Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

QwertAPP - La salute dei pre-teen passa per il mobile

161 views

Published on

Spin -off del progetto www.myqwert.it. Un’applicazione mobile , strumento di contatto attraverso il quale il ragazzo sarà ascoltato e coinvolto in attività di edutainment e di educazione alla salute, sul territorio.

Published in: Healthcare
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

QwertAPP - La salute dei pre-teen passa per il mobile

  1. 1. QwertAPP la salute dei pre-teen passa per il mobile Azienda ULSS2 Marca Trevigiana 12.3 Educazione alla salute e al wellbeing con il supporto incondizionato di
  2. 2. Le mansioni che il progetto richiede sono di diversa natura ed eterogenee. La componente educativa risulta la preponderante, tuttavia il progetto prevede altre competenze di tipo tecnologico, amministrativo e di comunicazione digitale, che i membri del progetto hanno e stanno sviluppando nel corso degli anni. Una fra tutte la media education, integrando le loro “classiche” attività off line con la componente digitale che sia il social network sia la APP hanno portato e stanno portando al progetto. Direttore Progetto Manuela Colombari, psicologa (Direttrice dell’Unità Operativa Complessa Infanzia , Adolescenza e Famiglia) Capo progetto Francesco Marini, comunicatore (Comunicazione -URP) Gruppo di lavoro (UOC Infanzia , Adolescenza e Famiglia) Educatori professionali Enzo Lattanzio, Paola Ventura, Francesco Biasin, Manuela Slongo, Davide Coassin, Miriam Bordignon,, Nicoletta Carniato Infermiere Simonetta Pozzobon, Stefania Moschetta Assistente sanitaria Mariarosaria Magnetta Il gruppo di lavoro con il supporto incondizionato di
  3. 3. Spin off del progetto Qwert : un sistema on/off line composto da piattaforma protetta di Social Network gestita da operatori socio educativi e sanitari i quali, attraverso attività specifiche off line, stimolano lo studente (qwerter) verso life skills per la promozione del benessere. Il focus delle attività è volto a stimolare l’interazione virtuale e reale con e tra i ragazzi delle scuole medie e nell’offrire un supporto relazionale ed educativo ai ragazzi per la condivisione e la pratica di stili di vita orientati alla salute. www.myqwert.it . (2200 utenti annui , 5000 complessivi, 20scuole e 11 comuni coinvolti). QwertAPP sarà un’applicazione mobile che georeferenzierà il Qwerter permettendogli alcune azioni come creare un evento e invitare gli utenti , dialogare con gli utenti e partecipare a attività off line. L’APP quindi sarà uno strumento di contatto attraverso il quale l’utente sarà coinvolto una attività di edutainment e di educazione alla salute, sul territorio. Il sistema permetterà di sperimentare l’utilizzo della tecnologia a favore della prevenzione alla salute, per i servizi aziendali, e , creare consapevolezza nei ragazzi sullo strumento . La sperimentazione punterà anche ad utilizzare la Gamification come strumento di engagment sull’utente. L’approccio per lo sviluppo avverrà attraverso il coinvolgimento degli utenti stessi e l’’APP sarà sviluppata e migliorata nel tempo. L’APP sarà integrata con la piattaforma (web) social al fine di permetterne l’uso anche a chi non utilizza uno smartphone. Si punterà ad una misurazione dei risultati, anche con il supporto dell’Università di Padova (Facoltà di Sociologia) Presentazione della soluzione 1/2 con il supporto incondizionato di
  4. 4. Obiettivi: Creare un canale di contatto con i ragazzi per: - sviluppare attività offline di promozione e prevenzione alla salute - intercettare eventuali disagi attraverso l’ascolto e le attività off line Attivare i ragazzi nel territorio favorendone il movimento Creare consapevolezza sull’utilizzo dei device mobili e del web Destinatari del progetto/prodotto: Target primario: i ragazzi iscritti nelle scuole medie Target secondari: operatori , scuole, comuni, territorio ecc.. (per le attività da sviluppare off line), genitori Particola attenzione si sta dando hai genitori dei figli coinvolti dal progetto. E’ emerso, e il fenomeno è sempre più rilevante , che i problemi di consapevolezza sui social media e web sono uguali quasi quanto i figli. Ciò crea un problema nuovo, un gap generazionale , considerando che dovrebbero loro educare i figli al fenomeno, e per la prima volta non hanno competenze che possono tramandare. Negli anni , 21 Scuole coinvolte dei comuni di: Treviso (10) , San Biagio di Callalta, Quinto di Treviso, Carbonera, Zero Branco, Morgano-Badoere, Silea, Istrana, Paese (2), Salgareda, Ponte di Piave. Presentazione della soluzione 2/2 con il supporto incondizionato di
  5. 5. www.myqwert.it 21 Scuole coinvolte dei comuni di: Treviso (10) , San Biagio di Callalta, Quinto di Treviso, Carbonera, Zero Branco, Morgano-Badoere, Silea, Istrana, Paese (2), Salgareda, Ponte di Piave*. Ufficio Scolastico Territoriale, Treviso Lions Club Treviso Sile (partner promotore) H-Farm Shado (sviluppatore software) *Uscita nel 2014 Per ulteriori approfondimenti con il supporto incondizionato di
  6. 6. Referente da contattare: Azienda ULSS2 Marca Trevigiana www.aulss2.veneto.it Dott. Franceso Marini Capo Progetto 0422 328481 340 9804182 francesco.marini@aulss.veneto.it Tw: @fralibre Anagrafica del referente con il supporto incondizionato di

×