Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Hotel utopia - Un viaggio negli anni Trenta

538 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Hotel utopia - Un viaggio negli anni Trenta

  1. 1. ALBERGHI & TENDENZE Hotel Utopia, Cadice, Spagna Un viaggio negli anni Trenta L’Hotel Utopia è completamentededicato al periodo della Avanguardia spagnola, fervido movimentoartistico, letterario e più in generale culturale dei primi decenni del XX secolo A lcune volte ci Nella spagnola Benalup-Casas Viejas, nella provincia capita di essere in luoghi che, per di Cadíz, in Andalucia, è stato realizzato un albergo le loro peculiari connotazioni, ci dedicato ai primi trent’anni della vita culturale e sociale sembrano collocati della penisola iberica conosciuto con il termine in una posizione temporale diversa da quella nella quale di Vanguardia (avanguardia in italiano). dovrebbero stare, come se il tempo avesse giocato qualche Ci si immerge completamente nelle intriganti atmosfere strano scherzo alla nostra percezione. di un’epoca che non immaginava di certo È una sorta di realtà quasi parallela, nella quale ci sentiamo immersi a di collassare nella guerra civile del 1936 tal punto da perdere quasi del tutto la sensazione di quello che vi è Federico Belloni, belloni@tsmconsulting-barcelona.com all’esterno, così che, quando questi 68 HOTEL DOMANI d i c e m b r e 2 0 1 0
  2. 2. contesti sono anche coinvolgenti,possono rappresentare per noi unasorta di sogno o addirittura di utopia.Proprio per le sue caratteristiche,questo concetto è diventato il nome diun singolare albergo che sorge nellalocalità spagnola di Benalup-CasasViejas, nella provincia di Cadíz, inAndalucia, completamente dedicato alperiodo della Avanguardia spagnola,fervido movimento artistico, letterarioe più in generale culturale dei primidecenni del XX secolo, che ha avuto ilsuo momento di massima espressionetra gli anni ’20 e ’30, prima dellaguerra civile, della dittatura franchistae di tutti gli eventi nefasti che hannoaccompagnato la storia dell’Europae del mondo negli anni ’40; corrente Dal recupero di un complesso di vecchie case rurali è nato quest’albergo assai originaleche ha dato anche un fondamentale che ospita 16 camere tutte diverse sia nellaimpulso alla nascita di stili come il struttura che nelle finiture SCHEDA ALBERGO Hotel Utopia Calle Dr. Rafael Bernal, 32 Benalup - Casas Viejas Cádiz, Spagna info@hotelutopia.es www.hotelutopia.net Tel. 00 34 956 419 532 Fax 00 34 956 417 939 Camere: 16 (Art Decó, Cabaret, Casas Viejas, Estrecho, Estrellas, Ilustración, Jazz, Paquebot, Paris 1937, Poetas, República, Tanger, Tango, Utopía, Vanguardias, Zeppelin) Ristorante La Fonda (aperto fino a tarda notte, ogni sera vengono organizzati spettacoli musicali o di cabaret) Museo degli anni Trenta
  3. 3. ALBERGHI & TENDENZE Ogni stanza Cubismo, il Futurismo, il Dadaismo rappresenta e l’Espressionismo, tanto per citare un preciso frammento della i più rilevanti. Ed è stata proprio storia degli anni questa corrente che pian piano si è Trenta. Ognuna insinuata nello spirito di Miguel Ángeldi esse è a tutti gli effetti un mondo Fernández, giornalista, antiquario a se stante e mecenate, l’ideatore di Utopia, fin dal momento del suo coinvolgimento professionale nell’attività della Galería Multitud di Madrid, riconosciuta internazionalmente come la più prestigiosa galleria privata del XX secolo, punto di incontro tra il 1974 e il 1978 dei più importanti esponenti della cultura di quegli anni, contribuendo alla transizione culturale della Spagna verso la democrazia, e che ha dato una fondamentale impronta a tre tra quelli che nel corso degli anni successivi sarebbero stati curatori del famoso Museo Del Prado di Madrid. SEDICI FRAMMENTI DI STORIA L’idea dell’albergo è sbocciata “casualmente” quando, qualche anno fa, è stato messo in vendita un complesso di vecchie case rurali vicine tra loro e che, nell’idea di Fernandéz, potevano essere l’elemento adatto a dar vita alla sua volontà di costruire un viaggio attraverso quegli anni, non documentato attraverso opere d’arte, testi o produzioni cinematografiche, ma al contrario attraverso un albergo. Queste case, che oggi sono le 70 HOTEL DOMANI d i c e m b r e 2 0 1 0
  4. 4. La camera Poetas riproduce una casa tipica della borghesia andalusa degli anni ’30 con arredamento Art Decò. Il pianoforte è identico a quello su cui imparò a suonare Garcia Lorc. In alto a sinistra, la camera República In Utopia, dall’intimità si può passare velocemente alla passione: basta entrare nella camera Tango. A sinistra, il bagno con la vasca ovale stile anni ’30, lampade di Murano e specchi veneziani. Sotto la camera Tangersedici stanze di Utopia, sonostate ristrutturate e recuperaremodificandole il meno possibile rispettoallo stile originale, sia nella strutturache nelle finiture, ed è per questo chenessuna camera è uguale all’altra;e se l’albergo ha come scopo quellodi fare una cronaca documentaledel tempo, ogni stanza rappresentaun preciso frammento di questacronaca. Non si esagera infatti dicendoche ognuna di queste è a tutti glieffetti un mondo a sé stante, conuna particolare atmosfera, frutto ditante piccole cose e attenzioni cheavvolgono ogni visitatore, rendendolo 71 HOTEL DOMANI d i c e m b r e 2 0 1 0
  5. 5. ALBERGHI & TENDENZE Non poteva mancare un museo degli anni Trenta che, oltre a mostre temporanee, ospita più di duemila documenti e pezzi originali dell’epocapartecipe della storia. Prendiamo per e riproduzioni originali dei più strumento fondamentale delle orchestreesempio Poetas, ispirata al periodo del importanti poeti del tempo fanno di di tango argentino, scrivania conProtettorato, che riproduce una casa Poetas uno degli ambienti più intimi di cassetti segreti per nascondere piccoletipica della borghesia andaluza degli quello che difficilmente si può definire trasgressioni, radio a valvole, cartolineanni ’30 con arredamento Art Decò, semplicemente un albergo. postali e musica del tempo. In bagnoambito nel quale si sviluppò l’infanzia In Utopia, dall’intimità si può passare una vasca ovale naturalmente stilee la gioventù di molti artisti e poeti velocemente alla passione, basta anni ’30, lampade di Murano e specchidella generazione del ’27. attraversare un’altra porta ed entrare veneziani.Rafael Alberti e Federico García Lorca nella camera Tango, dove ci si sentehanno speciali ricordi in Poetas, primo immediatamente stregati dalla UN MUSEO E UNtra tutti la presenza di un pianoforte danza delle danze degli anni ’30. RISTORANTE-TEATROcostruito nel 1900 identico a quello Sotto lo sguardo di Carlos Gardel, Il secondo baricentro di Utopia èche la famiglia di García Lorca considerato il più importante cantante il Museo che, con le sue mostreacquistò per far sì che il figlio Federico e compositore di tango della prima temporanee e l’esposizione permanenteimparasse a suonare il piano con metà del XX secolo, sorgono dettagli composta da oltre duemila documentiFalla come professore. e incontri per aiutare il visitatore a e pezzi originali dell’epoca tra i qualiLampade di Murano e in cristallo di vivere e a sentire, oggi, il passato, come anche pubblicazioni, profumi, trucchiBohemia, libri autentici dell’epoca per esempio un bandoneón originale, recuperati come tutti gli altri oggetti 72 HOTEL DOMANI d i c e m b r e 2 0 1 0
  6. 6. Accanto al museo sorge il ristorante La Fonda che riproduce un tipico “cafè de Paris” ed è il centro dell’attività culturale e gastronomica dell’albergo. Arredo e complementi sono tutti d’epoca Oltre all’impeccabile servizio e all’ottima gastronomia, il locale è teatro di spettacoli musicali e di cabaret che ogni sera vengono organizzati fino a tarda nottepresenti in albergo dalla Galería attraverso un centro di controllo grazieMultitud, affonda nella cronaca della al quale vengono modificate le luci e lavita quotidiana dell’appassionante coreografia, come in un vero e propriodecade che albergò in Spagna teatro, con un’atmosfera magica,durante la II Repubblica. Al lato del enfatizzata anche dai suoi sette metriMuseo sorge La Fonda, il cuore del di altezza così come dall’arredamentoprogetto, centro dell’attività culturale e e dai complementi, naturalmente tuttigastronomica dell’albergo, il luogo dove autentici, che lo rendono un ambientesi riuniscono tutti gli ospiti per parlare, molto caldo e accogliente. La volontà èconversare, godersi l’impeccabile stata quella di riprodurreservizio e l’ottima gastronomia del i tipici “cafè de Paris”, capitaleristorante, oltre che per godere degli culturale di quegli anni, luoghispettacoli musicali e di cabaret che tanto di moda in quel periodo, cheogni sera vengono organizzati e che rappresentavano l’epicentro delladurano fino a tarda notte. socialità, dove la gente si incontravaDifficile dagli una connotazione non solo per divertirsi, ma anche perprecisa, perché il luogo cambia a poco condividere idee, sogni e speranze.a poco man mano che la notte avanza, © RIPRODUZIONE RISERVATA ■ 73 HOTEL DOMANI d i c e m b r e 2 0 1 0

×