Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Branding e Fundraising: tra Comunicazione e Etica Aziendale

BRANDING
Cos’è un Brand
L’identità aziendale e professionale
Comunicare con il Brand
Il Brand e i consumatori
Il Brand e il Mercato
BUSINESS MODEL CANVAS
WOW Zone
Definizione, introduzione ed utilizzo del canvas
Esempi di Canvas
FUNDRAISING
Comunicare attraverso il fundraising
Pratiche e definizioni dell’attività di fundraising
Raccogliere i fondi sul territorio non è mai stato così facile
Numeri e dati del settore fundraising internazionale e italiano
Esempi di raccolta fondi internazionali: kickstarter, zooppa, eppela
Responsabilità Sociale d’Impresa questa sconosciuta

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Branding e Fundraising: tra Comunicazione e Etica Aziendale

  1. 1. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 TRA COMUNICAZIONE E ETICA AZIENDALE Branding
 & Fundraising
  2. 2. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  3. 3. +9 years marketing, creativity & social experience (people, colors, emotions and thinking addicted) 
 +3 years shopping retail experience like shop co-owner
 (a 300 m2 shop opened in 2008 and then closed in 2011, that’s the life) a long honeymoon trip through America and Hawaii in 2012. 
 2 months on the road: luckly we had closed the shop, so we had a long time ;) 
 a degree in statistical science - without lode (sorry Mom!)
 I’m a data visualization, infographic & flat design lover: Bigdata are everywhere. 
 4 stages in my life - for now! - in different area 
 Like wood carpenter too: lots of glue, nails, hammer, a McJob but Nice ;) 
 A lovely Wife, a wild cat, 2 dogs, a MacBook air 
 and a very nice Citroen 2cv built in 1974 Mono tasking (really), nice like a bear, Curious like Giorgio (the Monkey) Impatience (but it’s a virtue, you know) Solitary. Dreamer. Visionary. That’s all @filippog OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  4. 4. - Visionary Agency nel Verde e Irrequieto Mugello.
  5. 5. We are looking for the “WOW” zone:
 the intersection of something that
 customers want, that we can create
 and that's likely to have a profitable
 business model associated with it. “
  6. 6. La nostra Visione
  7. 7. "Uber, la più grande compagnia di taxi del mondo, non possiede nessun veicolo. Facebook, proprietario del media più popolare del mondo, non crea contenuti. Alibaba, il rivenditore più prezioso, non ha nessun inventario. E Airbnb, il più grande fornitore di alloggi del mondo, non possiede alcun bene immobile. Qualcosa di interessante sta accadendo” - Tom Goodwin
  8. 8. Il nostro Approccio
  9. 9. “È strano, ma nelle rare occasioni in cui mi hanno invitato a suonare in pubblico il tamburello, il presentatore non ha mai creduto necessario ricordare che mi occupo anche di fisica teorica. Forse è perché rispettiamo più le arti delle scienze. Gli artisti del Rinascimento dicevano che l’interesse principale dell’uomo deve essere l’uomo: tuttavia ci sono altre cose interessanti al mondo, e perfino gli artisti apprezzano i tramonti, le onde dell’oceano il cammino delle stelle attraverso i cieli. Dunque ci sono delle buone ragioni per parlare qualche volta anche di altro. Quando guardiamo le bellezze della natura, traiamo un piacere estetico dall’osservazione diretta. Tra i fenomeni della natura c’è però anche una struttura, un ritmo che non appare direttamente all’occhio, ma che si rivela solo dopo un’attenta analisi; e sono appunto questi ritmi e strutture che chiamiamo leggi fisiche” - Richard Feynman [Photo © Elisabetta Rosso]
  10. 10. PARTE I: BRANDING E COMUNICAZIONE AZIENDALE @!ilippog
  11. 11. [da 50 Milioni di visualizzazioni su YouTube] OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Matt è un Brand.
  12. 12. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Anche tu sei un Brand. “The Brand is You” [Tom Peters]
  13. 13. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Le persone non acquistano
 ciò che fai, acquistano il perché lo fai. [Simon Sinek]
  14. 14. Ma cos’è un Brand? Diciamo intanto che un brand non è un logo. Il discorso è un po’ più complesso di quello che si possa pensare. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  15. 15. Comunicazione
 Istituzionale e 
 Pubblicitaria Branding Content Curation Analytics & Stats tatticastrategia Engagement Marketing Storytelling Strategy
  16. 16. Ma allora cos’è un Brand? Un Brand è un insieme di idee coerenti
 nella mente di un consumatore. [Bianca Cawthorne] OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  17. 17. I Brand come le persone, hanno un nome
 una personalità, un carattere, una reputazione. Come le persone, possono essere 
 rispettati, apprezzati, amati. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  18. 18. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Qual è la base di questa coerenza? I tuoi valori. Le persone amano il tuo Brand 
 perché ne condividono i valori ed entrano con esso in risonanza emozionale.
  19. 19. La tua azienda, il tuo brand, il tuo prodotto 
 il tuo marchio, il tuo sito, la tua comunicazione esprimono i tuoi valori? OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  20. 20. Chiediti OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “quali sono i miei valori?”
  21. 21. Questo deve essere fatto con metodo, niente deve essere lasciato al caso. Il vostro cliente deve vivere i vostri valori, deve amarli, deve emozionarsi quando acquista un vostro prodotto (perché l’emozioni fanno ancora aprire il portafoglio) OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Comunicare Valori.
  22. 22. Emozioni, intuizioni, memoria 
 a lungo termine e motivazioni inconsce 
 determinano l’80% delle nostre decisioni. [Kevin Roberts, Saatchi & Saatichi] OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  23. 23. Per costruire una brand identity efficace 
 è fondamentale entrare in contatto 
 con le emozioni del nostro pubblico. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Brand Identity.
  24. 24. Un consumatore oggi vuole vivere il vostro Brand,
 il vostro valore e i vostri Ideali. Per questo costruire una brand identity basata su valori (e non servizi
 o prodotti), che racconti storie, susciti emozioni
 e soddisfi bisogni diventa fondamentale. [Facciamocelo raccontare dai Maestri dell’Advertising] Perché trasmettere
 emozioni? OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  25. 25. È una presa di posizione, che fornisce un nuovo ruolo al brand, che guida tutto ciò che il marchio fa e che lo aiuta ad attrarre un ampio consenso. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Molti dei marchi più autorevoli non sono costruiti intorno a un’Idea 
 ma si basano su un Ideale
  26. 26. Sia all’interno che all’esterno dell’azienda – e di essere una piattaforma per stimolare nuove idee. Idee diverse, innovative, che fanno parlare di sé, e che durano nel tempo. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Perché l’Ideale è un valore, un fine, uno scopo, capace di raccogliere consensi su più fronti
  27. 27. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Quindi, Emozionare.
  28. 28. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Branding with Love 
 = Emotional Marketing Strategia, Creatività, Pianificazione da un lato, Passione in quello che fate. Emozioni che trasmettete al cliente dall’altro. [Hai detto poco].
  29. 29. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  30. 30. “La concezione secondo la quale più gente arriva, più soldi si incassano è finita. C’è una nuova sensibilità verso la qualità della vita e la cultura del popolo che si va a visitare. La felicità dei residenti, la difesa dell’ambiente in cui vivono, della sua biodiversità, la cura della terra che calpestano e coltivano, fanno molto di più di qualsiasi comunicazione.” CARLO PETRINI - SLOW FOOD OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  31. 31. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Emozioniamo.
  32. 32. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Partiamo quindi
 molto lontano Partiamo da prima di internet. 
 Dalle persone. Dagli archetipi profondi.
  33. 33. Archetipi. Colori. Emozioni Un mondo dove niente è lasciato al caso. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  34. 34. Gli archetipi sono attivatori di emozioni in grado di chiamarci a compiere un viaggio. 
 [Mirko Pallera ] OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  35. 35. “Viaggio” inteso come 
 Esperienza unica di acquisto. Per costruire un brand/identità efficace 
 è fondamentale entrare in contatto 
 con le emozioni del nostro pubblico. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  36. 36. Ognuno di noi è unico. Gli Archetipi sono una semplificazione, 
 un aiuto per identificare una personalità prevalente (sia del persona che del brand) OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  37. 37. Ogni Brand ha un tratto dominante che trasmette nel suo fare e nella sua mission OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 IKEA, che vede il mondo con occhi nuovi e promettenti (Innocente), ma ha anche uno spirito creativo e pratico (Creatore). IKEA non si prende mai troppo sul serio (Jester).
  38. 38. Non è una questione 
 solo di Budget. State forse già spendendo molti soldi in modo 
 non coordinato e senza parlare di voi. 
 Senza emozionare. Senza raccontare di voi. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  39. 39. I 12 archetipi di Carl Jung OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  40. 40. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 ©STEFANOCIUCCHICONSULTING
  41. 41. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 ©STEFANOCIUCCHICONSULTING
  42. 42. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 ©STEFANOCIUCCHICONSULTING
  43. 43. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 ©STEFANOCIUCCHICONSULTING
  44. 44. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 ©STEFANOCIUCCHICONSULTING
  45. 45. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  46. 46. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Impariamo dai Grandi PHILIP KOTLER
  47. 47. Un faro nella notte. In un’epoca in cui l’eccessiva presenza di informazioni e stimoli può sicuramente confondere il cliente dobbiamo tracciare una strada. Dobbiamo creare una forte identità di quello che facciamo e come lo facciamo. Il nostro Brand deve essere un faro nella notte per il cliente. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  48. 48. Marketing 1.0 Obiettivo Fattori abilitanti Come guardiamo
 il mercato Concetto chiave Linea guida Proposta 
 di valore Interazione vendere
 prodotti rivoluzione 
 industriale mercato di massa
 richiesta beni fisici sviluppo prodotti caratteristiche
 dei prodotti funzionale da uno a molti Marketing 2.0 Marketing 3.0 © Philip Kotler - “Marketing 3.0: From Products to Customers to the Human Spirit” soddisfare e fidellizzare 
 il consumatore information
 technology consumatore intelligente
 esigenze anche immateriali differenziazione posizionamento
 azienda e prodotti funzionale ed emotiva uno-a-uno rendere il mondo un posto migliore nuova ondata tecnologica 
 social media essere umano, persona
 esigenze materiale e spirituali valori 
 missione, visione 
 e valori dell’impresa funzionale, emotiva 
 e spirituale collaborazione: 
 da molti a molti OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  49. 49. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Quindi, comunichiamo.
  50. 50. Déjà vu. Un Brand ha buona probabilità di funzionare - graficamente - se abbiamo la sensazione di averlo già visto, la sensazione che sia sempre esistito. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  51. 51. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  52. 52. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  53. 53. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Impariamo dai Grandi DAVID OGILVY - Ogilvy & Mather
  54. 54. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “Quattordici anni prima di scrivere queste Confessioni, mi ero trasferito a New York dove avevo aperto un'agenzia pubblicitaria.
 Gli americani mi davano del matto.
 Era impensabile, ai loro occhi, che uno
 scozzese capisse qualcosa di pubblicità” “Confessioni di un pubblicitario” - David Ogilvy, 1962
  55. 55. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “L’Eroe della mia adolescenza era stato il Primo Ministro Inglese Lloyd George, così mi venne naturale pensare che da grande mi sarebbe piaciuto seguirne le orme. Invece ho finito per fare il pubblicitario nella mitica Madison Avenue di New York; il bilancio complessivo dei miei 19 clienti è superiore a quello di Sua Maestà la Regina d’Inghilterra.” “Confessioni di un pubblicitario” - David Ogilvy, 1962
  56. 56. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “Il consumatore non è
 uno stupido, è tua moglie” Paolo Iabichino CCO at Ogilvy & Mather Italy Il consumatore non è uno stupido, è su Internet.
  57. 57. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “Quel che si dice è molto più importante di come lo si dice” Paolo Iabichino CCO at Ogilvy & Mather Italy Quel che si dà è molto è più importante di quello che si dice.
  58. 58. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “Più fiducia la gente
 ha in voi, più comperà” Paolo Iabichino CCO at Ogilvy & Mather Italy Più fiducia la gente ha in voi, più alta sarà la vostra reputazione.
  59. 59. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 If it doesn’t sell
 it isn’t creative
  60. 60. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 L’ideale è un valore, un fine, uno scopo, capace di raccogliere consensi su più fronti – sia all’interno che all’esterno dell’azienda – e di essere una piattaforma per stimolare nuove idee. Idee diverse, innovative, che fanno parlare di sé, e che durano nel tempo. “ ” “ ”
  61. 61. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Un’ideale non è un posizionamento - come può essere, ad esempio, “il mio detetersivo lava più bianco” - si basa su un punto di vista più profondo su come le cose dovrebbero essere, di come dovrebbe essere la vita, di come dovrebbe essere il mondo. “ ” “ ”
  62. 62. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 È una presa di posizione, che fornisce un nuovo ruolo al brand, che guida tutto ciò che il marchio fa e che lo aiuta ad attrarre un ampio consenso. 
 Per un’azienda identificare il proprio Ideale significa darsi una missione, credibile e rilevante, per fare di questo mondo un posto migliore. “ ” “ ”
  63. 63. “Nel tempo dell'inganno universale 
 dire la verità è un atto rivoluzionario” Un Brand deve raccontare (storytelling) una vera grande storia (il vostro Ideale) 
 ad un pubblico eterogeneo di persone in cerca di amore, emozioni, prodotti e servizi. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 “ ”
  64. 64. Voltiamo le spalle al mercato. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 L'obiettivo deve essere quello di creare valore
 (e non solo profitto) all’eco-sistema di imprese
 in cui operate tramite azioni responsabili. 
 Solo il consumatore potrà decidere 
 se premiare - o meno - il vostro operato.
  65. 65. Facciamo come Glenn Gould. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Che a 32 anni ha smesso di dare concerti per sfuggire all’ansia di piacere e per tendere alla ricerca della perfezione.
  66. 66. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  67. 67. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Quindi, ricapitolando… Cos’è un Brand? Perché è così importante? Perché non è un esercizio grafico?
  68. 68. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 UN BRAND E IL SUO PUBBLICO Un brand deve parlare ad un pubblico specifico. 
 Questo pubblico è il target al quale i prodotti e servizi del cliente si rivolgono. Lo deve fare in modo coerente, armonioso e diretto. 
 Colori e linee non sono utilizzate a caso. Deve raccontare una storia, la storia dei clienti che si rivolgono a noi. Un brand deve emozionare. Per questo spesso, quando si pensa frettolosamente di far realizzare un logo, stiamo già percorrendo una strada sbagliata. Una strada troppo generica, spesso affidata alla creatività di un grafico anziché alle considerazioni strategiche di un consulente di marketing.
  69. 69. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 IL BRAND È STRATEGIA Il logo/brand aziendale è strategia. Non grafica. Creare un brand efficace significa parlare al nostro target, significa già posizionarsi sul mercato, già trasmettere dei valori, già raccontare una storia. Questo significa per noi fare un brand. Significa confrontarci con il cliente che ce lo ha commissionato. Comprendere il suo core business, quello che fa, i servizi che offre. Comprendere a quale pubblico si rivolge, la sue caratteristiche.
  70. 70. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 IL BRAND SIETE VOI Oggi buona parte della “vendita” viene fatta in comunicazione. Ma senza trucchi ed inganni, come magari veniva fatto in passato. La comunicazione di cui parliamo noi, quella che cerchiamo di offrire sotto forma di consulenza ai nostri clienti, è costituita dalla rappresentazione del business aziendale tramite il brand, tramite una grafica coerente ed armoniosa con i valori dell’aziendale ed i suoi ideali. Un brand, fatto di colori, parole, slogan. Racconta molto di più un semplice logo. Un brand siete voi.
  71. 71. La storia abbiamo visto essere un po' lunga e complessa. Mettiamola così: il tua comunicazione aziendale deve essere la coerenza perfetta tra la tua persona, il tuo brand e il tuo pubblico. Se produci guanti di lana in Africa e lo comunichi bene non vendi, giusto per capirsi.
 Tu CEO della startup/azienda figa che fai training autogeno in cerca di te stesso, pensa a quello che ti piace fare, fallo per un mercato realistico che sostenga economicamente il tuo business e ti permetta di andare a Cesenatico a mangiare il pesce una volta l'anno. Comunicalo alla Ogilvy con tutto il pathos e gli ideali che puoi. Spendi il 10% del tuo fatturato in Comunicazione, un altro 10% in Marketing, il 20% in Ricerca e Sviluppo, investi in Risorse Umane, rendi i tuoi dipendenti felici, sorridi, bevi un bicchiere di vino ogni tanto. Divertiti, compra una spider d’epoca, magari una vecchia Porsche Speedster degli anni 50. Poi è tutta in discesa (il che non significa che sia semplice e banale guidare in discesa, ma questo è un altro discorso) ;)
  72. 72. APPENDICE: BUSINESS MODEL CANVAS @!ilippog
  73. 73. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  74. 74. Abbiamo gestito la comunicazione e l’attività 
 di raccolta fondi per un nostro cliente che ha partecipato al Mongol Rally con una vecchia Panda. [Quando si dice “Clienti Soddisfatti e Felici” pensiamo a loro] OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  75. 75. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Ma quello che conta è il metodo, la gestione dell’idea, la sua organizzazione de-strutturazione in piccoli step percorribili: poi tiriamo una linea finale se “il gioco” vale la candela si parte. In realtà facciamo tante altre cose.
  76. 76. Il Business 
 Model Canvas OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  77. 77. L’approccio del Business Model Canvas parte proprio da qui: Individuare il target di individui potenzialmente interessati alla nostra idea (servizio o prodotto che sia) aiutandoci a strutturare tutto il processo di sviluppo, sia da un punto di vista economico (costi e relativi ricavi) che logistico. Attenzione però: Il Business Model Canvas non è un alternativa al Business Plan. Il Business Model spiega come l'Azienda crea, fornisce e acquista valore. Il Business Plan descrive che cosa, quanto tempo e quanti soldi ti serviranno per mettere in pratica il tuo Business Model. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  78. 78. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  79. 79. CLIENTE-TARGET. Sono i clienti divisi in gruppi per bisogni, interessi, tipo di relazione, profitto e canali di distribuzione. 
 Descrive i clienti, dividendoli in classi e da modo capire i bisogni, per cosa sono disposti a pagare e che potenziale hanno. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  80. 80. VALORE OFFERTO (Value Proposition) E’ tutto quello che ha valore per i vostri clienti e che la vostra società è in grado di offrire. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  81. 81. CANALI. Sono i mezzi con cui il vostro servizio, descritto nella value proposition, raggiunge il cliente attraverso comunicazione, distribuzione e rete di vendita. 
 Descrive tutti i canali, i mezzi e le modalità in cui arriverete ai vostri clienti. 
 Circoscrive il ciclo di vita dell’acquisto e l’esperienza dell’acquisto dell’utente. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  82. 82. RELAZIONI CON I CLIENTI. Sono tutte le modalità in cui l’azienda si mette in relazione con il cliente e la modalità con cui gestisce la relazione con il cliente. 
 Descrive l’esperienza del cliente ed il modo in cui l’azienda rafforza la propria immagine sul mercato e misura l’efficacia delle proprie relazioni. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  83. 83. RICAVI. Sono tutti i possibili incassi generati dai diversi clienti, segmentati per categoria, valore e tipologia di cliente OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  84. 84. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 RISORSE CHIAVE. Sono tutto ciò che serve all’azienda per riuscire a produrre il valore da offrire al cliente: risorse fisiche, intellettuali, umane, finanziarie. Descrive ed elenca tutte le risorse necessarie e in che modo sono in relazione con il valore offerto.
  85. 85. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 ATTIVITÀ CHIAVE. Sono tutte le attività necessarie alla creazione del valore offerto al cliente: progettare, sviluppare, produrre, inventare, pubblicizzare. Descrive l’elenco delle attività e la relazione con il valore offerto.
  86. 86. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 PARTNER CHIAVE. Sono tutte le aziende partner con le quali si vogliono instaurare dei rapporti al fine di creare valore da offrire al cliente: alleanze, partnership, fornitori, cooperazioni. 
 Descrive tutte le relazioni chiave da instaurare per ridurre i costi, diminuire 
 i rischi, individuare fornitori con prodotti speciali e alleanze strategiche in termini di posizionamento e marketing.
  87. 87. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 COSTI. Cosa è? Sono tutti i costi sostenuti dall’azienda per le risorse, le attività ed i partner.
  88. 88. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  89. 89. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  90. 90. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  91. 91. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  92. 92. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  93. 93. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  94. 94. We are looking for the “WOW” zone:
 the intersection of something that
 customers want, that we can create
 and that's likely to have a profitable
 business model associated with it. “ OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  95. 95. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  96. 96. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  97. 97. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  98. 98. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Coffè Break. 
 (Sounds Always Good)
  99. 99. PARTE II: FUNDRAISING ED ETICA AZIENDALE. @!abceseri
  100. 100. “Vi auguro di essere eretici, perché eretico è colui che sceglie, colui che più della verità ama la ricerca della verità. Oggi è eretico chi non si accontenta dei saperi di seconda mano, chi studia, approfondisce, crede nel noi, chi si ribella al sonno delle coscienze, non si rassegna alle ingiustizie, chi non cede alla tentazione del cinismo. In tutte le vostre realtà territoriali, oggi più che mai, siate segno di speranza.” [Don Luigi Ciotti] 
 That’s all @fabceseri OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Assistente sociale mancato, 
 Padre adottivo di una tempestiva, un chicco di riso con gli occhi a mandorla
 Social and social  - il mondo del sociale associato ai social network Oltre che l'orto, coltivo sempre una sana inquietudine Una certa pazzia per molti, una vocazione per me: dal Comune di Firenze al sociale come scelta di vita 
  101. 101. La mia Mission
  102. 102. PHOTO©ELENAINNOCENTI.COM "Adesso è il momento di fare ciò che ti piace. Non aspettare lunedì, non aspettare domani. Non fare allungare davanti a te la carovana di sogni calpestati. Non aspettare. Non frenarti per paura o viltà. Non posporre la vita con altra morte, e non aspettare niente dalla sorte che non sia più della tua tenacia e della tua energia. Se il tuo sogno è bello, dagli forma come il torrente scava le sponde; come il vento che vive e si trasforma.E perché tutto risulti come tu vuoi, detta tu stesso le tue regole e converti il tuo autunno in primavera.” - [Ivan Malinowski]
  103. 103. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Welfareweb
 comunicazione sociale 
 e digital fundraising Love Food
 progetto culturale
  104. 104. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Fundraising questo sconosciuto.
  105. 105. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Definiamo il Fundraising Il fundraising non è la scienza della raccolta fondi ma è la scienza della sostenibilità finanziaria di una causa sociale ed è un mezzo non un fine. Non è fare elemosina. Uno strumento per fare felici le persone.
  106. 106. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 La Piramide di Maslow
  107. 107. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Quindi Gestire le risorse a disposizione:
 Economiche, Umane, Logistiche
  108. 108. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Cosa non è il fundraising Non è una tassa, né elemosina le persone ragionano con la pancia e decidono con il cuore.
  109. 109. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Allora? Il fundraising è un sistema che porta a scegliere consapevolmente e a donare per una causa che ci rappresenta di più. Il frutto di uno scambio volontario tra soggetti che perseguono uno stesso obiettivo.
  110. 110. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Fundraising
 e comunicazione 1/2 Prima del fundraising c’è la comunicazione e la costruzione di relazioni: se l’organizzazione non comunica o comunica male la propria mission, in primis, bisognerà lavorare su questo.
 La prima verifica passa quindi da una valutazione del tipo di comunicazione adottata e dall’analisi/profilazione della rete relazionale esistente e/o realizzabile. [Elena Zanella]
  111. 111. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Fundraising
 e comunicazione 2/2 L’organizzazione che vuole utilizzare il fundraising deve investire in comunicazione. Sono necessari modifiche e/o aggiornamenti del sito web, dei social network e del materiale cartaceo: tutti strumenti fondamentali per informare i cittadini riguardo alle diversi modi di donare a favore dell’organizzazione. Quanto prodotto deve essere studiato e realizzato in modo integrato. [Elena Zanella]
  112. 112. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Un sistema complesso
  113. 113. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Attività Coinvolgere Accompagnare Informare Stimolare Accettare Apprezzare Aggiornare Favorire Incoraggiare Gestire Rendicontare Territorialità
  114. 114. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Da dove partire?
  115. 115. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Strumenti Documento di buona causa Piano di comunicazione Piano editoriale Piano di marketing
  116. 116. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Possibilità 5x1000 Lasciti CSR Testimonial Aste benefiche Eventi Banchetti promo Crowdfunding SMS
  117. 117. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Non deve far paura Tempi 12/36 mesi Donatori /clienti Azienda/cliente Associazione/donatore è il tuo cliente
  118. 118. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Chi sono io, Fundraiser?
  119. 119. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Facilitatore Attivatore Educatore Motivatore Orientatore …..e anche devo sapere un po di: Marketing Comunicazione Social network Amministrazione Diritto Non trovo soldi ma Donazioni
  120. 120. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Perchè scegliere
 il Fundraising? 1) Tenere conto della situazione odierna 2) Occasione di verifica interna 3) Occasione di sviluppo Il fundraising deve essere necessariamente considerato parte dell’organizzazione
  121. 121. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Come fare Fundraising? Un buon progetto e sopratutto chiaro Tutta l’organizzazione deve voler fare raccolta fondi Con una strategia e con strumenti giusti Rendicontare
  122. 122. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Il centro di tutto Il donatore Conoscilo Rendi le cose facili Non otterrai ciò che non chiedi Chiedi con gentilezza Coinvolgi Di la verità Sii trasparente Rendiconta
  123. 123. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 La situazione Italiana 83% degli internauti tra i 18 
 e 64 anni ha effettuato nel 2014 
 almeno una donazione 1 su 5 ha utilizzato internet 20 milioni di persone tra i 18
 e 64 anni possibili donatori 16 milioni lo fanno dal mobile Nel 2014 almeno tre donazioni Oltre il 20% ha dichiarato che 
 nel 2015 donerà di più [Ricerca Duepuntozero Doxa]
  124. 124. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Ambiti di applicazione Salute, Ricerca, Assistenza sociale, 
 Tutela ambiente e animali e Cooperazione
  125. 125. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Una nuova frontiera CSR (Corporate Social Responsibility) Investimenti eticamente connotati, con attenzione
 ai portatori di interesse, alla ricerca di uno sviluppo sostenibile per la collettività. Le aziende vivono
 e agiscono all’interno di una comunità sociale. 
 Due esempi: Welfare Aziendale, Volontariato d’impresa
  126. 126. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Case History
  127. 127. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  128. 128. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015
  129. 129. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Il dialogo è possibile Profit e non profit Entrambi sono impresa Dialogo possibile Azione su valori condivisi
  130. 130. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Il CrowdFunding
  131. 131. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 Conclusioni Fundraising è la forza di un’organizzazione profit e non profit alle quali permette di stare al centro del mondo. Fundraiser è colui che fa girare il mondo intorno a te
  132. 132. OFFICINA LIEVE
 BORGO S.LORENZO 12.05.2015 COMUNICARE IN MODO EFFICACE ATTRAVERSO LA RETE Social Marketing 
 & Social Management 9 GIUGNO 2015
 Officina Lieve - Borgo S.Lorenzo

    Be the first to comment

    Login to see the comments

  • fabioceseri

    May. 13, 2015
  • elenabossio

    May. 13, 2015
  • EmanueleGambini

    May. 13, 2015
  • lizzyrole

    May. 13, 2015
  • alessandromodde

    May. 14, 2015
  • ali_lu

    May. 16, 2015
  • psoffiati

    Oct. 17, 2015
  • luisellacresto1

    Nov. 6, 2015
  • ClaudioSacchettini

    Mar. 13, 2016
  • MarinaRipoli1

    Aug. 23, 2016
  • LucaCalderan

    Oct. 25, 2016
  • DiegoAvanzo

    Nov. 6, 2016
  • DiegoAvanzo2

    Jan. 15, 2018
  • krdesign

    Jul. 13, 2018
  • LorenzoDElia1

    Mar. 2, 2020

BRANDING Cos’è un Brand L’identità aziendale e professionale Comunicare con il Brand Il Brand e i consumatori Il Brand e il Mercato BUSINESS MODEL CANVAS WOW Zone Definizione, introduzione ed utilizzo del canvas Esempi di Canvas FUNDRAISING Comunicare attraverso il fundraising Pratiche e definizioni dell’attività di fundraising Raccogliere i fondi sul territorio non è mai stato così facile Numeri e dati del settore fundraising internazionale e italiano Esempi di raccolta fondi internazionali: kickstarter, zooppa, eppela Responsabilità Sociale d’Impresa questa sconosciuta

Views

Total views

1,783

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

14

Actions

Downloads

68

Shares

0

Comments

0

Likes

15

×