Ecomunicattore: i giovani protagonisti della sostenibilità

284 views

Published on

Un progetto che ha a cuore i giovani e lo sviluppo di una loro consapevolezza rispetto alle tematiche ambientali ed energetiche.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Ecomunicattore: i giovani protagonisti della sostenibilità

  1. 1. L E C O M U N ’ I C A T T O R E I giovani protagonisti della sostenibilità Green Spot Festival, Gorizia, 24 novembre 2010 Sara Capuzzo, Resp. Progetti didattici Energoclub
  2. 2. Chi è Energoclub? Associazione Onlus con circa 3000 soci Riconversione del sistema energetico Azioni volte a:  Tutelare e valorizzare natura e ambiente  Promuovere un impiego sostenibile delle FER  Educare all’uso razionale delle risorse Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  3. 3. Dall’idea all’azione Gruppo di lavoro: Valeria Pluti e Sara Capuzzo (Energoclub), Marco Geronimi Stoll, Gabriele Coassin (Plurimedia), Nicola Mattarollo (Filmedia), Chiara Vialmin Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  4. 4. Obiettivi del Progetto Far acquisire consapevolezza rispetto alla questione ambientale ed energetica Valorizzare l’urgenza dei ragazzi di essere protagonisti ed esprimere il proprio talento Trasformare i ragazzi da destinatari diretti a “Ecomunicattori” Incoraggiare e valorizzare il lavoro di gruppo Dotarli di una “cassetta degli attrezzi” che favorisca la capacità di espressione Far acquisire professionalità altamente spendibili Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  5. 5. La struttura del percorso 1/5 PRIMO GIORNO:  Attività propedeutiche (gioco rompighiaccio, l’incarico, questionario in ingresso, ecc.)  L’energia intorno a noi (cos’è l’energia, perché è importante, fonti fossili e rinnovabili, cambiamento climatico, impronta ecologica, ecc.)  La sostenibilità (quanto incido sul consumo globale, come posso risparmiare, nuovi stili di vita e riduzione degli sprechi, ecc.)  L’emergenza attraverso i miei occhi (lavoro di gruppo) Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  6. 6. I ragazzi cominciano a conoscersi Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  7. 7. La struttura del percorso 2/5 SECONDO GIORNO:  Comunicazione: io ricevente (attività volta a favorire lo sviluppo di spirito critico e onestà intellettuale, il riconoscimento di casi di green washing ecc.)  Comunicazione: io emittente (analisi dei destinatari, obiettivo del messaggio, evoluzione degli spunti di ‘l’emergenza attraverso i miei occhi)  Tecnica della realizzazione video: fotografia, ripresa video, montaggio e masterizzazione Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  8. 8. La struttura del percorso 3/5 TERZO GIORNO:  Formazione delle tre troupe di film maker (definizione e condivisione dei ruoli)  La produzione creativa (negoziazione dei contenuti, dibattito facilitato sullo sviluppo dei soggetti e sulle possibili modalità di rappresentazione)  Lavoro di gruppo (perfezionamento del piano di lavoro, costruzione storyboard, analisi tecnica di filmati tematici, selezione immagini, brani musicali, creazione slogan, ecc.) Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  9. 9. La struttura del percorso 4/5 QUARTO GIORNO:  Learning by doing: i ragazzi apprendono sul campo le nozioni teoriche e pratiche delle diverse discipline (costruzione set, riprese, montaggio, scrittura, ecc.)  Attività di backstage: mentre le troupe realizzano immagini e suoni, altri sottogruppi lavorano su colonna sonora, selezione immagini, ppt, ecc. Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  10. 10. La struttura del percorso 5/5 QUINTO GIORNO:  Montaggio e masterizzazione: rielaborazione e montaggio delle immagini realizzate e dei materiali raccolti, con integrazione di eventuali animazioni  Ultimi ritocchi: correzioni, inserimento titoli di testa e coda, slogan, ringraziamenti  Selezione fotografie backstage, ultimazione presentazione ppt  Questionario in chiusura  Presentazione dei ppt e proiezione dei corti Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  11. 11. Un lavoro d’equipe Un lavoro d’equipe Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  12. 12. La costruzione del setLa costruzione dei set Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  13. 13. La componente ludica La componente ludica Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  14. 14. Gli effetti speciali Gli effetti speciali Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010
  15. 15. Qualche recensione…“Se devo essere sincero, dopo aver accettato di partecipare a questo progetto ero molto diffidente. Ero convintofosse un incontro fac-simile lezioni di scuola dove un professore parla e noi mezzi addormentati fingiamo diascoltare. Oggi, alla fine di questo progetto sono contento di affermare che è stata un’iniziativa stupenda.Importante oltre alla preparazione di voi insegnanti è stato il rapporto che avete instaurato con noi: unrapporto alla pari, di reciproco scambio di informazioni e di idee sia quando si è affrontata la parte teorica, siaquando abbiamo iniziato a realizzare il cortometraggio. Importanti sono stati anche gli strumenti professionaliche ci hanno permesso di lavorare in maniera molto efficiente e la vostra disponibilità e preparazione che senzadubbio ci ha permesso di portar via molte informazioni. Complimenti!”“È stata un’esperienza formativa interessante, che ha permesso ai giovani di aprire gli occhi su ciò che licirconda e di riflettere sul loro futuro e quello del pianeta anche attraverso la realizzazione di simpatici einteressanti cortometraggi che fanno sorridere, ma nello stesso tempo trasmettono un insegnamento”“Dal primo giorno all’ultimo la LW è stata sempre più interessante. Abbiamo fatto amicizia con persone chenon conoscevamo molto bene e abbiamo imparato tecniche da degli esperti. È stato coinvolgente anche il lavoro digruppo e la suddivisione in ruoli ben definiti. Mi sono divertito molto anche se è stata una settimana intensa”“Davvero molto interessante, sia dal punto di vista sociale che da quello pratico. Ho imparato molte coseinteressanti e ho passato ore piacevoli in compagnia di amici e professionisti, preparati e molto disponibili. Lorifarei” Sara Capuzzo, Energoclub Onlus Gorizia, 24 novembre 2010

×