Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Compentenze digitali 2012_parte1

1,186 views

Published on

Prima parte del corso su Competenze digitali a scuola

Published in: Education
  • Be the first to comment

Compentenze digitali 2012_parte1

  1. 1. Web 2.0 a scuola 2012Prima parte 1 Eleonora Pantò –maggio 2012
  2. 2. Mi presento:Maggio 2012 web20 a scuola 2
  3. 3. Contenuti corso 1 parte• Cittadinanza digitale• Una tassonomia per l’apprendimento nel web 2.0• Motori di ricerca• Social Network, privacy e identità digitaleMaggio 2012 web20 a scuola 3
  4. 4. Contenuti corso 2 parte• Blog• Twitter• ARG – Augmented Reality Game• Social Curation• Costruire contenuti e condividerli (licenze CC)• Videogiochi e sensori• Esempi: le buone apps, il microcredito in classe Maggio 2012 web20 a scuola 4
  5. 5. Essere a proprio agio con il web20Maggio 2012 web20 a scuola 5
  6. 6. Maggio 2012 web20 a scuola 7
  7. 7. http://www.youtube.com/watch?v=B393pjQj3RQ Maggio 2012 web20 a scuola 8
  8. 8. http://youtu.be/hwuu-pXwaWk Maggio 2012 web20 a scuola 9
  9. 9. Il dibattito in Italia :: Il mito dei nativi digitali - Antonio Fini :: I nativi digitali esistono ma... cè chi è più nativo di loro - Antonio Saccoccio :: Nati digitali? - Pier Cesare Rivoltella :: Il marziano della rete che c’è in noi - Maria Grazia Fiore :: I nativi digitali non esistono (parte seconda) - Gianni Marconato :: Digital Generation 2.0: ragazzi, scuola e tecnologie - Osservatorio permanente contenuti digitali, 2007 :: Nativi digitali, la scuola li annoia - Dario Zucchini :: Nativi parte terza: una bufala parziale - Agati Mario :: Scuola, lavagne, web20 - Giorgio Jannishttp://natividigitali2012.blogspot.it/25/26 maggio Maggio 2012 web20 a scuola 10
  10. 10. Multiscreen GenerationMaggio 2012 web20 a scuola 11
  11. 11. Quanta informazione in 60”http://www.italiasw.com/digital-life/quanta-informazione-viaggia-nel-web-in-60-secondi.html 12
  12. 12. 13
  13. 13. MultiScreen & MultitouchAttraverso interviste gli scienziati hanno scoperto che i bambini di 10-11 anni,preferiscono la visualizzazione di più dispositivi contemporaneamente, comelutilizzo di un iPad mentre si guarda la televisione. I bambini tendono a utilizzareil dispositivo durante le pause dei programmi, chattando o mandano sms durantela pubblicità. La TV è diventata quasi un intrattenimento di sfondo, mentresmartphone e altri dispositivi hanno la precedenza 14
  14. 14. Un esperimento http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v= 15
  15. 15. Serial tasking• Siamo multitasking solo quando una delle due attività non richiede la nostra attenzione• In realtà quello che facciamo è passare da un compito all’altro accelerando e frenando in continuazione, come chi sta imparando a guidare http://www.psychologytoday.com/blog/the-power-prime/201103/technology-myth-multitasking 16
  16. 16. Il multitasking è un’illusione 17
  17. 17. Facebook, Messenger ecc.• Larry Rosen: abbiamo creato un mondo per gli studenti che impedisce di concentrarsi. Troppa roba interessante che li distrae.• Controllare Facebook ogni 8-10 minuti provoca un degrado dei risultati scolastici• La soluzione? Il Tech Break: ogni 15 minuti un minuto per gli Sms o Facebook.http://healthland.time.com/2011/08/08/kids-who-hang-out-on-facebook-do-worse-in-school/ 18
  18. 18. Strategie per concentrarsi 19
  19. 19. Usare un timer… 20
  20. 20. Multiculturalità• Un limite individuale può diventare un’opportunità per la collaborazione• Un modo diverso di essere multitasking è distribuirsi i compiti 21
  21. 21. Noi siamo il prodotto 22
  22. 22. Economia dell’attenzione• La proliferazione dei contenuti, è filtrata attraverso flussi sociali iper-personalizzati.• Tuttavia è sempre più difficile catturare l’attenzione oggi per produrre cambiamenti nei comportamenti• Ci sono micro comunità che guidano le conversazioni e per le quali vengono sviluppati contenuti ad hoc. 23
  23. 23. Vi siete mai accorti che…• Alcuni “amici” spariscono dallo stream di Facebook• Le pagine di Google danno risultati differenti a seconda di chi li consulta 24
  24. 24. Le bolle informativehttp://www.ted.com/talks/eli_pariser_beware_online_filter_bubbles.html 25
  25. 25. Accesso all’informazione• I “gatekeeper” dell’informazione non sono più editori e giornalisti ma sono diventati algoritmi.• Gli algoritmi non hanno “etica” per questa ragione è importante che i filtri siano resi espliciti 26
  26. 26. Sono necessarie Nuove abilità 27
  27. 27. Economia basata sulla conoscenza Le competenze necessarie 1. Saper comunicare nella lingua madre; 2. Saper comunicare in lingue straniere; 3. Competenze matematiche e competenze di base scientifiche e tecnologiche; 4. Competenze digitali; 5. Imparare ad imparare; 6. Competenze sociali e civiche; 7. Spirito di iniziativa e imprenditoriale; 8. Consapevolezza culturale e capacità d’esprimersi.http://www.indire.it/db/docsrv//PDF/raccomandazione_europea.pdf - 18 luglio 2006 Maggio 2012 web20 a scuola 28
  28. 28. Maggio 2012 web20 a scuola 29
  29. 29. “Non routine savants”• Analytical reasoning• Communications skills• Willingness to experiment• Team players• Passion and leadership Jonathan Rosenberg, Senior VP – (7/15/2008)Maggio 2012 web20 a scuola 30
  30. 30. La formazione degli insegnanti in EuropaEducation key data 2012 Maggio 2012 web20 a scuola 31
  31. 31. Scuola digitale in Italiahttp://lettura.corriere.it/studenti-piu-bravi-con-la-lavagna-interattiva Maggio 2012 web20 a scuola 32
  32. 32. Il web20 è conversazioneMaggio 2012 web20 a scuola 33
  33. 33. Maggio 2012 web20 a scuola 34
  34. 34. Maggio 2012 web20 a scuola 35Web 2.0 Meme Map - Tim OReilly
  35. 35. Megatrend • Il web è la piattaforma • Aumenta il tempo-reale web • La nuvola e le applicazioni mobili • Social media e l’economia della condivisione sono disrupting per l’economia tradizionale • Economia dell’attenzione • Appiattimento delle gerarchie, riorganizzazione delle strutture organizzative • Interesse verso nuove forme di fundraisingMaggio 2012 web20 a scuola 36
  36. 36. PausaMaggio 2012 web20 a scuola 37
  37. 37. Una tassonomia per l’apprendimento in rete - al tempo del web 2.0Maggio 2012 web20 a scuola 38
  38. 38. Tassonomia di Bloom (1956) Capacità Comportamenti Esprimere opinioniValutazione e giudiziSintesi ProdurreAnalisi Scomporre PraticareApplicazione Tradurre,Comprensione interpretare, extrapolare Esprimere opinioniRicordare e giudizi http://www.edscuola.it/archivio/ped/bloom.html Maggio 2012 web20 a scuola 39
  39. 39. Tassonomia per l’apprendimento in rete (1996-”Internet per la didattica” - Petrucco-Pantò)Strumenti Obiettivi AbilitàTutti gli strumenti Coordinare un progetto Abilità di sintesi, di valutazione,precedenti empatiaTutti gli strumenti Collaborare/cooperare a un Responsabilità, senso diprecedenti progetto in rete appartenenza, comprensione obiettivi progetto, rispetto tempi e metodiListe di discussione, Apprendere insieme ad Participazione critica alle discussioniNews, Moo/Mud altri one-to-manyPosta elettronica Ricercare e selezionare info Participazione critica alle discussioni (interagire con persone) one-to-oneWww, motori di Ricercare e selezionare Ricerca: bibliografica, documentale,ricerca, indici informazioni (interagire con ipertestualestrutturati sw)Maggio 2012 web20 a scuola 40
  40. 40. Tassonomia di Bloom rivisitata da Anderson (2001) Capacità Comportamenti Progettare, pianificare, Creare costruire Confrontare, fare Valutare ipotesi, Confrontare, Analizzare decostruire, strutturare Implementare, svolgere, Applicare eseguire Interpretare, Capire riassumere, inferire Riconoscere, elencare, Ricordare descrivereMaggio 2012 web20 a scuola 41
  41. 41. Tassonomia di Bloom e web 2.0 Progettare, costruire, pianificare, Videomaking, creare mashup, produrre, inventare, immaginare, programmare, creare eCreare produrre aggiornare un wiki Controllare, ipotizzare, criticare, Collaborare in rete, Moderare esperimentare, giudicare, provare, forum, Testare applicazioni eValutare ricercare, monitorare procedure Confrontare, organizzare, decostruire, attribuire, schematizzare, strutturare, Utilizzare mashup, verificare leAnalizzare integrare fonti implementare, portare a termine, Saper eseguire un’applicazione,Applicare eseguire, usare caricare e scaricare file Interpretare, riassumere, inferire, Tenere un blog ma anche saper parafrasare, classificare, micro-bloggare e commentareCapire comparare, spiegare, esemplificare quelli altrui Utilizzare tecniche di presentazione del testo che Riconoscere, elencare, descrivere, favoriscono la memorizzazione, identificare, ritrovare, etichettare, saper utilizzare sistemi di socialRicordare localizzare, trovare bookmarking e tecniche di ricerca Maggio 2012 web20 a scuola 42http://techlearning.com/article/article.aspx?Id=8670
  42. 42. Maggio 2012 web20 a scuola 43
  43. 43. • Riconoscere1.Ricordare • ElencareMotori di • Descrivere,ricerca • Identificare,feed rss • Ritrovaresocial • Etichettare,bookmarking • Localizzaresocial • Trovarecuration
  44. 44. http://www.huffingtonpost.com/2010/09/28/eric-schmidt-techcrunch-disrupt_n_742034.html Maggio 2012 web20 a scuola 46
  45. 45. Maggio 2012 web20 a scuola 47
  46. 46. Maggio 2012 web20 a scuola 48
  47. 47. Maggio 2012 web20 a scuola 49
  48. 48. Maggio 2012 web20 a scuola 50http://www.corriere.it/inchieste/droga-armi-minori-killer-viaggio-deep-web-zona-web-senza-regole-morale-dove-tutto-possibile/44ed8fce-8935-11e1-a8e9-f84c50c7
  49. 49. Maggio 2012 web20 a scuola 51
  50. 50. Maggio 2012 web20 a scuola 52
  51. 51. Maggio 2012 web20 a scuola 53
  52. 52. Maggio 2012 web20 a scuola 54
  53. 53. Maggio 2012 web20 a scuola 55
  54. 54. Ricerche Visual e Tag• Google Wonder Wheel / Google Sequenza Temporale• Immagini per Tag - Galaxy http://taggalaxy.de/ (Sfera)• Ricerca immagini http://www.search-cube.com/ (Cubo)• Ricerca booleana visuale http://www.boolify.org/• Dizionario VisuWords – http://www.visuwords.com• Effetti sonori Soungle http://www.soungle.com/• Search cloudlet http://www.getcloudlet.com/Maggio 2012 web20 a scuola 56
  55. 55. Social bookmarking, TAG, RSS Esercitazione Del.icio.us Digg - Twine PageFlakes Netvibes
  56. 56. •Interpretare,Capire •Riassumere,Social •Inferire,Network, •Parafrasare,Blog •Classificare,Microblog •Comparare, •Spiegare, •Esemplificare
  57. 57. La dimensione dialogica ……. che il pieno sviluppo delle caratteristiche umane, e non solo cognitive, avvenga grazie all’interazione sociale [G. Longo]
  58. 58. Alfabetizzazione e social networkL’alfabetizzazione digitale èuno dei problemi centrali dellacultura partecipativa.Le capacità devono essereacquisite, condivise e appresenel contesto di comunitàraccolte attorno al contenutocreato dagli utenti comeyoutubeMaggio 2012 web20 a scuola 60
  59. 59. Cosa si intende per alfabetizzazione L’alfabetizzazione dei media non è qualcosa che appartiene agli individui ma un sistema che permette e forma la partecipazione […] La cultura partecipativa premia impegno produttivo e performativo, ma come riconoscere altre forme più tranquille di partecipazioneMaggio 2012 web20 a scuola 61
  60. 60. La dimensione spazio temporale … pare che i sincronismo tipico del web sopprima la dimensione temporale annullando il passato e appiattendo tutto sul presenteG. Longo
  61. 61. Norme culturali dei SN• Trasparenza• Collaborazione• Attribuzione• Ci si aspetta la conversazione• Sfiducia nelle autorità e nel marketing• Fiducia nei pari, gente come noi, anche stranieri• La fiducia si acquista facilmente e si perde altrettanto facilmenteMaggio 2012 web20 a scuola 63
  62. 62. Esiste ancora la privacy?Maggio 2012 web20 a scuola 64
  63. 63. I siti di social network sono magazzini di datiMaggio 2012 web20 a scuola 65
  64. 64. L’assimetria dei SN o I propri dati personali e relativi all’uso dei servizi siano registrati e riutilizzati per fornire un servizio più personalizzato o Siano registrate informazioni sul comportamento anche dai siti collegati o Si accetta di ricevere informazioni pubblicitarie o Siano consegnati informazioni alle autorità se richiesti o Tutti i materiali caricati sul sistema diventano di proprietà di chi offre il servizio (che può riusarli o venderli)Maggio 2012 web20 a scuola 66
  65. 65. “Ma cosa cercano esattamente questi "curiosi autorizzati"? Secondo CareerBuilder le informazioni più desiderate sono quelle sullabuso di alcol e droga, magari corredate da foto o video compromettenti. Seguono la capacità di comunicazione e ladeguatezza al ruolo, ma anche i collegamenti ad attività criminali e le rivelazioni sui passati impieghi stuzzicano la curiosità dei cacciatori di teste.” 60% dei datori di lavoro cerca in rete informazioni sui candidatihttp://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/scienza_e_tecnologia/social-networking/social-reputazione/social-reputazione.html Maggio 2012 web20 a scuola 67
  66. 66. “Oggi al lavoro, non ho fatto niente” • Si pensa di agire come all’interno di un “club” ma non è così, e questo può avere ripercussioni impreviste sulla propria vita • Nuove problematiche: o Mancanza di controllo sulla sequenza di azioni che si compiono in rete (activity stream) o Disvelamento di informazioni che non si vorrebbe divulgare o De-anonimizzazione attraverso operazioni di inferenzaMaggio 2012 web20 a scuola 68
  67. 67. Facebook: il futuro della pubblicità, il passaparola“La gente si abituerà al marketing virale e lo vedrà come una cosa buona”“Due ore dopo avere comprato l’anello su Overstock.com, ricevette un sms dalla moglie: Per chi è quell’anello?”“Privacy is over”CoComment:“….. tutti i tuoi commenti raggruppati in un unico punto, comprese le lamentele verso la tua banca”” Maggio 2012 web20 a scuola 69
  68. 68. Costruirsi un’identità attraverso le relazioni• Bisogno di comunità, di creare esperienze comuni• Bisogno di confrontare opinioni e crearsi una reputazione• Le informazioni personali sono al centro della relazione: su di esse che si costruisce intimità (non sui dati personali ma sulle informazioni su di sè) Dati VERAMENTE personali preferenze, rappresentazione visiva, affiliazioni, attività, sessualità, identitàMaggio 2012 web20 a scuola 70
  69. 69. Identità personale online• Affermazione di una identità digitale (tutti) o Non valgono le modalità tradizionali, servono più tempo, più informazioni, triangolazione attraverso la rete• Processo di formazione della propria identità (giovani) o Costruzione di identità e status, apprendimento modalità culturali e norme sociali,Maggio 2012 web20 a scuola 72
  70. 70. • Il Tecno Pessimismo vede i siti di social networking (SN) come luoghi pericolosi che rappresentano una minaccia per i bambini, gli adolescenti e i giovani• Molti studi dimostrano la carenza di responsabilità e di conoscenza dei rischi connessi nel rendere pubbliche informazioni private• Ciò implica che i giovani siano stupidi, male informati, che gli adulti siano più responsabili e che i giovani debbano accettare i valori di quelli più vecchi come moralmente superiori.Maggio 2012 web20 a scuola 73
  71. 71. Le persone possono essere molestate, pedinate, aggredite nella vita non-virtuale: ma anche se sono consapevoli dei rischi che corrono per strada, non prendono in considerazione la possibilità di non uscire di casa. Se non uscire di casa non è un’opzione, allo stesso modo non usare le SN non è un’opzione realistica per molte persone.Maggio 2012 web20 a scuola 74
  72. 72. • Il Tecno Ottimismo (TO) attacca il TP accusandolo di voler controllare gli adolescenti e di divulgare l’idea che Internet sia pericoloso per motivare esigenze di controllo, di una morale conservativa e puritana, e proibire o limitare il divertimento.• Ciò implica che le SN dovrebbero essere spazi autonomi che aiutano i giovani a rafforzarsi, a costruire una propria autonomia necessaria per diventare adulti.• Sottolinea il potenziale della tecnologia come mezzo per lo sviluppo personale, la liberata, la formazione, l’appartenenza alle comunità, amore e amicizia.Maggio 2012 web20 a scuola 75
  73. 73. • Entrambi gli approcci sono riduttivi: le SN non sono esclusivamente un rischio né un rafforzamento.• Non si può prescindere da un’analisi del contesto culturale, dalla situazione economica e politica globale• Le reti sociali sono solo in un fase iniziale: si verificherà la tenuta a lungo termine di questi servizi ma saranno originati nuovi modelli di “validazione sociale” dell’identità.Maggio 2012 web20 a scuola 76
  74. 74. Paradosso della privacy• Un esempio: 43% degli utenti dichiara di leggere il regolamento della privacy prima di comprare sui siti di ecommerce - solo il 26% lo fa davvero• Ci preoccupa della propria privacy, ma non dei propri dati disponibili online. Ci si registra dati veri e si è preoccupati dal furto di identità.• Ci si fida delle tecnologie o si è costretti a farlo?Maggio 2012 web20 a scuola 77
  75. 75. Le ragioni del paradosso• Mancanza di controllo legale; non esistono diritti di proprietà dei propri dati• Non esiste possibilità di contrattare: il contratto fa parte del prodotto• Distorsioni del mercato: informazioni incomplete e asimmetrice I dati personali sono una merceMaggio 2012 web20 a scuola 78
  76. 76. On the global information highways, personal information is increasingly becoming “the new currency”. I firmly believe that at least the profiles of minors must be private by default and unavailable to internet search engines. No European should carry a chip in one of their possessions without being informed precisely what they are used for, with the choice to remove or switch it off at any time. Weekly message – 13 aprile 2009 – Vivianne ReadingMaggio 2012 web20 a scuola 79
  77. 77. Crediti• Nascere digitali. Verso un mutamento antropologico? di Giuseppe O. Longo (18 p. in .pdf ), a, è pubblicato anche on line sulla rivista “Mondo digitale”, dicembre 2009.• Rosanna De Rosa, Corso Online di Comunicaizone Politica, Federica – http://www.federica.unina.it• Perché non mi piacciono le condizioni di uso di Facebook http://www.giornalismi.info/ gubi/articoli/art_1182.html• Undermining Privacy in social Network http://w2spconf.com/2008/papers/s3p2.pdf• Christian Fuchs, Social Networkig Sites and The Surveillance Society http://fuchs.icts.sbg.ac.at/SNS_Surveillance_Fuchs.pdf• Web-Based Inference Detection http://www2.parc.com/csl/members/jstaddon/publications/USENIX07Full.pdf• Feeling Betrayed, Facebook Users Force Site to Honor Their Privacy http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2007/11/29/AR2007112902503_pf• Wainer Lusoli, Caroline Miltgen, Young People and Emerging Digital Services An Exploratory Survey on Motivations, Perceptions and Acceptance of Risks http://ftp.jrc.es/EURdoc/JRC50089.pdf• Alcune immagini sono tratte da Stock.xchng www.sxx.hu• La slide Open Teaching - Network Sherpa è di Alec Courosa http://www.flickr.com/photos/courosa/3293199214/sizes/o/in/photostream/• I marchi sono proprietà riservata dei relativi proprietariMaggio 2012 web20 a scuola 80
  78. 78. Crediti fotografici• Sentiero del Venda http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/66/Sentiero_del_venda.JPG• Dolcevita zen http://www.flickr.com/photos/auro/234894602/• txting http://www.flickr.com/photos/courosa/2831891520/sizes/l/in/set-72157603986790944/• Charlemagne is back http://www.flickr.com/photos/e3000/2735834124/sizes/l/• Three ladies in conversation http://www.flickr.com/photos/90664717@N00/28225950/• Kids conversation http://www.flickr.com/photos/11739182@N03/1263985679/• Wyoming and south dakota sky http://www.flickr.com/photos/davebluedevil/17508904/• Sombre sky http://www.flickr.com/photos/flavijus/543987511/• Sea smoke 1 http://www.flickr.com/photos/lunaspin/2094563164/• On my working morning http://www.flickr.com/photos/leafy/3826214063/in/set-72157622908887072/Maggio 2012 web20 a scuola 81

×