Catal. n. chirico (testo crit. e. de albentiis)

1,390 views

Published on

Catalogo della mostra di Natino Chirico che si terrà a Villa Fidelia (Spello, Umbria) dal 17 giugno al 24 luglio 2011, a cura di Emidio De Albentiis

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,390
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Catal. n. chirico (testo crit. e. de albentiis)

  1. 1. cinema,lucee movimentoNELL’ARTE DINatinoChiricoA CURA DI EMIDIO DE ALBENTIIS
  2. 2. Foto Valentina Socci
  3. 3. cinema, luce e movimento NELL’ARTE DI Natino Chirico A CURA DI EMIDIO DE ALBENTIIS 17 giugno>24 luglio 2011 Spello Palazzina di Villa Fidelia ai 150 anni dell’Unità d’ItaliaCon il contributo di: Con il Patrocinio di: Francesco Paperini Private Banker Provincia Comune di Perugia di Spello
  4. 4. Marco Vinicio Da molti anni Villa Fidelia e Natino Chirico invece, si svolge allinsegna di un percorsoGuasticchiPresidente sembravano essersi promessi un incontro nellipotetica galleria cinematografica cheProvincia di Perugia artistico di primaria importanza. Da un lato la Chirico ha sentito e disposto, disegnato eDonatella PorziAssessore Palazzina del nostro complesso alle porte di montato nella Palazzina come se, anziché sulalle Attività Culturali dellaProvincia di Perugia Spello, con la sua vocazione per tutto quanto set cinematografico, ci trovassimo in una attiene a un set cinematografico o sa di situazione teatrale: un palco e una platea pie- memoria cinematografica; dallaltro il maestro ni di sogni, di miti in cerca di una nuova vita, che sa mettere in figura lanima stessa della di fantasmi della parola che riprendono a macchina da presa, lavorando con i miti del muoversi e a incantare grazie ai piani di lettu- grande schermo come se fossero personaggi ra delle loro immagini che il maestro ha di un film ancora da scrivere. “scansionato” filtrando memorie e passioni. E, certo, oggi che la mostra di Natino Chirico Prima di tutto, certo, le sue, di uomo e di arti- si realizza a Villa Fidelia inaugurando un anno sta per il quale la materia del cinema è di espositivo dal quale ci aspettiamo conferme indistruttibile consistenza da oggi alleternità. e svolte di qualche peso, le due tensioni alla Poi, ma senza scarti o priorità di posizione reciproca valorizzazione si esaltano e diven- sulla scena, le memorie e le passioni che tano una cosa sola agli occhi del visitatore. ognuno di noi può avere coltivato in vita sua La Palazzina, per loccasione, sembra diven- verso il cinema. Infine, guardando al di là del- tata un piccolo “museo del cinema” nel qua- lattuale evoluzione della cinematografia, uno le le figure di Natino Chirico si muovono con scatenarsi di pulsioni verso il nuovo che avan- la disinvoltura che solo un maestro poteva za sconvolgendo limpianto novecentesco imprimere loro: niente di statico o di riflesso in dellarte e della tecnica del cinema: memorie uno specchio vuoto della tradizione. Tutto, e passioni che si proiettano verso nuovi sce-
  5. 5. nari e ipotizzano un rapporto col pubblico inimmaginabile fino a qualche anno fa. Su tutto, come una potente narrazione mito- logica, Natino Chirico pone senzaltro il film della vita, lo scorrere dellesistenza che asso- miglia a una pellicola cinematografica in con- tinuo srotolamento. La sua arte, rapportata a questa metafora, è quella del maestro che, in tanto fluire, riesce a catturare fotogrammi di personaggi e interpreti per farne dei modelli utili alla conoscenza del genere umano. Poi, come in una pesca senza uccisione della preda, quei personaggi vengono ricollocati nelle loro sequenze e lanima nuova che haFoto Enrico Mezzasoma –Provincia di Perugia dato loro Natino Chirico vive in mezzo a noi, ci è compagna e consigliera di bellezza e di affetti. E così, su questi presupposti, ha sen- so la mostra di Villa Fidelia ed è bello che Natino Chirico e la nostra Palazzina si siano finalmente incontrati.
  6. 6. Luce e movimento: il cinema come metafora dellesistereEmidio De Albentiis nellarte di Natino Chirico Un discorso genialmente ricorrente di uno dei migliori critici cinematografici dellattuale oriz- zonte culturale, Enrico Ghezzi, si incentra su un particolare carattere del linguaggio cinema- tografico: a dispetto della loro apparente mobilità – così simile a ciò di cui abbiamo conti- nuamente esperienza nella vita di tutti i giorni – le immagini di un film sono una sorta di lingua morta, a causa della loro immodificabile cristallizzazione (si veda, al riguardo, tra i saggi di Ghezzi, soprattutto la stimolante raccolta di scritti Paura e desiderio. Cose (mai) viste). Il ragionamento del noto critico coglie certamente nel segno, nel momento in cui si sottolinea limpossibilità di procedere ad alterazioni della forma codificata di unopera cinematografica, determinata una volta per tutte in sede di regia e di montaggio: tale caratteristica, sempre secondo Enrico Ghezzi, assicurerebbe viceversa al teatro una più autentica vitalità, non solo perché gli attori si misurerebbero ad ogni recita con la fisicità sempre mutevole dellandare in scena, ma soprattutto per la possibilità – attuata da tempi remoti (si pensi, tra laltro, alla Commedia dellarte) – di apportare varianti e improvvisazioni rispetto ai copioni. Certo, la teoria di Ghezzi è brillante ed è fondata su alcuni punti incontestabili: al tempo stes- so, però, è facile muoverle un paio di obiezioni altrettanto cogenti. La prima, più scontata, è che anche leffettiva maggiore immediatezza del teatro si scontra fatalmente con la brevità del tempo della rappresentazione: anche senza considerare il carattere legato alla finzione (che rende ogni spettacolo un doppio del reale e mai il reale in sé e per sé), la durata della recita non potrà che trasformare anche la più geniale e profonda delle pièces in una ridottissima evocazione della vita. Ma ancora più importante è la seguente considerazione: anche ammet- tendo, con Enrico Ghezzi, che la forma-film sia una forma bloccata, e quindi in qualche modo morta, ci si dimenticherebbe che tantissimi altri linguaggi artistici sono contraddistinti dalla fis-
  7. 7. nella pagina a fianco sità (si considerino, tra le altre, le arti visive, la poesia e la letteratura, ecc.), senza che per que-Charlie Chaplin 2011Olio, acrilico sto si sia davanti a forme espressive "morte". Il vero motore delle arti, direi di qualsiasi tipo die tecnica mista su telacm 100 x 100 arte (teatro compreso, ovviamente), è il tasso di immaginazione fantastica, di libera contami-nella pagina precedenteCharlie Chaplin 2011 nazione tra ragione ed emozione, che ciascuna opera si rivela in grado di suscitare, indipen-Olio, acrilicoe tecnica mista su tela dentemente dal suo intrinseco dinamismo: certo, in questultimo campo, lesperienza futuri-cm 71 x 86 sta ha cercato, nel 900, di superare le barriere della staticità, ma noi amiamo quello stile non tanto e non solo per questo motivo, ma per linvito a metterci in sintonia con il fluire ininter- rotto delle cose, una meta più di carattere fantastico che banalmente realistico. Il cinema, poi, non credo vada visto nei termini forma morta/forma viva in base al suo peculia- re linguaggio: la sua somiglianza alla vita, infatti, non è data dal fatto che, in un film, ci sembra di riconoscerci perché gli attori si muovono in scenari o entro storie che ci sono famigliari (il cinema può peraltro nutrirsi anche di altri ingredienti, non per forza coincidenti con la verosi- miglianza), ma, soprattutto, perché lo spettacolo che vediamo scorrere davanti ai nostri occhi ci conduce verso quel dono prezioso che è la nostra immaginazione. Il raggiungimento di que- sta meta, forse la più autentica ricchezza e consolazione offerta al nostro vivere, consente for- se di individuare se larte – ogni arte in cui ci si imbatta (dai graffiti rupestri della preistoria alle esperienze contemporanee, dai fratelli Lumière a Eastwood o chi per lui) – sia davvero tale. Questa lunga premessa mi è parsa la degna cornice per inquadrare adeguatamente questa importante mostra di un artista, Natino Chirico, che ho il piacere e la fortuna di seguire da qual- che anno nelle sue proposte artistiche. Protagonista della sua ricerca, in questultima feconda fase della sua attività (un amore sbocciato ormai da molto tempo), è, per lappunto, il cinema:
  8. 8. nella pagina a fianco Chirico utilizza molteplici linguaggi visivi, dalla pittura alla scultura, dallinstallazione alla fotografiaCharlie Chaplin 2011Olio, acrilico trattata e al video, giungendo talvolta a proporre perfino eleganti oggetti di arte applicata. Ma ine tecnica mista su telacm 71 x 86 lui non si tratta banalmente di un pastiche combinatorio, si è piuttosto di fronte al desiderio di riproporre in un magico caleidoscopio di forme e di colori, il sognante incanto proprio della setti- ma arte. Il titolo scelto per questa mostra a Villa Fidelia fa leva, non certo a caso, sul binomio for- mato dalla luce e dal movimento, sottolineando – intenzionalmente al di là della presunta fissità "ghezziana" di cui si è parlato nella premessa – proprio i caratteri luministico-dinamici che il cine- ma possiede nellimmaginario collettivo, prima ancora che in quello specifico di Natino Chirico. Naturalmente lartista ha alcuni suoi personali "eroi" di celluloide, che sembrano sempre più rassomigliare ad una compagnia di giro, sul modello tante volte ricorrente nellarte di ogni epoca, dai personaggi di Tiepolo (magistralmente evocati da Roberto Calasso nel suo splen- dido volume Il rosa Tiepolo) ai saltimbanchi della fase rosa di Picasso, giusto per citare due esempi emblematici: Chirico ci fa riassaporare i volti e le atmosfere di Charlot, di Anna Magnani, di Federico Fellini, di Totò, di Sophia Loren e di numerosi altri signori e signore del- la scena, combinando, in pregevoli tecniche miste, fotografie trattate e arricchite da una pit- tura dal cromatismo vivace ed avvolgente, attraverso cui emergono tutto lamore e tutta la riconoscenza che lo stesso artista nutre nei confronti di registi e attori che continuano a sug- gerire – a lui come a noi – emozione, sogno ed incanto. Un particolare carattere fantasmati- co Chirico lo riserva poi ad un insieme di lavori che sta sempre più ponendo al centro della sua attenzione: le sagome in metacrilato trasparente di quegli stessi personaggi del mondo del cinema (o di alcuni di essi) che, in virtù della loro caratterizzazione come silhouette, ci appaiono come sospesi tra essere e non essere.
  9. 9. nella pagina a fianco Forse i protagonisti – per certi versi opposti anche se convergenti – non solo di questaGli invincibili 2011Olio e acrilico su tela mostra, ma di tutta la ricerca artistica di Natino Chirico, sono Charlie Chaplin e Federicocm 72 x 156 Fellini: se il primo incarna un desiderio di riscatto che, talvolta, sconfina direttamente nellim- pegno politico-sociale pur non dimenticando mai la vena esistenziale che ne ha generato li- spirazione (si pensi ad unopera-chiave, seconde me, quale Luci della ribalta), per il secondo il discorso sembra farsi ancora più complesso. Al grande Riminese, infatti, quella stessa insoddisfazione del vivere che, decenni prima, aveva spinto Chaplin ad inventare Charlot, suggerisce lesplorazione di un percorso in cui la realtà e la dimensione onirica si guardano cercando un accordo, senza che sia possibile decretare la definitiva vittoria delluna sullaltra. Questa, forse, è la dimensione dellessere che dobbiamo accettare, se intendiamo trovare un equilibrio e un linimento alle nostre ansie, come ci invita, tra laltro, il prodigioso finale di 8 e mezzo: solo accogliendoci reciprocamente nelle nostre tante debolezze e nelle nostre non meno grandi virtù, potremo essere persone capaci di cogliere non solo il possibile senso del- la nostra avventura umana, ma il sia pur misterioso valore del sogno e dellimmaginazione, un arricchimento e non un impoverimento rispetto alla durezza della vita quotidiana. Ma si trat- ta, naturalmente, di problemi eterni quanto lUomo: agli occhi più attenti non sfuggirà, tra le tante opere di Natino qui presentate, un ritratto di Fellini con una cornice allantica, segno tan- gibile della perennità – o, se si vuole, del desiderio di perennità – dellarte, del comico e del tragico e delle loro parziali ma preziose risposte allenigma dellesistenza.
  10. 10. Don Chisciotte 2011Olio e acrilico su telacm 40 x 40Pulcinella 2011Olio e acrilico su telacm 40 x 40Don Chisciotte 2011Olio e acrilico su telacm 40 x 40nella pagina a fiancoDon Chisciotte 2011Olio e acrilico su telacm 40 x 40
  11. 11. Federico Fellini 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su telacm 72 x 156nella pagina a fiancoFederico Fellini 2011Olio e acrilico su telacm 110 x 100
  12. 12. Federico Fellini 1999Tecnica mista su telacm 60 x 80nella pagina a fiancoPierpaolo Pasolini 1999Tecnica mista su telacm 80 x 60
  13. 13. Charlie Chaplin 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su telacm 60 x 90nella pagina a fiancoCharlie Chaplin 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su telacm 60 x 90Charlie Chaplin 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su telacm 60 x 90
  14. 14. Il mare 2011Tecnica mistasu pvc e plexiglasscm 55 x 55 x 55nella pagina a fiancoTra mitoe modernità 2011Tecnica mistasu pvc e plexiglasscm 60 x 80 x 10
  15. 15. Federico Fellini 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su telacm 96 x 100nella pagina a fiancoCharlie Chaplin 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su telacm 96 x 100
  16. 16. Federico Fellini 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su specchiocm 114 x 153nella pagina a fiancoCharlie Chaplin 2011Olio, acrilicoe tecnica mista su specchiocm 114 x 153
  17. 17. Foto Laura Camia
  18. 18. 1953 Reggio Calabria. Da Francesco Chirico, Milano, Galleria Valentini. Tiene una personale. mostra Arte e moda.scrittore e poeta dialettale, e da Ester Condemi, 1980 Catania, Studio Arti Visive. Tiene una 1989 Mosca, Istituto Italiano di Cultura. Tieneda cui trae energia, il 4 luglio nasce Fortunato personale. Presentazione di Francesco Gallo. una personale che titola Visitando Mosca.(Natino) Chirico. 1981 Perugia, si sposa con Patrizia Sutto. Avvia la collaborazione con la Società Italstat1971 Reggio Calabria, si iscrive alla Facoltà di Per grandi aziende e banche progetta opere per lideazione grafica dimmagine di grandiArchitettura e poi allAccademia di Belle Arti. darredo. mostre in Italia e allestero: Mosca, Parigi,Reggio Calabria, Teatro F. Cilea. Partecipa alla 1982 Roma, Galleria Il Narciso. Partecipa alla Napoli, Bari, Buenos Aires, Berlino, Palermo,Mostra di pittura dei giovani artisti. collettiva Lavorare a pastello. Milano, ecc.Reggio Calabria, Galleria Bruzia. Partecipa al 1983 Reggio Calabria, Galleria La Tela. Tiene 1990 Roma, nasce Alessandro.Premio Alfonso Frangipane. una personale. Berlino, Università degli Studi. Tiene una per-1973 Si trasferisce a Milano dove frequenta Enna, Galleria civica. Partecipa alla Rassegna sonale.lAccademia di Belle Arti di Brera e la Scuola di di Pittura a cura di Francesco Gallo. 1991 Parigi, La Villette. Personale.Domenico Cantatore. Inizia a collaborare con Vizzolo Predabissi (Milano). Partecipa alla col- New York, Istituto Italiano di Cultura. PartecipaGianni Versace e Ken Scott progettando dise- lettiva Il buon lavoro di 13 artisti a cura di alla collettiva Artisti italiani a New York.gni per tessuti. Raffaele De Grada. 1992 Bari, nellambito della Fiera del Levante,Reggio Calabria, Galleria La Nucara, tiene una Roma, Galleria Il Narciso. Tiene una personale tiene una personale.mostra personale. di disegni. 1993 Roma, Spazio Arte Istituto PoligraficoCopanello (Catanzaro), Galleria Guglielmo, tie- 1984 Roma, Palazzo dei Congressi, partecipa dArte Classica e Contemporanea. Tiene unane una mostra personale. alla mostra Omaggio al sole. personale che titola Segno e Colore.1974 Parigi, Saloni Unireg. Partecipa alla pri- 1985 Capo dOrlando, partecipa alla XXV 1995 Roma, Palazzo Barberini, Circolo Ufficiali.ma Esposizione dei pittori del sud – 22 Artisti Rassegna Nazionale dArte Infinita contempla- Tiene una personale.calabresi. zione. A cura di Francesco Gallo. Palizzi Marina (Reggio Calabria), Spazio ArteReggio Calabria, Galleria Punto Bleau, tiene Roma, Galleria Trifalco. Partecipa alla collettiva Baia dei Gelsomini. Tiene una personale.una mostra personale. Idea di Roma. In catalogo un testo di Romeo Roma, Temple University. Partecipa alla collet-Villa San Giovanni, Lido Cenide, partecipa al Lucchese. tiva Artisti a Roma.Premio Villa San Giovanni. 1986 Roma, nasce Federica. 1996 Torino, Galleria La Rocca. Tiene una1975 Si trasferisce a Roma dove conclude gli Milano, Galleria Gian Ferrari. Partecipa alla col- personale che titola LArte di esprimersi.studi dAccademia nelle Scuole di Franco lettiva Visibile eco a cura di Francesco Gallo. Capri, Centro Ignazio Cerio. Tiene una perso-Gentilini e Arnoldo Ciarrocchi. Partecipa alla collettiva La forma e lidea. In nale che titola Bell’Italia.1976 Milano, Accademia di Brera. Inizia latti- catalogo un testo di Renzo Vespignani. 1997 Milano, Galleria Il Cancello. Tiene unavità didattica insegnando figura disegnata (sino 1987 Roma, Galleria Trifalco. Partecipa alla personale.al 1978). collettiva Della Natura – cinquantaquattro artisti Palizzi Marina (Reggio Calabria), Spazio ArteVarsavia. Accademia di Belle Arti. Partecipa alla per Lucrezio. Testo di Cesare Vivaldi. Baia dei Gelsomini. Tiene una personale.Quadriennale dArte Grafica. A Roma fonda con Filippo Saratti e Raffaele Napoli, Studio Parisio. Tiene una personale cheRoma, partecipa al Premio Lubiam. Occidente lo Studio grafico Chirico Saratti titola I Miti e larte di Comunicare.1977 Reggio Calabria, Galleria Morabito. Occidente finalizzato alla progettazione di Roma, Associazione Brutium. A cura di EmmaPartecipa ad una collettiva. immagini aziendali. Gesualdi, partecipa allOmaggio a Totò.1979 Varsavia, Klub Miedzynarodowej Prasy I 1988 Avvia lattività di architettura ed arredi 1998 Roma, Spazio Arte Nil. Tiene una perso-Ksiazki Ruch. Personale. dinterni per privati ed aziende. nale che titola Omaggio a Totò.Roma, Galleria Trifalco. Partecipa ad una collettiva. Roma, Galleria Monogramma. Partecipa alla Roma, Galleria Monogramma. Tiene una per-
  19. 19. sonale che titola Cinema Italia. Testi di Nico da Maria Antonietta Mamone, partecipa alla Garrone e Nuccia Micalizzi. Biennale Giovani dello Stretto. Reggio Calabria, Sala espositiva del Centro Reggio Calabria, Villa Comunale, Conversazione Direzionale. Tiene una personale che titola Totò su artisti reggini, a cura di Maria Antonietta – Cinema Italia. Mamone. San Severo (Foggia), Museo Civico. Tiene una 2001 Roma, Palazzo delle Esposizioni. Tiene personale che titola Totò. una personale che titola Natale con Eduardo. Reggio Calabria, Circolo Polimeni. Mostra per- Testi di Antonio Calicchia, Erri De Luca, sonale. Gianfranco Ferroni. Santa Maria di Licodia (Catania). Tiene una San Francisco, Istituto Italiano di Cultura. Tiene personale che titola Omaggio a Totò. una personale che titola Omaggio a Totò. 1999 Roma, Galleria Monogramma. Mostra per- Cecina (Brescia), nellambito della Settimana sonale che titola Omaggio a Totò. Testi di Liliana della Cultura, tiene una personale che titola I De Curtis ed alcune espressioni dellattore. Miti del Cinema Italiano. Roma, Spazio dellex Mattatoio. Partecipa alla New York, Istituto Italiano di Cultura, a cura di mostra Il Mattatoio: anno 2063. Cinecittà Olding e del Ministero per i Beni e le Roma, Galleria Il Vicolo. Tiene una personale Attività Culturali, tiene una personale che titola che titola W il Cinema. Presentazione di Renzo Omaggio a Totò. Vespignani. 2002 Reggio Calabria, Sale espositive Roma, nellambito della rassegna Notti di dellHotel Excelsior, partecipa al Premio Fata Cinema a Piazza Vittorio, tiene una personale. Morgana. Premiato. Roma, nellambito della rassegna Cinecittà Reggio Calabria, Spazio espositivo dell’Hotel Village, tiene una personale. Miramare, partecipa alla mostra collettiva Reggio Calabria, partecipa alla mostra Cento Omaggio a Italo Falcomatà. opere per una collezione – Aspetti dellarte del Roma, Complesso del Vittoriano, mostra per- Novecento a Reggio Calabria. A cura di Maria sonale antologica che titola Cercaretrovare. Festa, Pina Porchi, Rachele Sciarrone. Roma, realizza 100 grandi disegni su Roma per 2000 Roma, Chiesa di Santa Rita. Tiene una la catena alberghiera Boscolo Luxury Hotel. personale che titola Personaggi e miti. Testi di 2003 Reggio Calabria, partecipa alla mostra col- Renzo Vespignani e Carlo Fabrizio Carli. lettiva Omaggio alle donne. A cura di Pina Porchi. Roma, Studio S. Partecipa alla collettiva Ciak Reggio Calabria, Palazzo San Giorgio, mostra si gira. personale che titola Connubio. Cosenza, Casa delle Culture. Tiene una perso- Praga, realizza 170 opere per la catena alber- nale che titola Eduardo e larte di esprimersi. ghiera Boscolo Luxury Hotel.Foto Laura Camia Testo di Gianfranco Ferroni. Perugia, galleria d’arte Artemisia. Partecipa alla Venezia, Palazzo del Casinò. Nellambito della collettiva In gioco l’arte. Mostra Internazionale del Cinema, tiene una Reggio Calabria, premio Bronzi di Riace. personale che titola I Miti del Cinema Italiano. Premiato. Reggio Calabria, Accademia di Belle Arti, orga- Reggio Calabria, premio Falcomatà. Premiato. nizzata dallAssociazione Anassilaos e curata Roma, Spazio Mo.Ca. Tiene una personale che
  20. 20. titola I colori delle stelle. ne del Festival Catonateatro. Roma, Palazzo Valentini. Tiene una personaleGrosseto, Cassero della Fortezza Medicea. Roma, Spazio Mo.Ca. Tiene una personale che che titola Cinema Segno e Colore.Tiene una personale che titola I colori delle stelle. titola Filicudi. Arcinazzo Romano, Villa di Traiano. Tiene una per-2004 Torino, Circolo della Stampa, partecipa alla Roma, Palazzo Valentini. Tiene una personale sonale che titola Connubio tra cinema e pittura.collettiva Magica luna. Espone Fellini e la luna. che titola Autoritratti, ritratti e tratti. Sant’Alessio, riceve il Premio Foyer des Artistes.Roma, realizza 4 grandi opere per la catena Roma. Premio “Brutium: i calabresi nel Mondo”. Reggio Calabria, Villa Genoese Zerbi. Partecipaalberghiera Boscolo Luxury Hotel. Premiato. alla mostra Reggio Art. Gli artisti reggini a curaBruxelles, mostra personale all’Istituto Italiano 2007 Reggio Calabria, teatro Comunale F. di Serena Carbone.di Cultura che titola Cinema Italia. Cilea. Tiene una personale nell’ambito della 3a Roma, Castel Sant’Angelo. Partecipa allaBruxelles, Ambasciata Italiana presso l’Unione edizione di Reggio Film Fest. Espone 18 opere. mostra Fratello Ambiente Sorella Arte a cura diEuropea, espone quattro opere in una colletti- Torino, realizza la moneta commemorativa dei SECOP Edizioni.va di artisti italiani. Papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Roma, Galleria Spazio Officina 468. PartecipaTorino, realizza la moneta commemorativa per i Roma, Spazio espositivo Zen Arte. Espone 12 alla collettiva A bit of Pop Art.60 anni della Bandiera della Repubblica Italiana. opere sui personaggi del cinema. Roma, SMAC, Segni Mutanti Arte2005 Torino, Circolo della Stampa. Partecipa Corciano, nell’ambito di Corciano Festival 2007 Contemporanea.alla collettiva Bosco magico. Espone 21 disegni. tiene una personale presso lo Spazio espositi- Nell’ambito del Festival Internazionale del FilmTrevignano (Roma), nell’ambito de La Cittadella vo OVUS. di Roma tiene la personale Doppio Registro adel Corto, 11° Festival Internazionale del corto Roma, Galleria One Piece Contemporary Art. cura di E. De Albentiis.di fiction, tiene una personale che titola Il gioco Tiene una personale. Milano, Spazio espositivo Zen Arte. Esponedelle (p)arti. Quando l’arte incontra il cinema. Milano, Galleria One Piece Contemporary Art. opere sui personaggi del cinema.Perugia, Rocca Paolina. Tiene una personale Partecipa ad una collettiva. 2009 Roma, Complesso Monumentale di Sanche titola Cinema Cinema. Espone 80 opere. Roma, Auditorium Parco della Musica. In occa- Salvatore in Lauro. Partecipa alla mostraRoma, realizza 4 grandi opere per la catena sione della 2a Festa del Cinema di Roma espo- Fabula - In Defence of African children. A curaalberghiera Boscolo Luxury Hotel. ne un’opera dedicata a Federico Fellini. di Bianca Alfonsi, Alessia Montani e GiorgiaRoma, realizza per la Provincia di Roma il ritrat- Roma, Galleria One Piece Contemporary Art. Simoncelli.to di Mons. Di Liegro, che viene collocato nel Tiene una personale. Espone 8 opere. Roma, Palazzo Rondanini. Tiene una persona-Salone a lui intitolato a Palazzo Valentini. Spoleto, Albornoz Hotel, 4a Rassegna le che titola Ritratti.Roma. Premio Brutium. Espone 5 opere. Spaziapertispazisegreti. Realizza 4 opere desti- Roma, realizza 80 opere per la Residenza Torre2006 Reggio Calabria, Teatro Comunale F. nate all’Atelier Permanente. Colonna.Cilea. Tiene una personale che titola Donna e 2008 Roma, Spazio espositivo Tiepolo. Roma, realizza 15 opere per i Bettoja Hotels.cinema. Nell’ambito della rassegna Arte in Tavola a cura Citerna, Nuovo Cinema Smeraldo di Pistrino.Roma, Complesso del Vittoriano. Partecipa alla di Lia Morandini tiene una personale. Dona due opere in occasione della riapertura almostra Lazzaro, Scicolone, Loren, a cura di V. Roma, Auditorium Parco della Musica. Espone pubblico. In esposizione permanente.Mollica. un’opera dedicata a Stanlio e Ollio. Andria, Palazzo Chieppa. Partecipa alla mostraRoma, Chiostro del Bramante. Tiene una per- Roma, Galleria Spazio Officina 468. Tiene una Fratello Ambiente Sorella Arte a cura di SECOPsonale che titola Donne e Cinema. Espone 50 personale che titola Arte e cinema. Testo di Edizioni.opere. Emidio De Albentiis. Roma, Chiostro del Bramante. Tiene una per-Roma, Spazio espositivo “Vertecchi per l’Arte”. Roma, Via Metastasio 15 Art Gallery & Store. sonale che titola Charlie Chaplin. L’ultimo pro-Partecipa alla performance bluEyes pARTy. Nell’ambito della rassegna Lo specchio legge- feta. Testo di Erri De Luca.Catona. Realizza il manifesto per la XXI edizio- ro a cura di F. Iatosti tiene una personale. Todi, Palazzo del Popolo, Sala dell’Arengo.
  21. 21. Nell’ambito del Todi Arte Festival tiene la per- Hanno scritto di lui:sonale L’inquieta leggerezza della comicità. Renzo Vespignani, Gino Guida, UgoCinema e pittura nell’arte di Natino Chirico a D’Ambrosi, Carlo Filosa, Erri De Luca, Annacura di E. De Albentiis. Antilosei, Raffaele De Grada, Giorgio Seveso,Testi di Enrico Vanzina ed Emidio De Albentiis. Francesco Gallo, Gilbert Erouard, CarmineMilano, Spazio Bonjour Garibaldi. Tiene una Benincasa, Tony Bonavita, Nico Garrone, Annapersonale che titola Gli invincibili. Charlie Gronda, Dario Micacchi, Nuccia Micalizzi, PinaChaplin e Don Chisciotte. Lupoi, Luigi Lambertini, Claudia Gianferrari,2010 Roma, realizza il ritratto per la copertina Mario Monteverdi, Giuseppe Selvaggi, Vitoe i disegni per il libro Cantiche dell’universo di Apuleo, Gualtiero Da Vià, Berenice, GuidoEugenio De Rosa, Momenti Edizioni. Latella, Francesco Fiumara, Marialuisa Stazio,Roma, Musei di San Salvatore in Lauro. Liliana De Curtis, Gianfranco Ferroni, CarloPartecipa alla mostra Fabula in Art 2010. A Fabrizio Carli, Domenico Guzzi, Mariacura di Bianca Alfonsi, Elisabetta di Mambro, Antonietta Mamone, Pina Porchi, AlessiaAlessia Montani e Giorgia Simoncelli. Mari,Tiziana Sforza, Tullio Pacifici, MiriamRoma, Shenker Culture Club. Tiene la perso- Castelnuovo, Angela Caporrini, Benedetta Denale Charlie Chaplin, the art of silence. Testi di Marco, Costanzo Costantino, Emidio DeErri De Luca, Renato Nicolini e Mario Sesti. Albentiis, Stefano Iatosti, Nicola Navazio, MarioVibo Valentia (Rc), Palazzo Comunale “Enrico Placidini, Tatiana Galtieri, Luisa Bellissimo,Gagliardi”. Partecipa al Premio Internazionale Bruna Condoleo, Enrico Vanzina, RenatoLimen Arte 2010, sezione Artisti Italiani. Nicolini, Mario Sesti e altri.Reggio Calabria, Azienda Calabria Lavoro.Realizza il logo aziendale e tre opere per la sede.Catanzaro, Palazzo Alemanni. Realizza un’ope- Natino Chirico vive e lavora tra Roma era per l’ufficio del Governatore della Regione Perugia.Calabria. e-mail:2011 Roma, Tempio di Adriano. Partecipa alla chirico.natino@gmail.comMostra Immagini di parole, nell’ambito della Vedizione della manifestazione Ritratti di Poesia,promossa dalla Fondazione Roma.Roma, ReD – Auditorium parco della Musica.Tiene la personale Il sorriso di Charlie Chaplin.Reggio Calabria, Circolo di Società. Tiene lapersonale Natino Chirico, il mestiere del pittore.Roma, Musei di San Salvatore in Lauro.Partecipa alla mostra Fabula in Art 2011. A Charlie Chaplin 2011cura di Bianca Alfonsi, Elisabetta di Mambro e PlexiglassAlessia Montani. cm 170 h
  22. 22. Provincia di Perugia Progetto mostra a cura di: Spello Emidio De Albentiis Complesso di Villa FideliaPresidente: Palazzina - MuseumMarco Vinicio Guasticchi Redazione e archivio: via Flaminia, 70 Patrizia Sutto tel. e fax 0742 302100Assessore alle Attività Culturali:Donatella Porzi Allestimento: Orario: Federica Chirico da martedì a domenica 11.00>19.00Direzione: lunedì chiusoStefania Gatti Fotografie: Laura Camia Info:Coordinamento: Giancarlo De Leo Provincia di PerugiaMarina Matteucci Enrico Mezzasoma Servizio promozione Economica Valentina Socci Turistica e Culturale del TerritorioOrganizzazione: Ufficio promozione CulturaPaola Manfroni Immagine: e SpettacoloBeatrice Bagaglia USO UccelliSarattiOccidente tel. 075 3681218/405/386 cultura@provincia.perugia.itSquadra operativa: Stampa: www.provincia.perugia.itPatrizio Giulietti CTS Grafica srlRoberto Tomassini Città di Castello Ufficio stampa:Alessandro Trottolini info@etheriaconsulting.it Un ringraziamento particolare a:Progetto di com. multimediale: Marcello Coltellini In copertina:Maurizio Terzetti Charlie Chaplin 2011 Cecilia Lopriore flauto Olio e acrilico su tela cm 90 x 90 Maurizio Schifitto sax Italo Scotti voce Eugenio Tani pianoforte

×