Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Social media nell' (per l') informazione

798 views

Published on

slide di presentazione per un laboratorio sui social media tenuto presso Vega Venezia

Published in: Business

Social media nell' (per l') informazione

  1. 1. 27 Maggio 2013I social media nell’(per l’) informazioneStrumenti, pratiche e trucchi del mestiere1
  2. 2. EmanueleDal CarloPubblicitarioTitolare della DNAitalia.comruolo: strategia e gestione clientiabout.me/emanueledc2
  3. 3. Programma di oggi✤ Il lessico✤ Social setup ( browser / email / lastpass / dropbox / google drive )✤ Strumenti di base✤ Facebook ( profilo / pagina / gruppo )✤ Twitter✤ Google+ ( profilo / pagina / community )✤ Linkedin ( profilo / pagina / gruppi )✤ Altri strumenti✤ WordPress ( self hosted / WordPress.com )✤ YouTube✤ Instagram✤ Pinterest✤ Cercare, indagare, aggregare e gestire✤ Aggregatori / content curation ( scoop.it / paper.li / storify / sprout / hoot suite etc etc )✤ Come e quando postare3
  4. 4. Il lessicoParole e loro contesto4
  5. 5. Social mediaSocial media, in italiano media sociali, è un termine generico che indica tecnologie epratiche online che le persone adottano per condividere contenuti testuali,immagini, video e audio.Hanno definito i media sociali come un gruppo di applicazioni Internet basate suipresupposti ideologici e tecnologici del Web 2.0 che consentono la creazione e loscambio di contenuti generati dagli utenti.I social media rappresentano fondamentalmente un cambiamento nel modo in cui lagente apprende, legge e condivide informazioni e contenuti. In essi si verifica unafusione tra sociologia e tecnologia che trasforma il monologo (da uno a molti) indialogo (da molti a molti) e ha luogo una democratizzazione dellinformazione chetrasforma le persone da fruitori di contenuti ad editori. Sono diventati moltopopolari perché permettono alle persone di utilizzare il web per stabilire relazioni ditipo personale o lavorativo. I social media vengono definiti anche user-generatedcontent(UGC) o consumer-generated media (CGM).5
  6. 6. I ruoli che possiamo assumere✤ Friend (amici) su Facebook✤ Entrambi si seguono a vicenda✤ Followers [ su Facebook / Twitter / G+ / Instagram ]✤ Uno segue l’altro e non necessariamente il contrario anche se è possibile✤ Fan [ su Facebook pagine ]✤ Il fan segue la pagina e mai viceversa ( molto simile al subscribers )✤ Subscribers [ YouTube channels / WordPress blogs o simili ]✤ Genericamente chi è iscritto ad uno stream di contenuti e può commentarli✤ Member [ Facebook gruppi / Google+ communities ]6
  7. 7. Terminolgia✤ Aggregatore: un servizio che trova, remixa, e combina informazioni provenienti dadiverse fonti come gli RSS feeds, spesso presenta i risultati tramite RSS reader o consoftware e plugin, come Feedly o Flipboard.✤ Avatar: un simbolo, logo, o “persona” usato per rappresentarsi sui social network.✤ Bitly: un servizio di abbreviazione delle URLs (molto usato a causa dei limti di caratteriimposti da Twitter ad esempio) fornisce anche statistiche sull’utilizzo. Ve ne sono altri.✤ Blog: da “web log,” un diario online. I Blogs generalmente si presentano in ordinecronologico inverso, e sono organizzati da tags e keywords, con l’uso di hyperlinkspagine linlate per altri contenuti statici. Ci sono microblogs, come Twitter, o blogtradizionali come ad esempio i molti che usano WordPress.✤ Feeds: Un flusso è usato per fornire agli utenti una serie di contenuti aggiornati difrequente. I distributori del contenuto rendono disponibile il feed e consentono agliutenti di iscriversi. Laggregazione consiste in un insieme di feed accessibilisimultaneamente, ed è eseguita da un aggregatore.7
  8. 8. Terminolgia✤ Hashtag: Gli hashtag sono un tipo di tag utilizzato in alcuni social network per crearedelle etichette. Essi sono formati da parole o combinazioni di parole concatenateprecedute dal simbolo # (cancelletto, in inglese hash). Si usano pricnipalemnte suTwitter, ma Tumblr, Pinterest, Instagram, Google+ a altri siti li hanno introdotti e dal12/6/13 vengono usati anche su Facebook✤ #ff: “Follow Friday,” un hashtag usato su Twitter. Ogni Friday, le persone includono altre persone che seguonosuggerendo ai loro follower di seguirli a sua volta✤ Tags: keywords/categorie/etichette che vengono accluse ad un contenuto per poterloorganizzare meglio. Diversi siti le usano in modo differente, ad esempio su facebookservono per segnalare la presenza di un’amico o una pagina/personaggio famoso suuna immagine.✤ Threads: conversazioni. Una discussione su Facebook, su Google+, nei commenti diun blog o in un forum o gruppo è un thread (filo).✤ Troll: Un troll è un profilo che posta contenuti irrilevanti, offensivi o incendiari in unadiscussione o sito con l’unico scopo di essere distruttivo o causare una reazione.✤ Wiki: una pagina web, spesso hostat su piattaforme dedicate che può essere editatain maniera collaborativa. Wikipedia ne è un esempio.8
  9. 9. Social setupCome partire con il piede giusto9
  10. 10. Il browser, come sceglierlo✤ Deve essere il più possibile cross-platform✤ Deve supportare plugin ed estensioni✤ Deve essere aggiornabile facilmente✤ Meglio se open source perché può contare su unaintelligenza diffusa per la soluzione di problemi e lacreazione di app dedicate a specifiche esigenze10
  11. 11. Il mio consiglio ?✤ Funziona su ogni device✤ Si sincronizza con il vostro account google✤ Avete su ogni device i vostri dati se volete ed accedete con il vostroaccount Google11
  12. 12. L’email✤ Possibilmente settare un account email specifico per gliaccount sociali✤ In ogni caso predisporre una serie di regole e filtri percanalizzare le notifiche dei vari social✤ Creare un account su Google ( anche utilizzando lapropria email su altro servizio ) per accedere ad altri servizi eprofili sociali12
  13. 13. ✤ Cross platform✤ Free sul desktop✤ Purtroppo a pagamento sul mobile ma è l’ambiente dove serve meno✤ Esistono varie alternative, l’importante è avere un tool simile1 mese gratis PRO > https://lastpass.com/f?174799613
  14. 14. ✤ Cross platform✤ Permette di avere cartelle private, condivise e pubbliche✤ Permette di inviare files di qualsiasi dimensione ( tipo wetransfer ) solo conun link✤ Carica in automatico le immagini che scattate sul vostro device mobile✤ Fino a 16Gb free con un sistema di referral+500 Mb free > http://db.tt/qH5IA6oe14
  15. 15. ✤ Cross platform✤ Permette di avere files e cartelle private, condivise e pubbliche✤ Clone di Office completamente free e integrato nel vostro Googleaccount✤ Permette di creare, editare in maniera condivisa e condivideretesti, tabelle, presentazioni, questionari✤ Supporta i commenti dei vari co-editor e traccia tutte le modifiche erevisioni15
  16. 16. Strumenti di baseFacebook / twitter / google+ / linkedin16
  17. 17. FacebookGuida sintetica per profilo / pagina / gruppo17
  18. 18. Facebook in Italia✤ Oltre 23 milioni di iscritti in Italia(26/5/13)✤ Oltre 160.000 iscritti a Venezia (raggio 16km) (26/5/13)✤ Più maschi che femmine ( di poco )(26/5/13)✤ Maggioranza relativa di over 25(26/5/13)✤ 130 amici di media✤ L’utente medio segue 80 tra pagine e gruppi18
  19. 19. Gli #hashtag su FacebookA partire dal 12 giugno gli hashtags su Facebook sono diventati cliccabili una volta inseriti inun post. Il processo è simile a quanto accade su Instagram, Twitter, Tumblr, o Pinterest. Glihashtags su Facebook permettono di aggiungere contesto ad un post e inserirlo in unostream di una discussione più ampia aumentando la viralità dei post. Quando si clicca su un# su Facebook si vede uno stream di tutti coloro ( pagine e profili ) che hanno aggiunto quelparticolare hashtag al loro contenuto.Una volta che il proprio profilo verrà abilitato si potrà:✤ • Ricercare uno specifico hashtag dalla casella di ricerca, #NBAFinals.✤ • Cliccare su hashtag che originano da servizi esterni quali Instagram.✤ • Comporre un post direttamente dal feed dell’hastag o dal risultato di ricerca.19
  20. 20. Facebook - profilo personale✤ Serve per utilizzo personale✤ Si può filtrare le richieste di amicizia✤ Si può richiedere lamicizia di altri✤ Si può avere fino ad un massimo di 5000 amici ma permette di avere unnumero illimitato di followers✤ Non si possiedono statistiche✤ I contenuti non sono indicizzati nei motori di ricerca✤ Si può settare il livello di privacy dei contenuti che si postano✤ Il numero di applicazioni e personalizzazioni delle tab sono limitati✤ I messaggi privati sono limitati per numero di utenti✤ Si possono "taggare" le foto con i nomi dei profili.✤ Userà gli hashtag come sistema di canalizzazione dei post20
  21. 21. Facebook - gruppo✤ I gruppi non hanno statistiche✤ Sono personalizzabili in minima parte✤ Possono avere più amministratori✤ Possono essere aperti, chiusi, segreti (i gruppi aperti possono esserecercati e consultati, i gruppi chiusi possono essere solo cercati ma nonconsultati, i segreti sono introvabili e si può conoscerne lesistenza solose invitati da altre persone che ne fanno già parte)✤ Sono indicizzati dai motori di ricerca (se aperti)✤ Tutti coloro che hanno accesso ad un gruppo possono pubblicarecommenti, foto, video✤ Se il settaggio lo consente possono essere aggiunte moltissime personee spesso a loro insaputa✤ Permette una gestione limitata della priorità dei post21
  22. 22. Facebook - pagina / fanpage✤ Le fanpage possiedono delle utilissime statistiche su quante personesono raggiunte dalle notizie pubblicate✤ Integrabile con il proprio sito permettendo di acquisire like✤ Chiunque può diventare fan✤ Potete scegliere se permettere ai vostri fan di scrivere nella vostrapagina oppure non permetterlo oppure amministrare i contenuti di altri✤ Potete nominare altri amministratori per consentirvi una gestione in team✤ I contenuti vengono indicizzati dai motori di ricerca✤ Si può essere aggiunti ai preferiti di unaltra fanpage✤ Le tab possono essere personalizzate senza limitazioni✤ Possono essere pubblicizzate e quindi raggiungere i target desderati✤ Userà gli hashtag come sistema di canalizzazione dei post22
  23. 23. TwitterGuida sintetica per profilo / trends / sourcing23
  24. 24. Twitter in Italia✤ Oltre 3,5 milioni di iscritti in Italia (26/9/12)✤ Oltre il 40% twitta da mobile✤ Oltre il 40% di lurker✤ picchi tra le 12 e le 13 e soprattutto tra le 19 e le 20✤ Si twitta di più il lunedì, mercoledì e venerdì24
  25. 25. Twitter - profilo✤ Serve indifferentemente per persone o aziende e istituzioni✤ E’ più precisamente una piattaforma di micro-blogging✤ Si può seguire un numero illimitato di utenti✤ Si può essere segui ti da un numero illimitato di utenti✤ Si può postare messaggi di massimo 140 caratteri✤ Non si possiedono statistiche se non con servizi esterni✤ Spesso usato per diffondere notizie mentre accadono con una velocitàmolto superiore a tutti gli altri strumenti✤ SI può comunicare privatamente ( dm ) o pubblicamente (@ ) con gli altriutenti✤ Serve come strumento di autenticazione✤ Usa gli hashtag come sistema di canalizzazione dei tweet25
  26. 26. Twitter - tools✤ http://fakers.statuspeople.com✤ https://bufferapp.com/✤ http://twitaholic.com/top100/followers/bylocation/ITALIA/26
  27. 27. Google+Guida sintetica per profilo / pagina / community27
  28. 28. Google+✤ Oltre 500 milioni di iscritti di cui 135 milioni attivi (12/12)✤ Connesso con i servizi Google come social layer✤ Incide in maniera importante sul SEO✤ Stenta a decollare ma con quasi ogni nuova attivazione Android siaggiunge un utente e può solo crescere✤ Permette di tenere conference-calls video e audio (hangout) multiutente✤ Ha svariati tool di gestione e modifica delle immagini✤ Permette l’uso di gif animate sia nello stream che nelle immagini diprofilo e come cover28
  29. 29. Google+ - profilo personale✤ Collegabile a luoghi ( sedi di aziende o esercizi ) di cui si diventa gestori✤ Permette di gestire e cogestire pagine✤ Usa gli hashtag per canalizzare i contenuti✤ Gli “amici” vengono organizzati in circoli✤ Comunica in maniera asincrona con i contatti ( tipo twitter )29
  30. 30. Google+ - pagina✤ Permette di aggiungere ai propri circoli solo persone che ci seguono aloro volta per prime✤ Ampio spazio alle immagini✤ Integrabile con il proprio sito permettendo di acquisire +1✤ Potete nominare altri amministratori per consentirvi una gestione in team✤ Usa gli hashtag per canalizzare i contenuti✤ I follower vengono organizzati in circoli✤ I contenuti vengono indicizzati dai motori di ricerca30
  31. 31. Google+ - communities✤ Le pagine ( quindi brand e organizzazioni ) possono partecipare nellecommunities che diventano quindi piattaforme di discussione utili nonsolo per gli utenti normali ( a differenza di Facebook )✤ Le communities possono essere rese private o pubbliche, se pubblichepossono essere indicizzate e ricercate per categoria✤ Gli argomenti possono essere categorizzati e i thread divisi in categoriecome un forum✤ Può essere co-gestita da un team31
  32. 32. LinkedinGuida sintetica per profilo / pagina azienda / gruppi32
  33. 33. Linkedin✤ Oltre 225 milioni di iscritti di cui 4 in Italia✤ Trend di crescita continuo e costante✤ Considerato uno standard in molti paesi sviluppati✤ In Italia i settori con più addetti iscritti sono lhi tech (18%), la manifattura (15%)e la finanza (10%), mentre i ruoli più rappresentati sono quelli di vendita (14%),linsegnamento (11%) e quelli ingegneristici (10%).✤ Ottenere di essere presentati a qualcuno che si desidera conoscere attraversoun contatto mutuo e affidabile✤ Trovare offerte di lavoro, persone, opportunità di business con il supporto diqualcuno presente allinterno della propria lista di contatti o del proprio network✤ I datori di lavoro possono pubblicare offerte e ricercare potenziali candidati.✤ Le persone in cerca di lavoro possono leggere i profili dei reclutatori e scoprirese tra i propri contatti si trovi qualcuno in grado di metterli direttamente incontatto con loro33
  34. 34. Linkedin- profilo personale✤ E’ lo strumento principale ed è solo ad uso personale✤ Permette connessioni tra professionisti sfruttando la rete di relazioni o lapropria rubrica di email✤ Permette di gestire e co-gestire pagine azienda✤ Permette di gestire la pubblicità per pagine aziende o siti esterni✤ Permette di promuovere le proprie skill e confermare quelle degli altri inun processo di accreditamento reciproco✤ Permette di ricevere recensioni da parte di contatti e fornirle✤ Esiste in versione Pro a pagamento con la possibilità di mandaremessaggi diretti e inviti a persone esterne alla propria cerchia34
  35. 35. Linkedin - pagina✤ Utile per ricerche di personale e presentare prodotti e servizi✤ Raccoglie followers e pubblica sul loro stream✤ Potete nominare altri amministratori per consentirvi una gestione in team✤ Può pubblicare svariati tipi di contenuti visibili solo ai followers✤ Permette di creare diverse versioni dei contenuti per lingue diverse35
  36. 36. Linkedin - gruppi✤ Utile per farsi conoscere al di fuori delle proprie cerchie consolidate✤ Molto focalizzati sugli interessi specifici✤ Possono essere co-gestiti✤ Possono essere aperti con iscrizione libera o moderata oppure solo permembri definiti✤ Permettono di pubblicare come profilo promozioni✤ Permettono di pubblicare come profilo offerte di lavoro✤ Molti strumenti di moderazione36
  37. 37. Altri strumentiWordPress / Youtube / Instagram / Pinterest37
  38. 38. WordPressIl proprio blog38
  39. 39. WordPressPerchè?✤ Si può creare un blog gratuito hostatosu wordpress.com in pochi minuti✤ Si può passare alla versione pro per99$ all’anno oppure hostarlo su unproprio server per meno di 40€all’anno✤ SEO friendly, i propri contenuti subitosui motori di ricerca✤ Integrabile con tutti i social network✤ Diventa l’hub da cui diffondere i propricontenuti✤ Gestibile da desktop e mobile39
  40. 40. YouTubeBroadcast yourself40
  41. 41. YouTubePerchè?✤ Permette di creare un canaledove postare i propri contenuti oquelli che si preferiscono✤ Permette di creare contenuti dacondividere su altri social media✤ Permette l’embed riducendo lerichieste di sistema rispetto adhostare i video sul proprio server✤ Integrato nel profilo Google✤ Se si ha il dono della sintesi e sihanno gli argomenti giusti o si ènel posto giusto al momentogiusto può essere molto virale41
  42. 42. InstagramEmozioni in diretta42
  43. 43. InstagramPerchè?✤ E’ un vero e proprio socialmedia a se stante ma si integraperfettamente con gli altri✤ Permette di canalizzare leproprio foto con #hashtag✤ Ci sono vere e propriecommunity fisiche diinstagrammer✤ Permette di aggiungere unaemozione o un saporeparticolare ad una immagine✤ È un metodo veloce per crearedel materiale iconografico percorredare i propri racconti43
  44. 44. PinterestImmagini che raccontano44
  45. 45. PinterestPerchè?✤ E’ un vero e proprio socialmedia a se stante ma si integraperfettamente con gli altri✤ Permette di canalizzare i propripin con #hashtag✤ Si può partecipare a boardcondivise aumentando la viralitàdei propri pin✤ Pubblico in gran partefemminile, dedicata soprattuttoallo style e fashion✤ Ideale per estrarre contenuti dalweb e disaggregare la partevisuale45
  46. 46. Cercare, indagare, aggregare e gestireCome trovare sorgenti, trend e usare l’intelligenza collettiva per la creazione dei contenuti46
  47. 47. Scoop.it✤ Permette di creare fino a cinqueargomenti da curare e gestire eseguirne di illimitati✤ Si integra con tutti i maggiorisocial network per una facilecondivisione✤ Funziona sia come strumento dicrowd-sourcing che comepiattaforma di content-curation47
  48. 48. Paper.li✤ Permette di creare un propriomagazine online con un motoredi aggregazione dei contenuti✤ Le sorgenti sono i tuoi contattisocial e qualsiasi news-feed✤ Si può programmare l’uscita delmagazine e fare in modo che lasua pubblicazione siaautomaticamente comunicatasu twitter✤ Puoi curare i contenutiautomatici e gestirne l’aspetto✤ Ottimo per generare follower eretweet48
  49. 49. Feedly.com✤ Aggrega i vari blog, siti di news,canali youtube e podcast in ununico luogo accessibile sia dalweb che dal mobile✤ Ottimo nella versione tablet✤ Integrabile con scoop.it e tutti isocial network sia su desktopcome estensione che da mobile✤ Permette di categorizzare icontenuti aggregati✤ Permette di salvare le cose daleggere con calma49
  50. 50. Bufferapp.com✤ Permette di programmare ipropri post su linkedin, twitter efacebook✤ Fornisce statistiche sui post✤ Automatizza il link shortening✤ Con apposite estensioni e apppermette di condivideredirettamente dalle pagine che sivisitano sia su desktop chemobile✤ Anche questo ha una versionePro con maggiori funzioni50
  51. 51. Sproutsocial.com✤ Permette di programmare ipropri post su linkedin, twitter efacebook e google+✤ Permette di lavorare in team✤ Automatizza il link shortening✤ Ha una potente piattaforma dianalisi delle statistiche✤ Suggerisce i migliori follow etiene traccia delle conversazioni✤ Versione desktop e mobile✤ Solo a pagamento51
  52. 52. Hootsuite.com✤ Permette di gestire eprogrammare i propri post sulinkedin, twitter, facebook,foursquare, google+ e anchewordpress.com e myspace✤ Permette di lavorare in team✤ Automatizza il link shortening✤ Ha una piattaforma di analisidelle statistiche✤ Versione desktop e mobile✤ Anche free ed economico apagamento52
  53. 53. Come e quando postareTempiso e tecnica53
  54. 54. Source : HubspotDicci perchè dovremmo seguirtiAccount che specificano le competenze o il ruolo ricevono in media più follower54
  55. 55. Source : HubspotSmettila di parlare solo di te stessoAll’aumentare di contenuti auto-referenziali diminuiscono i followers55
  56. 56. Source : HubspotUsa i link se vuoi essere ritwittato ...Meno del 25% dei tweet contengono un link ma il 50% dei retweet contiene un link, meditate.56
  57. 57. Source : Hubspot… senza esagerareGli account che hanno un 60/80% di link nei loro tweet ottengono più retweet degli altri57
  58. 58. Source : HubspotPiazza i link al posto giustoI link piazzati nella prima metà di un tweet vengono cliccati di più58
  59. 59. Source : HubspotSi innovativo e originaleI retweet aumentano se usi parole meno comuni e argomenti meno scontati59
  60. 60. Source : HubspotTwitta per merendaI tweet che vengono postati verso le 4 di pomeriggio ricevono più retweets60
  61. 61. Source : HubspotMeglio i Tweet lunghiI tweet che usano quasi tutti i 140 caratteri hanno più successo61
  62. 62. Source : HubspotChiedi e ti sarà datoTweets che contengono una call to action chiara hanno 4 volte più successo degli altri62
  63. 63. Source : HubspotFai domande su facebookSe un post contiene una domanda secca o una scelta multipla ottiene più risposte e likes63
  64. 64. Source : HubspotUna immagine vale più di ...I post su Facebook che usano una immagine ottengono più likes di testi, video o link64
  65. 65. Source : HubspotSintetico o Prolisso su FacebookI post che usano pochissimi caratteri (foto o frasi lapidarie) e quelli più lunghi hanno più likes65
  66. 66. Source : HubspotLa neutralità non pagaI post su Facebook che prendono posizioni positive hanno più successo di quelli negativi ed entrambi vincono su quelli neutri66
  67. 67. Source : HubspotPosta quando serveI post fatti di sabato e domenica ricevono un numero di likes maggiore che durante la settimana67
  68. 68. Source : HubspotL’altezza conta su PinterestPiù una immagine è verticale e alta più viene repinnata68
  69. 69. Source : HubspotUsa gli #hastag su InstagramLe foto che hanno un hastag nella descrizione ricevono molti più likes69
  70. 70. Graziedell’attenzionePotete seguirmi suTwitter@emanueledc@DNAitaliaFacebookfb.com/emanuele.dalcarlofb.com/agenzia.dnawww.dnaitalia.com70

×