Matematica e digitalstorytelling

4,062 views

Published on

Una esperienza di matematica e digital storytelling nella scuola primaria.

Published in: Education
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
4,062
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,762
Actions
Shares
0
Downloads
27
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Matematica e digitalstorytelling

  1. 1. Narrazione... Le storie…ci pongono di fronte a un quadro di persone reali, nella loro lotta con problemi reali…ci invitano a riflettere su cosa potrebbe essere cambiato…e con quali effetti… ( C. Witherell-C. Noddings,)
  2. 2. Multimedialità &… “ Come si può adattare la tecnologia multimediale per aiutare cognizione umana?” Mayer
  3. 3. Emozioni <ul><ul><li>“ Intelligenza emotiva : capacità di riconoscere i nostri sentimenti e quelli degli altri, di motivare noi stessi, e di gestire positivamente le nostre emozioni, tanto interiormente, quanto nelle relazioni sociali.” (Goleman) </li></ul></ul>
  4. 4. quali effetti nell’apprendimento-insegnamento?
  5. 5. Una indagine esplorativa nelle classi quarte della scuola primaria Una esperienza di digital storytelling e matematica nella scuola primaria
  6. 6. <ul><li>Progetto pilota all’interno del progetto Iprase Trento -Università di Padova (dst nella didattica della matematica) </li></ul><ul><li>Metodo quasi sperimentale </li></ul><ul><li>Argomento “FRAZIONI” </li></ul>PRIMA PARTE: indagine esplorativa sull’uso del Digital storytelling nella didattica della matematica
  7. 7. <ul><li>Strumenti: </li></ul><ul><li>Pre-questionario </li></ul><ul><li>Stimoli didattici-metodologici a confronto </li></ul><ul><li>Test di verifica dell’apprendimento </li></ul><ul><li>Post-questionario </li></ul>
  8. 8. <ul><li>CLASSI QUARTE , scuola Primaria Mezzocorona , 59 alunni suddivisi in tre gruppi “omogenei” di interclasse. </li></ul>Classi coinvolte
  9. 9. Il pre-questionario : per registrare la percezione di attenzione ,comprensione, memoria nelle attività matematiche proposte Il pre-questionario : per rilevare l’uso delle pratiche di insegnamento più comuni, per confrontarle con quelle ritenute più efficaci dagli studenti.
  10. 10. <ul><li>gradimento storie nella didattica della matematica </li></ul>Il pre-questionario
  11. 11. <ul><li>gradimento computer nella didattica della matematica </li></ul>Il pre-questionario
  12. 12. <ul><li>insegnamento-apprendimento migliore con: </li></ul>Il pre-questionario
  13. 13. Collaborazione Tecnologia & gli amici aiutano è bello confrontare idee diverse i compagni spiegano meglio lavorare al pc facilita la concentrazione è bello lavorare al pc facilita la memoria narrazione
  14. 14. Stimoli didattici a confronto: - lezione frontale gesso/lavagna - lezione con power point -lezione con digital storytelling 3 gruppi omogenei di interclasse Argomento e contenuto identico: Approccio al concetto di frazione
  15. 15. Le frazioni L a v a g n a e g e s s e t t i 1/2 1 / 2 1 parte su 2 si legge “una metà”........
  16. 16. 3/4 1/4 1/2 P o w e r P o i n t
  17. 17. D i g i t a l S t o r y t e l l i n g
  18. 18. Il test di verifica su -abilità -conoscenze relative al contenuto I risultati dei tre gruppi...
  19. 20. <ul><li>Analizzando la variabile stimolo didattico si può notare che, per le tre metodologie, i risultati non si discostano di molto. </li></ul><ul><li>Il punteggio medio è leggermente superiore nel dst(13,84) , seguito dalla lezione con lavagna (13,44) e dal power point (13,05) </li></ul><ul><li>Il punteggio max viene raggiunto nel dst e nella lezione con lavagna. </li></ul><ul><li>Nel gruppo del dst non si registrano valori inferiori a 9 (insufficienti) </li></ul>I r i s u l t a t i
  20. 21. Il post-questionario per registrare: -la percezione sull’efficacia della tipologia di lezione nella soluzione della prova -la percezione relativamente ai livelli di comprensione, attenzione, memoria , attivati dalla tipologia di lezione -l’ efficacia della singola tecnologia didattica nella didattica della matematica in generale
  21. 22. Molto, moltissimo : 24 %
  22. 23. Molto, moltissimo: 80%
  23. 24. Molto, moltissimo : 88%
  24. 25. <ul><li>Il digital storytelling viene percepito come maggiormente efficace nell’apprendimento dei concetti matematici affrontati, perchè aumenta i livelli di comprensione, attenzione, memorizzazione grazie alle immagini, alle situazioni concrete, ai giochi, alle interazioni, alla voce del bambino che racconta... </li></ul>P O S T Q U E S T I O N A R I O
  25. 26. ...il filmato aiuta più delle spiegazioni della maestra perchè ci sono immagini concrete ...la presenza di immagini aiuta a ricordare e il divertimento dei giochi motiva... ...il filmato mantiene l’attenzione, i giochi di matematica aiutano la memoria e la voce del bambino aiuta a capire meglio ...la voce del bambino aiuta la comprensione ...la presenza del bambino protagonista e narratore permette di identificarsi... ...è interattivo l’interazione con la Lim facilita la comprensione M o t i v a z i o n i
  26. 27. Seconda parte: Uno studio di caso Costruzione del digital storytelling “ Tutti X 1 1 X Tutti” (percorso-racconto sulle tabelline) Classe quarta B Scuola primaria Mezzocorona
  27. 28. <ul><li>Un digital storytelling per chi? </li></ul><ul><li>Un digital storytelling perchè? </li></ul><ul><li>Un digital storytelling con quali contenuti? </li></ul><ul><li>Un digital storytelling come? </li></ul><ul><li>Approccio metodologico : peer to peer </li></ul>P R O G E T T A Z I O N E
  28. 29. ideazione collaborazione negoziazione
  29. 30. contenuti interdisciplinari reali, situati nell’ambiente Metafore salti, viaggio
  30. 31. La CORNICE di SENSO -il problema dentro il gruppo -raccontare la classe -autobiografia della classe -tutti uguali ma tutti diversi -trovare la soluzione -contestualizzare le situazioni -utilizzare le conoscenze disciplinari
  31. 32. I l s e n s o d e l l a v o r o
  32. 35. L’INTERAZIONE I G I O C H I
  33. 36. F E E D B A C K
  34. 37. S C A F F O L D I N G
  35. 38. Ti sono piaciute le storie preparate dai tuoi compagni per imparare le tabelline?. Sì, mi sono piaciute, le tabelline L e guardi ogni giorno? Sì E ti diverti a guardarle? Sì , ma quella della volpe mi fa r attristare . T i commuove? Perch è ? P e rch è quando vedo il cucciolo smarrito , mi commuovo . E un’altra storia che invece ti diverte? Q u ella della trota ,.. Perché è veloce… A n che quella del grillo che ha paura della mucca, ma poi fanno amicizia . C o sa ti piace tanto di queste storie? M i piace la voce della Roberta … C o me mai ti piace la voce della Roberta? M i piace perch è è bella, mi spiega cosa succede . Poi cosa ti piace? G l i animali, i numeri … E la voce della Roberta, ti aiuta a ricordare? Sì Fai pi ù o meno fatica a ripassare? M e no, perch è vedo gli animali e sento la voce e la musica… F R U I Z I O N E
  36. 39. CRITICITA’ <ul><li>Tempi scolastici </li></ul><ul><li>Laboratori accessibili e funzionanti </li></ul><ul><li>Competenze tecnologiche dell’insegnante </li></ul><ul><li>Nello specifico: alcune parti troppo “lunghe” </li></ul><ul><li>Giochi con modalità ripetitive </li></ul>
  37. 41. Grazie a <ul><li>- ai miei 20 alunni, splendidi autori </li></ul><ul><li>a Roberta, instancabile voce narrante </li></ul><ul><li>- ai miei colleghi disciplinaristi Emma e Luca </li></ul><ul><li>- alla collega di Università Laura Cesaro </li></ul><ul><li>- al dottor Fabrizio Personeni </li></ul><ul><li>- al prof. Corrado Petrucco </li></ul><ul><li>21 ottobre 2011 Francesca Ravanelli </li></ul><ul><li>Università di Padova Teorie e Metodologie dell’e-learning e della Media Education </li></ul>

×