Scrivere per il web (e per chi legge)

447 views

Published on

Published in: Travel, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
447
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Scrivere per il web (e per chi legge)

  1. 1. Segui gli occhi<br />I lettori nel web seguono un andamento di lettura (di primo impatto) che assomiglia alla lettera “F”<br />
  2. 2. Dopo il titolo… lo scroll!<br />Titolo e sottotitolo che funzionano fanno scrollare il lettore anche sull’articolo che segue. A patto che sia fatto di paragrafi brevi<br />
  3. 3. Il morso, lo spuntino e il pasto<br />Imparare ad assecondare la fame dellettore offrendo livelli diversi di approfondimento (titolo, abstract e articolo)<br />
  4. 4. Creative commons<br />Condividere… con saggezza!<br />
  5. 5. Ripartire dalle basi<br />Il grassetto rafforza, il corsivo non aiuta la lettura, il sottolineato non si usa (si confonde con i link).<br />Il punto fermo (.) è da utilizzare al massimo, il punto e virgola (;) con moderazione, i due punti (:) da rivalutare, il punto interrogativo (?) solo per domande vere (alla fine); di punti eclamativi (!) ce ne sono anche troppi.<br />
  6. 6. La regola della vicinanza<br />La sequenza corretta è:<br />SOGGETTO<br />VERBO <br />COMPLEMENTO OGGETTO<br />RILEGGERE SEMPRE<br />PRIMA DI PUBBLICARE!<br />
  7. 7. Chi c’è dall’altra parte<br />Chiunque sia di solito è impaziente<br />Ma noi lo affrontiamo secondo i principi dello zen: lo spazio vuoto non è mai realmente vuoto<br />
  8. 8. Lezioni americane<br />Calvino docet:<br />Leggerezza<br />Rapidità<br />Esattezza<br />Visibilità<br />Molteplicità<br />Coerenza<br />

×