Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
osservatorio
finanza imprese
italia
indagine semestrale sulle imprese italiane, le
politiche e le strategie messe in campo...
2
agenda |
architettura dell’osservatorio
perimetro della ricerca
la rete dei fenomeni
metodo
condizioni
output e timing
q...
3
• L’Osservatorio Finanza Italia è un’indagine multiclient realizzata da
Format Research con cadenza semestrale a partire...
4
Struttura e morfologia delle
imprese
Mercato delle imprese
Rapporti con le banche
Esigenze assicurative
1
2
3
4
perimetr...
5
Small Business
(fatturato fino a 2,5 mln €)
- Dimensione delle imprese
- Settore di attività economica
- Territorio (res...
6
la rete dei fenomeni | struttura e morfologia delle imprese
Analisi della struttura del
tessuto imprenditoriale italiano...
7
la rete dei fenomeni | il mercato delle imprese
INVESTIMENTI
MODALITÀ DI
FINANZIAMENTO
COME VENGONO
GARANTITI GLI
INVEST...
8
la rete dei fenomeni | attività di ricerca e sviluppo messe in
campo dalle imprese eccellenti
Analisi dei principali dri...
9
la rete dei fenomeni | banche utilizzate
Segmenti di
Imprese
n1
n
n
n
2
3
4
nn
.
.
.
Banche
utilizzate
Banca
principale ...
10
la rete dei fenomeni | la relazione con le banche
Net Promoter Score della
Banca
Dom: «Con quale probabilità
consiglier...
11
la rete dei fenomeni | la relazione con le assicurazioni e i
principali rischi per i quali l’impresa ricerca coperture
...
12
la rete dei fenomeni | personalizzazioni …approfondimenti
monografici
Nell'ambito di ciascun semestre, l'indagine è car...
13
metodo | caratteristiche tecniche dell’indagine
Campione
Campione nazionale rappresentativo delle imprese italiane extr...
14
metodo | universo rappresentato
SOTTOSETTORE ATECO 2007 N % SETTORE
Agricoltura A 1.620.884 26,9 AGRICOLTURA NON CONSID...
15
Riservatezza
Format Research Srl si impegna tassativamente a non divulgare e
comunque non utilizzare, direttamente o tr...
16
output e timing | formato di output della base dati
database dei
macrodati
(tabelle a doppia entrata)
Risultati campion...
17
..........
imprese (2,5 – 150 mln € di fatturato)
nord ovest
manifattura
output e timing | rappresentazione dei fenomen...
18
Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Rilevazioni ed analisi
Ra...
19
Il controllo della qualità del servizio è garantito da procedure di Project Cycle Management e dalla
individuazione di ...
20
 Codice deontologico dei ricercatori europei ESOMAR.
 Codice deontologico Associazione Istituti di ricerca italiani A...
21
Tel: +39 06 86328681
Email: info@formatresearch.com
direttore della
ricerca
per
informazioni
Pierluigi Ascani
President...
22
Questo documento è la base per una presentazione
orale, senza la quale ha limitata significatività e può dare
luogo a f...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Osservatorio Finanza Impresa

258 views

Published on

2015 090fo brochure05

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Osservatorio Finanza Impresa

  1. 1. osservatorio finanza imprese italia indagine semestrale sulle imprese italiane, le politiche e le strategie messe in campo per la crescita, la relazione con banche e assicurazioni brochure di presentazione roma, maggio 2016 (2014-090fo/brochure05)
  2. 2. 2 agenda | architettura dell’osservatorio perimetro della ricerca la rete dei fenomeni metodo condizioni output e timing qualità e riferimenti
  3. 3. 3 • L’Osservatorio Finanza Italia è un’indagine multiclient realizzata da Format Research con cadenza semestrale a partire dal 2012. • L’indagine studia l’andamento delle imprese con riferimento ad una serie di tematiche fondamentali: dalle politiche e le strategie messe in campo per la crescita, analizzate in funzione delle caratteristiche strutturali delle imprese, alla relazione con le banche e le assicurazioni (quante banche e assicurazioni utilizzano, quali, per fare cosa, etc). • L’indagine è basata su un campione statisticamente rappresentativo dell’universo delle imprese italiane, l’opinione delle quali viene rilevata per mezzo di un questionario strutturato (Sistema CATI1, Sistema CAWI2) con riferimento all’andamento dei fenomeni nel semestre di riferimento. architettura dell’osservatorio | 1 CATI: Computer Assisted Telephone Interview; 2CAWI: Computer Assisted Web Interview.
  4. 4. 4 Struttura e morfologia delle imprese Mercato delle imprese Rapporti con le banche Esigenze assicurative 1 2 3 4 perimetro della ricerca | i grandi temi dell’osservatorio
  5. 5. 5 Small Business (fatturato fino a 2,5 mln €) - Dimensione delle imprese - Settore di attività economica - Territorio (residenza delle imprese) Imprese (fatturato tra 2,5 mln € e 150 mln €) - Dimensione delle imprese - Settore di attività economica - Territorio (residenza delle imprese) Format Research segmenta le imprese in funzione di determinati parametri, a titolo di esempio per dimensione delle imprese / fatturato: imprese con un fatturato inferiore / superiore ai 2,5 milioni di €. Tale modalità di segmentazione, così come del resto le altre, può essere modificata dalla Committente a semplice richiesta e senza alcun aumento del costo del lavoro: restando nell’esempio, assumendo come quota di fatturato i 5 milioni di euro. perimetro della ricerca | domini di studio e stratificazione dei livelli di analisi
  6. 6. 6 la rete dei fenomeni | struttura e morfologia delle imprese Analisi della struttura del tessuto imprenditoriale italiano, con focus sulle caratteristiche strutturali delle imprese cosiddette “eccellenti” (ossia, le più performanti in termini di crescita e innovazione), al fine di contestualizzare le diverse tipologie di politiche economico- finanziarie che queste decidono di intraprendere, identificate sulla base dei seguenti domini di studio: fatturato, dimensione, territorio, settore di attività, forma giuridica, appartenenza a un gruppo. Fatturato fino a 2,5 mln € da 2,5 a 150 mln € Settore manifattura costruzioni commercio turismo servizi Dimensione microimprese (1-9 addetti) piccole (10-49 addetti); medie (50-249 addetti); grandi (>249 addetti) Forma giuridica ditte individuali società di persone società di capitali altre forme Territorio Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole Appartenenti a un gruppo imprese appartenenti / non appartenenti a un gruppo, e ruolo svolto (capogruppo / subordinata) Su richiesta, è possibile personalizzare l'indagine, ad esempio mediante un approfondimento su un settore di proprio specifico interesse, oppure segmentando le imprese in artigiane e non artigiane, operanti su un territorio (es. una specifica regione o provincia) e/o in un settore o distretto / filiera produttiva particolare.
  7. 7. 7 la rete dei fenomeni | il mercato delle imprese INVESTIMENTI MODALITÀ DI FINANZIAMENTO COME VENGONO GARANTITI GLI INVESTIMENTI • Investimenti in macchinari • Innovazioni di processi aziendali / formazione del personale • Software, brevetti, diritti d'uso, • Innovazione di prodotto / servizio • Marchio / pubblicità • Immobili, terreni, fabbricati • Progetti di efficientamento energetico, sostenibilità ambientale • Nuove opportunità di mercato, • Apertura punti vendita, siti produttivi • Scorte e acquisto materie prime • Autofinanziamento, • Debiti a breve termine da rimborsare entro l’esercizio • Debiti a medio / lungo termine • Apporto di capitale sociale • Contratti di leasing • Agevolazioni pubbliche • Prestiti infragruppo • Finanza innovativa • Finanza straordinaria (es. project financing, emissione obbligazioni) • Ingresso di nuovi soci (inclusi fondi di private equity) • Debiti commerciali per l’estero (lettere di credito, etc) • Individuazione di partner (es. costituzione di reti d’impresa). • Garanzie reali prestate dall’impresa • Garanzie reali prestate dai soci / dall’imprenditore • Garanzie prestate da terzi (diversi dai confidi) • Garanzie prestate dai confidi (non nell’ambito di agevolazioni pubbliche) • Garanzie prestate dai confidi (nell’ambito di agevolazioni pubbliche, es. abbattimento “conto interessi”) • Garanzie prestate per mezzo di agevolazioni pubbliche • Nessuna garanzia Imprese che hanno effettuato investimenti negli ultimi 24 mesi. Come li hanno finanziati. Come li hanno garantiti. Se hanno utilizzato il credito bancario. Analisi della serie mobile 24 mesi per 24 mesi (a partire dal mese di ottobre 2006) delle variazioni degli investimenti delle imprese (scostamenti semestre per semestre). Dati consolidati per mezzo della verifica delle rilevazioni Istat 12 mesi per 12 mesi. Sarà rilevata anche la percentuale delle imprese che hanno in programma investimenti nei due anni successivi.
  8. 8. 8 la rete dei fenomeni | attività di ricerca e sviluppo messe in campo dalle imprese eccellenti Analisi dei principali driver e fattori che hanno favorito investimenti in attività di R&S da parte delle imprese "eccellenti" e delle tipologie di innovazione introdotte (variazioni nella spesa dedicata a tali attività e previsione per i prossimi due anni). ...di prodotto: nuovi macchinari; automazione dei processi / introduzione di nuove automazioni; miglioramento nella gestione degli ordini; riduzione dei consumi / impatto ambientale; miglioramento della logistica / trasporti ...di servizio: migliorie a prodotti esistenti; nuovi prodotti presenti sul mercato; prodotti innovativi per il mercato; prodotti per ridurre l'impatto ambientale; riposizionamento dei prodotti ...organizzative, gestionali e commerciali: cooperazione con concorrenti o altre imprese dello stesso settore; università; imprese interne al gruppo, consulenti, laboratori commerciali o istituti di R&S privati; enti o altri istituti di ricerca pubblici; clienti e acquirenti; contratti di rete; fornitori di macchinari, materiali, componenti o software TIPOLOGIE DI INNOVAZIONI INTRODOTTE • Adeguarsi all'evoluzione tecnologica del settore e del mercato di appartenenza • Seguire la mission aziendale ovvero la caratteristica principale dell'impresa • Provare a diversificare la produzione verso segmenti di mercato più vantaggiosi • Sfruttare opportunità determinatesi occasionalmente DRIVER ALLA BASE DELLE ATTIVITÀ DI R&S • Apertura di credito da parte delle banche • Accesso a fondi di intermediari finanziari – non banche, es. venture capital, private equity, etc • Incentivi pubblici e/o comunitari • Opportunità di sfruttare innovazioni tecnologiche • Opportunità di penetrare nuovi mercati • Opportunità di rendersi maggiormente competitivi nel proprio mercato di riferimento • Nuovo apporto di risorse umane qualificate • Contratti di rete / network con altre imprese FATTORI CHE HANNO FAVORITO INVESTIMENTI IN R&S
  9. 9. 9 la rete dei fenomeni | banche utilizzate Segmenti di Imprese n1 n n n 2 3 4 nn . . . Banche utilizzate Banca principale BANCHE UTILIZZATE MODALITÀ DI UTILIZZO DELLE BANCHE RIPARTIZIONE DEL LAVORO BANCARIO  Numero di banche utilizzate dalle imprese.  Quali banche vengono utilizzate dalle imprese (singolo brand per singolo brand).  Analisi della “banca principale” (analisi dei brand).  Analisi delle banche successive alla banca principale (analisi dei brand).  Analisi (in percentuale) della ripartizione del lavoro bancario tra banca principale e altre banche utilizzate dalle imprese…  …e per singolo brand. Solo per i segmenti di imprese che utilizzano più di una banca Solo per i segmenti di imprese che utilizzano più di una banca
  10. 10. 10 la rete dei fenomeni | la relazione con le banche Net Promoter Score della Banca Dom: «Con quale probabilità consiglieresti la Banca a un amico o a un collega?» NPS Banca «Per quale motivo NON consiglierebbe la Banca?» «Per quale motivo consiglierebbe la Banca?» «Cosa dovrebbe fare la Banca per migliorarsi?» Sarà inoltre rilevato il Net Promoter® Score (NPS®) con riferimento alla banca principale, espresso nei termini del livello di "raccomandabilità della banca da parte dell'impresa: NPS®, Net Promoter® e Net Promoter® Score sono marchi registrati di Satmetrix Systems, Inc., Bain & Company e Fred Reichheld. Format Research è licenziataria del marchio presso Bain & Company. Saranno inserite due ulteriori domande aperte, finalizzate a rilevare, rispettivamente: a) per quale motivo l'impresa consiglierebbe (promotori) o NON consiglierebbe (detrattori) la Banca; b) gli aspetti su cui la Banca dovrebbe puntare al fine di raggiungere un voto più elevato (passivi). DETRATTORI PASSIVI PROMOTORI
  11. 11. 11 la rete dei fenomeni | la relazione con le assicurazioni e i principali rischi per i quali l’impresa ricerca coperture COPERTURE ASSICURATIVE AREE DI RISCHIO E COPERTURE DI MAGGIORE INTERESSE QUOTE DI MERCATO E SEGMENTAZIONE PER BRAND Chi è il soggetto, all’interno dell’impresa, che valuta i rischi e assume la decisioni in ambito assicurativo Chi è il soggetto, all’interno dell’impresa, che seleziona e sceglie il fornitore (compagnia di assicurazione, banca, etc) ed il prodotto assicurativo Quali coperture assicurative sono state acquistate dall'impresa Di quali coperture polizze assicurative l'impresa sarebbe interessata a dotarsi Property (danni diretti e indiretti all'impresa): Incendio, Furto, Guasti macchine ed elettronica, Danni indiretti, CAR / EAR (settore costruzioni property) Liability (responsabilità civile): RC verso terzi / RC verso collaboratori, RC prodotti, D&O (RC Amministratori) Benefits dipendenti: Polizze Infortuni / Malattia, Polizze Vita (TCM, piani di risparmio, ...) Altro: Polizze Key Man, Polizze di accantonamento per TFR / TFM, Polizze tutela legale, Polizze credito Quote di mercato delle imprese che fanno ricorso a polizze assicurative, segmentate in funzione dei caratteri strutturali delle imprese: dimensione, settore, fatturato, etc. Segmentazione delle quote di mercato in funzione dei player assicurativi utilizzati dalle imprese (singolo brand per singolo brand) per l'acquisto e sottoscrizione di polizze. Nota importante: l’analisi delle quote di mercato è effettuata in funzione delle imprese utilizzatrici delle polizze e non del valore delle polizze in termini di consistenze.
  12. 12. 12 la rete dei fenomeni | personalizzazioni …approfondimenti monografici Nell'ambito di ciascun semestre, l'indagine è caratterizzata da un approfondimento monografico ogni volta diverso, su tematiche centrali e di attualità con riferimento al mondo delle imprese e all'evoluzione dei rapporti tra imprese e banche, e tra imprese e assicurazioni (a titolo esemplificativo: l'evoluzione digitale della relazione tra banca e impresa, ovvero la relazione domanda / offerta di credito nel mondo social, l’evoluzione delle modalità di pagamento e di gestione finanziaria adottate dalle imprese italiane, le dinamiche del commercio elettronico, etc) • evoluzione digitale della relazione tra banca e impresa, ovvero la relazione domanda / offerta di credito nel mondo social (che cosa significa “essere social” nel settore finance: utilizzo dell'app della propria banca e / o dell’online banking; possibilità di interagire via chat / videochat con i dipendenti della banca; utilizzo dei Social Networks (Facebook, Twitter, Google Plus, etc) con riferimento alle modalità di comunicazione con la propria banca, etc. • evoluzione delle modalità di pagamento e di gestione finanziaria adottate dalle imprese italiane: POS e v-POS; utilizzo di sistemi avanzati di incasso e gestione finanziaria online; disponibilità ad utilizzare il mobile banking ad integrazione / sostituzione di bancomat o altri canali tradizionali, etc. • dinamiche del commercio elettronico (ecosistema delle imprese in crescita ed aspettative verso il sistema delle banche): multicanalità, logistica e servizi bancari di assistenza da parte delle banche (verso l'Italia e verso l'estero), transaction banking (include anche l’analisi di aspetti quali il link tra i siti e-commerce delle imprese ed i sistemi di remote banking); analisi per settore merceologico; analisi per dimensione delle imprese e per tipologia, etc. ESEMPLIFICATIVO
  13. 13. 13 metodo | caratteristiche tecniche dell’indagine Campione Campione nazionale rappresentativo delle imprese italiane extra agricole e non finanziarie 8.000 interviste a semestre (16.000 interviste in un anno). Intervallo di confidenza 0,95. Errore: +2,1%. Analisi delle imprese per territorio Analisi rappresentativa per grandi ripartizioni geografiche: Italia Nord Ovest, Italia Nord Est, Italia Centro, Italia Sud/Isole. É prevista, a richiesta, la rappresentatività dei risultati dell’Osservatorio a livello regionale: 19 regioni e due province autonome. Analisi delle imprese per settore Analisi rappresentativa per i seguenti settori di attività economica: industria, costruzioni, commercio, turismo (come riclassificazione di alcuni codici Ateco del commercio e dei servizi), servizi alle imprese e servizi alla persona. È prevista, standard nel servizio, la segmentazione del campione tra imprese artigiane e imprese non artigiane. Analisi delle imprese per dimensione Analisi rappresentativa in funzione delle seguenti classi dimensionali “per numero degli addetti”: Microimprese (1-9 addetti); Piccole imprese (10-49 addetti); Medie imprese (50-249 addetti); Grandi imprese (oltre 249 addetti); ed in funzione delle seguenti classi dimensionali “per fatturato delle imprese”: imprese Small Business (fatturato <2,5 mln €); Imprese (fatturato 2,5 mln € - 150 mln €). Metodo di contatto e tecnica di rilevazione Indagine effettuata con il metodo delle interviste, per mezzo di un questionario strutturato. Interviste effettuate con il Sistema CATI (Computer Assisted Telephone Interview) e CAWI (Computer Assisted Web Interview). Il metodo CAWI è standard presso gli strati del campione composti dalle medie e grandi imprese. Persona di riferimento intervistata presso le imprese: imprenditore o altra figura di responsabilità presso le microimprese e le piccole imprese; amministratore (delegato, unico), direttore generale, direttore amministrativo presso le imprese di medie e grandi dimensioni.
  14. 14. 14 metodo | universo rappresentato SOTTOSETTORE ATECO 2007 N % SETTORE Agricoltura A 1.620.884 26,9 AGRICOLTURA NON CONSIDERATO Estrazione di minerali da cave e miniere B 2.493 0,0 INDUSTRIA Attività manifatturiere C 422.067 7,0 INDUSTRIA Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata D 6.535 0,1 INDUSTRIA Fornitura di acqua reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento E 8.744 0,1 INDUSTRIA Costruzioni F 584.446 9,7 COSTRUZIONI Commercio G 1.158.360 19,2 COMMERCIO Trasporto e magazzinaggio H 132.768 2,2 SERVIZI ALLE IMPRESE Turismo I 302.067 5,0 TURISMO Servizi di informazione e comunicazione J 96.265 1,6 SERVIZI ALLE IMPRESE Attività finanziarie e assicurative K 90.805 1,5 SERVIZI ALLE IMPRESE NON CONSIDERATO Attività immobiliari L 227.882 3,8 SERVIZI ALLE IMPRESE Attività professionali, scientifiche e tecniche M 693.770 11,5 SERVIZI ALLE IMPRESE NON CONSIDERATO Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese N 143.553 2,4 SERVIZI ALLE IMPRESE Istruzione P 24.825 0,4 SERVIZI ALLA PERSONA Sanità e assistenza sociale Q 246.770 4,1 SERVIZI ALLA PERSONA Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento R 61.527 1,0 SERVIZI ALLA PERSONA Altre attività di servizi S 198.152 3,3 SERVIZI ALLA PERSONA TOTALE (compresi i settori non considerati) 6.021.913 100,0 TOTALE CONSIDERATO 3.616.454 60,1 Fonte: Elaborazioni Format Research su dati I.Stat 2015 Il “TOTALE CONSIDERATO” consiste nel bacino di riferimento delle indagini svolte da Format Research e coincide con il “TOTALE” al netto delle imprese Agricole, le Attività finanziarie e assicurative e le Attività professionali, scientifiche e tecniche.
  15. 15. 15 Riservatezza Format Research Srl si impegna tassativamente a non divulgare e comunque non utilizzare, direttamente o tramite terzi, dati, elementi o fatti concernenti ed inerenti la Committente, l’attività di questa e di altri enti o soggetti, comunque collegati o controllati dal committente, il loro know- how, anche se non espressamente coperto da segreto e/o riservatezza. Proprietà dei risultati I risultati della ricerca resteranno di proprietà di Format Research Srl. Tutti i risultati delle personalizzazioni resteranno di proprietà della Committente. condizioni |
  16. 16. 16 output e timing | formato di output della base dati database dei macrodati (tabelle a doppia entrata) Risultati campionari riportati all’universo rappresentato per mezzo di un sistema di pesi calibrato in funzione della distribuzione della popolazione per variabili di interesse. DB Formato: Ms. Excel rapporti di ricerca semestrali Risultati dell'indagine e loro analisi critica, rappresentati per mezzo di grafici e tavole statistiche di sintesi, tavole sinottiche e commenti. RAPPORTO DI RICERCA Formato: Ms. Power Point
  17. 17. 17 .......... imprese (2,5 – 150 mln € di fatturato) nord ovest manifattura output e timing | rappresentazione dei fenomeni RAPPRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELLE ANALISI PER MEZZO DI DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA (PERCENTUALI) E INDICATORI SINTETICI
  18. 18. 18 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Rilevazioni ed analisi Rapporto semestrale OFI (generalmente intorno al 15 del mese) output e timing | calendario dei rilasci
  19. 19. 19 Il controllo della qualità del servizio è garantito da procedure di Project Cycle Management e dalla individuazione di precise responsabilità gestionali. La gestione e le verifiche periodiche, consentiranno un costante monitoraggio sia dell’avanzamento delle attività, sia della rispondenza di tale avanzamento agli standard organizzativi, logistici, temporali, e di qualità del prodotto atteso, nonché della loro rispondenza rispetto al programma di attività condiviso con la Committente. In caso di riscontro di non conformità, d’accordo con la Committente stessa, verranno verificate le cause e intraprese azioni correttive che potranno assumere carattere sistemico. L’approccio al controllo di qualità proposto dal nostro istituto è semplice ma strutturato, in quanto imperniato su otto obiettivi prioritari, organici alle norme di certificazione Iso9001: Piano della qualità – Obiettivi prioritari Garantire la sicurezza e la riservatezza Accurate procedure interne per la sicurezza fisica e logica dei dati e dei deliverable Garantire la continuità Corretta allocazione e gestione delle risorse durante la realizzazione del progetto e costante trasferimento del know how Verificare la soddisfazione del cliente Monitoraggio periodico dei livelli di soddisfazione del cliente mediante l’utilizzo di strumenti standard (es. Questionari, interviste, …) Assicurare la qualità dei deliverables Analisi e revisione della documentazione prodotta a più livelli (es. Responsabile di progetto, Consulenti senior) Pianificare il progetto Pianificazione di dettaglio di attività, risorse, tempo, milestones, deliverables Monitorare l’andamento del progetto Indicatori quantitativi di performance sulle attività svolte (es. APQ rilevati) Consuntivare i risultati Schede di avanzamento lavoro standard per tutta la durata del progetto Comunicare e condividere i risultati Riunioni di lavoro ed utilizzo di strumenti informatici per la condivisione dello stato del progetto e della base informativa disponibile Piano della qualità 1 2 3 45 6 7 8 qualità e riferimenti | piano della qualità
  20. 20. 20  Codice deontologico dei ricercatori europei ESOMAR.  Codice deontologico Associazione Istituti di ricerca italiani ASSIRM.  Codice della Società Italiana di Statistica.  Legge sulla privacy D.lgs 196/03. qualità e riferimenti | diritti e codice deontologico L’indagine è svolta nel rispetto della seguente normativa:
  21. 21. 21 Tel: +39 06 86328681 Email: info@formatresearch.com direttore della ricerca per informazioni Pierluigi Ascani Presidente del CDA Filosofo. Ha fondato Format Research nel 1992, dove ricopre sia il ruolo di Presidente che di Direttore Scientifico. Vanta una pluriennale esperienza nel campo delle ricerche di marketing, delle ricerche di Customer Satisfaction e degli studi in campo politico e sociale. Dal 2008 al 2010 ha insegnato Metodologia della Ricerca Sociale e Politica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Roma La Sapienza. Mobile: +39 320 7489273 Email: pierluigi.ascani@formatresearch.com Daniele Serio Ricercatore Project Leader Statistico. Lavora in Format Research dal 2008. Si occupa dell’organizzazione e del coordinamento delle ricerche, con una particolare esperienza negli studi quantitativi su tematiche di ordine economico. Mobile: +39 345 3397685 Email: daniele.serio@formatresearch.com qualità e riferimenti | contatti
  22. 22. 22 Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha limitata significatività e può dare luogo a fraintendimenti. Sono proibite riproduzioni, anche parziali, del contenuto di questo documento, senza la previa autorizzazione scritta di Format Research 2016 © Copyright Format Research Srl format research s.r.l. via ugo balzani 77, 00162 roma, italia tel +39.06.86.32.86.81, fax +39.06.86.38.49.96 info@formatresearch.com cf, p. iva e reg. imp. roma 04268451004 rea roma 747042, cap. soc. € 10.340,00 i.v. www.formatresearch.com Membro: Assirm, Confcommercio, Esomar, SIS

×