Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Business case gm & chrysler

604 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Business case gm & chrysler

  1. 1. Business Case A cura di: • Teresa Scuotto • Mariateresa Sorrentino • Florindo Russo
  2. 2. SWOT ANALYSIS Opportunità  Sviluppo mass-market cars  Minacce  Forte presenza dei giapponesi nel mass- market- cars
  3. 3. GAP ANALYSIS
  4. 4. BPR IDEA
  5. 5. BPR: AS IS 1980s STRUCTURE Alta integrazione vert. Decentralizzazione Controllo top-down STRATEGY SYSTEMSLeadership di costo Pesanti investimenti Obsolescenza Assenza sist. centr. centralizzato SHARED VALUES Alta rigidità SKILLS STYLECompetenze tecnico- Autocraticoingegneristiche STAFF Risorse umane professionali
  6. 6. BPR: AS IS 1980s STRUCTURE Bassa integraz. vert. Centralizzazione Controllo top-down STRATEGY SYSTEMSLeadership di costo Computerbased SHARED VALUES Bassa rigidità SKILLS STYLECompetenze tecnico- Autocraticoingegneristiche STAFF Risorse umane professionali
  7. 7. BPR: TO BE Cells approach  Platform team approach  Piccole unità produttive  Project team  Limitata autonomia  Empowered team Rapporto con fornitori  Invariato  Co-competition  Alta specializzazione  Riduzione del numero
  8. 8. BPR: TO BE Processo produttivo  Aumento della  Lean manufacturing standardizzazione  Accorciamento e  Aumento della razionalizzazione del automatizzazione ciclo produttivo  Focalizzazione su prodotti  Organizzazione logica e ad alto valore aggiunto fisica di dati  Riduzione del time to market
  9. 9. BPR: TO BE Struttura organizzativa  Unicità dell’asse  Flessibilità e strategico partecipazione lavorativa Innovazione di prodotto  Implementazione di un  Implementazione di un centro sviluppo centro sviluppo
  10. 10. ICT 1980S “Shotgun” approach  “Rifle” approach  Investimenti simultanei in  Investimenti incrementali high-tech projects in high-tech projects
  11. 11. ICT 1980S Utilizzo EDS  Utilizzo CAD  Integrazione sistemi  Focalizzazione su sistemi manifatturieri, informativi comunicazione corporate- ed amministrativi wide e gestione scorte jit  Integrazione stadi del processo produttivo  Integrazione “totale” delle attività
  12. 12. ICT 1990S Utilizzo COE  Integrazione attività operative  Implementazione rete informatica con fornitori Integrazione “totale” delle attività
  13. 13. IMPATTO ICT… Aumento della  Produzione snella standardizzazione  Direzione del progetto  Lavoro di squadra Riduzione dei prezzi  Comunicazione  Sviluppo simultaneo Produzione efficiente e di qualità  Riduzione dei costi Aumento dei margini  Bassi livelli di scorte
  14. 14. …e allora PERCHE’???… Alto time to market  Continua innovazione Eccessiva offerta  Continua ricerca della rispetto alla domanda qualità Struttura concessionari poco localizzata  Alta Quota di Mercato Costi produzione alti
  15. 15. …CHANGE MANAGEMENT!!
  16. 16. …CHANGE MANAGEMENT!!
  17. 17. LE DIFFERENZE NASCOSTE
  18. 18. ICT ‘N’ UNSOLVING PROBLEMS Knowledge Mgmt  Difficile condivisione della conoscenza per mancanza di formazione del personale “ICT” Aspetti culturali  Resistenza al cambiamento “Contatto” personale UN MEZZO…  Integrazione personale …NON UN FINE!  Interazione personale
  19. 19. Business Case A cura di: • Teresa Scuotto • Mariateresa Sorrentino • Florindo Russo

×