Lo scenario media_tra_continuità_e_cambiamento

341 views

Published on

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
341
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lo scenario media_tra_continuità_e_cambiamento

  1. 1. Dal TV-scape al Video-scape: loscenario media, tra continuità e cambiamento
  2. 2. Agenda 1. Il mercato pubblicitario: key facts & figures •Le performance del mercato a novembre, la chiusura 2011 e le nostre prime riflessioni sul 20122. Lo scenario media tra continuità ecambiamento•La nuova dieta mediatica•La TV nell’era della frammentazione•I nuovi modelli di fruizione della TV: re-video eCatch Up (2.0)•Internet: video entertainment e social media•La Stampa: si accentua il fenomeno del print-divide• La digitalizzazione degli altri mezzi
  3. 3. Lo scenario economico-finanziario: Al via il piano di risanamento Monti L’Italia e l’Europa Gli interventi prioritari liberalizzazioniIl mercato del lavoro 3
  4. 4. Gli indicatori macroeconomici secondo il Fondo Monetario Internazionale e le «variazionisul tema»; tutti concordi nel dire: PIL in discesa, consumi in flessione e inflazione in crescita CONSUMI Confcommercio: -0,6% PIL Confindustria: -1,6% Confcommercio: -0,3% Confindustria: -1% Ocse: -0,5% Ocse: 0,2% 1,3 0,6 1,0 0,7 0,3 Anticipazione IMF-WEO 0,6 Gennaio 2012 PIL: -2,2% 2010 2011 fcst 2012 fcst 2010 2011 fcst 2012 fcst DISOCCUPAZIONE INFLAZIONE 8,5 Confindustria: 9% 8,4 Commissione UE: 8,2% 2,6 Istit. Unioncamere: 2,4% 8,2 Banche Popolari Ital.: 9% Ocse: 8,3% 1,6 1,6 2010 2011 fcst 2012 fcst 2010 2011 fcst 2012 fcst Fonte : elaborazione Groupm su dati IMF – WEO Settembre 2011 4
  5. 5. La disoccupazione rimane uno dei principali problemi da affrontare Adulti 15/64 anni Tasso di disoccupazione 59,5 10,0 Tasso di occupazione 59,0 8,5 9,0 58,5 8,0 58,0 7,0 6,0 57,5 5,0 57,0 4,0 56,5 3,0 56,0 56,9 2,0 55,5 1,0 55,0 0,0 apr-07 apr-08 giu-08 lug-08 apr-09 apr-10 apr-11 giu-07 ott-07 ott-08 giu-09 ott-09 giu-10 ott-10 mar-07 lug-07 ago-07 set-07 ago-08 set-08 lug-09 ago-09 set-09 dic-09 lug-10 giu-11 ott-11 ago-10 set-10 lug-11 ago-11 set-11 dic-07 dic-08 nov-09 dic-10 gen-07 gen-08 gen-11 nov-07 mar-08 gen-09 nov-08 mar-09 gen-10 mar-10 nov-10 mar-11 feb-07 mag-07 feb-08 mag-08 feb-09 mag-09 feb-10 mag-10 feb-11 mag-11 Il tasso di disoccupazione per i giovani 15-24 anni è pari al 29,2% Tasso di disoccupazione 2010 2011 2012 ITALIA 8,4% 8,2% 8,5% AREA € 10,1% 9,9% 9,6% 5 Fonte: elaborazioni GroupM su dati IMF – WEO Settembre 2011 e su dati Istat (ottobre 2011)
  6. 6. i i r r t s s c a e e p u n o o m m 100,0 120,0 100,0 110,0 115,0 120,0 50,0 60,0 70,0 80,0 90,0 110,0 80,0 85,0 90,0 95,0 105,0 dic-08 dic-08 gen-09 gen-09 feb-09 feb-09 mar-09 mar-09 apr-09 apr-09 mag-09 mag-09 giu-09 giu-09 lug-09 lug-09 ago-09 ago-09 set-09 set-09 ott-09 ott-09 Il «100» fa riferimento all’anno 2005 Opt 2009 nov-09 nov-09 dic-09 dic-09 gen-10 gen-10 feb-10 feb-10 mar-10 mar-10 apr-10 apr-10 mag-10 mag-10 giu-10 giu-10 lug-10 lug-10 ago-10 ago-10 set-10 set-10 ott-10 ott-10Fonte: elaborazione Groupm su dati Istat – Dicembre 2011 In questo contesto gli indici di fiducia tornano a calare nov-10 nov-10 dic-10 dic-10 gen-11 gen-11 feb-11 feb-11 mar-11 mar-11 apr-11 apr-11 mag-11 mag-11 giu-11 giu-11 Jun 2011 lug-11 lug-11 ago-11 ago-11 set-11 set-11 ott-11 ott-11 nov-11 nov-11 dic-11 dic-11 92,5 91,6
  7. 7. Aumenta l’attenzione ai prezzi attenzione ai prezzi percezione dellaumento dei prezzi «negli ultimi 3 mesi i prezzi sono100 aumentati secondo lei?»90 82 83 84 86 83 82 79 80 79 80 80 79 80 79 78 77 75 76 76 77 74 74 75 73 74 7780 73 73 73 70 72 69 69 69 67 71 70 molto 17 6670 60 60 5760 abbastanza 435040 poco 2330 3920 per nulla 1610 non so 1 0 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 RIDUZIONE CONSUMI 32% 34% 40% (cercano di ridurre/limitare i consumi) Mar 11 Set 11 Dic 11 CONVENIENZA (cercano le soluzioni più convenienti mantenendo 44% 43% gli stessi livelli di consumo) 39% IL MEGLIO PER SE’ Mar 11 Set 11 Dic 11 (scelgono comunque soluzioni che piacciono e soddisfano, senza porsi grandi limiti) 29% 22% 17% Mar 11 Set 11 Dic 11 7 Fonte : Elaborazione GroupM su dati Gfk Eurisko – Climi sociali e di consumo – Dicembre 2011
  8. 8. I consumatori mettono in atto strategie di consumo diverse per esigenze diverse... LE STRATEGIE DI CONSUMO: Divertimenti 68% 17% 11% 4% Viaggi/vacanze 62% 23% 10% 5% Cultura/spettacoli 50% 23% 22% 5% Abbigliamento sportivo 47% 27% 11% 15% Abbigliamento/calzature 44% 46% 9% 1% Beni durevoli 42% 39% 15% 4% Servizi telefonici 34% 54% 9% 3% Igiene cura bellezza 31% 47% 20% 2% Salute e benessere 29% 31% 36% 4% Prodotti per la casa 18% 67% 13% 2% Alimentari in generale 12% 63% 24% 1% riduzione dei consumi ricerca di convenienza ricerca della soluzione preferita Non usa/non indica RISPETTO AD UN ANNO FA: Si riducono i Si cerca la Si cerca il meglio consumi convenienza per sé soprattutto per: soprattutto per: soprattutto per: AlimentariViaggi/vacanzeViaggi/vacanze Beni durevoli Salute/benessere Abbigliamento e calzature Igiene cura bellezza Divertimenti Servizi telefonici 8 Fonte : elaborazioni Groupm su dati Gfk Eurisko – Climi sociali e di consumo – Dicembre 2011
  9. 9. ... determinando differenti intenzioni d’acquisto nell’immediato futuro (neiprossimi 3 mesi) IN CRESCITA Attrezzature sport Auto nuova o usata Viaggi/vacanze TV, hi-fi, video Attrezzature fai da te Elettrodomestici Piccoli bianchielettrodomestici IN CALO Mobili casa Telefonia Scooter Casa e ristrutturazione Pc e accessori Fonte : elaborazioni Groupm su dati Findomestic Gennaio 2012 9
  10. 10. L’impatto sul mercato pubblicitario
  11. 11. Trend negativo nel periodo gennaio-novembre 2011: novembre in notevoleflessione Totale 2009 Totale 2010 Gen-Nov 2011 -12,8% + 4,6% -3,2% 10,1 7,2 7,2 5,3 3,2 3 3,5 3,2 2,5 1,9 1,9 0,2 0 0,4 0,1 0,1 -0,9 -2 -3,4 Con la rilevazione di Maggio Nielsen e -3,5 -3,7 Assointernet hanno escluso la tipologia -5,1 -5,1 -5,4 Keywords e Search dal 2010 -12,4 -12,6-12,3 -12,1 -14,4 -14,5 -15,4 -17,1-17,4-18,1 -20,3 nov-11 set-09 nov-09 set-10 nov-10 ago-11 gen-09 feb-09 dic-09 gen-10 feb-10 dic-10 set-11 gen-11 feb-11 mag-09 ago-09 mag-10 ago-10 mag-11 mar-09 apr-09 ott-09 mar-10 apr-10 ott-10 mar-11 apr-11 ott-11 giu-09 lug-09 giu-10 lug-10 giu-11 lug-11 Fonte: elaborazioni GroupM su dati Nielsen WF escluso Rubricata e Di Servizio (incluso dati Fcp per Stampa) 11
  12. 12. TV -2,8% -3,0% +14,6 % INTERNET PERIODICI D% vs. g/n 2010 D% vs. g/n 2010 D% vs. g/n 2010 -5 -5 -10 -35 -30 -25 -20 -15 -10 -25 -20 -15 -10 0 5 0 5 0 10 20 30 40 50 10 10 15 20 gen-09 gen-09 gen-09 feb-09 feb-09 feb-09 mar-09 mar-09 mar-09 apr-09 apr-09 apr-09 mag-09 mag-09 mag-09 giu-09 giu-09 giu-09 lug-09 lug-09 lug-09 2009 ago-09 ago-09 ago-09 2009 2009 set-09 set-09 set-09 ott-09 ott-09 ott-09 nov-09 nov-09 nov-09 dic-09 dic-09 dic-09 gen-10 gen-10 gen-10 feb-10 feb-10 feb-10 mar-10 mar-10 mar-10 apr-10 apr-10 apr-10 mag-10 mag-10 mag-10 giu-10 giu-10 giu-10 lug-10 lug-10 lug-10 2010 ago-10 ago-10 ago-10 2010 set-10 set-10 set-10 2010 ott-10 ott-10 ott-10 nov-10 nov-10 nov-10 dic-10 dic-10 dic-10 gen-11 gen-11 gen-11 feb-11 feb-11 feb-11 mar-11 mar-11 mar-11 apr-11 apr-11 apr-11 mag-11 mag-11 mag-11 giu-11 giu-11 giu-11 lug-11 lug-11 lug-11 ago-11 ago-11 ago-11 2011 2011 set-11 set-11 set-11 2011 ott-11 ott-11 ott-11 nov-11 nov-11 nov-11 -7,1% -5,9% -11,4% OOH RADIO D% vs. g/n 2010 D% vs. g/n 2010 D% vs. g/n 2010 QUOTIDIANI -50 -40 -30 -20 -10 -40 -30 -20 -10 -40 -30 -20 -10 0 0 0 10 20 30 40 10 20 10 20 30 gen-09 gen-09 gen-09 feb-09 feb-09 feb-09 mar-09 mar-09 mar-09 apr-09 apr-09 apr-09 rimane in positivo è internet che contiene però la crescita. mag-09 mag-09 mag-09 giu-09 giu-09 giu-09 lug-09 lug-09 lug-09 2009 2009 2009 ago-09 ago-09 ago-09 set-09 set-09 set-09 ott-09 ott-09 ott-09 nov-09 nov-09 nov-09 dic-09 dic-09 dic-09 gen-10 gen-10 gen-10 feb-10 feb-10 feb-10 mar-10 mar-10 mar-10 apr-10 apr-10 apr-10 mag-10 mag-10 mag-10 giu-10 giu-10 giu-10 lug-10 lug-10 lug-10 2010 2010 ago-10 ago-10 ago-10 2010 set-10 set-10 set-10 ott-10 ott-10 ott-10 nov-10 nov-10 nov-10 dic-10 dic-10 dic-10Fonte : elaborazioni Groupm su dati Nielsen NMR WF – Esclusa pubblicità Rubricata e Di Servizio (incluso dati Fcp per Stampa) gen-11 gen-11 gen-11 feb-11 feb-11 feb-11 mar-11 mar-11 mar-11 apr-11 apr-11 apr-11 mag-11 mag-11 mag-11 giu-11 giu-11 giu-11 lug-11 lug-11 lug-11 2011 ago-11 ago-11 ago-11 2011 2011 12 set-11 set-11 set-11 ott-11 ott-11 ott-11 nov-11 nov-11 nov-11 Nel mese di novembre tutti i mezzi peggiorano le proprie performance. L’unico che
  13. 13. Tranne internet, in flessione tutti i mezzi compresa la TV Migliaia euro Var % 4.391.758 Televisione 4.261.944 -3,0% 1.013.180Quotidiani pay * 953.270 -5,9% Sipra -7,2% 70.795 Publitalia -3,4%Quotidiani Free -44,4% 39.389 Digitalia +38,8% Cairo +31,6% 757.160 MTV -17,9% Periodici -2,8% 736.029 DeeJay Tv +15,7% 490810 Sky -2,0% Display +16,8% Internet 14,6% 562586 Video adv +51,2% Affiliate +11,5% 432.564 Radio -7,1% 401.648 45.060 Cinema -15,7% 37.971 238.414 -11,4%Out of Home ** 211.325 gen/nov 2010 gen/nov 2011 13 Fonte : elaborazioni Groupm su dati Nielsen NMR WF – Esclusa pubblicità Rubricata e Di Servizio (incluso dati Fcp per Stampa)
  14. 14. La crescita «spinta» delle tv digitali terrestri non riesce a compensare il calo dellereti generaliste e la flessioni delle satellitari nella prima parte dell’anno 2010 2011 var% 2010 2011 var%7.000 Da luglio 2011 Boing passa da 210% 14.000 Digitalia a Publitalia. La sua raccolta 419%6.000 394% pubblicitaria viene inserita da 12.000 367% Nielsen retroattivamente anche per 170% 331% 338% il 20105.000 161% 10.000 296%4.000 8.000 100% 206%3.000 168% 169% 6.000 70% 139%2.000 53% 55% 50% 112% 41% 4.000 25% 25%1.000 2.000 0 0 nov nov ago ago ott ott mar apr mag giu mar apr mag giu dic feb dic lug set feb lug set gen gen 2010 2011 var% 2010 2011 var% La «mancanza» di Boing, passato a 70.000 Da aprile 2011, e retroattivamente luglio a Publitalia, viene calcolata per il 2010, sono considerati anche i12.000 64% 65% retroattivamente anche per il 2010 dati stimati dei Canali Terzi 60.00010.000 65% 51% 50.000 50% 20% 26% 8.000 13% 18% 51% 42% 40.000 0,6% 36% 37% -4% -7% 6.000 30.000 -12% -42% 4.000 19% 19% 20.000 2.000 6% 10.000 -59% 0 0 nov nov ago ago apr ott apr ott mar mag giu mar mag giu lug set feb dic lug set dic feb gen gen Fonte: elaborazioni GroupM su dati Nielsen WF – i valori sono x.000
  15. 15. Automotive, Cura Persona e Farmaceutici i driver di un mercato ‘affaticato’Posizione 2010 Ranking Gen-Nov 2011 € (000) Var % 2011 vs 2010 1 1 953.953 ALIMENTARI -8,6% 2 2 858.926 AUTOMOTIVE 4,0% 3 3 606.613 TELECOMUNICAZIONI -9,0% 4 4 444.569 ABBIGLIAMENTO -1,6% 5 5 345.117 BEVANDE/ALCOOLICI -11,2% 7 6 324.094 MEDIA/EDITORIA -2,5% 9 7 308.727 CURA PERSONA 7,9% 6 8 307.906 TOILETRIES -9,6% 10 9 281.355 DISTRIBUZIONE -0,6% 13 10 271.712 FARMACEUTICI/SANITARI 5,7% Fast moving consumer goods 32% share sul totale mercato Var. vs Gen-Nov 2010 -7,2% 15 Fonte : elaborazioni Groupm su dati Nielsen NMR WF – Esclusa pubblicità Rubricata e Di Servizio e il settore Locale
  16. 16. I top 20 spender mostrano ancora tanti segni negativi: Fiat cresce grazie ai nuovilanci, performance straordinarie per Eni con la nuova campagna istituzionale Top 20 aziende Gen-Nov 2011 Gen-Nov 2011 vs 2010 TELECOM GRUPPO 171.401 -15,8FERRERO P & C SPA ALBA CUNEO 168.031 -4,8 FIAT GRUPPO 164.970 17,3WIND TELECOMUNIC.SPA ROMA 144.984 -0,5 PROCTER & GAMBLE GRUPPO 143.440 -20,8 VODAFONE GRUPPO 143.123 -17,0 LOREAL GRUPPO 115.115 -3,5 UNILEVER ITALIA SPA MILANO 94.786 -14,2 PSA GRUPPO 94.027 -14,4 VOLKSWAGEN GROUP IT.SPA… 93.278 -4,6 BARILLA GRUPPO 87.809 -12,4 BOLTON GRUPPO 73.894 7,2 RECKITT BENCKISER IT.SPA MI 70.811 11,5 ENI GRUPPO 64.937 43,9 FORD GRUPPO 63.225 -10,8 PERFETTI GRUPPO 62.822 -10,4 DANONE GRUPPO 61.608 17,2 GENERAL MOTORS GRUPPO 61.470 -2,4 NESTLEGRUPPO 60.261 -18,1 MERCEDES BENZ IT.SPA ROMA 51.843 13,1 338° Samsonite +65,8% (2.759) Fonte : elaborazioni Groupm su dati Nielsen NMR WF – Esclusa pubblicità Rubricata e Di Servizio - Valori in € x.000 16

×