Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Giornate matematiche puglia

449 views

Published on

Presentazione dei risultati sull'utilizzo della Griglia di valutazione e del Questionario sulla seconda prova scritta di Matematica agli Esami di Stato

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Giornate matematiche puglia

  1. 1. GIORNATE MATEMATICHE SEMINARI REGIONALI LECCE 9 GENNAIO 2013 BARI 10 GENNAIO 2013 FOGGIA 11 GENNAIO 2013 Dirigente Tecnico prof. Francesco Sicolo
  2. 2. Progetti Nazionali per la Matematica (PNM) La prova scritta di matematica agli Esami di Stato: contenuti e valutazione Condivisione e accertamento delle conoscenze, abilità e competenze previste a conclusione dell’obbligo d’istruzione e del primo biennio dei licei, istituti tecnici e professionali Problem Posing&Solving per l’attuazione delle Indicazioni Nazionali e le Linee Guida relative agli insegnamenti della Matematica e dell’Informatica dei nuovi Licei, Istituti Tecnici e Professionali
  3. 3. L’insegnamento-apprendimento della matematicaè da alcuni anni oggetto di grande attenzione daparte delle Istituzioni e dei mass media. In tale contesto un posto e un ruolo rilevante hanno svolto e svolgono le indagini sul profitto educativo condotte a livello nazionale (INVALSI) ed internazionale (OCSE-PISA, IEA-TIMSS…). I deludenti risultati per la scuola italiana hanno rappresentato lo spunto per dichiarare uno stato di vera e propria emergenza formativa in matematica. Si sono così moltiplicate le iniziative tendenti a migliorare i risultati dell’apprendimento.
  4. 4. L’Amministrazione scolastica si è posta ilproblema di studiare e mettere in campo gliinterventi più efficaci per superare tale stato diemergenza formativa.I Progetti: La prova scritta di matematica agli Esami di Stato: contenuti e valutazione . Circolare del MIUR Condivisione e accertamento delle conoscenze, abilità e competenze previste a conclusione dell’obbligo d’istruzione e del primo biennio dei licei, istituti tecnici e professionali. Problem Posing&Solving per l’attuazione delle Indicazioni Nazionali e le Linee Guida relative agli insegnamenti della Matematica e dell’Informatica dei nuovi Licei, Istituti Tecnici e Professionali.
  5. 5. Gli ObiettiviLo scopo dei progetti è il miglioramentodell’insegnamento/apprendimento della matematicanella scuola italiana attraverso l’attivazione di unariflessione collettiva e generalizzata su aspetti e partidell’insegnamento su cui i docenti sono normalmente equotidianamente impegnati.I progetti hanno offerto ai docenti l’occasione di essereprotagonisti, in modo concreto, di una riflessione ed unconfronto collettivo su ciò che costituisce l’oggetto delloro impegno d’insegnamento e sui risultati che siottengono in termini degli apprendimenti realizzati daglialunni.
  6. 6. La prova scritta di matematica agli Esami di Stato: contenuti e valutazione Il progetto ha avuto come punti centrali della riflessione e del lavoroa) i contenuti della prova scritta agli Esami di Stato conclusivi degli indirizzi di liceo scientifico, sia d’ordinamento che sperimentali;b) la valutazione della prova, i risultati che essa evidenzia su ampia scala e la loro comparazione.
  7. 7. LindagineL’iniziativa di “indagare” sui risultati della prova scritta di matematica agli esami di stato dei licei scientifici è stata attuata attraverso il servizio “matmedia” dal 2001.- Dal 2001 la prova scritta ha avuto una struttura, articolata in problemi e quesiti.- Dallo stesso anno 2001 è stata realizzata, curata da ispettori tecnici, una indagine nazionale sui risultati della prova.- Dal 2001 www.matmedia.it si è posto come sito di riferimento per docenti ed alunni offrendo riflessioni, critiche, indici di difficoltà.
  8. 8. Dimensione dell’indagine 2009
  9. 9. Dimensione dell’indagine 2010
  10. 10. Dimensione dell’indagine 2011Ha risposto il 54,7% delle commissioniLa più alta percentuale di partecipazione: Calabria con il (76,2%)(era la più bassa nel 2010)La più bassa la Lazio (il 31,9%)La Puglia con circa il 70% supera la media nazionale
  11. 11. Confronto con anni precedenti  800 Classi in meno  Classi esonerate in Emilia Romagna
  12. 12. Partecipazione regioni 2012 • Hanno partecipato 2850 commissioni • La più alta percentuale di partecipazione: Abruzzo col 100% • La più bassa: Trentino Alto Adige col 23.7% circa 80%
  13. 13. Dimensione Indagine
  14. 14. Indagine Nazionale 2012 la nuova homepage: www.matmedia.it
  15. 15. Il Questionario 2012 Rilevazione sulla classe  Svolgimento Problemi  Svolgimento quesiti  Risultati valutazione Aspetti didattici e valutazione  Utilizzo Griglia  Difficoltà studenti  Continuità e giudizio traccia 2 Risposte aperte
  16. 16. Indirizzo Commissioni Candidati Classi Ordinamento 1.957 75.348 3.428I numeri della maturità 2012 PNI 901 27.927 1.375 Liceo Comunicazione 67 2.083 96 Sperimentazioni 57 1.708 87 Sperimentazioni Brocca 68 2.371 112 Licei Internazionali 4 58 5 3.054 109.495 5.103
  17. 17. PUGLIA
  18. 18. Sessione ordinaria 2011
  19. 19. Problema 2 - Ordinamento
  20. 20. Svolgimento Problemi
  21. 21. Problema 1 - PNI
  22. 22. Svolgimento Problemi
  23. 23. Più Scelta Più Scelta
  24. 24. QUESITIONARIO ORDINAMENTO
  25. 25. = Quesiti in comune con PNI
  26. 26. Quesiti più scelti (Ordinamento)2. Si illustri il significato di asintoto e si fornisca un esempio di funzione f(x) ilcui grafico presenti un asintoto orizzontale e due asintoti verticali.
  27. 27. Quesiti meno scelti (Ordinamento)Punti critici sui quesiti: geometria solida, problemi classici,calcolo combinatorio, problemi che richiedono procedure nonstandard.
  28. 28. QUESITIONARIO PNI-BROCCA-AUTONOMIA
  29. 29. = Quesiti in comune con ORDINAMENTO
  30. 30. Quesiti più scelti (PNI)
  31. 31. Quesiti meno scelti (PNI)Punti critici sui quesiti: geometria solida, problemiclassici, insiemistica.
  32. 32. I quesiti con il maggior numero di errori corrispondono a quelli meno svolti.
  33. 33. Quesiti errati (PNI)
  34. 34. Quesiti Comuni
  35. 35. Scelta Quesiti Comuni
  36. 36. Scelta della stessa traccia % per regioneLa polarizzazione verso la stessa traccia è molto forte in Sicilia, quasi il90%, molto debole nel Veneto, meno del 20%.
  37. 37. Scelta della stessa traccia(confronto traccia/indirizzo)
  38. 38. Q4: Il meno scelto. “L’insieme dei numeri naturali e l’insieme dei numerirazionali sono insiemi equipotenti? Si giustifichi la risposta”.
  39. 39. Corrispondenza tra traccia e programma Sia nel Liceo di Ordinamento che nel PNI si rileva una forte corrispondenza tra traccia ministeriale e programmi svolti.
  40. 40. Conclusioni sulla traccia ministeriale• La traccia è parzialmente in continuità con quella degli ultimi cinque anni.• Gli argomenti proposti sono stati affrontati nel corso degli studi.• La formulazione del testo è chiara.• La soluzione non presenta particolari difficoltà (difficoltà media) e non presenta complessità di calcolo.
  41. 41. Difficoltà incontrate dai candidati nellarisoluzioneGeometria solida, problemi classici, calcolo combinatorio (Ordinamento), teoria degli insiemi (PNI), risoluzione di problemi che richiedono procedure non standard.Purtroppo la geometria proprio non piace!!!
  42. 42. La valutazione
  43. 43. Risultati della valutazione 2012
  44. 44. Commissarioesterno Commissario interno
  45. 45. L’utilizzo della griglia valutazione
  46. 46. Griglia di Valutazione
  47. 47. La griglia di valutazione per la seconda provad’esame nei licei scientifici – Matematica – èstata elaborata da un gruppo di circa 130 docentidi Matematica della gran parte dei liceiscientifici italiani partecipanti al progetto PNM.E’ stata diffusa negli istituti anche grazie aireferenti regionali che hanno partecipato alprogetto.La griglia prevede, per ciascun indicatore, l’attribuzione di un“punteggio” minore o uguale ad un valore massimo dipendente dalletracce assegnate e fissato a livello nazionale. La griglia completata conl’indicazione dei punteggi massimi è stata resa disponibile suwww.matmedia.it alle ore 14.00 di giovedì 21 giugno 2012.La Griglia potrebbe essere utilizzata durante l’anno scolastico nellavalutazione dei compiti in classe, assegnando di volta in volta ilpunteggio massimo agli indicatori proposti.
  48. 48. Utilizzo Griglia% per regione Puglia 60%
  49. 49. Uniformità di giudizio (utilizzo griglia)Si Griglia Insufficienti Sufficienti Ottimimedia 19.81% 67.33% 12.86%dev standard 8.46% 7.64% 4.73%No Griglia Insufficienti Sufficienti Ottimimedia 20.96% 67.74% 11.29%dev standard 7.90% 8.73% 3.49%
  50. 50. 2010 Insufficienti Sufficienti Ottimimedia 19.70% 65.95% 14.35%dev standard 7.65% 5.34% 3.09%2011 Insufficienti Sufficienti Ottimimedia 35.24% 58.68% 6.08%dev standard 6.83% 6.24% 1.03%2012 Insufficienti Sufficienti Ottimimedia 21.39% 66.19% 12.42%dev standard 7.91% 7.29% 2.65%
  51. 51. Dei 1438 commissari che non hanno usato lagriglia solo 753 commissari (52%) hannomotivato nel questionario la loro scelta, forseperché non interessati o non sufficientementeinformati sull’importanza dell’elaborazione deidati ottenuti. 63 18/01/2013
  52. 52. Criticità emerse dal questionario:Una comprensibile resistenza da parte di commissari e/o commissioni che hanno preferito utilizzare strumenti noti, già ampiamente collaudati. La griglia proposta in sede di prova scritta, sebbene per la seconda volta su scala nazionale, è risultata per molti docenti di non agevole utilizzo in quanto non sufficientemente sperimentata nel corso dell’anno scolastico. Necessità di divulgare maggiormente il PNM nelle scuole, affinché la griglia proposta possa essere durante l’anno scolastico oggetto di discussione e di condivisione nei dipartimenti di Matematica dei singoli Istituti
  53. 53. La griglia è risultata per alcuni commissaritroppo discrezionale e poco analiticaLa griglia è risultata per altri commissaritroppo analitica e articolata… Alcuni commenti
  54. 54. Discrezionale e poco analiticaSI SUGGERISCE DI DETERMINARE I CRITERI SECONDO I QUALI SI POSSA STABILIRE UNIFORMEMENTE QUANDO LA RISPOSTA È COMPLETA, QUANDO È PARZIALMENTE COMPLETA, QUANDO È ERRATANON ARTICOLATA LA VALUTAZIONE DEL PROBLEMALA GRIGLIA E’ TROPPO DISCREZIONALE, SAREBBE PREFERIBILE DARE UN PUNTEGGIO MASSIMO PER OGNI QUESITO DEL PROBLEMAINCOMPLETA NELLE SOTTOGRIGLIE RELATIVE AI QUATTRO INDICATORI PER LA DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI INSUFFICIENZA, MEDIOCRITA’, SUFFICIENZA
  55. 55. Troppo articolataTROPPO COMPLESSA E RIGIDA, NON CONSENTE DI VALORIZZARE INMODO ADEGUATO LE COMPETENZETROPPI INDICATORI: NE BASTANO 3 (UNIRE GLI ULTIMI DUE)TROPPI ELEMENTI DA MISURARE. UN COMPITO SI VALUTA NELLASUA GLOBALITÀ ALTRIMENTI SI EFFETTUA UNA MISURA E NON UNAVALUTAZIONE
  56. 56. Dall’analisi dei commenti dei commissari si evince che:La valutazione della prova effettuata con l’adozione della grigliaMatmedia è favorevole alla valutazione della prestazione dellostudente.Lo strumento di valutazione unico su scala nazionale è stato accoltopositivamente da molte commissari e commissioni, anche nellepossibili divergenze e contraddizioni che sono state rilevate.I commenti dei commissari rivelano che è necessario divulgareil PNM nelle scuole, mediante anche un lavoro di riflessionecomune da svolgere tra i docenti nei Dipartimenti diMatematica dei singoli Istituti. 68 18/01/2013
  57. 57. Considerazioni conclusive Una cultura della condivisione• L’indagine Matmedia è stato un prezioso laboratorio di ricerca e di condivisione di esperienze e riflessioni. Laboratorio nel quale i docenti si ono sentiti protagonisti.• I dati presenti nel sito sono sicuramente uno strumento ricco di informazioni e di riflessione per tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento.
  58. 58. ConclusioniLa griglia proposta su scala nazionale, ancheladdove è stata rifiutata, ha sicuramente apertouno spazio di riflessione che induce i docenti ainterrogarsi sulle modalità di valutazione e sullanecessità di uniformità di giudizio a livellonazionale. 70 18/01/2013
  59. 59. Grazie per l’attenzione!

×