaerobica (impianti a biogas)Produzione degli impianti a biogas(1999-2009) Numero/potenza degli impianti a biogas (1999-2009) 2.000 1.800 1.740 1.600 1.600 600 300 1.447 273 1.400 1.336 500 239 250 1.200 1.170 1.198 215 208 1.033 190 378 Numero impianti 400 366 200 GWh 1.000 943 174 180 347 149 310 284 MW 800 300 131 268 150 684 257 119 583 566 224 600 103 198 200 180 100 400 143 100 50 200 0 0 0 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 • La produzione annua di energia elettrica da biogas è passata da 583 • Tra il 1999 e il 2009, il numero di impianti in Italia è aumentato da 103 GWh nel 1999 a 1.740 GWh nel 2009 (CAGR del 12%). nel 1999 a 273 nel 2009 ad un tasso medio annuo di crescita (CAGR) del 10% • Anche la potenza installata è aumentata da 143 MW a 378 MW con un CAGR del 10% • Nel 2009 la dimensione media unitaria degli impianti a biogas in Italia era pari a 1,4 MW Fonte Rapporto Biomasse 2009, GSE 22
  23. 23. Il mercato di riferimento: recupero PFUProduzione PFU in Italia nel 2009 Destinazione PFU in Italia nel 2009 Flussi non controllati Autocarro 25% 6% Autovettura 85% Mezzi a due Recupero ruote energetico 8% 55% Mezzi industriali e agricoli Recupero 1% materiale 20% I PFU prodotti annualmente in Italia sono circa 350 mila tonnellate, Della quantità di PFU prodotta nel 2009, circa la metà è stata destinata al frutto della vendita di pneumatici pari a: recupero energetico, il 20% è stata recuperata come materia prima seconda per utilizzi urbani e industriali (dato pari alla metà della media • 30 milioni per autovetture; Europea) e il 25% si è dispersa in traffici o pratiche illegali. • 2 milioni per autocarri; • 3 milioni per mezzi a 2 ruote; Attualmente in Italia esistono 12 impianti di recupero PFU: secondo • 200 mila per mezzi ind.li e agricoli. stime di Ecodama Consulting per smaltire la quantità di PFU prodotta in Italia ne servirebbero 67 Fonte Ecopneus 23
  24. 24. Il mercato di riferimento: l’attività di bonificaE’ difficile presentare un quadro completo del settore in quanto non sempre le anagrafi realizzate dalle Regioni/Province sonorealizzate/rese pubbliche. Ad eccezione dell’Abruzzo e della Sicilia, infatti, mancano completamente informazioni relative al Sud Italiamentre il Centro – Nord è coperto integralmente (il Veneto ha già realizzato l’anagrafe ma non l’ha ancora rese disponibili) Cause della contaminazione (Ottobre 2010) Distribuzione regionale/provinciale 35,0% Ente Siti (num.) 29,6% Lombardia 4.533 30,0% Abruzzo 2.274 Toscana 1.848 25,0% Piemonte 878 21,9% Lazio 701 20,0% Sicilia 676 Trento (prov.) 449 Friuli Venezia Giulia 400 15,0% Marche 304 10,8% Liguria 177 10,0% Umbria 106 7,6% 6,6% 6,4% Ferrara (prov.) 104 5,0% 3,7% Piacenza (prov.) 72 2,0% 1,8% Parma (prov.) 70 1,2% 1,1% 1,1% 1,1% 0,9% 0,7% 0,6% 0,6% 0,5% 0,4% 0,3% 0,3% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% Valle dAosta 46 0,0% TOTALE 12.638 I 15 Enti le cui anagrafi sono state analizzate hanno censito in totale 12.638 siti inquinati di cui solo il 12% haEscludendo i casi sconosciuti (circa il 50%), le cause che prevalgono sono «industria non registrato una bonifica completa (oltrespecificata» e «vendita carburanti» che rappresentano oltre il 50% delle cause. il 50%: dato non noto e il resto è in corso di bonifica) Fonte Rapporto Bonifiche 2010, Federambiente 24
  25. 25. Attività di “Recupero materiali” e “Recupero energetico” (1/4) Impianto di recupero PFU Nera Montoro (TR) Recupero materiali Impianti di Impianto di compostaggio digestione anaerobica/biomasse IMPIANTI Calimera (LE) Recupero energetico Recupero materiali (Potenziale recupero energetico) Impianto di compostaggio/digestione anaerobica Nera Montoro (TR) Recupero materiali Recupero energetico 25
  26. 26. Attività di “Recupero materiali” e “Recupero energetico” (2/4) Impianto di recupero PFU di Nera Montoro (Narni – TR) • Autorizzazione Unica già ottenuta impianto in esercizio dal 3 ottobre 2011 • Capacità: 4 ton /h e 7.500 ton/anno • Tecnologia: Riduzione degli PFU in polvere e/o granuli separando la gomma dall’acciaio e dalla fibra di poliestere contenuti negli pneumatici. • Business ad elevata marginalità (ricavi da conferimento rifiuti in entrata, ricavi da vendita materia prima seconda e bassi costi di smaltimento) Materia Prima Conferitore Impianto degli PFU Gate-fee Vendita Seconda (polverino, recupero PFU granulato) 7.500 ton/anno Capacità iniziale su un turno giornaliero di 8 ore per poi passare a 2 o 3 turni 26
  27. 27. Attività di “Recupero materiali” e “Recupero energetico” (3/4) Impianto di compostaggio di Calimera (LE) • Autorizzazione Unica già ottenuta (relativa al trattamento di 30.000 ton/anno di rifiuti organici da raccolta differenziata e di altri rifiuti a matrice organica da trasformare in compost di qualità); • Tecnologia utilizzata ampiamente collaudata (biotunnel con areazione forzata e successivo curing) ; • Elevata automazione con conseguente ridotto impiego di risorse (6 unità fra operai e impiegati); • Posizione strategica: unico impianti di compostaggio presente in un territorio con circa 1 milione di abitanti, in grado di raccogliere i rifiuti differenziati dei tre bacini ATO salentini oltre a quelli di Brindisi; • Business ad elevata marginalità (ricavi da conferimento rifiuti in entrata e nessun costo di smaltimento) • Impianto attualmente in fase di realizzazione (avvio previsto nel secondo trimestre del 2012); Conferitore Impianto Compost del rifiuto Gate-fee No costi in uscita (non più rifiuto) compostaggio 30.000 ton/anno 10.000 ton/anno ** Produzione biogas / 20.000 ton/anno 4,8 GWh/anno energia elettrica Ceduta alla tariffa omnicomprensiva di 280 €/MWh per 15 anni* * Per impianti realizzati entro il 31 dicembre 2012 ** Linea tratteggiata: Potenziale implementazione di una sezione anaerobica per recupero energia. 27
  28. 28. Attività di “Recupero materiali” e “Recupero energetico” (4/4) Impianto di compostaggio/digestione anaerobica di Nera Montoro (Narni – TR) • Soggetto a procedura autorizzativa (conclusione prevista nel IV trimestre del 2011 ed entrata in esercizio a partire dal II trimestre 2012); • Capacità: trattamento di 43.500 ton/anno di rifiuti; • Posizione: area ind.le di 24 Ha (sito Nera Montoro) in prossimità del casello autostradale di Orte sulla A1; • Gestore: JV paritetica tra TerniGreen e ASM Terni SpA che gestisce la raccolta differenziata nel sub-ambito ternano. Conferitore Impianto Compost del rifiuto Gate-fee No costi in uscita (non più rifiuto) compostaggio/DA ASM Terni SpA 23.500 ton/anno 15.000 ton/anno 4,8 GWh/anno Comuni limitrofi 20.000 ton/anno Ceduta alla tariffa omnicomprensiva di 280 Produzione biogas / €/MWh per 15 anni* energia elettrica * Per impianti realizzati entro il 31 dicembre 2012 28
  29. 29. Attività di “Bonifica”: siti e acque contaminate Impianto depurazione biologica acque di falda Nuova TIC Srl ha conferito a Terni Green il ramo d’azienda inerente la gestione dell’impianto per la depurazione biologica delle acque di falda del sito di Nera Montoro per conto della Syndial Attività Diversificate SpA del Gruppo ENI • Capacità: 438.000 mc/anno (50 mc/h) • Posizione: Nera Montoro (TR) • Contratto di gestione: durata pluriennale (10 anni) • Tecnologia: processi di nitrificazione e de-nitrificazione per rimozione agenti inquinanti. • Proprietaria: Nuova TIC S.r.l. Attività di bonifica acque di falda Gestione pozzi posti a sbarramento della falda del fiume Nera lungo l’area ind.le di Nera Montoro (TR) in base all’accordo di durata decennale con Nuova TIC Srl che prevede il completamento dell’attività di depurazione attraverso: • Gestione impianto depurazione biologica (438.000 mc/anno; 50 mc/h) • Gestione impianto trattamento chimico-fisico (131.400 mc/anno; 15 mc/h) • Implementazione di un nuovo impianto trattamento associato chimico-fisico e biologico (324.120 mc/anno; 37 mc/h) Attività di bonifica area industriale Nera Montoro Progetto operativo di bonifica del sito industriale di Nera Montoro (TR) presentato da Syndial Attività Diversificate SpA del Gruppo ENI, approvato dalla Regione Umbria ed acquisito da Nuova TIC Srl • Stato: lavori iniziati ad ottobre 2011 • Durata: 1 anno • Attività: decorticamento superfici, asportazione terreni, rimessa in pristino con terreni vegetali • Oggetto: porzioni dell’area industriale di Nera Montoro 29
  30. 30. Attività di “Riutilizzo materiali”: decommissioning e recupero evoluto smantellamento di impianti industriali, compresa la commercializzazione di parti impiantistiche ancora funzionanti o da rifunzionalizzare, commercializzazione dei rifiuti metallici ferrosi e non ferrosi, ovvero delle materie prime secondarie rivenienti dalle operazioni di smantellamento previ opportuni trattamenti; smantellamento, demolizione di autoveicoli, mezzi dopera, materiale rotabile compresa la commercializzazione di parti impiantistiche ancora funzionanti o da rifunzionalizzare e la commercializzazione dei rifiuti metallici ferrosi e non ferrosi, ovvero delle materie prime secondarie rivenienti dalle operazioni di smantellamento previ opportuni trattamenti; progettazione, costruzione, commercializzazione, smontaggio e rimontaggio di impianti industriali, chimici, siderurgici, meccanici, navali e ferroviari compresa la rifunzionalizzazione degli stessi; Il livello degli investimenti richiesti ad oggi nellambito del decommissioning è molto basso, a fronte di ricavi ed utili significativi fatti registrare dalla Società in questo primo anno di vita, anche in virtù di un importante contratto stipulato dalla TERNIGREEN con il gruppo egiziano AGROCHEM per lo smontaggio e la vendita dellimpianto industriale per la produzione di ammoniaca che sarà riassemblato e riattivato nella città di Alessandria dEgitto. Le prospettive e le previsioni di crescita relative al mercato nazionale della bonifica e del recupero di siti ed aree industriali dismesse sono considerevoli e degne di attenzione. La Società intende posizionarsi in questo ambito con un profilo ed una tipologia di specializzazione soprattutto per quanto concerne il segmento del “recupero evoluto” dei materiali e della materia generata dai processi di decommissioning. 30
  31. 31. Informazioni finanziarie storiche: dati economici Valori in Euro 000 Conto economico 30.06.2011 % 30.06.2010 % Ricavi • I ricavi al 30.06.2011 della divisione Cleantech si riferiscono Cleantech 1.966 29,5% 290 100,0% prevalentemente alla vendita di apparati TR Secure alla consociata Environment 4.708 70,5% 0 0,0% TerniEnergia SpA, ed in minor entità dall’attività di assistenza Ricavi 6.674 100,0% 290 100,0% informatica e consulenza prestata sempre alla consociata TerniEnergia Costi operativi SpA ed alla controllante TERNI Research SpA. I ricavi della divisione Materie prime (2.155) (32,3)% (52) (17,9)% Environment si riferiscono esclusivamente all’attività di Servizi (2.426) (36,4)% (47) (16,2)% decommissioning svolta all’interno del sito di Nera Montoro. Personale (435) (6,5)% (120) (41,5)% Altre spese operative (7) (0,1)% (4) (1,4)% Totale costi operativi (5.024) (75,3)% (223) (76,9)% • I costi per servizi al 30.06.2011 si riferiscono prevalentemente allattività di decommissioning. I costi per materie prime sono relativi EBITDA 1.650 24,7% 67 23,1% sia allacquisto di componenti elettronici per la divisione Cleantech, che allacquisto di materiale per il decommissioning svolto nello Ammortamenti (67) (1,0)% (29) (10,1)% stabilimento di Nera Montoro. EBIT 1.583 23,7% 38 13,0% Oneri finanziari netti (21) (0,3)% 16 5,4% • Gli ammortamenti risultano ancora modesti, tenuto conto che gli EBT 1.562 23,4% 53 18,3% investimenti effettuati al 30.06.2011 sono riferiti ad impianti ancora in Imposte (475) (7,1)% (16) (5,5)% corso di costruzione. Risultato netto desercizio 1.088 16,3% 37 12,8% • Gli oneri finanziari risultano ancora modesti al 30.06.2011 e dovuti in prevalenza a commissioni bancarie.
  32. 32. Informazioni finanziarie storiche: dati patrimoniali Valori in Euro 000 Stato Patrimoniale 30.06.2011 31.12.2010 Immobilizzazioni Immobilizzazioni immateriali 228 107 Immobilizzazioni materiali 6.480 2.263 • Il notevole incremento delle immobilizzazioni materiali è dovuto, quanto Immobilizzazioni finanziarie 3 4 Imposte anticipate 51 41 ad Euro 1,3 milioni, al conferimento di un fabbricato industriale per lo Totale immobilizzazioni (A) 6.763 2.416 svolgimento dellattivtià di trattamento PFU e di un terreno per la realizzazione di un impianto di compostaggio. Inoltre si registra nel 2011 Capitale circolante netto Rimanenze 563 139 un notevole incremento della voce immobilizzazioni materiali in corso, di Crediti commerciali 4.222 1.825 Euro 2,7 milioni per effetto prevalentemente dellinvestimento Altre attività correnti 333 27 nellimpianto di trattamento PFU. Debiti commerciali (4.971) (965) Altre passività corrrenti (1.303) (1.351) Totale Capitale Circolante Netto (B) (1.155) (325) • Il Capitale Circolante Netto risulta negativo per effetto dellincremento dei debiti commerciali registrato a fine esercizio, dovuti in prevalenza Fondi allattività di decommissioning svolta nel sito di Nera Montoro. Fondo TFR (109) (33) Fondo Imposte differite (161) - Totale fondi (C) (270) (33) • Il Patrimonio Netto si incrementa notevolmente rispetto al 31.12.2010 per effetto degli aumenti di capitale effettuati nel periodo. Capitale Investito Netto (A+B+C) 5.338 2.057 Capitale 12.000 5.150 • La Posizione Finanziaria Netta cresce ad Euro 9 milioni (disponibilità di Riserve 603 34 cassa) per effetto degli aumenti di capitale effettuati nel periodo che Risultati portati a nuovo 1.793 742 Patrimonio Netto 14.396 5.926 hanno portato una maggiore liquidità nelle casse della Società. Nella posizione finanziaria netta è classificato anche il credito finanziario Posizione Finanziaria Netta a breve (9.058) (3.869) vantato nei confronti della controllante (pari ad Euro 2,1 milioni al Posizione Finanziaria Netta a m/l 30.06.2011 ed Euro 1,7 milioni al 31.12.2010), integralmente rimborsato PFN (9.058) (3.869) nel mese di ottobre 2011. Totale Fonti 5.338 2.057
  33. 33. Informazioni finanziarie storiche: dati finanziari Valori in Euro 000 Cash Flow 30.06.2011 30.06.2010 Utile prima delle imposte 1.563 53 Ammortamenti 67 29 Accantonamenti fondi per rischi, fondo svalutazione crediti • Il flusso di cassa generato dallattività operativa cresce in e fondi per benefici ai dipendenti 76 8 Risultato di società contabilizzate a patrimonio netto 1 - maniera significativa nel semestre chiuso al 30.06.2011 per Variazione delle rimanenze (425) (33) effetto della maggiore attività svolta, con riferimento sia alla Variazione dei crediti commerciali (2.397) (7) divisione Cleantech che alla divisione Environment. Al Variazione delle altre attività (306) 16 30.06.2011 il circolante netto genera cassa, invece di assorbirla Variazione dei debiti commerciali 4.007 29 Variazione delle altre passività (373) (52) come nel semestre chiuso al 30.06.2010, soprattutto per 0 effetto dellincremento dei debiti commerciali. Flusso di cassa netto generato da attività operativa 2.212 44 Investimenti in immobilizzazioni materiali (1.871) - Investimenti in immobilizzazioni immateriali (56) - • Il flusso di cassa assorbito dallattività di investimento aumenta Variazione crediti e altre attività finanziarie (454) (515) in maniera significativa nel semestre chiuso al 30.06.2011 per effetto degli investimenti effettuati. Alcuni investimenti presenti Flusso di cassa netto assorbito da attività di investimento (2.381) (515) nel semestre non figurano nel flusso di cassa perché effettuati Variazione debiti ed altre passività finanziarie 3 0 in aumento di capitale (fabbricato conferito dalla controllante Versamenti in conto capitale e altri movimenti di patrimonio netto 4.903 1.875 per linstallazione dellimpianto di PFU). Flusso di cassa netto generato da attività finanziaria 4.906 1.875 • Il flusso generato da attività finanziaria al 30.06.2011 deriva Flusso di cassa complessivo generato nel periodo 4.737 1.404 dagli aumenti di capitale effettuati nel periodo che hanno Disponibilità liquide a inizio periodo 2.184 12 immesso notevole liquidità nelle casse della Società, a servizio del piano di investimenti. Disponibilità liquide a fine periodo 6.921 1.417
  34. 34. Opportunità d’investimento Unica pure company quotata in Italia nel settore della green industry Attiva nel settore del recupero Attiva nel settore delle tecnologie e di materia ed energia dei servizi ambientali Società che punta a conseguire una leadership tecnologica e impiantistica realizzando il primo polo italiano dell’industria verde Dotazioni infrastrutturali e Accordi e Partnership logistica strategica con qualificati operatori Replicabilità del modello di Visione di un business con business con notevoli elevato tasso di crescita ad alta opportunità di sviluppo marginalità costante nel tempo Management team qualificato 34
  35. 35. Cenni storici Brevettazione di 4 apparati 4 Febbraio 2011: tecnologici (TR WOC, Galois Inaugurazione3 Marzo: 16 Novembre: Sequences Based Eddy laboratorio TerniCostituzione T.E.R.N.I. Cambiamento Current Tester, TR Secure Innovation CentreResearch Ionizing Radiations denominazione sociale in PV, Wide Band Sniffer) 23 Maggio 2011:SpA (produzione apparati Terni Tecnologie SpA con Aucap fino a Euro 12 mlnindustriali nel settore delle nuovo oggetto sociale (conferimento Sistema di Ottobre 2010:radiazioni ionizzanti). (focus su servizi Videosorveglianza Intelligente e Costituzione GreenAsm tecnologici). gestione impianto depurazione Srl (JV paritetica con ASM idrica per conto di Syndial) Terni SpA) 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 Acquisizione della consociataDicembre: RGBit Srl (attività informatica Novembre 2010: 27 Febbraio 2011:Cessione ramo d’azienda infragruppo). Cessione dell’impianto di Aucap fino a Euro 5,95 mlnrelativo alla produzione e ammoniaca presente nello con conferimento da parteinstallazione di impianti stabilimento di Nera della G.R. Ambientefotovoltaici a T.E.R.N.I. Montoro per Euro 4,2 mln dell’autorizzazione per l’Ricerca e Industrie SpA alla società egiziana impianto di compostaggio(ora TerniEnergia SpA). Settembre 2010: Agrochem Group di Calimera Cambiamento denominazione sociale in TerniGreen SpA (nuovo business model Novembre 2011: incentrato sui servizi ambientali e trasferimento Quotazione sul nella nuova sede di Nera Montoro) Dicembre 2010: mercato AIM di Ordine impianto trattamento PFU Borsa Italiana Ottobre 2011: Ultimazione ed avvio impianto PFU 35
  36. 36. Assetto Proprietario e Corporate Governance Governance Attuale compagine azionaria Prof. Stefano Neri Chairman and CEO Ing. Stefano Viali Consigliere Delegato (1) T.E.R.N.I. Research SpA 29,92% Nuova TIC Spa 38,03% Nuova TIC Srl Prof. Paolo Ottone Migliavacca Ivano Emili(2) Consigliere Indipendente Royal Club Srl Altri azionisti < 3% 3,00% Cav. Ivano Emili 3,60% Procuratore Metals 3,47% 21,97% Dott. Filippo Calisti CFO Collegio Sindacale Fonte: Dati societari al 28/12/2011 Vittorio Pellegrini (Presidente) (1) La quota aggregata del Gruppo T.E.R.N.I. Research (T.E.R.N.I. Research SpA, Nuova TIC Srl e Nuova Terni Industrie Chimiche SpA) è pari al 63.47% Marco Chieruzzi (2) Direttamente e indirettamente attraverso Centrotest Srl, societa controllata di fatto da Ivano Emili Paolo Sebastiani 36
  37. 37. Assetto Proprietario e Corporate Governance T.E.R.N.I. Research S.p.A. 60,67% 41,5% (quota gruppo 63,47%) 100% 21,97% 62% 100% (1) 50% (2) TerniEnergia S.p.A.: NuovaTIC S.r.l.: • System Integration / EPC Proprietà degli impianti industriali del sito TerniGreen S.p.A.: • Power Generation di Nera Montoro (in precedenza polo • Decommissioning impianti industriali • Efficienza energetica chimico ex Gruppo ENI ed ex Yara) • Sistemi e servizi tecnologici • Bonifica terreni e depurazione acque • Trattamento FORSU con produzione di materia prima seconda (compost) ed energia • Recupero PFU (1) Attività di video-controllo e video-sorveglianza su impianti fotovoltaici (2) JV paritetica con ASM Terni S.p.A. 37
  38. 38. Sito industriale di Nera Montoro Infrastruttura / logistica • Distanza da uscita autostrada A1 (Orte): 5 Km • Presenza di stazione ferroviaria Nera Montoro • Raccordo ferroviario interno Potenziale di sviluppo futuro • Superficie complessiva: 24 Ha • Superficie coperta: 2,3 Ha • Volume di stoccaggio: 7.000 m3 (espandibili a 20.000 m3) L’implementazione delle attività previste nel piano industriale porterà all’occupazione di circa 13.000 m.q. coperti ulteriormente espandibili a condizioni vantaggiose rispetto a quelle di mercato 38

×