ALBERGHI A TEMA                                                                      Hard Day’s Night Hotel               ...
Il nome è stato preso in prestito dal titolo dell’omonimo                             La lobby, che si                    ...
ALBERGHI A TEMA      L’Hard Days     Night Hotel è    noto anche per il suo ristorante,        The Blake,l’ultimo tra quel...
della band posizionate sui quattro angoli della facciata, come avoler invitare i passanti a conoscere il loro mito, si car...
ALBERGHI A TEMA                            Tra le stanze spiccano le due suite dedicate a Paul                            ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Hard Night's Day Hotel - Beatles hotel

505 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
505
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Hard Night's Day Hotel - Beatles hotel

  1. 1. ALBERGHI A TEMA Hard Day’s Night Hotel L’albergo tributo ai Beatles A Liverpool, loro città natale, i Beatles sono stati celebrati con un albergo loro dedicato, l’Hard Day’s Night Hotel, con 110 camere, ognuna diversa, tutte ispirate all’arte dei leggendari ragazzi inglesi. Ristoranti e sale riunioni completano l’offerta di questa originale struttura ricettiva. L’Hard Day’s Night Hotel è un albergo a tema di particolare efficacia dal punto di vista del Marketing Federico Belloni, belloni@tsmconsulting-barcelona.com SL’Hard Day’s Night icuramente gli anni ’60 hanno rappresentato Stones e soprattutto i Beatles, che fanno conoscere e amare il Rock è ospitato in unimponente palazzo un’epoca cruciale dal punto di vista sociale, and Roll a milioni di persone nel mondo. Quest’ultima band, nata a storico in stile periodo di grande fermento e di contestazione Liverpool il 6 luglio del 1957 e composta da quattro componenti, è classico nel cuore durante il quale sono nati molti dei movimenti rimasta attiva fino al 1970, seppur con alcuni cambiamenti rispettodel Cavern Quarter che hanno introdotto e imposto cambiamenti alla compagine originaria, segnando un’epoca non solo nella a Liverpool, vera e propria gemma radicali nella confi gurazione della società, musica, ma anche nel costume, nella moda e nella pop art, tanto architettonica che si sarebbero consolidati nei decenni successivi, che ancora oggi, a distanza di vari decenni dal loro scioglimento costruita nel 1884 diventandone parte sempre più integrante. ufficiale, conta ancora un enorme seguito. Secondo la celebre I messaggi di questo vento di cambiamento erano soprattutto rivista Rolling Stone i Beatles rappresentano il gruppo musicale affidati alla musica; in quegli anni muovono i primi passi facendosi più importante e influente del XX secolo e la rivista Billboard ambasciatori di questa transizione artisti come Bob Dylan, che con li pone al primo posto nella classifica basata sulla permanenza le sue melodie affrontò temi come la discriminazione razziale o il dei singoli nella Single Chart americana nel periodo dal 1958 al pericolo per l’apocalisse nucleare, oppure Jimi Hendrix che, durante 2008. Proprio il primo febbraio di questo stesso anno arriva per i la celebre esibizione al Festival di Woodstock del 1969, suonò l’inno Magnifici Quattro un’ulteriore importante consacrazione: l’apertura nazionale americano in modo provocatoriamente distorto in protesta a Liverpool dell’Hard Day’s Night, www.harddaysnighthotel. al modello culturale statunitense, ma anche a gruppi come i Rolling com, un design hotel a quattro stelle a loro totalmente dedicato. 52 HOTEL DOMANI n o v e m b r e 2 0 1 0
  2. 2. Il nome è stato preso in prestito dal titolo dell’omonimo La lobby, che si raggiunge dopoalbum del 1964, terzo successo dopo “Please Please Me” aver percorsoand “The Beatles”, entrambi del 1963, e realizzato come colonna un’imponentesonora del fi lm-documentario musicale sui cantanti, diretto dal scalinata, presentafamoso regista cinematografico statunitense Richard Lester, che un’atmosfera soffusa e rilassante,racconta un paio di giorni della vita quotidiana dei membri del pensata per lagruppo. L’Hard Day’s Night è ospitato in un imponente palazzo contemplazione e lastorico in stile classico nel cuore del quartiere di Cavern Quarter, socializzazioneuna vera e propria gemma architettonica, costruito nel 1884 edisegnato dal celebre architetto Thomas C. Clarke, in passatochiamato Central Building e sede di supporto del quartier generaledel comando alleato durante la Battaglia dell’Atlantico, la campagnamilitare della Seconda Guerra Mondiale che si protrasse in assolutopiù a lungo. In un passato più prossimo, quando Liverpool avevaun importante ruolo economico grazie al suo porto, che era uno deipiù trafficati al mondo, il palazzo ospitava alcuni uffici commercialidell’amministrazione portuale.UN DESIGN HOTEL PER CELEBRARE UN MITOLa location scelta non è per nulla casuale, ma al contrario èstata cercata appositamente per consacrare il mito dei Beatles, Tra le numeroseinserendo l’albergo nel loro contesto spazio-temporale. Infatti, a fotografie in bianco e neropoche centinaia di metri sorge il Cavern Club, famoso Club di della band, nellamusica Rock and Roll aperto nel 1957, dove l’impresario musicale lobby si fa notareBrian Epstein vide per la prima volta una performance dei un originaleBeatles il 9 novembre 1961, diventando poi loro manager e guida Yellow Submarine Jukebox, uno deiverso il successo. La lobby, che si raggiunge dopo aver percorso cento disseminatiun’imponente scalinata sovrastata dalle statue dei componenti per il mondo 53 HOTEL DOMANI n o v e m b r e 2 0 1 0
  3. 3. ALBERGHI A TEMA L’Hard Days Night Hotel è noto anche per il suo ristorante, The Blake,l’ultimo tra quelli di Liverpool entrati nella famosa GoodFood Guide 2010 54 HOTEL DOMANI n o v e m b r e 2 0 1 0
  4. 4. della band posizionate sui quattro angoli della facciata, come avoler invitare i passanti a conoscere il loro mito, si caratterizza perun’atmosfera soffusa e rilassante, pensata per la contemplazione ela socializzazione all’interno della quale, tra le numerose fotografiein bianco e nero della band realizzate dal fotografo di Fleet StreetBill Zygmant, riconosciuto come “fotografo dei Beatles”, si fa notareuno splendente e colorato Yellow Submarine Jukebox, uno dei centooriginali disseminati per il mondo e valutato diverse di migliaiadi sterline.CAMERE E SUITE ELEGANTI E UNICHELe 110 stanze sono state disegnate una a una in modoarmoniosamente coerente, anche se in senso antitetico con lo stiledel fabbricato, ed elegantemente arredate con opere d’arte ispirateai Beatles, appositamente commissionate per adornare le pareti,mentre nelle tv a schermo piatto sono proiettati filmati con le piùimportanti performance del gruppo, oltre a spezzoni delle intervisteinedite e ai momenti più emblematici della loro carriera artistica.Tra le stanze spiccano due suite, una dedicata a Paul McCartney el’altra a John Lennon, i due indiscussi protagonisti; in quest’ultimaè presente uno splendido pianoforte bianco, uguale a quello cheamava usare l’artista per comporre la colonna sonora delle suecanzoni. Nelle stanze, oltre che negli altri ambienti, sono presentianche numerosi lavori artistici di Shannon, rinomata a livellomondiale come la più grande artista dei Beatles.L’Hard Day’s Night Hotel è anche conosciuto per il suo ristorante,The Blake, l’ultimo tra quelli di Liverpool entrati nella famosa Good Camere e suite, tutte diverse ed elegantemente arredate, contengono opere d’arte ispirate ai Beatles, appositamente commissionate per adornare le pareti 55 HOTEL DOMANI n o v e m b r e 2 0 1 0
  5. 5. ALBERGHI A TEMA Tra le stanze spiccano le due suite dedicate a Paul McCartney e a John Lennon; in quest’ultima è presente uno splendido pianoforte bianco, uguale a quello che amava usare l’artistaFood Guide 2010, e chiamato così in omaggio di Sir Peter Blake, unodegli artisti pop più celebrati durante la fine degli anni ’50 e autoredella celebre copertina dell’album Sgt. Pepper’s Lonely Hearts ClubBand, uscito nel 1967. Un altro ambiente che caratterizza l’hotel èil Bar Four, cocktail bar dal marcato carattere stilistico, all’insegnadello stile chic e alla moda, vera e propria opera d’arte dell’artistaPaul Ygaurtua, che ha frequentato il prestigioso Liverpool Art Collegecon John Lennon e la sua prima moglie Cynthia Powell, che insiemeal The Lounge & Bar e al Live Lounge, dove si esibiscono alcuni deipiù importanti artisti della città, assicurano l’intrattenimento degliospiti e degli abitanti.In albergo è presente anche il “Muro della fama”, dove il compito diconsacrare i Beatles è affidato ai più grandi artisti a livello mondiale,che per lo scopo si sono fatti fotografare in scene della loro vita ditutti i giorni tenendo in mano il loro album preferito, tra cui figuranoElton John, Bryan Ferry e Tom Jones. Insomma, ci sono tanti postida ricordare... e poi c’è l’Hard Day’s Night Hotel di Liverpool.© RIPRODUZIONE RISERVATA 56 HOTEL DOMANI n o v e m b r e 2 0 1 0

×