Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
PROGRAMMA
INTERNAZIONALE
DI SVILUPPO
OPTOMETRICO
* Editoria * Didattica
* Ricerca * Strumenti optometrici
Istituto
internazionale
Ricerche
Optometriche
Patrimonio scientifico
dell’Umanità al
servizio della visione
Tutti i problemi della
visione
sono risolvibili o
migliorabili.
PROGRAMMA
INTERNAZIONALE
DI SVILUPPO
OPTOMETRICO
I congresso internazionale
V.T.C.
Trento 15-16 novembre 2015
PROGRAMMA
INTERNAZIONALE
DI SVILUPPO
OPTOMETRICO
Risultati con la prescrizione
“a base energetica“
osservati attraverso
l‘...
OPTOMETRIA UNICISTA,
ORTODONZIA
RISULTATI CON LA PRESCRIZIONE A «base energetica»
OSSERVATI ATTRAVERSO L’ESAME
ELETTROMIOG...
 IL PERCHE’ DELLA RELAZIONE
 QUALSIASI TECNICA VALUTATIVA
EFFICACE SIA UTILIZZATA, DEVE
PORTARE ALLA STESSA
CONCLUSIONE ...
• Sei anni fa mi fu chiesto di collaborare con gli Osteopati
e gli Ortodonzisti che seguivano le direttive professionali
d...
• Alcuni dei soggetti esaminati erano portatori di occhiali:
• Tolti gli occhiali le tensioni scomparivano, così come i
no...
» Questa collaborazione ha portato benefici
immediati ai soggetti con problematiche spesso
vecchie di anni.
• La domanda è...
• Percorso delle fibre simpatiche:
• I primi neuroni sono nel mesencefalo o nel midollo allungato, le
fibre raggiungono il...
• ACCOMODAZIONE
• Nell’atto accomodativo per la visione da vicino, si contrae il
muscolo ciliare per azione del parasimpat...
• Le esperienze elettro-fisiologiche di Harmon hanno dimostrato
che la lettura è accompagnata da tensioni e contrazioni de...
• L’Analisi Visiva di Skeffington è stata letta, negli
anni, secondo un modello Comportamentale, cioè di
come l’ambiente p...
• Ma il Principio Unico è Fisica Quantistica.
• Afferma il Prof. Vittorio Marchi, docente universitario
di fisica quantist...
Qualità della luce
Materiali delle lenti
Fotocromatismo
Lenti assorbeti
Tensione sulle lenti
Errori di montaggio
Qualità della luce
Materiali delle lenti
Fotocromatismo
Lenti assorbeti
Tensione sulle lenti
Errori di montaggio
• Ogni cosa (grande o
piccola) è soggetta alla
forza contrattiva e
centrifuga perché ci sia
equilibrio: dalla galassia
all...
M 51
Funzione
in ☯
Ordine universale delle Cose
Troppa luce, ☯, poca luce
Cosmogenesi
Dalle forze contrattive ed
espansive hanno origine i
fenomeni di:
Spazio e
Tempo
Forze cosmogenetiche
Espansiva
▼
Contrattiva
▲
Movimento
Vuoto
Pieno
Filosofia del Principio Unico
Il pianeta è soggetto a tale ordine
perché è dentro un ordine più
grande.
L’ Ordine Universa...
• Ogni parte del nostro corpo
è soggetto a:
• CONTRAZIONE e
• DILATAZIONE
Funzione Energia in Optometria
Sistema nervoso
Simpatico
Parasimpatico
Gioco pupillare
(Dilatazione)
(Contrazione)
Funzione Spazio in Optometria
Fegato
Riempimento (Dilatazione)
Svuotamento (Contrazione)
Oculomotori (Micronistagmo
fisiol...
Funzione Tempo in Optometria
Cuore
Rilassamento Contrazione
Accomodazione
Rilassamento Contrazione
La forza dell’Energia in
Optometria Unicista
Con il tempo l’energia
modifica prima la fun-
zione, poi la struttura,
al di ...
• La fisica quantistica ci spiega che ogni atomo è vuoto ma
pieno di energia.
• Il freddo inizialmente fisicamente contrae...
• I casi che seguono presentano una
condizione funzionale energetica molto
contratta. La curva della funzione visiva
non è...
16-01-2011 Rossella
• Tutti i soggetti esaminati con l’Analisi
Visiva Unicista erano stati esaminati dal
medico che aveva escluso patologie, p...
• Di seguito presento casistica di soggetti che
sono ricorsi al medico o all’Ortodonzista per
dolori ai denti, alla mascel...
• A.R. 41 anni
• Inviatami dall’Ortodonzista perché l’elettromiografia presenta
nel tempo una sempre più ridotta apertura ...
• E’ stato utilizzato occhiale progressivo ad uso permanente:
• OD: +0,75 -0,25 x 90°
• OS: +0,75 -0,25 x 90° add.+0,75 OO...
1) Temporali: tempie
2) Masseteri:4 muscoli a due a due masticatori
3) Sterno cleido mastoidei:collo. Il tono dei muscoli ...
• C. Stefano: 05/02/2013 24 anni
• Contrattura della spalla D.(osteopata l’ha inviato
all’Ortodonzista), cervicalgia, dole...
• OCCHI CHIUSI CON LAC
• OCCHI APERTI CON LAC E RX
• Deglutizione a occhi aperti: senza e con occhiali
• Velocità di apertura e chiusura con lac e con Rx
• Solo gli occhiali portano una
correzione accettata ed
integrata che non disturba il
quadro Elettromiografico e
Kinesiogr...
• B. Valentina 17/05/2011 25 a.
• Non usa Rx (-0,75 OO).
• Ortodonzista: squilibio muscolo-tempiali ad
occhi aperti, non l...
• OCCHI CHIUSI E APERTI (IPERTONO DEI TEMPORALI) SENZA RX
• ELETTROM. AD OCCHI CHIUSI E APERTI (IPERTONO DEI TEMPORALI), SENZA RX
• DEGLUTIZIONE, VELOCITA’ DI APERTURA
• SENZA OCCHIALI: OCCHI CHIUSI E APERTI DOPO 3 MIN. DI TENS
• Dopo 3 min. di TENS: Elettrom. Ad occhi chiusi ed aperti
• Apertura bocca prima e dopo la TENS
• ENS
• LA TENS NON CAMBIA LA
KINESIOGRAFIA: IL DR. COCCOLUTO
AFFERMA CHE NON E’ UNA PAZIENTE
ODONTOIATRICA.
• DECIDE DI FARE AL...
• 08/06/2011 in alto: occhi chiusi e aperti /in basso chiusi e aperti con TENS
• ELETTROMIOGRAFIA FATTA CON LENTI DI PROVA SU OCULUS DA LONTANO (-0,50) E
DA VICINO CON UN VALORE DI +0,25 PER EMULARE LA...
• Ecco di seguito una breve sequenza, in sintesi,
di casi con problemi che sembravano
stomatognatici o scheletrici e crani...
• 1) P.Luigi(42a): dolore mascella D. da 1 m. circa. 12 ore al computer
(programmatore). Antibiotico per presunta sinusite...
• 5)A.Anna(41a): soffre di cefalea. Osteopata trova lato
mandibolare infiammato. Ortodonzista l’invia per A.V.
Rxp.+0,75x9...
• 8) C.Stefano(25a): 5/2/2013 contrattura lato D. della spalla,
cervicalgia, dolenzia oculare. Elettr.: c/ sua Rx in uso (...
• 11) T. Margherita(41a): lavora al computer 7 ore al dì.
Annebbiamento visivo, fotofobia, cefalea fronto –tempiale,
dolen...
• 13) I. Alberta(43a): lavora al computer c/ monofocale. Dolore
cervicale, dorsale. Elettr. Conferma. A.V. +0,25-0,50x155 ...
• 16) F. Civita(48a): cefalea fronto-tempiale, fotofobia, iperlacrim.,
bruciore, cervicalgia, ritardo acc., iperemia, dolo...
• 20) S. Roberto(51a): cefalea tensiva, dolore guancia S. fino al collo, usa
monitor laterale. Es Elettrom.: tensioni ad o...
 DIMOSTRAZIONE DELLA TESI
 NON IMPORTA SE LA VALUTAZIONE
E’ OPTOMETRICA, OSTEOPATICA,
POSTURALE, ODONTOIATRICA, O
ALTRO....
 CONCLUSIONI
 IL LAVORO OPTOMETRICO FATTO IN
TERMINI DI TRATTAMENTO DELLE
CAUSE INCONTRA CONSENSO DA TUTTI
I PROFESSIONI...
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

of

Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 1 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 2 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 3 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 4 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 5 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 6 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 7 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 8 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 9 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 10 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 11 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 12 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 13 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 14 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 15 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 16 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 17 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 18 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 19 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 20 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 21 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 22 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 23 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 24 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 25 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 26 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 27 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 28 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 29 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 30 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 31 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 32 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 33 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 34 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 35 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 36 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 37 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 38 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 39 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 40 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 41 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 42 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 43 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 44 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 45 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 46 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 47 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 48 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 49 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 50 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 51 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 52 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 53 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 54 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 55 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 56 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 57 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 58 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 59 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 60 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 61 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 62 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 63 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 64 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 65 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 66 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 67 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 68 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 69 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 70 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 71 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 72 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 73 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 74 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 75 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 76 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 77 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 78 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 79 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 80 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 81 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 82 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 83 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 84 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 85 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 86 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 87 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 88 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 89 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 90 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 91 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 92 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 93 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 94 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 95 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 96 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 97 Mirante - Risultati con la prescrizione  “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Slide 98
Upcoming SlideShare
Biondi/Mirante - Risultati statistici dentro il protocollo I.R.O. nel trattamento della miopia con la prescrizione “a base energetica“
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

1 Like

Share

Download to read offline

Mirante - Risultati con la prescrizione “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico

Download to read offline

I congresso internazionale V.T.C.
Trento 15-16 novembre 2015
Vincenzo Mirante - Optometrista
In collaborazione medica con il Dott. Roberto Coccoluto - Ortodonzista

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Mirante - Risultati con la prescrizione “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico

  1. 1. PROGRAMMA INTERNAZIONALE DI SVILUPPO OPTOMETRICO * Editoria * Didattica * Ricerca * Strumenti optometrici
  2. 2. Istituto internazionale Ricerche Optometriche
  3. 3. Patrimonio scientifico dell’Umanità al servizio della visione
  4. 4. Tutti i problemi della visione sono risolvibili o migliorabili.
  5. 5. PROGRAMMA INTERNAZIONALE DI SVILUPPO OPTOMETRICO I congresso internazionale V.T.C. Trento 15-16 novembre 2015
  6. 6. PROGRAMMA INTERNAZIONALE DI SVILUPPO OPTOMETRICO Risultati con la prescrizione “a base energetica“ osservati attraverso l‘esame elettromiografico Vincenzo Mirante - Optometrista In collaborazione Medica con il Dott. Roberto Coccoluto Ortodonzista
  7. 7. OPTOMETRIA UNICISTA, ORTODONZIA RISULTATI CON LA PRESCRIZIONE A «base energetica» OSSERVATI ATTRAVERSO L’ESAME ELETTROMIOGRAFICO, RELATIVI ALLA SOLUZIONE DI DISTURBI SCHELETRICI E CRANICI OPTOMETRISTA VINCENZO MIRANTE TRENTO 2015
  8. 8.  IL PERCHE’ DELLA RELAZIONE  QUALSIASI TECNICA VALUTATIVA EFFICACE SIA UTILIZZATA, DEVE PORTARE ALLA STESSA CONCLUSIONE DELLA TESI OPTOMETRICA SOSTENUTA  GLI OCCHIALI «A BASE ENERGETICA» RAPPRESENTANO ATTUALMENTE IL TRATTAMENTO DI ELEZIONE PER I PROBLEMI DELLA VISIONE
  9. 9. • Sei anni fa mi fu chiesto di collaborare con gli Osteopati e gli Ortodonzisti che seguivano le direttive professionali della I.A.P.N.O.R. (International Accademy Posture and Neuromuscolar Occlusions Reserch): Master che si svolge presso la facoltà di Medicina dell’Università dell’Aquila. • Queste due figure professionali: Osteopata e Ortodonzista, hanno unito le loro professionalità per risolvere al meglio i problemi di tensioni, cefalee, cattive posture che riscontrano nella loro pratica clinica. • Ma si resero conto che dopo un lavoro combinato di alto livello professionale, su alcuni soggetti rimanevano dolori o delle tensioni, rilevabili dall’Osteopata o dalla elettromiografia.
  10. 10. • Alcuni dei soggetti esaminati erano portatori di occhiali: • Tolti gli occhiali le tensioni scomparivano, così come i non portatori di occhiali avevano tensioni ad occhi aperti ma non ne avevano ad occhi chiusi. • Si posero così il problema di trovare una figura professionale che si occupasse della visione e risolvesse il problema dei loro pazienti. • Dopo vari tentativi con altre figure professionali che non dettero le risposte desiderate, si rivolsero all’Istituto di Ricerche Optometriche con sede in Macerata e trovarono nella figura del Dr. Mario Biondi Optometrista, la soluzione dei problemi visivi che questi soggetti avevano. Ad altri colleghi del Dr. Biondi, facenti parte dell’Istituto di Ricerche Optometriche, fu chiesta collaborazione da parte degli Osteopati e Ortodonzisti.
  11. 11. » Questa collaborazione ha portato benefici immediati ai soggetti con problematiche spesso vecchie di anni. • La domanda è: come può la visione creare o risolvere problemi di tensione nel cranio, collo, schiena? • L’anatomia ci aiuta: il V° Nervo Cranico (o trigemino) ha tre nuclei: due sono motori per la mascella e la mandibola, il terzo è sensore e sfiocca su tutto il viso, schiena, lingua e anche nel muscolo ciliare a cui è legato il sistema accomodativo. • A differenza della CONVERGENZA che è gestita dal sistema nervoso volontario, l’ACCOMODAZIONE è gestita da quello autonomo. Accomodazione che quindi non possiamo controllare: il parasimpatico contrae e il simpatico decontrae, sia il muscolo ciliare che l’iride.
  12. 12. • Percorso delle fibre simpatiche: • I primi neuroni sono nel mesencefalo o nel midollo allungato, le fibre raggiungono il simpatico cervicale terminando nel ganglio cervicale superiore; da qui nascono le fibre che raggiungono l’iride con i nervi ciliari lunghi: queste fibre simpatiche innervano il muscolo dilatatore della pupilla e i vasi dell’iride. (I nervi ciliari lunghi sono rami del nervo oftalmico, che è un ramo del nervo trigemino). • Percorso delle fibre parasimpatiche: • I primi neuroni sono nel mesencefalo (nucleo di Edingher- Westphal dell’oculomotore), le fibre entrano a far parte del nervo oculomotore e terminano nel ganglio ciliare (annesso al nervo oftalmico). Dal ganglio ciliare nascono fibre che entrano a far parte dei nervi ciliari brevi e vanno ad innervare il muscolo sfintere della pupilla e il muscolo ciliare.
  13. 13. • ACCOMODAZIONE • Nell’atto accomodativo per la visione da vicino, si contrae il muscolo ciliare per azione del parasimpatico e il corpo ciliare si avvicina all’asse del globo oculare e il cristallino può così gonfiarsi e mettere a fuoco un’immagine ravvicinata. • In optometria si è dimostrato che l’accomodazione non agisce con quote costanti: essa inizia con quantità fisiologiche (al risparmio; rilevate essere 2,50 D.) e aumenta se si supera il limite fisiologico del soggetto, per richieste ergonomiche dell’ambiente (studio, lavoro al P.P.), causando stress. • Il simpatico rilassa.
  14. 14. • Le esperienze elettro-fisiologiche di Harmon hanno dimostrato che la lettura è accompagnata da tensioni e contrazioni dei muscoli del dorso , della nuca, delle spalle e delle braccia. Quegli stessi esperimenti hanno dimostrato che l’uso di un potere positivo (+0,62) diminuisce tali tensioni. • L’effetto delle lenti non si limita agli occhi, non si limita a mettere in relazione accomodazione e convergenza; esso influenza il comportamento di tutto l’organismo considerato come sistema d’azione. • La luce è energia: ondulatoria e corpuscolare. • Le lenti modificano l’energia della luce a seconda del valore che a queste viene dato. Questa energia così modificata può essere quindi favorevole o dannosa al sistema d’azione.
  15. 15. • L’Analisi Visiva di Skeffington è stata letta, negli anni, secondo un modello Comportamentale, cioè di come l’ambiente potesse modificare la condizione visiva e posturo-scheletale del soggetto: si osservò che molti difetti visivi non erano innati ma acquisiti. • Gli studi di Forrest, di Harmon, di A. Bastien, Streff, ecc. confermarono l’origine comportamnetale della maggior parte dei problemi visivi. • Circa 30 anni fa l’Optometrista Mario Biondi iniziò ad applicare la filosofia del «Principio Unico» all’Opto- metria ottenendo dall’Anali Visiva una quantità di informazioni che hanno permesso di comprendere e risolvere problemi sempre più complessi: il controllo sulla crescita della maggior parte delle miopie, fenomeni astenopici, e la soluzione di problemi visivi che coinvolgevano il brachio-dorsale e l’apparato stomatognatico.
  16. 16. • Ma il Principio Unico è Fisica Quantistica. • Afferma il Prof. Vittorio Marchi, docente universitario di fisica quantistica, nel suo libro « La scienza dell’UNO»: «Il «vuoto» non è vuoto, perché alla temperatura dello zero assoluto (-273,15°) vi è un’energia fondamentale E, che gli orientali chiamano YIN+Yang (Etere) e che noi in occidente in fisica chiamiamo «Energia duale» E=E+ E- (indissolubile). Energia pulsante, non energia fluttuante. • E+= è la Luce Bianca, la materia che si manifesta visibile • E-= è la Luce Nera, la materia oscura detta Nera perché immanifesta, pur essendo presente perché vibrante a frequenze contra-opposte a E+. • L’Energia dunque non è null’altro che una «variazione pulsante» dell’Etere.
  17. 17. Qualità della luce Materiali delle lenti Fotocromatismo Lenti assorbeti Tensione sulle lenti Errori di montaggio
  18. 18. Qualità della luce Materiali delle lenti Fotocromatismo Lenti assorbeti Tensione sulle lenti Errori di montaggio
  19. 19. • Ogni cosa (grande o piccola) è soggetta alla forza contrattiva e centrifuga perché ci sia equilibrio: dalla galassia all’individuo umano.
  20. 20. M 51 Funzione in ☯
  21. 21. Ordine universale delle Cose Troppa luce, ☯, poca luce
  22. 22. Cosmogenesi Dalle forze contrattive ed espansive hanno origine i fenomeni di: Spazio e Tempo
  23. 23. Forze cosmogenetiche Espansiva ▼ Contrattiva ▲
  24. 24. Movimento Vuoto Pieno
  25. 25. Filosofia del Principio Unico Il pianeta è soggetto a tale ordine perché è dentro un ordine più grande. L’ Ordine Universale delle Cose, cioè le leggi dell’ Universo
  26. 26. • Ogni parte del nostro corpo è soggetto a: • CONTRAZIONE e • DILATAZIONE
  27. 27. Funzione Energia in Optometria Sistema nervoso Simpatico Parasimpatico Gioco pupillare (Dilatazione) (Contrazione)
  28. 28. Funzione Spazio in Optometria Fegato Riempimento (Dilatazione) Svuotamento (Contrazione) Oculomotori (Micronistagmo fisiologico) Esterno (Dilatazione) Interno (Contrazione)
  29. 29. Funzione Tempo in Optometria Cuore Rilassamento Contrazione Accomodazione Rilassamento Contrazione
  30. 30. La forza dell’Energia in Optometria Unicista Con il tempo l’energia modifica prima la fun- zione, poi la struttura, al di là delle possibilità chirurgiche
  31. 31. • La fisica quantistica ci spiega che ogni atomo è vuoto ma pieno di energia. • Il freddo inizialmente fisicamente contrae ma nel tempo dilata: ogni alimento congelato aumenta di circa il 20% in volume. • Il caldo inizialmente fisicamente dilata(fa uscire l’acqua dal nostro corpo) ma nel tempo contrae (se resto sotto il sole mi disidrato). • Le lenti positive, fisicamente rilassano, energeticamente contraggono la luce • Le lenti negative, fisicamente contraggono, ma energeticamente divergono la luce. • Alcool, zuccheri, prodotti esotici (caffè, cacao, ecc.) energeticamente hanno forza centrifuga. • Carne, pesce, e derivati, energeticamente contraggono, tanto di più quanto più sali sono in essi contenuti.
  32. 32. • I casi che seguono presentano una condizione funzionale energetica molto contratta. La curva della funzione visiva non è più pulsante: è quasi una retta sulla linea che rappresenta la forza contrattiva (E+)
  33. 33. 16-01-2011 Rossella
  34. 34. • Tutti i soggetti esaminati con l’Analisi Visiva Unicista erano stati esaminati dal medico che aveva escluso patologie, poi dall’Ortodonzista per: bruxismo, dolore alla mascella, alle cervicali, ecc. • L’ELETTROMIOGRAFIA evidenziava spesso disturbo ai temporali o ai masseteri ecc. Non problema stomatognatico. • Con l’ANALISI VISIVA UNICISTA sono state prescritte lenti progressive con le quali c’è stata Scomparsa dei Problemi.
  35. 35. • Di seguito presento casistica di soggetti che sono ricorsi al medico o all’Ortodonzista per dolori ai denti, alla mascella, alla cervicale, cefalee, sottoposti ad ELETTROMIOGRAFIA da parte dell’Ortodonzista con il risultato di avere i temporali disturbati e dopo una completa valutazione, di non avere un problema stomatognatico. Sono stati quindi sottoposti ad Analisi Visiva Unicista. • Sempre si è avuta la scomparsa dei disturbi.
  36. 36. • A.R. 41 anni • Inviatami dall’Ortodonzista perché l’elettromiografia presenta nel tempo una sempre più ridotta apertura della bocca, bruxismo, scatto mandibolare, MAL DI SCHIENA e di stomaco, tensioni. Le fu prescritto occhiale che, testato elettromiogradicamente, accentuava i problemi. • Anamnesi optometrica: occhi perennemente stanchi, mal di testa a livello occipitale saltuario, ritardo accomodativo, indolenzimento oculare costante. • Da studentessa usava, ma solo per studiare: • Rx: OD.sf.+0,50 in OO • Visus naturale: 12/10 mono e bino
  37. 37. • E’ stato utilizzato occhiale progressivo ad uso permanente: • OD: +0,75 -0,25 x 90° • OS: +0,75 -0,25 x 90° add.+0,75 OO • Con l’uso di questi valori, è scomparsa tutta la sintomatologia: l’indolenzimento costante, il ritardo accomodativo e la cefalea non si è più ripresentata. • Vediamo ora il caso secondo l’esame elettromiografico e kinesiografico eseguito dal Dr R. Coccoluto che mi ha inviato il soggetto ora esaminato (Annarita). • Il dentista attraverso l’Elettromiografia superficiale misura il tono muscolare per comprendere la simmetricità, mentre attraverso l’esame kinesiografico valuta la cinetica mandibolare • Cinetica corretta=fisiologia! • L’Elettromiografia superficiale misura il comportamento dei muscoli:
  38. 38. 1) Temporali: tempie 2) Masseteri:4 muscoli a due a due masticatori 3) Sterno cleido mastoidei:collo. Il tono dei muscoli sterno cleido messi in relazione con il tono dei muscoli masticatori (temporali e masseteri) fa capire come si influenza schiena e bocca. 4) Digastrici anteriori: lo stato dei digastrici mette in relazione la funzione della bocca e della lingua
  39. 39. • C. Stefano: 05/02/2013 24 anni • Contrattura della spalla D.(osteopata l’ha inviato all’Ortodonzista), cervicalgia, dolenzia oculare,al P.P. ha fastidio a guardare (deve allontanarsi) con LAC 1 day (-1,00 e -1,75) = muscoli più rigidi • Elettrom. Con sua Rx (-1,00-0,25x170 • -1,75-0,50x180) si rilevava contrazione, senza Rx no! • A.V.= Rx -1,00sf -1,75sf add.+1,25 non più disturbo nell’Elettromiogr. e Kinesiograf. dell’apparato stomatognatico
  40. 40. • OCCHI CHIUSI CON LAC
  41. 41. • OCCHI APERTI CON LAC E RX
  42. 42. • Deglutizione a occhi aperti: senza e con occhiali
  43. 43. • Velocità di apertura e chiusura con lac e con Rx
  44. 44. • Solo gli occhiali portano una correzione accettata ed integrata che non disturba il quadro Elettromiografico e Kinesiografico dell’apparato stomatognatico
  45. 45. • B. Valentina 17/05/2011 25 a. • Non usa Rx (-0,75 OO). • Ortodonzista: squilibio muscolo-tempiali ad occhi aperti, non li ha ad occhi chiusi. Problemi cervicali quando cammina. Molto in piedi per lavoro. • Test Elettrom. ripetuto dall’Ortodonzista con lenti di prova.
  46. 46. • OCCHI CHIUSI E APERTI (IPERTONO DEI TEMPORALI) SENZA RX
  47. 47. • ELETTROM. AD OCCHI CHIUSI E APERTI (IPERTONO DEI TEMPORALI), SENZA RX
  48. 48. • DEGLUTIZIONE, VELOCITA’ DI APERTURA
  49. 49. • SENZA OCCHIALI: OCCHI CHIUSI E APERTI DOPO 3 MIN. DI TENS
  50. 50. • Dopo 3 min. di TENS: Elettrom. Ad occhi chiusi ed aperti
  51. 51. • Apertura bocca prima e dopo la TENS • ENS
  52. 52. • LA TENS NON CAMBIA LA KINESIOGRAFIA: IL DR. COCCOLUTO AFFERMA CHE NON E’ UNA PAZIENTE ODONTOIATRICA. • DECIDE DI FARE ALTRA VALUTAZIONE CON OCCHIALI RILEVATI DOPO MIA ANALISI VISIVA
  53. 53. • 08/06/2011 in alto: occhi chiusi e aperti /in basso chiusi e aperti con TENS
  54. 54. • ELETTROMIOGRAFIA FATTA CON LENTI DI PROVA SU OCULUS DA LONTANO (-0,50) E DA VICINO CON UN VALORE DI +0,25 PER EMULARE LA MEZZA DISTANZA AL P.P. DOVE LAVORA DI PIU’. SOLO IN QUESTO TEST AD OCCHI APERTI C’E’ RECUPERO DEI TEMPORALI.
  55. 55. • Ecco di seguito una breve sequenza, in sintesi, di casi con problemi che sembravano stomatognatici o scheletrici e cranici e che la professionalità di bravi ortodonzisti ha messo in evidenza essere di natura visiva (spesso soggetti che avevano un buon visus naturale), risolti con lenti progressive, prescritte secondo lettura Unicista dell’Analisi Visiva.
  56. 56. • 1) P.Luigi(42a): dolore mascella D. da 1 m. circa. 12 ore al computer (programmatore). Antibiotico per presunta sinusite: nessun risultato. Rxp. X PP. Monofoc. Sf.+0,25 e +2,00. Dopo A.V. la Rx:Progress. Sf.+0,25 sf.+1,50 add. +1,25. Ora se toglie l’occhiale, ritorna il disturbo (dolore alla mascella). • 2)P.Asia(6a): scapola D. in fuori e più in alto. Osteopata messo benda su OD. e la bimba si è posturata dritta. Fatta Elettromiografia e A.V. • 3)S.Giulia(17a): L’Ortodonzista con l’Elettr. nota che la contrazione del brachio dorsale è dovuta alla vista (l’Osteopata conferma) e senza la sua Rxp (+2,00 OO) va meglio . A.V. +2,25-0,25x45 +2,25- 0,50x125 add.+1,00 (scomparsi i problemi). • 4)B.Valentina(25a): squilibri muscolo-tempiali ad occhi aperti, non li ha ad occhi chiusi. Problemi cervicali quando cammina. Ha Rxp-0,75 OO che non usa. Fatta Elettr. senza suaRx. Ripetuta dopo A.V.: Rx- 0,50 OO add.+0,75. Al PR. Le tensioni sono attenuate e al PP. è rilassata.
  57. 57. • 5)A.Anna(41a): soffre di cefalea. Osteopata trova lato mandibolare infiammato. Ortodonzista l’invia per A.V. Rxp.+0,75x90 +1,00x90. Prescritto: +0,75-0,75x170 +0,75- 1,00x180 add.+0,75. Scomparsa la sint. • 6)F.Claudio(24a) (lavora molto al computer):1 episodio di blocco mandibola, apertura della bocca ridotta a 3-4 cm., scatto mandibolare. Elettrom: problema causato da occhiali in uso (-6,00-0,75x10 -5,50-1,50x170), infiammaz. del muscolo facciale (massetere); senza occh. più rilassato. A.V.:-6,00- 0,75x20 -5,50-1,00x150 add.+1,25: quasi scomparse le tensioni. • 7)A.M.Luisa(52a): tensione alla cervicale ad occhi aperti e meno ad occhi chiusi (con Elettr.) con i due monofoc.: PR.- 0,50x130 -0,50x110 PP.+1,50 OO. A.V.: -0,25 -0,25-0,25x125 add.+2,00
  58. 58. • 8) C.Stefano(25a): 5/2/2013 contrattura lato D. della spalla, cervicalgia, dolenzia oculare. Elettr.: c/ sua Rx in uso (-1,00- 0,25x170 -1,75-0,50x180) i muscoli si irrigidivano; senza Rx non si irrigidivano. A.V.-1,00 e -1,75 add.+1,25. 17/9/2013 scomparsa dolenzia oculare e molto ridotto dolore spalla e cervicalgia. • 9) D.Sabrina(9a): Cefalea tempiale S. , muscoli del collo gonfi (secondo il Dr. Coccoluto perché in tensione). Lieve exotr. OS, lieve ambliopia. Scomparso tutto c. progress.+0,25-0,25x175 +1,75-0,50x15 add.+1,00 • 10) F. Tiziana(36a): L’elettr. presentava disturbi C/Rx +0,50- 0,50x10 +0,50-0,50x180, senza Rx i disturbi si riducevano. In precedenza le avevano tolto dente, da allora: cefalea tempiale dolore oculare, al collo e ai masseteri, pressione OS, malessere, non riesce a stare in piedi. Fatto 7 bite ma senza risultato. Dopo A.V. Rx+0,50 OO add.+0,75: ora la cefalea è saltuaria ma meno forte, scomparso ritardo accomodativo.
  59. 59. • 11) T. Margherita(41a): lavora al computer 7 ore al dì. Annebbiamento visivo, fotofobia, cefalea fronto –tempiale, dolenzia oculare, ritardo acc., iperlacrimazione, dolore agli zigomi, deve leggere più volte la stessa pagina. Visita endocrinologica: forte tensione cervicale. Elettr.: tensione sui temporali che si riduce parzialmente con rettifica sugli incisivi. C/Rx +0,25 OO add. +0,75 scompasa dei residui problemi. • 12)O. Marianna(42a): dolore ai denti, zigomi, radice del naso, cefalea tempiale, deve strofinarsi gli occhi per mettere a fuoco inerzia acc., dolenzia oculare, sbandamenti, claustrofobia, senso di oppressione. Mai usato Rx. Elettr. Rileva disturbo ai temporali. Dopo A.V. prescritto: +0,25-0.25x180 OO add.+0,75 Scomparsa tutta la sintomatologia.
  60. 60. • 13) I. Alberta(43a): lavora al computer c/ monofocale. Dolore cervicale, dorsale. Elettr. Conferma. A.V. +0,25-0,50x155 +0,50- 0,25x35 add.+1,00. scomparsa tutta la sintomatologia. • 14) E. Anna(65a): cefalea frontale,, oppressione, sbandamenti, prurito ocul., bruciore, da anni sente « come se avesse la corrente attaccata», tensione cervicale, mal di stomaco. Usa bite (se lo toglie il collo resta bloccato), usa Rx.+1,25-0,25x180 +1,75-0,50x10 add.+2,50. A.V.: +1,75-0,50x55 +2,25-0,50x110 add.+2,50. Scomparsa tensione cervicale, mal di stomaco, «sensazione di corrente attaccata», cefalea, prurito, bruciore. • 15) =. O. Maria Assunta (54a.): vertigini, cefalea fronto-tempiale (cura neurologica non ha dato risultati) eseguito TAC c/contr. ,es. otorino. Per incidente c/moto lesione al rachide cervicaleTratt. fisioterapico dà sollievo momentaneo. Elettromiogr.: disturbo dei temporali con Rx monof.(+2,50 +2,50+0,25x180) al PP. Dopo A.V. Rx +0,75-0,50x20 +1,00-0,50x160 add.+2,00: scomparsa dei problemi per gran parte della giornata, le vertigini non più presenti.
  61. 61. • 16) F. Civita(48a): cefalea fronto-tempiale, fotofobia, iperlacrim., bruciore, cervicalgia, ritardo acc., iperemia, dolore sulle tempie, orecchio mandibola usa Rx oculista: D.-1,50 S.-2,00 add.+1,50. Ha eseg.: rison. magnetica, per articolaz.mascella, ecografia al collo. Elettrom. c/ Rx in uso: masseteri molto disturbati. Prescritto D.-1,00 S.-1,75 add. +1,75 • 17) G. Sara(26a): scatto mandibola, dolore. Bite: non migliora Elettrom.: tensione sui temporali nel leggere. Rx in uso: D. -3,75- 0,50x5 S.-4,00-0,50x175. Prescr: D.-3,75 S.-4,00-0,25x175 add.+1,75 • 18) V. Ekaterini: cefalea fronto-tempiale, dolore oculare. ortodonz. Rileva tens. temporali. Rxp-1,50x170 -1,00x180 Dopo A.V. +0,75- 1,75x180 +0,75-1,25x180 • 19) V. Paola(12a): 2013 cefalea fronto tempiale. Ortodonz. E Osteop. rilevano exotropia che peggiora con lenti in uso (+4,00- 1,00x180 +3,75-0,75x170) si riduce senza. A.V.U. consiglia riduzione dei valori (ridotti gradualmente): 2015 Rx +2,75 OO.
  62. 62. • 20) S. Roberto(51a): cefalea tensiva, dolore guancia S. fino al collo, usa monitor laterale. Es Elettrom.: tensioni ad occhi aperti e meno ad occhi chiusi. Usa solo predisposto al P.P. Vertigini saltuarie: esami eseguiti, negativi. Rx dopo A.V.U. +0,25-0.50x15 +0,25-0,50x170 add.+1,50. Scomparsi problemi. • 21) I. Ciro(17a): cefalea tempiale, mal di schiena. Elett.: tensione sui temporali. • Rx +0,25-0,25x180 +0,25-0,25x180 add.+1,00 = migliorata la condizione. • 22) M. Bianca(10a): stanchezza e cefalea nello studiare. Elett.=tensione • Temporali. Rx: +1,25 +1,50 • 23) L. Francesco(64a): emicrania. Elett.: tensione con Rx in uso (due monofocali) P.R.=-1,00x12 -2,50x150 PP.= +1,50 -0,50x15 +1,50- 1,75x150. Prescritto: -0,75x15 -2,25x145 add.+2,25 • 24) A. Ida(55a): cefalea > temporali. Elett.= iperattività dei temporali. Usa monofocale saltuariamente al PR e al PP lo toglie (-2,25-0,50 x180 -0,50-0,25x180) Rx: -2,00-0,50x175 -0,25-0,50x5 add.+2,00
  63. 63.  DIMOSTRAZIONE DELLA TESI  NON IMPORTA SE LA VALUTAZIONE E’ OPTOMETRICA, OSTEOPATICA, POSTURALE, ODONTOIATRICA, O ALTRO. IL RISULTATO DEVE ESSERE CHE GLI «OCCHIALI A BASE ENERGETICA» CONTRASTANO ALLA RADICE IL PROBLEMA, NON LO ASSECONDANO I.R.O.
  64. 64.  CONCLUSIONI  IL LAVORO OPTOMETRICO FATTO IN TERMINI DI TRATTAMENTO DELLE CAUSE INCONTRA CONSENSO DA TUTTI I PROFESSIONISTI CON I QUALI L’OPTOMETRIA COLLABORA NELL’AMBITO DELLA VISIONE.
  • ganparotiolo

    Aug. 29, 2017

I congresso internazionale V.T.C. Trento 15-16 novembre 2015 Vincenzo Mirante - Optometrista In collaborazione medica con il Dott. Roberto Coccoluto - Ortodonzista

Views

Total views

1,446

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

797

Actions

Downloads

6

Shares

0

Comments

0

Likes

1

×