Bilancio sostenibilità 2011 gps standard

639 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
639
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Bilancio sostenibilità 2011 gps standard

  1. 1. BILANCIO DISOSTENIBILITÀ 2011
  2. 2. L’attività di redazione del Bilancio di Sostenibilità è stata affidata a Take Off Consulting incollaborazione con ilDipartimento di Management della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Torino sotto la supervisionedel Professor Maurizio Cisi. Management 2 Accounting AdministrationTake Off ConsultingPhone: +39 011 02 06 500Fax: +39 011 02 06 519E-mail: federico.capello@takeoffstrategies.comPresso Take Off Innovative StrategiesPiazza Castello n. 7110123 Torino - Italiawww.takeoffstrategies.comNel mese di giugno 2012 GPS Standard ha aderito allaCarta dei Principi per la Sostenibilità Ambientalepromossa da ConfindustriaTutte le immagini sono state realizzate da Take Off Innovative StrategiesStampato nel mese di ottobre 2012
  3. 3. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011
  4. 4. Gentili lettori, quarant’anni di esperienza nel settore della sicurezza e una gamma di prodotti innovativa sono il miglior biglietto da visita per GPS Standard. L’azienda è nata su un brevetto, e da allora non abbiamo mai smesso di investire in ricerca e sviluppo. Fornire ai nostri clienti soluzioni tecnologiche all’avanguardia è l’unico modo per rimanere ai vertici del mercato. Inoltre, nel tempo si è rivelata la strategia migliore per combattere la pesante crisi degli ultimi anni. Operare in un contesto sensibile come il settore della sicurezza comporta una grande responsabilità. Questa consapevolezza ha sempre guidato GPS Standard nello sviluppo di soluzioni e prodotti di elevata qualità, per garantire ai nostri clienti, siano essi grandi realtà aziendali o famiglie, le migliori performance in termini di tutela dei loro beni ed affetti più cari. Ritengo che la ricerca della qualità non debba essere una filosofia circoscritta alla sola creazi- one di prodotti dalle elevate prestazioni e funzionalità: GPS Standard da sempre intraprende un percorso di crescita basato su questo principio. Un esempio di questo impegno è l’attenzione riposta nella qualità dell’ambiente lavorativo, condizione essenziale per creare prodotti deccellenza. Sempre in questottica,l’azienda ha deciso di impegnarsi prima di altre nell’ottenimento delle più importanti certificazioni su base volon- taria, come testimonia il conseguimento della ISO 9001 già dal 1996. Ma GPS Standard ritiene ancora più importante la qualità dei rapporti instaurati con i propri stakeholders. Ogni sforzo è infatti rivolto a migliorare il modo con il quale ci relazioniamo con i nostri dipendenti - nostri primi interlocutori - con la Regione Valle d’Aosta, i distributori e gli installatori. Cercando di soddisfare al meglio le esigenze di tutti i soggetti coinvolti nell’attività d’impresa. Questo Bilancio di Sostenibilità è rivolto principalmente ai soggetti sopra elencati, perché GPS Standard è da sempre consapevole del proprio ruolo all’interno del tessuto sociale ed economico nel quale opera. Il Report nasce con l’intenzione di quantificare il livello di impatto che caratterizza l’attività GPS Standard sotto l’aspetto economico, sociale ed ambientale. Da quest’analisi sarà possibile programmare e monitorare in maniera completa le iniziative intraprese per un’evoluzione del nostro modo di operare in chiave sostenibile. In questo contesto di grave crisi economica sono poche le aziende che possono permettersi un impegno in iniziative legate alla sostenibilità. GPS Standard è una di queste perchè ha il privilegio di poter guardare ai tempi che verrranno con ottimismo: ci aspettiamo che il resto del 2012 sia ricco di successi. La commercializzazione dei nuovi prodotti come Maze, Radar e Chain sono la nostra punta di diamante, prodotti destinati a rivoluzionare il mercato della sicurezza perimetrale e della domotica, e più in generale i concetti di sicurezza, di risparmio energetico e di casa intelligente. Per compiere un salto nel futuro occorre avere molta energia e solide basi sulle quali poggiare la spinta, e noi abbiamo tutto quello che serve. GPS Standard sarà felice di accompagnare i propri partner e propri clienti, serenamente, verso i prossimi quarant’anni. Ing. Pietro Capula Presidente GPS Standard2 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  5. 5. Gentili Stakeholders,durante la prima parte del 2012 abbiamo assistito ad un passaggio fondamentale per la storiadi GPS Standard. Si sono concretizzati progetti strategicamente importanti come “Radar”per la famiglia dei perimetrali e “Maze” per la sicurezza e la domotica, prodotti in grado diproiettare la nostra azienda nel futuro. Nuovi dispositivi, nuove tecnologie e nuove strategiedi comunicazione, come l’uscita sui canali satellitari nazionali dello spot Maze, consentono aGPS Standard di posizionarsi come leader nel settore della sicurezza e della domotica, contutte le carte in regola per competere a livello globale.Ma sviluppo tecnologico e crescita economica, da soli, non sono sufficienti a garantire lacreazione di valore nel lungo periodo. Affinché ciò avvenga, bisogna intraprendere unpercorso di sviluppo “sostenibile”: l’azienda deve essere consapevole dell’impatto provocatodalla propria attività sull’ambiente, il territorio e tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nelprocesso produttivo.Un’azienda intenzionata a mantenere la leadership nel proprio settore, deve essere lungimirante. Non può limitarsi ad operarerispettando i requisiti minimi imposti dalle attuali norme di legge, ma deve anticipare i tempi e le tendenze. È evidente che neiprossimi anni verrà chiesto alle imprese di dimostrare maggiore responsabilità nei confronti dei soggetti e delle realtà in cuioperano, questo dovrebbe permettere un arricchimento del tessuto sociale e la diffusione di migliori pratiche ambientali.GPS Standard era consapevole e si impegnava in iniziative legate alla responsabilità sociale d’impresa ben prima che si diffond-essero teorie e correnti sul tema. Oggi, dopo il grande sviluppo di cui l’azienda è stata protagonista negli ultimi anni, è emersala necessità di dotarsi di uno strumento in grado di monitorare e supportare tutti gli aspetti relativi alla CSR. Per questo motivoil Bilancio di Sostenibilità 2011 è stato redatto secondo le Linee Guida G3 proposte dal Global Reporting Initiative.Abbiamo strutturato un processo di rendicontazione di sostenibilità che verrà ampliato nei prossimi anni, con l’intenzione dicomprendere meglio gli impatti economici, ambientali e sociali che caratterizzano l’attività di GPS Standard. Grazie a questaprima edizione del report è stato possibile ricostruire una situazione iniziale e definire una serie di obiettivi e impegni di miglio-ramento. Nelle prossime edizioni del bilancio di sostenibilità verranno valutati e comunicati i risultati ottenuti.Benché la pubblicazione di un documento di così alta qualità sia un grande traguardo per una PMI, abbiamo intenzione di svilup-pare ulteriormente il processo di rendicontazione di sostenibilità nei prossimi anni, e vogliamo integrare le informazioni forniteda questo strumento nel percorso di scelta a livello direttivo, con l’obiettivo di continuare un percorso di crescita virtuosocondiviso con tutti i nostri stakeholder.Il percorso di sviluppo scelto da GPS Standard si basa sul miglioramento delle relazioni con i principali soggetti coinvolti nelprocesso produttivo, in primo luogo i dipendenti dell’azienda e la Regione Valle d’Aosta. Questo report di sostenibilità è indiriz-zato soprattutto a loro perché, per quanto GPS Standard sia un’azienda in grado di competere a livello globale, è consapevoledel proprio legame con il territorio e con il contesto sociale di riferimento.Buona lettura. Dott. Luca Gaetano Capula Direttore Marketing GPS Standard Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 3
  6. 6. INDICELETTERE AGLI STAKEHOLDERS 2INDICE 5NOTA METODOLOGICA 6PROFILO DELL’AZIENDA 9 Prodotti GPS Standard 10 Certificazioni 12 Sede, filiali e società controllate 13 Processo di commercializzazione e installazione dei prodotti 14 Presenza GPS Standard e mercati di riferimento 16 Assetto proprietario, dimensione dell’organizzazione e premi ricevuti 17 Parametri del Report 18 Governance e Stakeholders 20PERFORMANCE ECONOMICA 23 Valore Economico generato e distribuito 24 Analisi della spesa per fornitori 26 Finanziamenti ricevuti dalla Pubblica Amministrazione 27PERFORMANCE AMBIENTALE 29 INIZIATIVE GPS STANDARD PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE 30 Certificazioni ambientali 31 Consumi energetici 32 Interventi di riqualificazione energetica degli edifici 33 Parco auto e consumi energetici 35 Processo di saldatura 37 Sviluppo di prodotti a ridotto consumo energetico 38 Nuova linea di prodotti per la domotica 40 Raccolta differenziata dei rifiuti 40 ECObox, l’imballaggio eco-compatibile 41 Guida ECOufficio 42PERFORMANCE SOCIALE 43 I DIPENDENTI GPS STANDARD 44 Composizione 44 Retribuzione 45 Contratti a tempo indeterminato 46 Turnover 46 Ore di assenza, scioperi e infortuni 47 Regione di residenza 47 Età dei dipendenti 48 Certificazione OHSAS 18001:2007 48 Tabella riassuntiva dati sul personale 49 Comunicazione interna 50 Altre iniziative 50 RESPONSABILITÀ DI PRODOTTO 50 Certificazioni 50 Informazioni sui prodotti 51TABELLA RIEPILOGATIVA IMPEGNI-OBIETTIVI 54INDICE CONTENUTI GRI 55DICHIARAZIONE VERIFICA DEL LIVELLO DI APPLICAZIONE GRI 56 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 5
  7. 7. NOTA METODOLOGICA Il bilancio di Sostenibilità 2011 di GPS Standard è il primo documento redatto secondo le Linee Guida G.3 proposto dalla Global Reporting Initiative, con un Livello di Applicazione “C” autodichiarato. Il documento è stato sottoposto a verifica del livello di applicazione da parte del GRI. Il Report ha la funzione di fornire alla direzione aziendale ed ai principali stakeholders una visione degli aspetti economici, ambi- entali e sociali, legati all’attività svolta da GPS Standard. L’attività di redazione del bilancio di sostenibilità rientra in un piano di riduzione dell’impatto ambientale e miglioramento delle relazioni con i principali soggetti che collaborano con l’impresa. I dati degli indicatori sono aggiornati al 31/12/2011. Per rendere possibile una comparazione è stata ricostruita la situazione al 31/12/2010. La data di pubblicazione del Report, prevista per settembre 2012, tiene conto per le principali iniziative della situazione aggior- nata ad agosto 2012. L’attività di rendicontazione extra-finanziaria proseguirà con l’intento di produrre un report con cadenza annuale. La prossima edizione del Bilancio di Sostenibilità GPS Standard è prevista entro luglio 2013. Il Report è composto da quattro sezioni principali: PROFILO DELL’AZIENDA PERFORMANCE ECONOMICA PERFORMANCE AMBIENTALE PERFORMANCE SOCIALE Per ogni sezione è fornita una descrizione delle principali attività svolte e sono allegati i dati necessari a valutare l’attuale livello di impatto/consumi. Con l’intento di migliorare l’operato dell’impresa e la qualità della comunicazione di sostenibilità sono stati formulati 2 catego- rie di obiettivi: I riquadri gialli evidenziano gli obiettivi di miglioramento della qualità del report. Indicano gli aspetti sui quali l’azienda si impegna ad aumentare il numero di indicatori di performance ed ampliare il perimetro rendicontazione in modo da fornire nelle prossime edizioni un documento più completo e dettagliato. In arancione sono presentati gli obiettivi di riduzione dell’impatto ambientale e di miglioramento degli aspetti sociali che l’azienda si è impegnata ad ottenere nell’anno 2012. A pag. 55 è presentata una tabella riepilogativa degli obiettivi proposti nei vari capitoli del report. La redazione del Bilancio di Sostenibilità 2011 è avvenuta tramite il supporto di Take Off Consulting in collaborazione con il Dipartimento di Management della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Torino, sotto la supervisione del Professor Maurizio Cisi.6 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  8. 8. Take Off Consulting e Dipartimento di Management della Facoltà di Economia di TorinoNel 2012 è stata avviata la collaborazione tra Take Off Consulting e il Dipartimento di Management della Facoltà di Economia diTorino con la supervisione del Professor Maurizio Cisi. La collaborazione ha lo scopo di supportare le imprese nella diffusionedi una cultura aziendale attenta agli aspetti legati alla CSR e nello sviluppo di pratiche di rendicontazione di sostenibilità.L’approccio multidisciplinare garantito dai diversi profili che compongono il gruppo di lavoro consente di fornire un servizio diconsulenza su aspetti di rendicontazione extra-finanziaria completa. Dall’attività ricerca, alla formazione delle figure chiave inazienda, alla produzione di un report capace di descrivere la realtà aziendale, fino all’integrazione degli aspetti di sostenibilitànell’attività di comunicazione dell’impresa. Management 2 Accounting Administration Attività di ricerca Integrazione degli aspetti di sostenibilità nell’attività di comunicazione dell’impresa Supporto alle imprese nell’approccio al tema Formazione delle figure della CSR e nello sviluppo chiave in azienda di pratiche di rendicontazione extra-finanziaria Definizione e Sviluppo di un processo di rendicontazione extra-finanziaria interno Supporto alla redazione all’impresa di un report di sostenibilità Take Off Consulting - Phone: +39 011 02 06 500 - E-mail: federico.capello@takeoffstrategies.com Presso Take Off Innovative Strategies S.r.l. Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 7
  9. 9. PROFILO DELL’AZIENDA2.1GPS Standard s.p.a. è una societàitaliana che opera nel settore dellasicurezza da oltre 35 anni, dasempre si distingue per il suoimpegno nella protezione dei beni edegli affetti dei propri clienti consoluzioni specifiche e dall’elevatocontenuto tecnologico.Tutto questo grazie ad un costante impegnonella Ricerca & Sviluppo e nella qualità diprodotti e servizi. La gamma di prodotti GPSStandard è rivolta sia ad una clientelaprivata sia ad imprese, istituzioni pubblicheed organizzazioni. Inoltre GPS, tramitesoluzioni specifiche ed elaborate su richiesta,è in grado di rispondere alle più complesseesigenze in termini di sicurezza da parte distrutture e clienti particolari (Musei e SitiArcheologici, Navi e Yacht, Siti Militari, Casinò,Aeroporti, Pozzi Petroliferi, etc.) ed è partnerstrategico nei più delicati progetti disicurezza a livello internazionale. 9
  10. 10. PERIMETER VIDEO ACCESS SOFTWARE FIRE DATA PRODOTTI GPS STANDARD 2.2 La gamma di prodotti GPS Standard è suddivisa in 6 famiglie principali: PERIMETER VIDEO FIRE Prodotti per la protezione perimetrale Sistemi video che consentono di Sistemi di rilevazione incendio di tipo esterna e sistemi di configurazione e raccogliere, memorizzare e trasmet- convenzionale e analogico indirizzati, visualizzazione che permettono di tere immagini digitali in tempo reale, per proteggere al meglio ogni tipologia realizzare impianti personalizzati. eventualmente sincronizzate con di attività commerciale e/o pubblica, sistemi perimetrali. Applicazioni di con la massima affidabilità, rapidità di ACCESS Analisi Intelligente delle Immagini. risposta e semplicità d’uso. Linea di prodotti per il controllo accessi e la rilevazione delle presenze. DATA Centrali che raccolgono le segnalazioni SOFTWARE di allarme provenienti da diverse L’applicativo SCS, Sistema di Controllo tipologie di sensori, dai sistemi di e Supervisione, permette la centraliz- protezione perimetrale a qualsiasi tipo zazione di tutti i sistemi di protezione di sensore, sirene elettroniche per e consente di integrare le prestazioni interni ed esterni, alimentatori elettro- di tutte le tecnologie in campo in un nici e una vasta gamma di accessori. unico centro di supervisione.10 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  11. 11. Di seguito vengono presentati alcuni RADARprodotti della gamma attuale e futura Realizzato con rilevatori di intru-ritenuti più significativi, in termini di sione volumetrici a microonde adsuccesso di mercato e per contenuto effetto CHIRP RADAR, questotecnologico innovativo: sistema di protezione perimetrale utilizza le onde elettromagneticheGPS PLUS per creare una barriera invalicabile. ASistema di protezione perimetrale differenza dei classici rilevatori, grazie MAZEinvisibile, rappresenta l’evoluzione del alla CROSS TECHNOLOGY è insistema GPS - Ground Perimeter grado di rilevare ogni attraver- MAZESystem - brevettato da GPS Standard. samento della barriera con un In vendita dal 2012, è un avanzatoSi basa sul principio della differenza di accuratezza di 1 metro. sistema Security Home & Buildingpressione che viene generata da un Particolarmente adatto a contesti Automation interamente progettatointruso in fase di attraversamento in che richiedono il rispetto di determi- da GPS Standard. L’interfaccia diun’area protetta. nati canoni estetici, il design gestione utente e di programmazione moderno ed elegante permette al è basata su piattaforma Android. dispositivo di integrarsi perfetta- Dotato di caratteristiche tecniche mente all’ambiente circostante anche uniche ed innovative per la sicurezza come corpo illuminate. della casa o dell’ufficio, come la video verifica degli eventi e la visualizzazione live degli ambienti protetti, abbinate a GPS PLUS diverse tipologie di servizi di nuova generazione per unesperienza domotica a 360°. È inoltre possibile gestire il sistema MAZE lontano da casa in completa libertà tramite le applicazioni per smartphone. Nel secondo semestre 2012 sarà inoltre attivato GPS Crisis Unit, un centro di controllo operativo 24 ore su 24, presidiato da operatori specializ- zati in grado di gestire le segnalazioni di allarme provenienti dagli impianti di sicurezza Maze, ed in caso di necessità allertare le forze dell’ordine. 11
  12. 12. CERTIFICAZIONI L’impegno qualità e sicurezza ha da sempre caratterizzato l’attività di GPS Standard. Risale infatti al 1996 la prima certificazi- one ISO 9001 sul Sistema di Gestione per la Qualità. Tutti i prodotti GPS sono provvisti di marchio CE e durante l’anno 2011 alcuni dei prodotti più importanti, come i perimetrali GPS PLUS 1-4, GPS PLUS e la centralina PCU-2000 PX, hanno ottenuto la certificazione CEI EN 50131-1:2006-10 (CEI 79-15) con Grado 4 e Classe Ambientale 4. 8 2 00 Certificazioni Aziendali Organismo di Certificazione Area Stato Certificazione Certificazione DNV 1 UNI ISO 9001:2008 Sistema di Gestione per la Qualità Certificazione dal 1996 - ultima revisione 22 giugno 2012 (validità triennale) Det Norske Veritas In fase di Certificazione (entro 2012) - Recapita all’interno del Manuale della 2 UNI ISO 10891:2000 Servizi Istituti di Vigilanza Privata Qualità, per la certificazione da parte di DVN si attende l’opertività della Sala DNV Controllo Det Norske Veritas In fase di Certificazione (entro settembre 2012) - Superate la Verifica Documentale 3 ISO 14001:2004 EMAS III Sistema di Gestione Ambientale e la Verifica Ispettiva Iniziale. In attesa dell’Audit di Certificazione DNV (Verifica Ispettiva) Det Norske Veritas Sistema e Gestione della DNV 4 OHSAS 18001:2007 Sicurezza e Salute dei Lavoratori In fase di Certificazione (Settembre 2012) - Effettuato il Colloquio Inziale Det Norske Veritas Certificazioni Prodotti Prodotti Organismo di Certificazione Area Livello Conseguimento Certificati Certificazione 1 TUTTI I PRODOTTI GPS STANDARD SONO PROVVISTI DI MARCHIO CE GPS PLUS 1-4 2 CEI EN 50131 - 1:2006-10 Sistemi di Allarme - Intrusione GRADO 4 da giugno 2011 AUTOCERTIFICATA (CEI 79-15) GPS PLUS CLASSE AMBIENTALE 4 PCU-2000PX Impianti Antintrusione, MAZE Attesa per 3 IMQ IMQ Antincendio e Telesorveglianza GRAZE dicembre 2012 Obiettivo: Il 2012 sarà un anno molto significativo per il conseguimento di ulteriori certificazioni di qualità, è infatti previsto per la seconda metà dell’anno l’ottenimento della certificazione ISO 14001:2004 EMAS III per quanto riguarda il Sistema di Gestione Ambientale, la ISO 10891:2000, in concomitanza con l’avvio del servizio di sorveglianza della GPS Crisis Unit, e la OHSAS 18001:2007 per il Sistema e Gestione della Sicurezza e Salute dei Lavoratori. La nuove linee di centrali d’allarme Maze e Graze saranno certificate secondo gli standard IMQ. GPS Standard è inoltre intenzionata ad ottenere le seguenti certificazioni nel medio termine: • UNE 150301: Environmental Management of the design and development. Ecodesign. (Spanish standard) • ISO 14024 series Environmental labels and declarations • ECO LABELED Product comes with ECO label. Nelle prossima edizione del Report saranno riportate le decisioni in merito alle certificazioni elencate e l’eventuale otteni- mento.12 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  13. 13. SEDE, FILIALI E SOCIETÀ CONTROLLATE2.3 - 2.4La GPS Standard S.p.A. è una società operante nel settore della sicurezza, la sede legale ed operativa è situata presso Fraz.Arnad Le Vieux, 47 - 11020 Arnad (AO).GPS Standard opera in Italia ed all’estero tramite una serie di filiali, società controllate, collegate e tramite accordi di commer-cializzazione come presentato in tabella, oltreché con una fitta rete di distributori e installatori autorizzati.(dati al 31/12/2011). Gps Standard Spa FILIALE DI SHENZEN (CINA) Ufficio di gestione relazioni con i fornitori GPS STANDARD HEADQUARTER Arnad (AO) FILIALE DI FILIALE DI BARI 71 dipendenti PALERMO 4 dipendenti 4 dipendenti FILIALE DI FILIALE DI BOLOGNA MILANO 3 dipendenti 6 dipendenti Controllate (quota) Società Sede n° dipendenti 90% G.P.S. SERVICE Srl Arnad (AO) 4 88% G.P.S. TRIVENETO Srl Verona 5 66% G.P.S. LAZIO Srl Roma 4 GPS STANDARD Middle East 5 51% Ithalat Ihracat Limited Istanbul (Turchia) 40% G.P.S. PERIMETER SYSTEM LTD Moulton Park (UK) 3 Principali accordi di Commercializzazione SEDE DI SEDE DI SEDE DI SEDE DI CAGLIARI CATANZARO FIRENZE NAPOLI Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 13
  14. 14. CONSORZIO VNTECH Nel 2007 GPS Standard, insieme ad altre eccellenze della tecnologia, ha dato vita al consorzio VNTech, del quale detiene il 20% del capitale. Il Consorzio è nato con l’obiettivo di promuovere attività di ricreca e sviluppo, trasferimento tecnologico e alta formazione nei settori dell’ICT digitale, Building Automotion, domotica, sicurezza, monitoraggi ambientali e agricoli, monitoraggio della salute personale, servizi turistici, etc. PROCESSO DI COMMERCIALIZZAZIONE E INSTALLAZIONE DEI PRODOTTI PROCESSO DI VENDITA STANDARD La commercializzazione e l’installazione dei prodotti GPS Standard avviene tramite un processo di vendita molto sviluppato che si articola in una rete commerciale GPS Standard (filiali, controllate, partner e accordi di commercializzazione), 159 distributori/rivenditori e oltre 790 installatori, sia specialisti della sicurezza che elettricisti. In linea generale la rete commerciale GPS Standard si occupa della gestione degli ordini e delle relazioni con i vari distributori selezionati. Gli installatori acquistano i prodotti dai distributori (in alcuni casi direttamente dalla rete commerciale) e provve- dono alla messa in opera presso il cliente, sia esso un privato, un impresa o un’organizzazione pubblica. GPS Standard si occupa direttamente, o tramite la propria rete commerciale, delle attività di promozione, formazione ed assistenza tecnica. Commercializzazione dei prodotti RETE COMMERCIALE DISTRIBUTORI INSTALLATORI SPECIALISTI NE IN IMPIANTI DI SICUREZZA ZI O INSTALLATORI O ELETTRICISTI P RO M CLIENTE FINALE UTENTE14 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  15. 15. FORNITURE COMPLESSE A giugno 2012 è stata creata GPS È il caso dell’addetto al servizio diGrazie ad una gamma di prodotti Standard Engineering S.r.l. per sorveglianza di un’azienda. In questainnovativi, ed all’esperienza acquisita migliorare la gestione delle grandi situazione, perché l’impianto possanella progettazione di impianti ad commesse, sia nel mercato italiano garantire i migliori livelli di sicurezzaelevata complessità, GPS Standard è che all’estero. Tramite questa società al cliente finale, deve essere proget-stata scelta da anni come società completamente dedicata sarà tato in modo da consentire unpartner per la progettazione e la possibile seguire tutte le fasi di utilizzo semplice ed intuitivo darealizzazione di sistemi di sicurezza sviluppo dei progetti più importanti parte dell’operatore o utente attivo.da parte dei più importanti System e complessi. Le categorie di soggetti interessateIntegrator e Main Contractor a dal funzionamento di sistemi dilivello globale. I progetti più rilevanti Utenti e Clienti: Nel settore della sicurezza possono essere piùprevedono lo studio di soluzioni sicurezza, soprattutto per quanto numerose. Nel caso di impiantidall’elevato contenuto tecnologico riguarda gli impianti non destinati ad installati in luoghi pubblici spessoper la protezione di siti “sensibili” un cliente privato, è necessario fare bisogna tenere conto delle esigenzequali impianti petroliferi, siti militari, una distinzione tra “clienti” finali, di soggetti terzi, differenti dal clienteetc. “utenti attivi” e “utenti passivi”. finale. Questi soggetti possono essere definiti “utenti passivi”. SiQuesti progetti presentano un La classica definizione di “cliente pensi ad esempio ai passeggeri di unelevato grado di complessità perché finale”, inteso come soggetto ultimo aeroporto in cui viene installato uncoinvolgono soggetti di grandi che acquista un bene e lo utilizza per impianto di video sorveglianza.dimensioni e con profilo internazion- fare fronte ad una necessità individu-ale. Per gestire al meglio lo sviluppo ale, appare limitata se applicata al Consapevole degli aspetti appenadelle forniture complesse nel 2012 è mercato della sicurezza, in partico- elencati, GPS Standard si impegna dastata creata GPS Standard Engineer- lare se si tratta di impianti installati sempre a considerare il funziona-ing (GSE). In questo modo è possibile in grandi imprese o luoghi pubblici. mento dei propri prodotti, senzaintervenire in ogni fase della catena In questi casi è possibile che le limitare la prospettiva al clientedi creazione del valore, dalla proget- esigenze di sicurezza manifestate dal finale, ma includendo nell’analisi letazione di soluzioni ad hoc, al cliente finale vengano soddisfatte da esigenze di tutti gli individui chesupporto all’installazione, fino alla un soggetto differente, un utilizza- siano in qualche modo coinvoltifase di collaudo ed allo start up tore dell’impianto, o “utente attivo”, nell’utilizzo di questi prodotti.dell’impianto insieme all’utilizzatore che interagisce direttamente con ilfinale. sistema di sicurezza. Grandi commesse GPS STANDARD ENGINEERING SYSTEM INTEGRATOR NE ZI O MAIN O CONTRACTOR P RO M CLIENTE FINALE SITI MILITARI, IMPIANTI PETROLIFERI, ETC.. 15
  16. 16. PRESENZA GPS STANDARD E MERCATI DI RIFERIMENTO 2.5 - 2.7 Le attività di R&S e progettazione di GPS Standard avvengono completa- mente in Italia, presso la sede di Arnad in Valle d’Aosta. Mercati Anche la produzione italiana avviene presso la sede di Arnad, mentre le filiali di riferimento hanno funzione commerciale. Per quanto riguarda la produzione di schede e circuiti elettronici si fa ricorso a fornitori con sede in Cina, dove è operativo un ufficio per la gestione delle relazioni con i fornitori, con la funzione di migliorare il time to market e la garantire la massima qualità dei nuovi prodotti. Dal lato delle vendite, il mercato italiano rappresenta in termini di fatturato circa il 70% delle vendite GPS Standard, il 15% 15% è riferibile al resto d’europa. Il restante PROGETTI 15% riguarda vendite extra-UE: si tratta INTERNAZIONALI spesso di commesse di dimensioni 15% rilevanti, come il progetto recentemente RESTO avviato in Algeria. UE 70% ITALIA CINA16
  17. 17. ASSETTO PROPRIETARIO, Questa società opererà come systemDIMENSIONE integrator e main contractor per i grandi appalti, sia nel mercato italiano cheDELL’ORGANIZZAZIONE all’estero.E PREMI RICEVUTI2.6 - ASSETTO PROPRIETARIO 2.10 - PREMI RICEVUTILa proprietà familiare rappresenta un Nel biennio 2010-2011 GPS Standard hapunto di rifermento per GPS Standard, ricevuto alcuni importanti riconosci-sia per quanto riguarda l’assetto propri- menti per i suoi prodotti e per la suaetario sia per la composizione del attività.Consiglio di Amministrazione, nel qualel’Ing. Pietro Capula ricopre il ruolo di RADARPresidente e Amministratore Delegato. Il - “Detektor International Award 2010”, Stoccolma settembre 2010Dottor Luca Gaetano Capula, oltre a - “Premio Innovazione” del prestigiosoricoprire l’incarico di Amministratore, “Security and Safety Award 2010”risulta essere Marketing Director della assegnato il 18 novembre a Milano RhoSocietà. Fiera in occasione di “Sicurezza 2010” laIl Collegio Sindacale risulta composto dal più importante fiera del settore sicurezzaDottor Giugler Adriano, in qualità di in Italia.Presidente, e dai Dottori MartinettiMazzoni Massimo e Bonazzi Ivo, in qualità AZIENDAdi Sindaci effettivi incaricati anche della - Secsolution.com Award 2010 comeRevisione Contabile. azienda che più di tutte si è distinta sul web. IP SECURITY FORUM 20112.8 - DIMENSIONEDELL’ORGANIZZAZIONE CARTA DEI PRINCIPI PER LAGPS Standard ha chiuso l’esercizio SOSTENIBILITÀ2011 con fatturato di 15,5 milioni(EUR), un MOL di 650.000 (EUR) AMBIENTALE DI CONFINDUSTRIAed un risultato d’esercizio pari a Nel mese di giugno 2012 GPS Standard350.000 (EUR). ha aderito alla Carta dei Principi per laAL 31/12/2011 risultano 88 Sostenibilità Ambientale proposta dadipendenti, con un aumento del Confindustria.6,8% rispetto al 31/12/2010. La Carta prevede l’adozione da parte2.9 delle imprese di 10 impegni utili adDurante il periodo di rendicontazione intraprendere comportamenti ed azioninon si segnalano cambiamenti significativi coerenti con i principi di uno svilupponelle dimensioni, nella struttura o rispettoso dell’ambiente e delle risorsenell’assetto proprietario. Si segnala naturali.unicamente che nel corso del 2011 GPSSTANDARD ha sottoscritto un aumentodi capitale nella società GPS STANDARDMIDDLE EAST con sede Istanbul(Turchia). In funzione di tale aumento laquota di partecipazione è passata dal35,11% all’attuale 51%, con conseguenteacquisizione del controllo assoluto sutale società.Si comunica inoltre che a giugno 2012 èstata costituita GPS STANDARDENGINEERING S.r.l., della quale GPSSTANDARD manterrà il controllo. RADAR
  18. 18. PARAMETRI DEL REPORT PROFILO DEL REPORT 3.1 - 3.3 Questo Bilancio di Sostenibilità GPS Standard 2011 riguarda l’anno fiscale 2011 e illustra la situazione al 31/12/2011. Essendo la prima edizione di un report di sostenibilità redatto secondo le Linee Guida G3 proposte dal Global Reporting Initiative, GRI, al fine di rendere possibile la comparazione, dove possibile, è stata ricostruita la situazione al 31/12/2010. La redazione di questo primo bilancio di sostenibilità secondo gli standard GRI è coincisa con la definizione all’interno di GPS Standard di un processo di raccolta dati extra-finanziario, con l’intento di pubblicare un report di sostenibilità con cadenza annuale. 3.2 GPS Standard aveva già pubblicato nel 2009 un Bilancio Socio-Ambientale, dal quale il Bilancio di Sostenibilità 2011 trae ispirazione e riprende i punti principali nell’ottica di considerare lo sviluppo dei progetti ed il livello di raggiungimento degli obiettivi allora illustrati. La precedente versione del report di sostenibilità era stata redatta in forma libera, senza fare ricorso a linee guida o standard di riferimento, ed è stata un’ottima esperienza per sondare il coinvolgimento della struttura aziendale in un’attività di raccolta dati e definizione di obiettivi di natura differente rispetto alla normale attività svolta. Il notevole riscontro manifestato nei confronti del primo progetto di bilancio di sostenibilità, sia all’interno che all’esterno di GPS Standard, da parte dei principali partner come istituzioni e stampa, ha convinto la direzione ad un maggiore impegno nella redazione di un report extra-finanziario. L’intento è produrre un documento in grado di riassumere in maniera completa ed aggiornata la realtà GPS Standard, non solo nella presentazione della gamma di prodotti e della performance economica, ma anche per ciò che riguarda il rapporto con i proprio stakeholder, a cominciare da dipendenti, comunità locale, clienti, distribu- tori e installatori. La decisione di strutturare all’interno di GPS un processo di raccolta dati extra-finanziari utili alla produzione di un report secondo i Principi GRI, unito all’impegno nel suo miglioramento in termini di aumento del numero di indicatori di perfor- mance e di allargamento del perimetro di rendicontazione nelle prossime edizioni, non sono attività finalizzate alla compilazi- one di un documento destinato unicamente alla pubblicazione: queste attività fanno parte di un piano di sviluppo di pratiche CSR con più ampio respiro. Il report di sostenibilità è il punto di partenza, oltre ad uno dei principali strumenti, di una strategia volta a definire, unificare e comunicare tutte le iniziative, passate e future, intraprese da GPS Standard in termini di CSR e che abbiano risvolti sulla sostenibilità ambientale e sociale. L’obiettivo finale del report è quello di fornire al management ed alla direzione GPS Standard gli strumenti adatti ad integrare variabili extra-finanziarie sia nelle scelte strategiche che di gestione ordinaria. 3.4 Per qualsiasi chiarimento o informazioni sul report e sugli aspetti di CSR si può fare riferimento a: Take Off Consulting Phone: +39 011 02 06 500 E-mail: federico.capello@takeoffstrategies.com Presso Take Off Innovative Strategies S.r.l. OBIETTIVO E PERIMETRO DEL REPORT 3.5 Il processo di definizione dei contenuti del report è avvenuto lungo due direttive principali: da una lato si è tenuto conto dei dati ai quali ragionevolmente si poteva risalire, considerando che l’organizzazione si impegnava per la prima volta alla raccolta di taluni dati extra-finanziari. Dall’altro lato, seguendo il principio della materialità, i contenuti del report sono stati scelti in base al loro livello di impatto, sia in tema di sostenibilità generale, sia in riferimento alle diverse categorie di stakeholder. I contenuti del report in questa prima edizione hanno quindi la funzione di illustrare principalmente: i dati di distribuzione del valore economico prodotto, con importanti risvolti su dipendenti, comunità locale, fornitori nazionali ed esteri. I principali dati sulle politiche di genere, turnover e pratiche di assunzione del personale, i dati di consumo energetico della sede di Arnad ed il livello di consumo dei principali prodotti. Questi dati sono il punto di partenza per la valutazione oggettiva della realtà aziendale e sono stati utilizzati come base per la definizione di una prima serie di obiettivi con l’intenzione di ridurre l’impatto ambientale di GPS Standard, e per migliorare le relazioni con i principali stakeholder. L’obiettivo per le prossime edizioni del report è quello di aumentare il numero di indicatori di performance e la loro completezza, oltre ad aumentare le categorie coinvolte nella definizione dei contenuti del report.18 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  19. 19. I Principali stakeholders sono stati individuati nei dipendenti e nella Regione Valle d’Aosta.I dipendenti rappresentano una risorsa fondamentale per una società che opera in un contesto dove manodopera specializ-zata e know-how sono elementi necessari. Gli indicatori relativi al personale sono stati scelti in modo da definire i principaliaspetti che caratterizzano la qualità del rapporto di lavoro instaurato.Il Report di Sostenibilità è nato come strumento capace di fornire ai dipendenti maggiori informazioni sull’azienda, perdiffondere una migliore cultura d’impresa e per promuovere il coinvolgimento di tutti i soggetti nello sviluppo di praticheaziendali sostenibili.La Regione Valle d’Aosta è un partner molto significativo per GPS Standard. Il Report è stato redatto in modo da indicare iltotale dei finanziamenti ricevuti dalla Regione e ricostruire il quadro degli output prodotti da GPS Standard in termini dipagamenti alla Pubblica Amministrazione, numero di dipendenti e totale stipendi erogati a soggetti residenti. In questo caso laprincipale funzione del Bilancio di Sostenibilità è quella di fornire alla Regione Valle d’Aosta gli strumenti necessari a valutarel’efficacia dei finanziamenti erogati.3.6Il perimetro dei dati presentati nel Bilancio di Sostenibilità GPS Standard varia in base alla natura del dato, e per maggioridettagli si fa riferimento alla Tabella Contenuti GRI oppure ai singoli indicatori illustrati nelle pagine seguenti.In linea di massima la situazione può essere riassunta come segue: NATURA DATI PERIMETRO DI RILEVAZIONE Economico - Finanziaria GPS Standard S.p.A. (Sede di Arnad + filiali) + controllate e collegate (tramite l’inclusione in Stato Patrimoniale di bilancio) Performance Sociale Dati personale: GPS Standard S.p.A. (Sede di Arnad + filiali) Performance Ambientale Dati consumi energetici: limitati alla sede di Arnad Consumi carburante: GPS Standard S.p.A. (Sede di Arnad + filiali)Tra i principali obiettivi per la Uno dei principali impegni di GPS 3.10 - 3.11prossima edizione del Bilancio di Standard in ambito CSR sarà nei Il Bilancio di Sostenibilità GPS Stand-sostenibilità vi è quella di ampliare il prossimi anni l’implementazione del ard 2011 è il primo report redattoperimetro dei dati sul personale alle processo di rendicontazione extra- secondo le Linee Guida G3 propostecontrollate italiane e i dati sui finanziaria, in modo da poter disporre dal GRI, non si segnalano quindiconsumi energetici alle filiali italiane. per le prossime edizione del report modifiche rispetto al metodo di dei dati necessari a descrivere in raccolta di informazioni riportate in3.7 maniera completo la realtà GPS versioni precedenti.Durante la redazione di questa prima Standard e poter monitorare ogniedizione del report secondo gli aspetto che abbia impatto GPS Standard aveva già pubblicato unstandard GRI non sono state rilevate sull’ambiente e le persone coinvolte Bilancio Socio-Ambientale 2009, inlimitazioni di alcun genere che nel processo produttivo. forma libera, senza fare ricorso a lineeabbiano interferito su obiettivi e guida o standard esterni. Il documentoperimetro del documento. 3.8 presentava alcuni aspetti relativi alleÈ doveroso tuttavia sottolineare come Le società controllate, collegate e i iniziative in campo di responsabilitàla struttura del processo di raccolta principali accordi di commercializzazi- sociale intraprese da GPS Standard.dati extra-finanziari utili alla produzi- one non sono inclusi nel perimetro di Questa edizione del report riprendeone del report siano ancora in fase di rendicontazione del Bilancio di tali aspetti, facendo un punto suglisviluppo, e non sia al momento in Sostenibilità GPS Standard. obiettivi stabiliti ed i risultatigrado di fornire in maniera completa i Nel Bilancio d’Esercizio di GPS conseguiti.dati necessari alla descrizione del Standard, che non è consolidato, lereale valore dell’azienda GPS Stand- partecipazioni risultano contabilizzateard. In tale contesto si è preferito al costo e nel periodo indicato nonlimitare l’analisi ad alcuni indicatori di hanno effettuato distribuzione diperformance rilevati in maniera dividendi.dettagliata, e rimandare alle successive Ogni cambiamento del perimetro diedizioni l’aumento del numero degli rendicontazione delle prossimeindicatori e del perimetro di rendi- edizioni del report di sostenibilitàcontazione del report. verrà segnalato. Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 19
  20. 20. GOVERNANCE E STAKEHOLDER 4.1 - 4.2 - 4.3 - 4.4 GPS Standard S.p.A. è una PMI che adotta un modello di governance di tipo tradizionale, e fa completo riferimento sia in termini di proprietà, composizione del C.d.A. e direzione, alla proprietà familiare. Non si segnala la presenza di componenti indipendenti all’interno del Consiglio di Amministrazione. Il Ruolo di Presidente ed Amministratore Delegato è ricoperto dal fondatore ed azionista di maggioranza, l’Ing. Pietro Capula. La continuità nell’impegno della Famiglia Capula nella gestione di GPS Standard è rappresentata dall’ingresso nell’anno 2008 del Dottor Luca Gaetano Capula nella direzione esecutiva dell’impresa, dal 2011 con il ruolo di Marketing Director. La dimensione di GPS Standard e la struttura organizzativa di tipo padronale consentono il contatto diretto dei dipendenti con le più alte cariche direttive, in questo modo è garantito un flusso costante di informazioni e lo scambio di opinioni e suggerimenti bottom-up, anche in mancanza di un processo strutturato per adempiere a tale funzione. Comunità Famiglie dei locale dipendenti Regione Valle Dipendenti Comune di Sindacati d’Aosta Arnad Ambiente e Distributori Fornitori Subfornitori Installatori primo livello società Organismi Cliente partner finale di ricerca 4.14 - 4.15 Le diverse categorie di Stakeholder sono state individuate in base al livello di coinvolgimento (diretto/indiretto) intrattenuto con GPS Standard, e dell’influenza che l’azienda opera nei loro confronti. L’edizione 2011 del Report presenta una serie di dati in grado di valutare l’impatto sugli stakeholder coinvolti direttamente nell’attività aziendale, che sono i dipendenti, la Regione Valle d’Aosta, i distributori, gli installatori ed i fornitori. Intorno alla relazione con queste categorie si sviluppano i principali obiettivi 2012 in termine di pratiche CSR. Oltre agli stakeholder coinvolti direttamente nell’attività, sono state individuate altre categorie sulle quali GPS Standard ha influenza. Si rimanda alle prossime edizioni del report l’ampliamento della gamma di indicatori di performance, che costitu- iranno la base utile a valutare l’impatto dell’azienda anche nei confronti di tali categorie di soggetti. Lampliamento del perimetro di rendicontazione permetterà la definizione e valutazione di nuovi obiettivi, consentendo un maggiore coinvolgimento degli stakeholder in iniziative legate alla sostenibilità aziendale.20 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  21. 21. Categorie di stakeholders Nel dettaglio... I dipendenti sono il punto di forza di GPS Standard, in un contesto dove sicurezza, affidabilità e innovazione sono attributi fondamentali, l’investimento in capitale umano è laDIPENDENTI chiave del successo. GPS standard può contare su uno staff preparato e su un basso livello di turnover di personale. La Regione Valle d’Aosta, oltre ad offrire il contesto adatto in termini di infrastrutture e servizi per l’operatività aziendale, risulta essere un partner essenziale per GPS Standard,REGIONE VALLE D’AOSTA per i suoi importanti contributi a sostegno delle spese di Ricerca & Sviluppo, aspetto fondamentale in un settore ad alta innovazione tecnologica come quello della sicurezza. Si segnala che la maggioranza dei dipendenti Gps Standard è residente in Valle D’aosta 159 Distributori e Rivenditori autorizzati che insieme agli installatori rappresentano il principale canale di vendita per i prodotti a marchio GPS Standard.Vista la loro impor-DISTRIBUTORI tanza l’azienda pone molta attenzione nella selezione dei propri distributori. Nell’ottica di comunicare al meglio la qualità dei prodotti vengono organizzate sedute di training specifiche ed eventi nei quali sono presentate le principali novità. Il contatto diretto con il cliente o l’utente finale fa dell’installatore non solo un soggetto centrale nelle attività di vendita, messa in opera ed assistenza: un installatore preparato è in grado di guidare l’utente dalla fase di progettazione fino all’utilizzo dei prodotti e soluzioni GPS Standard nel modo migliore e più performante, sfruttandone al meglio le potenzialità. Per giungere a questo risultato GPS Standard si impegna nella formazioneINSTALLATORI di oltre 790 installatori selezionati, tramite corsi, incontri, fornendo materiale ad elevato contenuto tecnologico (es. valigette) e documentazione preparata appositamente per l’installatore. Per venire incontro alle esigenze degli installatori, e nell’ottica di fornire all’utente finale un prodotto funzionale, installato nel minor tempo e con i minori disagi possibili, GPS ha dedicato molta attenzione in fase di progettazione, all’attività di installazione, riducendo e semplificando i passaggi anche tramite ad una serie di manuali dedicati. A livello mondiale il settore della componentistica elettronica, alla base di tutti i prodotti GPS Standard, è concentrato su fornitori asiatici, per ragioni economiche e di qualità. In particolare GPS Standard ha selezionato i propri fornitori principali nell’area di Shenzen,FORNITORI in Cina, dove è stato costituito un ufficio dedicato alla gestione dei rapporti in ottica di miglioramento di aspetti di qualità e time to market. Per quanto riguarda i fornitori di servizi, GPS Standard cerca da sempre di privilegiare fornitori nazionali ed in particolar modo imprese con sede nella Regione Valle d’Aosta. I prodotti GPS Standard sono pensati per garantire la massima sicurezza e semplicità d’uso, per proteggere beni ed affetti sia dell’acquirente finale (cliente) sia dei diversi utenti in determinate situazioni come aeroporti, stazioni, e luoghi pubblici. ALCUNE REFERENZE: Lips Vago - Gruppo Chubb - Finmeccanica - Omnitel - Saiet - Sinted - ENEL - FIAT - IBM -CLIENTE FINALE - UTENTE CNEN - National West Bank - Northern Electric - Mondialpol - Argus - Telecontrol - Fichet - Banca d’Italia - Renault - Mercedes Benz - Euratom - American Airlines - Philips - Emmepi - British Telecom - Saab - Cerberus - Honeywell - Elettrolight - Mega Italia - Osaka Airport - Koeberg - Cittadini dell’Ordine - BBC - STS Dornier - Siemens - Telefunken - Olivetti - Telecom - Alitalia - ORTF - ESSO - Famiglia Reale Saudita - BP - Dating - Toyota - Volvo GPS Standard intraprende collaborazioni di ricerca con il Politecnico di Torino e con ilORGANISMI PARTNER Dipartimento di Management della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi diDI RICERCA TorinoFAMIGLIE DEI DIPENDENTI GPS è da sempre consapevole della propria influenza sulla qualità della vita di un numeroCOMUNITÀ LOCALE di soggetti più ampio rispetto a coloro i quali sono coinvolti direttamente nell’attività aziendale. Questa consapevolezza condiziona le scelte aziendali, che vengono affrontateCOMUNE DI ARNAD prendendo in considerazione non solo aspetti di natura economica. In questa prima edizione del Bilancio di Sostenibilità sono state individuate le principali categorie di stakeholder sulle quali l’attività GPS Standard ha un’influenza indiretta. SaràAMBIENTE & SOCIETÀ impegno delle prossime edizione del Report fornire una gamma di indicatori di perfomance adatti a valutare il livello di impatto che l’attività di GPS ha su ogni categoriaSUB-FORNITORI di soggetti.SINDACATI Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 21
  22. 22. PERFORMANCEECONOMICALa principale funzione di un’impresa privataè quella di creare valore economico.Taleaspetto, fondamentale per lo sviluppo diun’economia, ha risvolti rilevanti anche nelcontesto della CSR.La creazione del valore economico,e la sua corretta distribuzione tra ivari soggetti che partecipano alprocesso produttivo, rappresenta laprima iniziativa concreta cheun’azienda dovrebbe intraprenderein ambito di responsabilità socialed’impresa.L’impegno di un’organizzazione nella CSR vaoltre il rispetto dei requisiti minimi impostidalla legge. Per questo motivo l’analisi degliaspetti economici può aiutare a compren-dere se un’impresa operi in modo dapromuovere realmente lo sviluppo dellecomunità nelle quali è inserita.L’analisi degli aspetti di performanceeconomica GPS Standard è avvenuta tramiteil calcolo del valore economico generato edistribuito dall’impresa.Tale aspetto è statoapprofondito individuando la percentuale dispesa riferita a fornitori italiani ed esteri. Ilcapitolo termina con il riepilogo dei finanzia-menti ricevuti dalla pubblica amministrazi-one nel periodo 2010 e 2011. 23
  23. 23. VALORE ECONOMICO GENERATO E DISTRIBUITO INDICATORE GRI EC1 Nell’anno 2011 GPS Standard ha generato valore economico per € 17.295.527, con un aumento di circa il 7% rispetto l’esercizio precedente. Questo dato è riferibile quasi interamente a ricavi operativi derivanti dall’attività caratteristica dell’impresa. GPS Standard si occupa di produzione, progettazione e vendita di impianti di sicurezza destinati sia alla clientela privata che ad imprese e organizzazioni pubbliche. La quota più significativa del valore economico generato è destinata alla remunerazione dei fattori produttivi ed ai pagamenti alla pubblica amministrazione. La parte restante, composta dagli ammortamenti e dall’utile d’esercizio, è definita valore economico trattenuto. Questo dato indica il valore economico consumato dall’impresa o destinato a riserva. A tale proposito si segnala che GPS Standard non ha mai provveduto alla distribuzione di dividendi, preferendo destinare a riserva tutti gli utili generati. È stato così possibile impiegare importanti risorse in attività di R&S. VALORE ECONOMICO GENERATO E DISTRIBUITO (€) Area 2011 2010 Valore economico direttamente generato 17.295.527 16.168.156 Ricavi operativi 17.278.516 16.195.906 Ricavi finanziari (23.508) (578) Ricavi straordinari 73.234 17.890 Svalutazione crediti (32.715) (45.063) Valore economico distribuito 16.671.918 14.859.223 Valore economico distribuito a FORNITORI (Costi Operativi) 12.276.051 10.496.119 Valore economico distribuito a DIPENDENTI (Retribuzioni e Benefit) 3.527.036 3.230.060 Valore economico distribuito alla PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 473.629 732.203 Valore economico distribuito a FORNITORI DI CAPITALE 395.203 400.841 DONAZIONI e altri investimenti verso la comunità 0 0 Valore economico trattenuto 623.609 1.308.933 Ammortamenti 270.083 237.339 Utile/riserve 353.526 1.071.59424 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  24. 24. Una prima analisi dei dati sulla distribuzione del valore economico ha fatto emergere come, coerentemente con l’attivitàindustriale di GPS Standard, i fornitori rappresentino la voce di costi più rilevante per l’azienda. L’aumento di questa voce inbilancio è riferibile al maggiore consumo di materie prime in relazione all’incremento di vendite registrato tra il 2010 ed il2011.Il valore economico distribuito ai dipendenti, del quale si trova maggiore approfondimento nel capitolo sulla PerformanceSociale, mostra un aumento del 9% tra il 2010 ed il 2011, e rappresenta oltre un quinto dell’intero valore economicodistribuito. L’incremento è riconducibile all’aumento del numero di dipendenti GPS Standard nel corso dell’anno 2011.Il valore distribuito ai fornitori di capitale include gli interessi riconosciti agli istituti di credito ed i compensi agli amministra-tori. Distribuzione del valore economico Distribuzione Distribuzione 2011 2010 0% 20% 0% 20,4% 4,5% 2,5% 2,7% 8,1% 2,3% 64,9% 3,6% 71% Valore economico distribuito a FORNITORI (Costi Operativi) Valore economico distribuito a DIPENDENTI (Retribuzioni e Benefit) Valore economico distribuito alla PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Valore economico distribuito a FORNITORI DI CAPITALE DONAZIONI e altri investimenti verso la comunità Valore economico trattenuto Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 25
  25. 25. ANALISI DELLA SPESA INDICATORE GRI EC6 PER FORNITORI I settore dei sistemi di sicurezza nel quale opera GPS Standard, come accade in gran parte dei settori manifatturieri, fa largo ricorso, per materie plastiche e componenti elettronici, a fornitori localizzati nel continente asiatico. Nonostante le caratteristiche del settore, GPS Standard ha da sempre cercato di favorire fornitori nazionali, ed in particolar modo, soggetti con sede in Regione Valle d’Aosta. La prassi aziendale prevede che per ogni nuova fornitura sia esaminato almeno un preventivo presentato da un soggetto con sede in Valle d’Aosta. Ad oggi la metà della spesa per fornitori è destinata a soggetti con sede in Italia. Ripartizione spesa fornitori Ripartizione Ripartizione 2011 2010 ITALIA ITALIA 50,9% 50,6% ESTERO ESTERO 49,1% 49,4% Costi operativi (fornitori) (€) Area 2011 2010 Estero 6.063.004 5.154.413 Italia 6.213.047 5.341.706 Totale 12.276.051 10.496.119 Obiettivo: nelle prossime edizioni del report sarà migliorato lo schema di ripartizione spesa fornitori, in modo da poter individuare distintamente la percentuale di spesa relativa a fornitori con sede in Valle d’Aosta, nel resto d’Italia, resto dell’UE ed EXTRA UE. Obiettivo: GPS Standard ha intenzione di concentrare il proprio livello di spesa su fornitori locali.26 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  26. 26. FINANZIAMENTI RICEVUTI INDICATORE GRI EC4DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONELa Regione Valle d’Aosta, tramite una serie di interventi a sostegno delle imprese industriali e dell’attività di Ricerca eSviluppo, è un importante partner per numerose imprese localizzate sul territorio regionale.Il settore della sicurezza è caratterizzato da un elevato contenuto tecnologico in continuo sviluppo. In tale contesto ilsupporto fornito dalla Regione è stato particolarmente utile per GPS Standard: anche grazie agli interventi a sostegno dellaR&S l’impresa ha potuto raggiungere elevati standard tecnologici e diventare un impresa leader nel settore.Di seguito vengono elencati i principali finanziamenti ricevuti dalla Pubblica Amministrazione nel biennio 2010-2011. Ente Finanziatore Area Motivazione 2011 2010 Regione Valle d’Aosta Contributi per adozione pratiche UNI ISO - 1.046 Legge 296/2006 Attività di R&S anno 2009 - 84.884 Regione Valle d’Aosta Interventi regionali in favore della ricerca e sviluppo LR. 84/93 370.455 527.896 Regione Valle d’Aosta Interventi regionali per lo sviluppo delle imprese industriali e artigiane LR. 6/2003 40.027 33.000 Confidi Contributi su interessi relativi a finanziamenti attrezzature e pubblicità - 22.878 Regione Valle d’Aosta Contributo su interessi mutuo per ripristino danneggiamenti a seguito dell’alluvione 2000 3.359 5.865 Totale (€) 413.841 675.569 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 27
  27. 27. PERFORMANCEAMBIENTALE Una delle sfide più importanti Fortunatamente, anche grazie alla che imprese e cittadini si diffusione di prassi di CSR più evolute e trovano ad affrontare in questo dall’impegno dei principali operatori di XXI secolo è certamente la mercato verso aspetti legati alla tutela riduzione dell’impatto provo- dell’ambiente, alcuni investimenti cato dall’attività umana effettuati con l’intenzione di ridurre sull’ambiente. l’impatto ambientale, hanno presentato discreti livelli di ritorno economico. Durante gli ultimi decenni è infatti emerso Anche per questo molte imprese, come il nostro modello di sviluppo organizzazioni pubbliche e private, economico, basato sull’eccessivo consumo NGO, centri di ricerca, movimenti e di risorse naturali e sulla continua singoli individui si impegnano da anni, immissione di sostanze inquinanti con buoni risultati in alcuni casi, nel nell’ecosistema, sia in evidente contrasto tentativo di ridurre il proprio livello di con l’obiettivo di innalzamento della impatto sull’ambiente, adottando qualità della vita degli abitanti del pianeta. pratiche che prevedono il minor È inoltre chiaro che l’errata gestione delle consumo di energia, il ricorso a risorse naturali, già nel prossimo futuro, materiali riciclati e/o riciclabili, la avrà ripercussioni non solo sul benessere riduzione degli spostamenti di merci e dei cittadini o sull’ambiente, ma influirà persone, etc. Il tutto in base alle negativamente anche sulla capacità di caratteristiche consentite dal tipo di creare valore economico. Si rende quindi attività svolta. necessaria, e non solo auspicabile, una completa revisione del nostro modello di sviluppo.Qualunque sia l’attività svolta dall’organizzazione che decide di impegnarsi nella tutela dell’ambiente, il ventaglio delle iniziativeche possono essere intraprese è riconducibile a due categorie principali:- Iniziative rivolte alla riduzione dell’impatto ambientale nella fase di realizzazione del bene e/o del servizio.- Iniziative rivolte allo sviluppo di prodotti dai consumi energetici più contenuti e maggiore eco-compatibilità durante tutto ilciclo di vita. MIGLIORARE IL CREARE PRODOTTI PROCESSO PRODUTTIVO IN CHIAVE TUTELA DELL’AMBIENTE MAGGIORMENTE ECO-COMPATIBILI ECO-SOSTENIBILE DA PARTE DELLE IMPRESE 29
  28. 28. INIZIATIVE INTRAPRESE DA GPS STANDARD PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE GPS Standard ha deciso di impegnarsi in entrambe le direzioni evidenziate dallo schema di intervento in campo ambientale, sia migliorando il modo in cui produce i propri prodotti, sia sviluppando prodotti in grado di ridurre il livello di consumi energetici. INIZIATIVE RIVOLTE A MIGLIORARE IL PROCESSO PRODUTTIVO CON RIDUZIONE DEL LIVELLO DI EMISSIONI NOCIVE E CONSUMI ENERGETICI DURANTE LA REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO O 4 FORNITURA DEL SERVIZIO Rinnovamento 3 parco auto Interventi di 5 ristrutturazione Revisione del con veicoli più ecologici e riqualificazione processo di saldatura ed energetica esternalizzazione delle fasi più 2 degli edifici Monitoraggio critiche presso fornitori dotati di attrezzature in grado di dei consumi limitare le emissioni energetici nocive 1 Adesione a codici volontari e certificazione degli impianti secondo normative di gestione 6 ambientale Sviluppo di prodotti in grado di garantire elevate prestazioni con TUTELA DELL’AMBIENTE consumi energetici DA PARTE DI GPS STANDARD ridotti 10 Guida ECOufficio: riduzione degli sprechi 7 in azienda e sensibilizzazione Linea di prodotti dei dipendenti verso aspetti MAZE, evoluto sistema di ambientali anche al di fuori security home automation, del contesto lavorativo in grado di aiutare l’utente a ridurre i consumi energetici 9 ECObox, della propria abitazione 8 per una migliore Obiettivo di gestione dell’imballaggio raggiungere il dei prodotti e facendo 100% di raccolta ricorso a materiali differenziata eco compatibili INIZIATIVE RIVOLTE ALLA CREAZIONE DI PRODOTTI IN GRADO DI FUNZIONARE GARANTENDO MIGLIORE EFFICIENZA ENERGETICA ED UN RIDOTTO LIVELLO DI IMPATTO AMBIENTALE DURANTE TUTTE LE FASI DEL CICLO DI VITA In tale contesto il supporto fornito da questa versione del bilancio di sostenibilità, in grado di monitorare la situazione attuale e gli sviluppi delle iniziative intraprese, può rilevarsi molto utile per un miglioramento degli aspetti di impatto ambientale di GPS Standard, supportando la fase di definizione degli obiettivi e valutando a posteriori il grado di raggiungimento. Nelle prossime pagine si elencano i dati sulla performance ambientale GPS Standard e le principali iniziative intraprese in ottica di riduzione dell’impatto.30 Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard
  29. 29. CERTIFICAZIONI 1 AMBIENTALIIl percorso di sviluppo intrapreso da GPS Standard è stato da sempre caratterizzato dalla ricerca della qualità, sia per quantoriguarda i prodotti, sia sotto il profilo di come l’azienda opera. A testimonianza di tale impegno si segnala che GPS Standard èun’azienda certificata UNI ISO 9001 dal 1996.Con l’intenzione di allinearsi ai migliori standard di qualità anche a livello ambientale, durante il 2012 è stato intrapreso ilpercorso per la certificazione secondo la normativa ISO 14001:2004 EMAS III per il Sistema di Gestione Ambientale. Dopoaver superato la Verifica Documentale e la Verifica Ispettiva Iniziale, è atteso a breve l’Audit da parte di DNV per ottenere lacertificazione. Certificazione Area Stato Certificazione Organismo di Certificazione IN FASE DI CERTIFICAZIONE (ENTRO SETTEMBRE 2012) -ISO 14001:2004 EMAS III Sistema di Gestione Superate la Verifica Documentale e la Verifica Ispettiva Iniziale. DNV Ambientale In attesa dell’Audit di Certificazione (Verifica Ispettiva) Det Norska VeritasObiettivo: Uno dei principali obiettivi di GPS Standard, dopo l’ottenimento della certificazione per il Sistema di Gestione Ambi-entale, sarà quello di creare un’anagrafica fornitori certificati e privilegiare tali soggetti nelle proprie scelte di acquisto.Si segnala inoltre che nel mese di giugno 2012 GPS Standard ha aderito alla Carta dei Principi per la Sosteni-bilità Ambientale proposta da Confindustria.La Carta prevede l’adozione da parte delle imprese di 10 impegni utili ad intraprendere compor-tamenti ed azioni coerenti con i principi di uno sviluppo rispettoso dell’ambiente e delle risorsenaturali. Bilancio di Sostenibilità 2011 - GPS Standard 31

×