Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il ponteggio ed il Pi.M.U.S

6,177 views

Published on

programma didattico finalizzato alla comprensione delle principali normative inerenti l'uso del ponteggio metallico ed alla stesura del piano di montaggio uso e smontaggio utile per la formazione dei lavoratori addetti al montaggio dei ponteggi metallici - aggiornato al novembre 2014

Published in: Education
  • Sex in your area is here: ❶❶❶ http://bit.ly/2Q98JRS ❶❶❶
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Dating direct: ❤❤❤ http://bit.ly/2Q98JRS ❤❤❤
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Prolong The Life Of Lithium-ion, Laptop, and Cell Phone Batteries.. ▲▲▲ https://bit.ly/2t1uc6e
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

Il ponteggio ed il Pi.M.U.S

  1. 1. 1 Il PONTEGGIO METALLICO ED IL PIANOIl PONTEGGIO METALLICO ED IL PIANO DI MONTAGGIO USO E SMONTAGGIODI MONTAGGIO USO E SMONTAGGIO Corrado Cigaina corrado_cigaina@asl.pavia.it
  2. 2. premessa Nel settore delle costruzioni: – Da oltre 50 anni esistono normative specifiche – La sicurezza è ancora oggi un fattore di criticità – Ancora parecchi infortuni – Ci si fa male sempre allo stesso modo è facile montare correttamente un ponteggio...... ....MA....... è difficile modificare i comportamenti sbagliati!!
  3. 3. Opere provvisionali apprestamenti ausiliari all’esecuzione di lavori edili destinati ad essere rimossi non appena cessata la necessità Le opere provvisionali si dividono in: – opere di servizio per il transito, stazionamento ed il sostegno sicuro durante il lavoro di persone, cose, attrezzi, materiali,( es. ponteggio). – opere di sicurezza per impedire la caduta dall’alto di persone e materiali. ( es. ponti a sbalzo, mantovane parasassi)
  4. 4. Requisiti opere provvisionali • efficaci per tutto il tempo della loro esistenza; • Stabili • realizzate in modo idoneo e con materiale adeguato • collegate fra loro in modo sicuro; • mantenute in efficienza per l’intera durata del lavoro; • montate e poste in uso da personale competente sotto la sorveglianza di un preposto
  5. 5. Ponteggio metallico opera provvisionale costituita da tubi e giunti o da telai prefabbricati, da impalcati ed altri elementi accessori atta a consentire l’esecuzione di lavori di costruzione e di manutenzione, a varie quote a telaio prefabbricato (a boccole o perni) a tubo e giunto multidirezionale
  6. 6. Autorizzazione ministeriale Rilasciata dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali a chi intende costruire commercializzare in Italia un ponteggio – Soggetta a rinnovo ogni 10 anni – è parte integrante del ponteggio – deve essere rilasciata all'acquirente in caso cessione del ponteggio. – da tenere sempre in cantiere (pena la sanzione)
  7. 7. Autorizzazione ministeriale
  8. 8. Autorizzazione ministeriale art 131 L'autorizzazione prevede istruzioni per: – calcolo del ponteggio secondo varie condizioni di impiego; – le prove di carico del ponteggio; – montaggio, impiego e smontaggio del ponteggio; – schemi-tipo di ponteggio Garantisce solo ponteggi: – alti fino a m. 20 – conformi agli schemi-tipo – istruzioni contenute nell'autorizzazione
  9. 9. Lo schema tipo stilata campata interasse
  10. 10. progetto Pertanto per ponteggi fissi: – superiori a m. 20, – di notevole complessità – fuori dagli schemi-tipo dell'autorizzazione Un ingegnere o architetto abilitato deve redigere e firmare una specifica verifica di calcolo (progetto) oltre al disegno esecutivo
  11. 11. ...quindi tutto nasce da... Un sopralluogo conoscitivo Un progetto e/o un disegno che permetta di associare il ponteggio alla struttura
  12. 12. Disegno esecutivo e progetto Ponteggio montato secondo gli schemi tipo – disegno esecutivo • generalità e firma responsabile di cantiere • sovraccarichi massimi per metro quadrato di impalcato, • indicazione degli appoggi e degli ancoraggi. Ponteggio montato al di fuori gli schemi tipo o superiore a 20 mt o di particolare complessità – disegno esecutivo – Progetto (relazione di calcolo) firmato da professionista abilitato
  13. 13. Elementi di ponteggi diversi D. - è possibile utilizzare elementi facenti parte di ponteggi di tipo diverso e/o misto in presenza di un progetto? R. - per uno specifico schema di ponteggio non è consentito l'uso promiscuo di elementi di ponteggio a: – telai prefabbricati di autorizzazioni diverse, – Montanti, traversi prefabbricati di autorizzazioni diverse, – tubi e giunti appartenenti di autorizzazioni diverse. Circolare Ministeriale n° 20 del 23/05/2003
  14. 14. Piano di appoggio capacità portante sufficiente da verificarsi preliminarmente Nel caso che il terreno non sia in grado di resistere alle pressioni trasmesse dalla base di appoggio, si devono interporre elementi atti a ripartire il carico
  15. 15. Basette ALL XVIII – punto 2.1.2.2. - L’estremità inferiore del montante deve essere sostenuta dalla piastra di base, di adeguate dimensioni, corredata da elementi di ripartizione del carico trasmesso ai montanti autorizzazione ministeriale indica: – come deve essere l’elemento di ripartizione del carico – quanto deve essere lo sbraccio della basetta regolabile a seconda della sua altezza; le autorizzazioni prevedono solitamente che la piastra di base debba trasmettere il carico ad una tavola in legno di spessore mm. 50
  16. 16. Basetta regolabile D. - si posso utilizzare le sotto-basette in plastica le al posto delle tavole in legno? R. - SI. “Gli elementi di ripartizione al di sotto delle basette, devono avere dimensioni e caratteristiche adeguate ai carichi da trasmettere ed alla consistenza dei piani di posa in modo da non superarne la resistenza unitaria; di conseguenza non è prevista l’obbligatorietà di un materiale specifico (circolare n. 29/2010)
  17. 17. Basetta regolabile alcuni libretti prevedono un tipo di basetta orientabile da utilizzare per le partenze su piano inclinato la basetta orientabile è solitamente fissata alla base di appoggio mediante tasselli.
  18. 18. Basetta regolabile
  19. 19. Piano di appoggio Se il primo traverso del telaio (ponteggio prefabbricato) è posto ad un'altezza > 205 cm le basette devono essere fissate agli elementi di ripartizione
  20. 20. Irrigidimento- all XVIII 2.2.3.1. D.Lgs 81/08 il ponteggio deve essere irrigidito, secondo le modalità dell’autorizzazione ministeriale piano orizzontale – irrigidimento mediante corrente interno e diagonale in pianta piano verticale – Irrigidimento mediante i due correnti, parapetto e diagonale di facciata per l’irrigidimento viene introdotto nell’autorizzazione Ministeriale la tavola metallica che sostituisce il corrente interno e la diagonale in pianta
  21. 21. Impalcati in legno D - Si posso utilizzare le tavole in legno anziché quelle metalliche per i piani di calpestio? R- sì. È previsto sia dal D.Lgs 81/08 che dall'autorizzazione ministeriale Le tavole dei piani di calpestio devono : – Avere fibre con andamento parallelo all'asse – Avere spessore adeguato ≥ 4 cm – Avere larghezza ≥ 20 cm – Poggiare almeno su 3 traversi – avere le estremità sovrapposte in corrispondenza di un traverso ≥ 40 cm – Essere assicurate contro gli spostamenti
  22. 22. Distanza di facciata D. Quale è la distanza massima ammissibile tra ponteggio e fabbricato? Art.138 D.Lgs.81/08 È consentito un distacco delle tavole del piano di calpestio dalla muratura non superiore a 20 cm All. XVIII punto 2.1.4.3. D.Lgs. 81/08 E' consentito un distacco dalla muratura non superiore a 20 cm soltanto per la esecuzione di lavori in finitura
  23. 23. sottoponte Art 128 D.Lgs 81/08 Gli impalcati e ponti di servizio devono avere un sottoponte di sicurezza, costruito come il ponte, a distanza non superiore a m 2,50 Il sottoponte può essere omesso: – Per i ponti sospesi – Per le torri di carico – Ponti a sbalzo – Lavori di manutenzione e riparazione di durata non superiore a 5 giorni
  24. 24. Mantovana Art 129 c. 3 D.Lgs 81/08 In corrispondenza ai luoghi di transito o stazionamento deve essere sistemato, all’altezza del solaio di copertura del piano terreno, un impalcato di sicurezza (mantovana) a protezione contro la caduta di materiali dall’alto. Tale protezione può essere sostituita con una chiusura continua in graticci sul fronte del ponteggio, o con la segregazione dell’area sottostante”.
  25. 25. Mantovana Si possono usare tavole in legno, o solo tavole metalliche? E l’aggetto della mantovana deve essere 1,2 m. o 1,5 m.? le risposte le si trovano sempre nel libretto del ponteggio; in mancanza della mantovana è possibile realizzare la segregazione dell’area di transito
  26. 26. caduta di materiali dall'alto D. e' consentito montare un telo di protezione e/o i cartelloni pubblicitari sui ponteggi? R. i teli sono una misura di sicurezza aggiuntiva ai “parasassi” perchè non realizzano le stesse garanzie di sicurezza Teli e cartelloni pubblicitari aumentano la superficie esposta al vento e quindi la sollecitazione indotta rispetto ai valori previsti nell'autorizzazione. Necessità il progetto di calcolo
  27. 27. ancoraggi Art 125 D.Lgs 81/08 Il ponteggio deve essere efficacemente ancorato alla costruzione almeno in corrispondenza ad ogni due piani di ponteggio e ad ogni due montanti, con disposizione di ancoraggi a rombo o di pari efficacia D. Si può usare il filo di ferro per ancorare un ponteggio? R. NO!- gli ancoraggi devono essere quelli previsti nell’autorizzazione ministeriale anche se in numero superiore rispetto al D.Lgs 81/08
  28. 28. ancoraggi possono essere classificati in: Ancoraggi normali: – Ad anello – A cravatta – Ancorante meccanico o chimico Ancoraggi special Ancoraggi speciali a V
  29. 29. Ancoraggi ad anello un tondo di acciaio piegato ad U viene ancorato all'armatura della parete tramite tubi e giunti ortogonali (appartenenti ad una unica autorizzazione ministeriale) si fissa il ponteggio al tondino
  30. 30. Ancoraggio a cravatta Il ponteggio viene ancorato ad un elemento strutturale (trave, pilastro) con un sistema di tubi e giunti (appartenenti alla stessa autorizzazione) assemblati “a cravatta”.
  31. 31. Ancorante meccanico - chimico ancorante meccanico: Si fora il materiale di base, si inserisce un ancorante ad espansione al quale si avvita il golfare ancorante chimico: Si fora il materiale di base si iniettata una sostanza chimica indurente, permettendo l’ancoraggio del golfare
  32. 32. Ancoraggi speciali Si ancora alla costruzione sia il montante interno che quello esterno – stesse tipologie di quelli normali
  33. 33. Ancoraggi speciali a “V” Viene collegato il montante interno del ponteggio mediante due ancoranti meccanici o chimici
  34. 34. Accesso al ponteggio D. - E' consentito utilizzare una scala a pioli esterna per salire sul ponteggio? R. - non è espressamente vietato, però se: “... Il datore di lavoro sceglie il tipo più idoneo di sistema di accesso ai posti di lavoro temporanei in quota in rapporto alla frequenza di circolazione, al dislivello e alla durata dell’impiego.....” (art 111 D.Lgs 81/08) ...le scale interne previste in autorizzazione sono praticamente obbligatorie
  35. 35. Accesso al ponteggio È vietato: – Salire lungo la struttura del ponteggio – Utilizzare una scala doppia per salire sul piano – Disporre le botole di accesso una in prosecuzione dell'altra
  36. 36. Ponti su ruote a torre Ovvero, il “trabattello” per il quale non è prevista l'autorizzazione ministeriale Conforme se (decreto 27/03/98): – Costruito secondo la UNI HD 1004 – costruttore fornisca certificazione del superamento delle prove di carico e di rigidita – l'altezza non supera 12 m se utilizzato all'interno di edifici e 8 m se utilizzato all'esterno di edifici – sia realizzato, ove possibile, un ancoraggio alla struttura (ponti utilizzati all'esterno) – montato e smontato secondo UNI HD 1004
  37. 37. Uso ponti su ruote – rispettare le prescrizioni fornite dal costruttore; – verificare il buon stato degli elementi, – livellare la base del ponteggio per ottenerne la perfetta verticalità; – montare il ponte mobile in tutte le sue parti, con tutte le sue componenti; – usare i ripiani in dotazione e non impalcati di fortuna; – predisporre sotto il piano di lavoro a non più di m. 2.50 un regolare sottoponte; – bloccare le ruote durante lo stazionamento; – non effettuare spostamenti con persone sopra.
  38. 38. Vero o falso? È sempre obbligatorio collegare elettricamente a terra il ponteggio FALSO – è possibile omettere la messa a terra se la struttura metallica è autoprotetta in base al calcolo di fulminazione secondo le indicazioni della norma CEI 81- 10/2) il ponteggio deve essere controllato ad intervalli periodici VERO - Il responsabile del cantiere, ad intervalli periodici o dopo violente perturbazioni atmosferiche o prolungata interruzione di lavoro deve controllare lo stato del ponteggio (art 137 D.Lgs 81/08)
  39. 39. deposito materiali sul ponteggio vietato qualsiasi deposito fatta eccezione per i materiali ed attrezzi necessari ai lavori (deposito temporaneo) I materiali depositati non devono ostacolare i movimenti dei lavoratori Il peso dei materiali e delle persone deve essere sempre inferiore a quello che è consentito dal grado di resistenza del ponteggio;
  40. 40. Disposizione dei montanti L’altezza dei montanti deve superare di almeno m 1,20 l’ultimo impalcato; È ammessa deroga a condizione che l’altezza dei montanti superi di almeno 1 metro l’ultimo impalcato o il piano di gronda devono essere applicati, alla parte interna dei montanti correnti e tavola fermapiede a protezione esclusivamente dei lavoratori che operano sull’ultimo impalcato
  41. 41. Protezione contro le cadute D. - è possibile utilizzare un ponteggio come protezione contro il rischio di caduta per i lavoratori che operano sul tetto e quindi non sull'ultimo impalcato? R – Sì a condizione che per ogni singola realizzazione ed a seguito di adeguata valutazione dei rischi venga eseguito uno specifico progetto. (circ. Min. Lav e politiche sociali n. 29 del 27 agosto 2010)
  42. 42. segnaletica “Il datore di lavoro provvede ad evidenziare le parti di ponteggio non pronte per l’uso, ......mediante segnaletica di avvertimento di pericolo generico e delimitandole con elementi materiali che impediscano l’accesso alla zona di pericolo.... quindi: Non si può utilizzare! Cartello non presente in quelli elencati nell'allegato XXV
  43. 43. Tavola fermapiede Parte di un parapetto (art 126 D.Lgs 81/08) applicata alla parte interna dei montanti Tra corrente e fermapiede una luce ≤ 60cm Altezza 20 cm D. la tavola fermapiede può essere alta meno di 20 cm? R. Sì. È concessa deroga (art 138 D.Lgs 81/08) l’altezza del fermapiede non deve comunque essere < 15 cm 60 cm www.suva.ch
  44. 44. Montaggio, smontaggio ponteggi Corrette tecniche di montaggio, smontaggio ed uso sono finalizzate a: – Ridurre il rischio di caduta dall'alto – Assicurare una piena autonomia al lavoratore – Assicurare l'erezione di un ponteggio a regola d'arte – garantire il mantenimento nel tempo delle condizioni di sicurezza del ponteggio
  45. 45. montaggio, smontaggio, trasformazione Datore di lavoro: – Nei lavori in quota (> 2m) – Quando deve installare un ponteggio Incarica una persona competente per redigere un piano di montaggio, uso e smontaggio (Pi.M.U.S.) Persona competente: – Obbligo giuridico – Non vi è una definizione specifica – Ha esperienza, conoscenza, competenza, Il datore di lavoro può essere persona competente!
  46. 46. Gestione e uso del ponteggioGestione e uso del ponteggio Il Pi.M.U.S. deve contenere le regole da seguire: – per l’accesso al ponteggio (divieto di scale esterne, uso di scale interne, …; – Per l’uso del ponteggio (non sovracaricare gli intavolati, divieto di rimuovere parapetti ed altri elementi, avvisare preposto in caso di anomalie, …); – per la manutenzione del ponteggio (verifiche ancoraggi, …) in particolare dopo interruzioni prolungate o dopo maltempo (tenuta teli, …); – per la cessione a terzi del ponteggio;
  47. 47. montaggio, smontaggio, trasformazione Deve avvenire: – Sotto la diretta sorveglianza di un preposto – A regola d'arte (secondo autorizzazione-progetto) – Conformemente al Pi.M.U.S. – Ad opera di lavoratori formati Preposto: persona che....sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa
  48. 48. Preposto- persona competente Un preposto è una persona competente in materia che è in grado di – Ispezionare il ponteggio periodicamente – Riconoscere le situazioni di pericolo di caduta e sapere intervenire con misure di protezione – Riconoscere le situazioni di pericolo derivanti dall'ambiente esterno (linee elettriche es) – Stabilire il corretto posizionamento degli ancoraggi – Modificare il disegno esecutivo qualora il ponteggio venga modificato – Assicurarsi del corretto operare dei montatori
  49. 49. preposto Verifica periodicamente: – Regolarità degli impalcati ed il loro fissaggio al ponteggio – Parapetti del ponte – Rispetto dei limiti di sovraccarico previsti – la rispondenza degli ancoraggi – L'efficienza della messa a terra (dove prevista) – Il ponteggio dopo violente perturbazioni utilizza la scheda di verifica ALL XXI D.lgs 81/08
  50. 50. Esempio – scheda verifica preposto
  51. 51. Pi.M.U.S. NON è e NON sostituisce la valutazione dei rischi (POS) può ricomprendere: – Una parte di applicazione generalizzata – istruzioni e progetti particolari specifici per gli schemi del singolo ponteggio messo a disposizione: – del preposto dell'impresa che monta – dei lavoratori interessati (chi deve usare il ponteggio)
  52. 52. Chi non deve fare il Pi.M.U.S.? il lavoratore autonomo persona che opera da solo in autonomia senza vincoli di subordinazione. Ma un lavoratore autonomo è in grado di montare un ponteggio da solo? Certo che No!!..... ed infatti chiede aiuto a tanti lavoratori autonomi e “non autonomi” che posso divenire (il più delle volte lo sono) impresa di fatto
  53. 53. Per quali opere il Pi.M.U.S.? il PiMUS va redatto : – ponteggi metallici fissi – ponteggi in legname – piani di carico – ponti su ruote Non va redatto per i ponti su cavalletti in quanto non possono avere altezza superiore a 2 metri rispetto ad un piano stabile.
  54. 54. circ. nr 30 del 03/11/2006 D- Ma se viene utilizzato un ponte mobile (trabattello) ad un'altezza superiore a m 2 è necessario redigere il Pi.M.U.S? R – si! - il Ministero del Lavoro ha ritenuto sufficiente per quanto riguarda la redazione del Pi.M.U.S. il semplice riferimento alle istruzioni obbligatorie fornite dal fabbricante, eventualmente completate da informazioni (ad esempio sugli appoggi e sugli ancoraggi) relative alla specifica realizzazione.
  55. 55. Contenuti del Pi.M.U.S. Definiti dall'allegato XXII Parte specifica: – Indirizzo cantiere, identificazione del ponteggio, individuazione degli addetti al montaggio.... Parte generale – Indicazioni generali per il montaggio, verifica del piano di appoggio, tracciamento.... conservato obbligatoriamente in cantiere (pena la sanzione) congiuntamente a : – Verifiche periodiche apparecchi sollevamento – Autorizzazione ministeriale ponteggio
  56. 56. Dati identificativi del luogo di lavoro indirizzo del cantiere descrizione dei lavori da eseguire tipo di opera da asservire tipo di terreno esigenze e vincoli particolari soprattutto in relazione alla predisposizione degli ancoraggi. Individuare la presenza di particolari condizioni atmosferiche (neve, vento oltre il normale, altezza dal livello del mare, grado di fulminazione del territorio, ecc.)
  57. 57. Identificazione: – Nome cognome e generalità del datore di lavoro – impresa che effettua montaggio e smontaggio ponteggio – persona competente incaricata della redazione del PIMUS – impresa che sarà la responsabile del ponteggio per tutta la sua vita in opera • denominazione e ragione sociale impresa • indirizzo, • Datore di lavoro, Identificazione del datore di lavoro:Identificazione del datore di lavoro:
  58. 58. Identificazione dei lavoratoriIdentificazione dei lavoratori Addetti al montaggio – smontaggio ponteggio: – nome e cognome – idoneità alla mansione – Esperienza – attività formativa (dichiarazione di esperienza, attestato…) Preposto al controllo montaggio e smontaggio ponteggio – nome e cognome – idoneità alla mansione – attività formativa (dichiarazione di esperienza, attestato…)
  59. 59. Identificazione del ponteggioIdentificazione del ponteggio marca, modello, numero autorizzazione ministeriale, tipo di ponteggio: fisso a telai prefabbricati, a tubi e giunti..... Individuare i singoli elementi costituenti le parti del ponteggio (correnti, diagonali, telai, basette, …) – ciò può essere utile anche per il trasporto. Copia del disegno esecutivo è allegata al Pi.M.U.S.
  60. 60. Indicazioni generaliIndicazioni generali Planimetria delle zone di stoccaggio /montaggio: – Delimitazione, – Viabilità, – segnaletica, ecc. Modalità di verifica e controllo del piano di appoggio – portata della superficie, – omogeneità, – ripartizione del carico, Modalità di tracciamento del ponteggio, – impostazione della prima campata, – controllo della verticalità, – livello / bolla del primo impalcato, ecc.,
  61. 61. Area di stoccaggio Il tipo di ponteggio differenzia: – le modalità di carico e scarico – l’occupazione delle aree di deposito – il trasporto in opera. Pianificare le aree di deposito dei materiali,dei punti di carico e scarico per individuare correttamente le piazzole di carico e/o i castelli di tiro.
  62. 62. montaggio Durante il montaggio, verificare costantemente: – Distanza tra ponte ed edificio – Orizzontalità di correnti e traversi – Corretto inserimento e rotazione delle spine – La messa in opera degli ancoraggi www.suva.ch
  63. 63. D.P.I.D.P.I. Descrizione dei DPI utilizzati: – Elmetti – Guanti – Scarpe antisdruciolo – Sistema arresto caduta Descrizione delle attrezzature utilizzate nelle operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio del ponteggio e loro modalità di installazione ed uso.
  64. 64. attrezzatureattrezzature Descrizione delle attrezzature utilizzate: – Carrucole – Argani È consentito montare apparecchi di sollevamento sul ponteggio solo: – se di portata < a 200 Kg – sbraccio < a 1,20 m – Raddoppiando il montante per tutta la sua altezza mediante tubi collegati da giunti Obbligatorio delimitare Il posto di carico e di manovra degli argani a terra (art 114 D.Lgs 81/08)
  65. 65. attrezzature sollevamento carichi appropriate, alla natura, alla forma e al volume dei carichi nonché alle condizioni d’impiego disposte in modo tale da ridurre il rischio che i carichi: – urtino le persone, – in modo involontario derivino pericolosamente o precipitino in caduta libera, ovvero – siano sganciati involontariamente. accessori di sollevamento scelti in funzione dei carichi da movimentare, dei punti di presa, del dispositivo di aggancio
  66. 66. La carrucola È una macchina (D.Lgs 17/10) quindi – marcatura “CE” – Istruzioni d'uso – Dichiarazione conformità Adeguatamente vincolata Per altezze > 5m provvista di dispositivo autofrenante Peso carico < a quello raccomandata nelle istruzioni La fune non deve essere usata per imbracare il carico Diametro della fune deve assicurare una presa comoda Impiegare funi aventi lunghezza 2,5 volte l'altezza di sollevamento
  67. 67. Presenza di linee elettriche aereePresenza di linee elettriche aeree linee elettriche con parti attive non protette o che per circostanze particolari si debbano ritenere non sufficientemente protette Datore di lavoro, nell'ordine: 1.mettere fuori tensione -in sicurezza le linee 2.posizionare ostacoli rigidi 3.rispetta una distanza di sicurezza ALL IX distanza minima di sicurezza
  68. 68. Tipo e modalità ancoraggi Vengono riportati gli ancoraggi scelti Tipologia – Ancoraggi normali – Ancoraggi speciali – Ancoraggi speciali a V Stabilire se ancoraggio effettuato come da autorizzazione o in modo differente
  69. 69. Cambiamento condizioni meteo Definizione di misure di sicurezza da attuare per la sicurezza dei lavoratori e del ponteggio Procedure di verifica del ponteggio in seguito a violente perturbazioni ad opera del preposto: – Stato degli ancoraggi – Efficienza dei collegamenti In caso siano previste precipitazioni nevose è necessario ridurre il numero degli intavolati
  70. 70. Caduta materiali Definite le regole per evitare la caduta di oggetti e materiali durante le varie fasi: – delimitazione-protezione della zona di sollevamento mediante argano – Definizione della borsa degli addetti al montaggio – Modalità allestimento e controllo della mantovana – Formazione dei lavoratori sulle corrette tecniche di presa degli elementi – Definizione delle modalità di imbraco degli elementi
  71. 71. Sollevamento elementi Non è consentito far passare carichi sopra i lavoratori Obbligatorio adottare misure per impedire che i lavoratori sostino sotto i carichi sospesi, salvo che si richiesto dalle lavorazioni. www.suva.ch
  72. 72. Protezione posto di lavoro Se nelle immediate vicinanze del ponteggio si impastano calcestruzzi e malte o vengono eseguite altre operazioni a carattere continuativo il posto di lavoro deve essere protetto da un solido impalcato sovrastante, contro la caduta di materiali
  73. 73. Passo carraio Realizzato secondo lo schema tipo ( altrimenti progetto) Di norma: – Raddoppiare le diagonali del piano di facciata dei moduli di contorno dello spazio vuoto – Irrigidire con tubi e giunti i telai che affacciano verso il vuoto e quello di ripresa della stilata – Raddoppiare le diagonali in pianta dei primi due ripiani dei moduli di contorno – Attuare 4 ancoraggi in corrispondenza dei 4 telai verso il vuoto
  74. 74. Esempio illustrazioni montaggio-smontaggio Estratto da www.suva.com Estratto da www.suva.ch
  75. 75. smontaggio Deve essere graduale Gli ancoraggi, le diagonali e i correnti devono essere smontati in modo tale da garantire la stabilità della struttura Gli elementi devono essere calati a terra con mezzi adeguati www.suva.ch
  76. 76. verifiche Previste dall'allegato XIX D.Lgs 81/08 Scheda di verifica ad uso ditta addetta al montaggio – controlli minimali da eseguirsi prima del montaggio ad opera dell'impresa addetta al montaggio – Distinte per tipologia di ponteggio – Da allegarsi obbligatoriamente al Pi.M.U.S. Scheda di verifica ad uso del coordinatore in fase di esecuzione e del preposto
  77. 77. Esempio – ponte a telai prefabbricati
  78. 78. conclusioni I compiti dei principali “attori” – Datore di lavoro impresa montaggio "Pretendo e mi assicuro che il ponteggio sia sicuro e montato a regola d'arte" – Addetto al montaggio "Installo i ponteggi correttamente e secondo le indicazioni aziendali e rispettando le norme di sicurezza " – Utilizzatori del ponteggio "Lavoro solo su ponteggi sicuri" e non apporto modifiche di mia iniziativa
  79. 79. … e non dimentichiamo che:.... Ascolto e Dimentico Leggo e Capisco Vedo e Ricordo Agisco e Imparo

×