Emanuele Serrelli - Le molte vie dellʼadattamento. Da Darwin in poi

551 views

Published on

Emanuele Serrelli
Conferenza
Liceo Carlo Porta, Monza
2 marzo 2011
http://www.epistemologia.eu

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
551
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n\n
  • \n\n
  • \n
  • \n\n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n\n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • Changes in the fossil scallop\nChesapecten through about 13 million years,\nshown particularly by the variation in the ëearí\non the upper right of each shell (see arrows)\nand in the ribs on the shell. Modified\nfrom Ward and Blackwelder (1975).\n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • Emanuele Serrelli - Le molte vie dellʼadattamento. Da Darwin in poi

    1. 1. Le molte vie dell’adattamento. Da Darwin in poi Emanuele Serrelli Università degli Studi di Milano-BicoccaMon z a, Lice o C a rl o Po rt a2 m a rzo 2009
    2. 2. www.pikaia.eu “biblioteca”
    3. 3. Darwin. Allascoperta dell’albero della vita Niles Eldredge Codice edizioni
    4. 4. www.pikaia.eu “carnevale”
    5. 5. Le molte vie dell’adattamento. Da Darwin in poi Emanuele Serrelli Università degli Studi di Milano-BicoccaMon z a, Lice o C a rl o Po rt a2 m a rzo 2009
    6. 6. (c) www.exploringnature.org
    7. 7. Il viaggio del Beagle 1832-1836 Charles Robert DarwinShrewsbury 12 febbraio 1809 – Down 19 aprile 1882 (c) Darwin Educator’s Guide - AMNH
    8. 8. Capt. Robert FitzroyTutti i piccoli uccelli chevivono su queste isolericoperte di lava hannobecchi corti, molto spessialla base, come quelli di unfringuello europeo[bullfinch]. Questo sembraproprio una di quelleammirabili provvidenzedella Saggezza Infinitadalla quale ogni cosacreata è adatta al luogo cuiè stata destinata. (c) Robert H. Rothman, http://people.rit.edu/rhrsbi/HomePage/homepage.html - www.galapagosmap.com
    9. 9. La visione di partenzaWe see these beautiful co-adaptations most plainly in thewoodpecker and missletoe; andonly a little less plainly in thehumblest parasite which clingsto the hairs of a quadruped orfeathers of a bird; in thestructure of the beetle whichdives through the water; in theplumed seed which is wafted bythe gentlest breeze; in short,we see beautifuladaptations everywhere andin every part of the organicworld (Darwin, 1859). (chp. III Struggle for existence, pp. 60-61)
    10. 10. Teologia naturaleWilliam Paley osservava adesempio le diverse componentidel tronco di un’animale, con ilcuore al centro che pompa al suoritmo inflessibile e tutti gli altriorgani e collegamenti interni, escriveva nel suo NaturalTheology (1802):“Osservate questo, e quindiriflettete su quanto saldamenteogni parte debba essereassicurata, quantoattentamente debba esserecircondata, quanto bene legatae confezionata.” (c) pp. 190-19, trad. mia
    11. 11. (c) Robert H. Rothman, http://people.rit.edu/rhrsbi/HomePage/homepage.html - www.galapagosmap.com
    12. 12. (c) Robert H. Rothman, http://people.rit.edu/rhrsbi/HomePage/homepage.html - www.galapagosmap.com
    13. 13. EnigmiMolti anni fa, quandoconfrontavo e guardavoaltri confrontare uccelliprovenienti da diverseisole dell’arcipelago delleGalapagos sia tra loro siacon quelli del continenteamericano, fui colpito nelconstatare quantocompletamente vaga earbitraria fosse ladistinzione tra specie evarietà (Darwin 1859) p. 57 [48]
    14. 14. EnigmiNessuno suppone che tutti gliindividui della stessa speciesiano prodotti con il medesimostampo [...]. Le differenzeindividuali generalmenteinteressano le parti che inaturalisti considerano di pocaimportanza, ma potreimostrare con un lungoelenco di fatti che partisenz’altro importanti, da unpunto di vista fisiologico oclassificatorio, varianotalvolta negli individui dellastessa specie (1859). (c) p. 54 [45]
    15. 15. EnigmiSi confrontino le molte floredella Gran Bretagna, dellaFrancia o degli Stati Uniticompilate da diversi botanici esi vedrà il gran numero diforme che sono stateconsiderate specie genuine daun botanico, e semplici varietàda un altro. Darwin 1859, p. 57 [48]
    16. 16. EnigmiLo descrivevano più piccolodello struzzo comune (che è làabbondante), ma moltosomigliante ad esso. Dicevanoche era di colore scuro emacchiettato, che le sue zampeerano più corte e piumate piùin basso di quelle dello struzzocomune e che si catturavanocon le bolas più facilmente diquesto. I pochi abitanti cheavevano veduto entrambe lespecie, affermavano di poterledistinguere a grande distanza... (c) pp. 85- 86 [108]
    17. 17. Enigmi...lo Struthio Rhea abita laregione di La Plata fino a pocopiù a sud del Rio Negro, allalatitudine di 41°, mentre ilpetise si trova [originale: takesits place] nella Patagoniameridionale, essendo la zonapresso il Rio Negro unterritorio neutrale. ivi, p. 86 [109]
    18. 18. (c)
    19. 19. Glyptodon fossil at the National Museum of Natural History, Washington, D.C., Wikimedia
    20. 20. (c) J. Pojeta, D.A. Springer (2001), Evolution and the Fossil Record, Alexandria, Virginia: American Geological Institute, The Paleontological Society.
    21. 21. Stratigraphic ranges and origins of some major groups of animals. Modified from Edwards and Pojeta (1994).
    22. 22. Four species of Devonian trilobites (upper row) compared with four species of Ordovician trilobites (lower row). Size varies from 1 inch (25 mm) to 4 inches (100 mm). Modified from Moore (1959).
    23. 23. (c)
    24. 24. EnigmiIl rapporto, benché distante, trala Macrauchenia e il guanaco,fra il Toxodon e il capibara, ilrapporto più stretto fra moltisdentati estinti e i tardigradiviventi, formichieri e armadilli[...] sono fatti molto interessanti[...]. Non dubito che questorapporto meraviglioso fra gliesseri viventi e quelli estinti,nello stesso continente, getteràin seguito maggior luce diqualsiasi altro genere di fattisull’apparizione e sullascomparsa degli esseri organicisulla terra (Darwin 1939). pp. 85- 86 [108]
    25. 25. (c)
    26. 26. (c)
    27. 27. EnigmiL’adattamento non è perfettoLe creature endemiche dellaNuova Zelanda, per esempio,sono perfette le une rispetto allealtre, ma ora stannorapidamente cedendo il passoalle legioni sempre piùnumerose di piante e animaliintrodotte dall’Europa (1859).
    28. 28. Organi vestigiali (c) www.zoology.ubc.ca
    29. 29. EnigmiQuando uno vede i capezzoli sulpetto di un uomo, non dice cheabbiano un qualche uso, ma che ilsesso non sia stato determinante. —lo stesso per le ali inutilizza- te sotto Nelle opere di storia naturale si afferma inle elitre di coleotteri — Se si trattasse genere che gli organi rudimentali sono statidi sempli- ce creazione, di certo creati «per simmetria», o per «completaresarebbero nati senza (Taccuino B). lo schema della natura»; ma questa non mi sembra una spiegazione, bensì unNon c’è nulla di più ovvio del fatto semplice modo di riaffermare il fatto stessoche le ali sono fatte per volare; [...]. Riflettendo [sugli organi rudimentali]eppure in quanti insetti vediamo nessuno può evitare di restare stupito,delle ali talmente ridotte da essere perché la stessa capacità di ragionamento, ciassolutamente inadatte al volo, non che ci dice chiaramente che un gran numerodi rado contenute in involucri di parti o organi sono perfettamente adattatitenacemente saldati insieme! (1859) a certi scopi, ci dice in modo altrettanto chiaro che questi organi rudimentali o atrofizzati sono imperfetti e inutili (1859).
    30. 30. Omologie (c) www.thisviewoflife.org/
    31. 31. Il corallo della vita Taccuino B, 1837 (c)
    32. 32. The Origin of Species1859 (c)
    33. 33. Tracce di un processoHow have all thoseexquisite adaptations ofone part of theorganisation to anotherpart, and to theconditions of life, andof one distinct organicbeing to another being,been perfected?(Darwin, 1859) (c)
    34. 34. Youtube
    35. 35. Selezione naturale
    36. 36. Speciazione
    37. 37. Ramificazione
    38. 38. (c) Ian Tattersall 2009
    39. 39. Legionella (c) milanosanita.it ; web.princeton.edu; www.oregon.gov
    40. 40. (c) Peter & Rosemary Grant (c) princeton.edu; www.bottigliedileida.net; liceofoscarini.it; darwinweb.it
    41. 41. Le molte vie dell’adattamento. Da Darwin in poi Emanuele Serrelli Università degli Studi di Milano-BicoccaMon z a, Lice o C a rl o Po rt a2 m a rzo 2009

    ×