COMUNE                       DI        MIRA                                             Provincia di VeneziaN° 150 Registr...
Visto il capo IV del Titolo III del d.lgs. n. 267/2000 (“Disciplina dello status degli AmministratoriLocali”), che tra l’a...
Vista la lettera del Sig. Alvise Maniero, Sindaco dell’Ente, con la quale comunica la volontà diridurre la propria indenni...
Con voti unanimi palesemente resi                                            DELIBERADi conferire al presente provvediment...
Letto approvato e sottoscrittoIL PRESIDENTE                                                                 IL SEGRETARIO ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Stipendio sindaco-5-stelle-mira-3200-al-mese

1,172 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,172
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
52
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Stipendio sindaco-5-stelle-mira-3200-al-mese

  1. 1. COMUNE DI MIRA Provincia di VeneziaN° 150 Registro Delibere ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALEOggetto: Indennità di funzione del Sindaco, degli Assessori e del Presidente del Consiglio Comunale - Presa datto comunicazione del Sindaco di riduzione della propria indennitàL’anno duemiladodici, addì dodici del mese di giugno alle ore 15.00 nella sede del Comune diMira.Eseguito l’appello, risultano: Presenti Assenti Maniero Alvise Sindaco X Crivellaro Nicola Vice Sindaco X Gatti Michele Assessore X Vanin Orietta Assessore X Claut Luciano Assessore X Agnoletto Roberta Assessore X 6 0Partecipa alla seduta il dott. Piras Guido Segretario Generale del Comune.Il Sig. Alvise Maniero nella sua qualità di Sindaco constatato che gli intervenuti sono in numerolegale, dichiara aperta la Seduta ed invita i convocati a deliberare sull oggetto sopraindicato. LA GIUNTA COMUNALEVisto che in ordine alla presente proposta di deliberazione sono stati acquisiti i pareri prescrittidall’art. 49, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267/2000;
  2. 2. Visto il capo IV del Titolo III del d.lgs. n. 267/2000 (“Disciplina dello status degli AmministratoriLocali”), che tra l’altro disciplina il regime delle aspettative, dei permessi e delle indennità degliamministratori degli enti locali;Atteso che in particolare l’art. 82 del richiamato d.lgs. 267/2000 prevede:   al comma 1, la corresponsione di una indennità di funzione per il Sindaco e per i componenti della Giunta Comunale, dimezzata per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa;   al comma 8, che la misura di dette indennità di funzione sia determinata, senza maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato, con decreto del Ministro dell interno, di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, ai sensi dell articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, sentita la Conferenza Stato-città ed autonomie locali;   al comma 10, che il decreto ministeriale di cui al comma 8 sia rinnovato ogni tre anni ai fini delladeguamento della misura delle indennità e dei gettoni di presenza sulla base della media degli indici annuali dell ISTAT di variazione del costo della vita;Visto altresì l’art. 5, comma 7, del d.l. 78/2010, convertito con l. 122/2010, il quale dispone che condecreto del Ministro dell interno, da adottare entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigoredel medesimo decreto, ai sensi dell articolo 82, comma 8, del d.lgs. 267/2000, gli importi delleindennità già determinate ai sensi del citato articolo 82, comma 8, siano diminuiti, per un periodonon inferiore a tre anni, di una percentuale pari al 7 per cento per i comuni con popolazione tra15.001 e 250.000 abitanti;Considerato che il decreto ministeriale in questione non è stato ancora emanato, nonostante iltermine previsto sia abbondantemente scaduto, e che pertanto risulta ancora vigente a disciplinarela misura delle indennità di funzione per gli amministratori locali il D.M. n. 119 del 04.04.2000, nonpiù adeguato ai sensi del richiamato articolo 81, comma 10, del d.lgs. 267/2000;Considerato che in data 6 e 7 maggio 2012 e con successivo turno di ballottaggio svoltosi in data20 e 21 giugno maggio 2012, hanno avuto luogo le consultazioni elettorali per l’elezione diretta delSindaco e del Consiglio Comunale del Comune di Mira;Visto il verbale delle operazioni redatto il 22 maggio 2012 dall’Ufficio Centrale Elettorale a seguitodel turno di ballottaggio, depositato in pari data presso la Segreteria Generale del Comune, dalquale risulta che è stato proclamato eletto Sindaco il Sig. Alvise Maniero;Visto il provvedimento del Sindaco n° 12 del 30 maggio 2012 con il quale vengono nominati inqualità di Assessori Comunali componenti la Giunta Comunale i Sigg.ri: Michele Gatti, OriettaVanin, Luciano Claut, Roberta Agnoletto e Nicola Crivellaro assegnando a quest’ultimo l’incarico diVicesindaco;Viste le dichiarazioni di accettazione della nomina rese dagli Assessori succitati in data 30 maggio2012;Dato atto che con determinazione dirigenziale n. 23 del 10 gennaio 2012 venivano quantificate, invia provvisoria, in attesa del decreto di cui all’art. 5, comma 7, del d.l. 78/2010 citato, le indennitàmensili spettanti al Sindaco, al Vice Sindaco, agli Assessori e al Presidente del ConsiglioComunale nelle misure previste dal succitato D.M. 119/2000, che risultano le seguenti (daintendersi dimezzate per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa): Amministratori Indennità mensile SINDACO 3.460,26 VICE SINDACO 1.903,14 ASSESSORI/PRESIDENTE DEL C.C. 1.557,12
  3. 3. Vista la lettera del Sig. Alvise Maniero, Sindaco dell’Ente, con la quale comunica la volontà diridurre la propria indennità del 10% rispetto a quella già determinata per l’anno 2012 condecorrenza dall’inizio del nuovo mandato, precisando che tale riduzione andrà ad assorbirel’eventuale riduzione di cui all’emanando D.M. succitato;Dato atto che tale rinuncia si riferisce ad una indennità non avente carattere di compenso perprestazioni lavorative e che pertanto non rientra nelle disposizioni previste all’art. 2113 del C.C.;Ritenuto pertanto di prendere atto della volontà espressa dal Sig. Alvise Maniero econtemporaneamente di confermare provvisoriamente, in attesa dell’emanazione del decreto di cuiall’art. 5, comma 7, del d.l. 78/2010, per gli altri membri della G.C. la misura dell’indennità difunzione come determinata nella citata determina n. 23 del 10 gennaio 2012 in armonia con il D.M.119/2000;Tutto ciò premesso, con votazione unanime espressa in forma palese DELIBERA  Di prendere atto della comunicazione del Sig. Alvise Maniero presentata in data odierna;  di rideterminare l’indennità di funzione spettante al Sindaco Sig. Alvise Maniero in riduzione nella misura del 10% rispetto a quella stabilita dal D.M. 119/2000 con efficacia dall’inizio del nuovo mandato;  di dare atto che tale riduzione assorbirà l’eventuale riduzione di cui all’emanando decreto di cui all’art. 5, comma 7, del d.l. 31 maggio 2010, n. 78, convertito con l. 122/2010;  di confermare per gli altri componenti della Giunta comunale, in attesa dell’emanazione del decreto di cui all’art. 5, comma 7, del d.l. 78/2010, la misura delle indennità di funzione come determinata con la citata determina n. 23 del 10 gennaio 2012 in armonia con il D.M. 119/2000;  di prendere atto che a seguito del presente provvedimento, le indennità di funzione, a decorrere dall’inizio del presente mandato elettorale, risultano aggiornate come segue (da intendersi dimezzate per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa): Amministratori Indennità mensile SINDACO 3.114,24 VICE SINDACO 1.903,14 ASSESSORI/PRESIDENTE DEL C.C. 1.557,12  Di prendere atto che a seguito del presente provvedimento si produrrà una minore spesa annuale di € 3.114,24 oltre irap di € 264,71 per complessivi € 3.378,95;  Di demandare al Responsabile del servizio competente gli adempimenti conseguenti al presente provvedimento;  Di dare atto che, in merito al presente provvedimento è stato acquisito, ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 267/2000, il parere di regolarità tecnica, allegato sub. a) alla presente;Indi stante l’accertata urgenza LA GIUNTA COMUNALE
  4. 4. Con voti unanimi palesemente resi DELIBERADi conferire al presente provvedimento l’immediata eseguibilità ai sensi dell’art. 134 – 4^ commaD. Lgs. n. 267/2000.
  5. 5. Letto approvato e sottoscrittoIL PRESIDENTE IL SEGRETARIO GENERALE Sig. Alvise Maniero Dott. Piras Guido REFERTO PUBBLICAZIONECertifico io sottoscritto Segretario Generale che copia della presente deliberazione è stata affissaall’Albo Pretorio Comunale per la pubblicazione di n. 15 giorni consecutivi dal ………….………..- IL SEGRETARIO GENERALE Dott. Piras Guido______________________________________________________________________________Il sottoscritto Segretario Generale, visti gli atti d’ufficio, ATTESTA1) che la presente deliberazione: a) è stata affissa all’Albo Pretorio per n. 15 gg. consecutivi dal ……………………………….. al ……………………., come prescritto dall’art. 124, comma 1, D.Lgs. 18/08/2000, n. 267; b) è stata comunicata ai capigruppo consiliari con nota prot. n………………… in data ……………………….. come prescritto dall’art. 125, comma 1, D. Lgs. 18/08/2000, n. 267; c) è stata comunicata alla Prefettura di Venezia con nota prot. n. ……………… in data …………………………ai sensi dell’art. 135, D. Lgs. 18/08/2000, n. 267;2) che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il giorno ………………………… decorsi10 giorni dalla pubblicazione art. 134, comma 3, D. Lgs. 18/08/2000, n. 267;Dalla Residenza Municipale, lì ……………………… IL SEGRETARIO GENERALE ……………………..…….********************************************************************************************************************************************************************************************************************************

×