Accademia venezia tese_san_cristoforo

298 views

Published on

accademia_venezia_tese_san_cristoforo

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
298
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Accademia venezia tese_san_cristoforo

  1. 1. I A E M V ED N E R ES REVOCA V IT A R VET TE ET SA EC T A AACCADEMIADI BELLE ARTIV E N E Z I A
  2. 2. Bari, Bergamo, Bologna, Carrara,Catania, Catanzaro, Firenze, Fog-gia, Frosinone, Genov L quila, a, A’Lecce, Macerata, Milano, Napoli,Palermo, Perugia, Ra venna, ReggioCalabria,Roma,Sassari,T orino,Ur-bino,Venezia,Verona . . . AccademiediBelleArti . . . 152artisti
  3. 3. ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI VENEZIA
  4. 4. Contenuti 6 10 30Padiglione AccademieArtisti diplomati all’Accademia di Belle Arti di Venezia in mostraInformazioni
  5. 5. Accademie di Belle ArtiIniziativa speciale del Padiglione Italia alla54. Esposizione Internazionale d’Artein occasione del 150° dell’Unità d’Italia,promossa dal Ministero dell’Istruzione,dell’Università e della RicercaArsenale di VeneziaTese di San Cristoforo4 giugno - 27 novembre 2011 6
  6. 6. Attraversato lo specchio d’acqua antistante al Padiglione Ita- quindi, che assume particolare importanza all’interno dellia, all’interno delle Tese di San Cristoforo – antichi cantieri progetto di Vittorio Sgarbi di immaginare il Padiglione Italiaacquatici dell’Arsenale – è possibile visitare questa mostra, come una ricognizione sullo “Stato dell’arte” nel nostro Paese.che presenta 152 artisti diplomatisi nelle Accademie di Belle Efficace e rigoroso, tale allestimento ha mantenuto liberi eArti negli ultimi dieci anni. L’esposizione si inquadra nel più visibili gli elementi architettonici delle Tese di San Cristoforogenerale progetto di partecipazione italiana alla 54a Biennale che, svelando la loro identità di cantieri di lavoro, si pongonodi Venezia, realizzato dal Ministero per i Beni e le Attività come metafora dell’esperienza estetica tipica delle Accade-Culturali - Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, mie di Belle Arti, dove il “laboratorio” è il luogo in cui il sape-l’Architettura e l’Arte Contemporanee. re sa sempre coniugarsi al saper fare.Voluta da Vittorio Sgarbi come iniziativa speciale del Padi- Sebbene non manchino lavori capaci di verificare le potenzia-glione Italia, documentando la qualità dei giovani artisti tale lità comunicative dei linguaggi multimediali, pare ancora lamostra mette in evidenza il patrimonio di saperi e di compe- pittura la tecnica preferita per rendere visibile la sensibilitàtenze presente nelle Accademie di Belle Arti ma non ancora artistica, le emozioni e le inquietudini; per concepire l’artesufficientemente conosciuto. come specchio del presente ma anche come capacità di orien-L’allestimento, curato dall’Accademia di Venezia, propone tare, con responsabilità e partecipazione, lo sguardo verso ilun percorso in cui le opere sperimentano una pluralità di lin- futuro..guaggi e di tecniche svelando diverse sensibilità estetiche emolteplici sguardi sul mondo contemporaneo, capaci, attra-verso una coralità che accetta la differenza come valore, dioffrire un possibile orizzonte dell’arte italiana. Un’ iniziativa, 7
  7. 7. MOSTRA sto dall’Accademia di Belle Arti di Venezia, che ne ha curatoLa mostra presenta 152 artisti diplomatisi negli ultimi dieci la realizzazione.anni nelle Accademie di Belle Arti.Promossa dalla Direzione Generale per l’Alta Formazione SEDE DELLA MOSTRAArtistica, Musicale e Coreutica del Ministero dell’Istruzione, La mostra è allestita all’interno degli edifici delle Tese di Sandell’Università e della Ricerca, la mostra è stata curata da Vit- Cristoforo, antichi cantieri dell’Arsenale Novissimo, risalentitorio Sgarbi con la collaborazione di un “Comitato di coor- al 1525 e, dopo il loro restauro avvenuto nel 2008, destinatidinamento nazionale” costituito da Giuseppe Furlanis (Pre- dal Comune di Venezia a manifestazioni culturali.sidente del CNAM), Umberto Palestini (Accademia di BelleArti di Urbino), Luigino Rossi (Presidente dell’Accademia di ALLESTIMENTO E CURA DELL’EVENTOBelle Arti di Venezia), Carlo Di Raco (Direttore dell’Accade- L’organizzazione e l’allestimento sono stati curati dall’Acca-mia di Belle Arti di Venezia). Il Comitato di coordinamento demia di Belle Arti di Venezia.ha operato con il contributo della Conferenza Nazionale dei Organizzazione generale:Direttori delle Accademie di Belle Arti. Luigino Rossi, con la collaborazione di Angela Tiziana DiL’individuazione degli artisti da invitare è stata fatta da una Noia e di Alessio Di Stefano.commissione presieduta da Vittorio Sgarbi. La commissione Progetto espositivo:ha operato sulla base delle indicazioni pervenute dalle Acca- Carlo Di Raco.demie di Belle Arti, dove ogni direttore ha costituito un’appo- Consulenza:sita commissione. Le opere di ciascun artista in mostra sono Mauro Zocchetta.state definite coerentemente con il percorso espositivo previ- Coordinamento: 8
  8. 8. Manuela Mocellin ed Eva Gatto. CATALOGOCollaborazione all’allestimento: Coordinamento editoriale del catalogo:Martino Scavezzon, Studenti della Scuola di Pittura. Giuseppe Furlanis, Umberto Palestini, Claudia Boschi.Coordinamento grafico-multimediale: Il catalogo, che documenta le opere dei 152 artisti presenti, èManuel Frara, Studenti della Scuola di Nuove Tecnologie corredato da testi del Ministro dell’Istruzione, dell’Universitàdell’Arte. e della Ricerca Mariastella Gelmini, di Vittorio Sgarbi, di Eu-Realizzazione degli allestimenti: genio Carlomagno, presidente della Conferenza dei DirettoriExpo Venice SpA, Giplanet SpA. delle Accademie di Belle Arti, Umberto Palestini e Carlo DiContributi di: Raco.Sileno Salvagnini, Domenico Maria Papa, Maurizio Tonini, Il catalogo è realizzato da SKIRA editore, Milano (www.ski-Alberto Giorgio Cassani, Atej Tutta, Gaetano Mainenti, De- ra.net).borah Ieranò, i docenti e tutto il personale amministrativo eausiliario dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.Con il sostegno del Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, delDirettore Generale del Demanio Maurizio Prato, del Diretto-re dell’Agenzia del Demanio – Veneto Pier Giorgio Allegroni,di Piergiacomo Ferrari, di Giuseppe Mattiazzo, Matteo Fava-ron, Marco Cecchi, Giplanet SpA, Apice Venezia Tratto Srl. 9
  9. 9. Artisti diplomati all’Accademia di Belle Arti di Venezia in mostra Nebojsa Despotovic Gabriele Grones Elisa Bertaglia Miriam Pertegato Jernej Forbici Elisa Rossi Vania Comoretti Alessio Bogani Igor Eskinja Ludovico Bomben Meta Grgurevic Thomas Braida Jaša Alex Bellan Primoz Bizjak 11
  10. 10. 14
  11. 11. 15
  12. 12. 12
  13. 13. 8
  14. 14. ACCESSO ALLA MOSTRAPer coloro che visitano la 54. Esposizione Internazionaled’Arte della Biennale di Venezia è possibile raggiungere la Informazionimostra delle Accademie di Belle Arti dai padiglioni dell’Ar-senale con una navetta che parte di fronte al Padiglione Itala.Può essere raggiunta anche con il traghetto n°52 da PiazzaleRoma o dalla Stazione, scendendo alla fermata Celestia (du-rata del tragitto 25 o 29 minuti). In questo caso si percorrerà Per maggiori informazioni visitare il sitoa piedi per un centinaio di metri una passerella panoramicasulla laguna seguendo le indicazioni verso “Accademie”. Si www.accademiavenezia.itpotranno così vedere altri eventi legati alla Biennale presentiall’Arsenale Novissimo (One of A Thousand Ways to Defe- Sede Centrale Accademia di belle arti di Veneziaat Entropy, curato dall’artista russo Alexander Ponomarev; Ex Ospedale degli IncurabiliOutside itself, curato da Federico Diaz, artista che vive a Pra- Dorsoduro, 423ga; il Padiglione del Sudafrica; l’installazione sul Cristo Mor- 30123 Veneziato del Mantegna, di Renato Meneghetti ; Round the clock Tel. +39.041.2413752allo Spazio Thetis). Fax +39.041.5230129.PADIGLIONE ACCADEMIEArsenale di VeneziaTese di San CristoforoLa mostra è aperta tutti i giorni, dal 4 Giugno al 31 Ottobre2011; dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Chiuso il lunedì (esclusolunedì 6 giugno, 15 agosto, 31 ottobre 2011).L’ingresso è gratuito 30
  15. 15. Sede Centrale Ex Ospedale degli Incurabili , Dorsoduro 423 31
  16. 16. www.accademiavenezia.it

×