Storytelling: genealogia dell'Homo fictus

455 views

Published on

Ti sei mai chiesto perché le storie affascinino?

Published in: Social Media
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
455
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Storytelling: genealogia dell'Homo fictus

  1. 1. storytelling ! genealogia dell’Homo fictus
  2. 2. forse non lo sai ma siamo creature di un Reame immaginario veniamo da NEVERLAND
  3. 3. tu sei una creatura del reame immaginario di Neverland. Se non te ne sei accorto, non disperare: le storie stanno agli uomini come l’acqua ai pesci
  4. 4. Storie, fantasie e sogni sono l’ultimo bastione del magico vivono in uno spazio nel quale le scienze non possono entrare. !
  5. 5. se il cantastorie ha talento, ci scorta in un viaggio non resistiamo alla sua seduzione
  6. 6. ci offre solo i colori ma noi Co-creiamo la storia
  7. 7. Lo scrittore ci guida in un mondo fantastico che NOI creiamo. Ci offre parole che di per sé sono inanimate e che prendono vita con l’immaginazione di chi legge
  8. 8. è risaputo che le storie sono rilevanti per i bambini che attraverso di esse definiscono la loro esistenza
  9. 9. Ma per gli adulti è poi così diverso?
  10. 10. La biblioteca di Holland House, all’indomani di un bombardamento nazista
  11. 11. siamo intrisi di storie persino quando sogniamo
  12. 12. Bisognerebbe fare sempre sogni grandiosi e con la faccia verso il cielo, viaggi avventurosi ma mi dirai "Ah, poesia!! Non si mangia, sai, con la poesia!!" Bisognerebbe fare sempre sogni grandiosi e con la faccia verso il cielo, viaggi avventurosi pensa se la gente, invece del potere, pensasse all'amicizia come modo per godere E come capi indiani, magia, si fuma per la pace ma tu mi dirai "Poesia, non si mangia con la poesia!!" basta! Per me questo è un duello devo salvar la testa perché dentro c'è il cervello!
  13. 13. anche le canzoni raccontano storie….
  14. 14. e la cosa meravigliosa è che non smettiamo di sognare da svegli: lo facciamo ad occhi aperti
  15. 15. studi scientifici alla mano, si sa che i sogni a occhi aperti durano in media 14 secondi che facciamo circa 2000 al giorno in pratica, spendiamo circa la metà delle nostre ore di veglia, intessendo storie fantastiche…
  16. 16. Hai presente l’espressione “farsi un film?” mentre il nostro corpo è “qui” e “ora”, la nostra mente viaggia…
  17. 17. viaggiamo con le storie della musica e con quelle dei film
  18. 18. pensa al wrestling o alla boxe e a quanto incidono le storie l’interesse è focalizzato sui personaggi
  19. 19. storie
  20. 20. pensa al calcio: se il commentatore è un buon cantastorie, ti scorta lungo un viaggio eroico
  21. 21. anche gli spot sono piccole storie
  22. 22. gli esseri umani sono intrisi di storie, queste toccano tutti gli aspetti della nostra vita
  23. 23. basta un’immagine per partire per viaggi lontani nel tempo e nello spazio
  24. 24. ma le storie le raccontiamo anche a noi stessi e siamo pure bravi!
  25. 25. ma chi sono i personaggi delle storie?
  26. 26. i personaggi delle storie lavorano, cacciano, cercano una compagna, si alleano, amano, odiano e nel tempo libero si raccontano storie che li facciano evadere, proprio come, noi. ! Ma mentre noi abbiamo bisogno di riposare e lavorare, loro imperterriti vivono nel mondo dell’immaginazione
  27. 27. per i bambini le storie sono assolutamente reali. Non dobbiamo sforzarci di farli sognare ma di farli mangiare i broccoli, oh sì :)
  28. 28. le storie sopravvivono perché ci regalano gioia e ci ricordano che siamo tutti sulla stessa barca
  29. 29. Le storie ci pongono di fronte a un apparente controsenso: l’evoluzione è biecamente utilitaristica, le storie no. ! Come possono quindi sopravvivere?
  30. 30. Ma è davvero tutto, solo ed esclusivamente utilitaristico? Tutto ciò che esiste ha una funzione tangibile e scientificamente provata?
  31. 31. pensa alla nostra mano quante cose può fare? ha 27 ossa e 27 legamenti unghie per grattare, sensibilità tattile ma l nostro vero orgoglio è il pollice opponibile. ! Cosa può fare una mano?
  32. 32. e gli occhi a cosa “servono”? e le labbra?
  33. 33. Non è meraviglioso lo storytelling degli occhi?
  34. 34. quello che vale per labbra, mani e occhi, vale anche per il cervello
  35. 35. le storie ci piacciono perché ci regalano vie di fuga?
  36. 36. se così fosse, sarebbero tutte piacevoli
  37. 37. In realtà le storie raccontano di dolore, morte, sofferenza, rinascita. ! Possono avere un lieto fine ma anche no. ! Hanno una grammatica universale ! ! ! Storia: ! personaggio + situazione difficile + tentativo di risoluzione + svolgimento
  38. 38. la grammatica universale non impedisce alle storie di essere sempre avvincenti e diverse le une dalle altre
  39. 39. le storie sono uno spazio protetto all’interno del quale allenarci a vivere e a fare esperienza
  40. 40. immagina la storia come un simolatore di volo
  41. 41. Hai sentito parlare dei neuroni specchio?
  42. 42. per empatia senti le stesse emozioni di un personaggio
  43. 43. attivi risposte fisiche non solo mentali saltaci tu :)
  44. 44. ti commuovi mai davanti a un film? anche se sai che è un film….
  45. 45. quando leggi un libro entri in una dimensione altra WOOOOSSSSH e sei in un universo parallelo…
  46. 46. e ovviamente il teletrasporto non si ferma di notte :)
  47. 47. Sogniamo per dimenticare, per sistemare nella lunga e nella breve memoria le esperienze o anche per una forma di auto terapia…
  48. 48. …. secondo altri sognare non serve a un bel nulla…
  49. 49. E se la smettessimo di essere sempre a caccia dell’aspetto utilitaristico? sogniamo sempre, sogniamo tutti, ecco.
  50. 50. la nostra mente ha bisogno di raccontare storie per dare ordine e disciplina al caos
  51. 51. Si fa quindi interprete attraverso le storie
  52. 52. il fatto è, che nel lato sinistro del nostro cervello, vive un piccolo Sharlock Holmes che lavora incessantemente per dare coerenza e ordine ai fatti
  53. 53. Sherlock non ha pace finché non trova delle trame regolari nel mondo. Se non le trova, le impone.
  54. 54. come la mente traduce visivamente l’immagine astratta in un volto così l’immaginazione traduce un insieme di eventi e fatti in una storia
  55. 55. Nel 1940 Simmel e Heider, due psicologi….
  56. 56. L’uomo detesta il vuoto esplicativo
  57. 57. Le storie da sempre svolgono la funzione di riempire il vuoto rinforzando l’insieme di valori comuni
  58. 58. ma se le storie sono un potente collante sociale, puoi immaginare che valore possono avere in un momento di forte scollamento??
  59. 59. « Ero giunto a quel livello di emozione dove si incontrano le sensazioni celesti date dalle arti ed i sentimenti appassionati. Uscendo da Santa Croce, ebbi un battito del cuore, la vita per me si era inaridita, camminavo temendo di cadere. » ! Stendhal
  60. 60. in sostanza, Neverland nutre la nostra immaginazione, rinforza le convinzioni morali, ci regala una dimensione protetta nella quale allenarci a vivere…
  61. 61. Neverland è casa nostra
  62. 62. Seconda stella a destra
 questo è il cammino
 e poi dritto, fino al mattino poi la strada la trovi da te porta all'isola che non c'è.
 Forse questo ti sembrerà strano ma la ragione ti ha un po' preso la mano ed ora sei quasi convinto che non può esistere un'isola che non c'è


×