Ospedale per intensita di cure - Esperienza AOU Pisana

1,833 views

Published on

Relazione al Convegno del Consiglio Sanitario Regionale sull'Ospedale per intensità di cura. Rappresenta lo stato dell'arte dell'AOU Pisana

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Ospedale per intensita di cure - Esperienza AOU Pisana

  1. 1. Regione Toscana - Consiglio Sanitario RegionaleL’Ospedale per intensità di cura: due anni di esperienze Il punto di vista delle Aziende Ospedaliere Fabrizio Gemmi Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana Firenze,Villa La Quiete alle Montalve. 3 febbraio 2012 FG 2012 1
  2. 2. P M C Processi ‘end to end’ Multidisciplinarità Cure graduate FG 2012 2
  3. 3. P M C In quali settori dell’ospedale proporre nuovi elementi organizzativi? FG 2012 3
  4. 4. P M C Prepararsi per il prossimo futuro FG 2012 4
  5. 5. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza Medicina d’Urgenza / Pronto Soccorso Medicina d’Urgenza UniversitariaNuovo e Radiodiagnostica d’Urgenza Facile interazione? Medicina 2spazioso Medicina 4 Medicina 5 Medicina 1 Chirurgia d’Urgenza Terapia Intensiva DEU OrtopediaTraumatologia (Centro Grandi Ustionati) FG 2012 5
  6. 6. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza 9.894 167,7  pz/g DEAMBULANTI Altro  Esito   7.336 124,3  pz/g 150 2,5  pz/g Medicina   118 1.687 28,6  pz/g 389 Urgenza  SSN 3.047 6,6  pz/g DOMICILIO 51,6  pz/g AUTONOMI 13.291 Pronto   86 105 225,3  pz/g 1,4  pz/g 1,7  pz/g 2.337 Soccorso 419 7,1  pz/g 39,6  pz/g 389 6,6  pz/g AMBULANZA 374 6,3  pz/g Medical LOWCARE Wards 9 364 0,1  pz/g ALTRO 6,2  pz/g 197 3,3  pz/g 14 22 24 483 0,2  pz/g 0,4  pz/g 0,4  pz/g 8,2  pz/g 45 22 26 0,8  pz/g 0,4  pz/g 0,4  pz/g 68 1,1  pz/g Specialistiche   Mediche Altro 457 15 Istituto 7,7  pz/g 0,2  pz/g CNR Altre  UU.OO.Pronto Soccorso AOUP, demand map marzo - aprile 2011. (S. Pagliantini e M. Nerattini) FG 2012 6
  7. 7. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza Il Gemba walk del lunedì FG 2012 7
  8. 8. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza Evento kaizèn FG 2012 8
  9. 9. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza Revisione delle casistiche rispetto alla nuova missionElaborazioni M. Cristofano e D Benvenuti, Ufficio DRG, UO Direzione Medica di Presidio FG 2012 9
  10. 10. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza Visual management & Operation management FG 2012 10
  11. 11. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza Visual hospital & One-patient’s flowfoto: cortesia dr C. Passaglia, UO Medicina 5 FG 2012 11
  12. 12. P M C Il Dipartimento di Emergenza - Urgenza casi=167 casi=166 casi=254 FG 2012 12
  13. 13. P M C Specialità in gestione condivisa Pneumologie Oculistiche Otorinolaringoiatrie Urologie Neurochirurgie Gastroenterologie Nefrologie Ortopedie Medicine Generali Medicine d’Urgenza Chirurgia generale e specialistiche Trapianto Midollo Adulti e Bambini RRF FG 2012 13
  14. 14. P M C Il polo della preospedalizzazioneCortesia S. Pagliantini e M. Nerattini, UO Innovazione FG 2012
  15. 15. P M C Il polo della preospedalizzazione La logica del ‘kit completo’ Un kit completo è l’insieme dei componenti necessari per completare la procedura: materiali, documentazione clinica, comunicazione interprofessionale, test diagnostici ecc. L’introduzione di un processo basato sul kit completo deve essere parte di un cambiamento rilevante dell’organizzazione Il paziente arriva alla visita con: indicazione clinica chiaramente individuata elementi anamnestici completi esami di laboratorio refertati accertamenti cardiologici eseguiti e refertatiCortesia S. Pagliantini e M. Nerattini, UO Innovazione FG 2012
  16. 16. P M C Il polo della preospedalizzazione La nostra realtà di partenza I volumi operatori La dispersione delle attività di preospedalizzazione nella vecchia struttura (rapporto quasi 1:1) Il trasferimento in atto delle specialità chirurgiche nel nuovo ospedale, quindi il pericolo di mantenere e creare variabilità artificiale … e l’introduzione della “lista unica”Cortesia S. Pagliantini e M. Nerattini, UO Innovazione FG 2012
  17. 17. P M C Il polo della preospedalizzazione Servizio basato su un modello operativo con logiche dell’Health Operation Management: ottimizzazione della logistica del paziente gestione dei vincoli che limitano la performance del sistema riduzione della variabilità segmentazione e programmazione delle attività Nasce con lobiettivo di strutturare un percorso in unico accesso e di consentire una riduzione del tempo di attesa del paziente chirurgico in elezione.Cortesia S. Pagliantini e M. Nerattini, UO Innovazione FG 2012
  18. 18. P M C Il polo della preospedalizzazione Il risultato atteso Certezza del percorso dei pazienti: formula ‘one-shot’ (in previsione della data di intervento) Sicurezza e diminuzione del rischio del percorso Gestione in flusso continuo del percorso pazienti, riduzione della variabilità Maggiore produttività e redditività con minori tempi di attesa Minori sprechi (esami ripetuti, disdette etc) Possibilità di gestire liberamente la velocità dei flussi in funzione delle liste Competitività sulle caratteristiche di servizio (tempestività)Cortesia S. Pagliantini e M. Nerattini, UO Innovazione FG 2012
  19. 19. P M C I Centri CliniciForma organizzativaad alta alta standardizzazione specializzazione; alto volume coordinamento autonomia gestionale forte di struttureoperative FG 2012 19
  20. 20. P M C I Centri Clinici in fase di avvioil Centro di Ortopedia protesica il Centro di Senologia fase successiva il Centro di Chirurgia endocrinologica il Centro di Odontostomatologia FG 2012 20
  21. 21. P M C I Percorsi integrano risorse tecniche e professionali necessarie alla continuità del progetto di cura alta criticità/complessità alto costo alto volume FG 2012 21
  22. 22. P M C I Percorsi in fase di avvio Labiopalatoschisi Infezioni difficili fase successiva percorsi concordati in base al nuovo assetto dipartimentale FG 2012 22
  23. 23. P M C Servizi Outpatients FG 2012 23
  24. 24. 13 25 129 6 28 4 5 23 42 26 2 4Cortesia Gruppo di ricognizione Outpatients FG 2012
  25. 25. 32 6 14 21 7 9 18 16 8 8 11 T 3 12 25 6 3 10 7 5 6 12 14Cortesia Gruppo di ricognizione Outpatients
  26. 26. P M C Servizi Outpatients l’ospedale moderno gioca la sua sostenibilità sull’offerta di servizi ospedalieri per persone non ricoverate tutte le competenze disponibili subito FG 2012 26
  27. 27. P M C Piattaforme aziendali il Centro multidisciplinare di Chirurgia Robotica Chirurgia toracica Urologia I e II Ginecologia I e II Chirurgia bariatrica Chirurgia generale I Endocrinochirurgia Chirurgia dell’esofago Chirurgia generale e dei trapianti ORL FG 2012 27
  28. 28. P M C Piattaforme aziendali il Centro interdipartimentale di Day Surgery competenze specifiche per la chirurgia con degenza molto breve ottimizzazione e segmentazione dei percorsi FG 2012 28
  29. 29. richiede costanteAPPROPRIATEZZA applicazione e sostegno. FG 2012 29

×