Workshop III° Winter school di Media Education

882 views

Published on

Un curriculum di Media Education come patto educativo scuola/famiglia. Workshop per insegnanti. Winter School: Media Etica Educazione: responsabilità globali e nuove adultità (Asti 15/17 novembre 2013)

5 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
882
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
5
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Workshop III° Winter school di Media Education

  1. 1. Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia III° WINTER SCHOOL IN MEDIA EDUCATION –workshop per insegnantiMedia Etica Educazione: responsabilità globali e nuove adultità Asti 15/17 novembre 2013 Emanuela Fanelli
  2. 2. Il workshop prevede un’attività teorico-pratica che si sviluppa nella scrittura di un progetto formativo a partire dalla tripartizione del medium guida: immagine (infanzia), audiovideo (primaria) e multimedialità (secondaria). Dal POF al Patto educativo, dall’approccio con gli insegnanti e il dirigente scolastico agli incontri con le famiglie (e visto il decreto legge del Presidente della Repubblica sui laboratori di approfondimento per le materie letterarie come spazio per la Media Education), si proverà ad individuare gli elementi più significativi che consentono alle materie di “ospitare” l’educazione ai media nelle classi di ogni ordine e grado. III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  3. 3. 7 ragioni per la Media Education…nel POF Len Masterman sulla pervasività dei media: «Alla fine degli anni ‘80 i media educatori canadesi avevano notato: nei 12 anni della scuola primaria e secondaria: 11.000 ore a scuola; 15.000 davanti alla tv; 10.500 date alla popular music. Un vero curriculum parallelo...» (Viaggio nella Media Education in Inghilterra, intervista a Len Masterman a cura di Laura Di Nitto, Intermed, Dicembre 2004, pp.3-7) III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  4. 4. Cosa offre un curriculum di ME nel POF • evita i laboratori frammentari • la crescita graduale delle competenze mediali e della consapevolezza dei territori mediali - il medium guida - • il networking tra gli insegnanti • la costruzione di un “Patto di corresponsabilità” con le famiglie III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  5. 5. Cos’è un Patto Educativo di Corresponsabilità • Contiene gli impegni condivisi da alunni, scuola e famiglia • firmati all’inizio dell’anno scolastico, dai tre soggetti coinvolti, • come risultato della programmazione annuale nel POF. • E’ modificabile dal Consiglio d’Istituto e • rende la ME un obiettivo educativo a lungo termine III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  6. 6. Un esempio di Patto Educativo con la ME III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  7. 7. Ripensare la ME nel Curriculum PERCORSO TRASVERSALE competenze mediali gradualmente suddivise tra le classi e le discipline inserite nel curriculum (il medium guida) PERCORSO DISCIPLINARE la media education è una materia come le altre, inserita nell’orario scolastico III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  8. 8. Tutte le materie possono ospitare la ME Scienze Italiano Matematica Tecnologia Musica Arte e immagine Educazione fisica ……? ME Storia Geografia Educazione civica Lingue Len Mastermann A scuola di Media, La Media Education attraverso il curriculum, Il Decreto legge del Presidente della Repubblica sui laboratori di approfondimento (20 marzo 2009, n°89) pp. 84-87, 1997. III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  9. 9. Vediamo un esempio di Curriculum mediaeducativo III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  10. 10. LA ME DIVENTA MATERIA SCOLASTICA 2010/2011 60 h (target 10 classi) 2011/2012 80 h (target 10 classi) 2013/2014 180 h (target 10 classi) Sperimentazione in corso III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  11. 11. FOCUS Esempio di curriculum mediaeducativo (primo ciclo d’istruzione) III° Winter School in Media Education target 250 alunni Tot 80 h Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  12. 12. L’organizzazione del percorso Scuola dell’infanzia : immagine (lab. delle ombre) disegni, immagini cartoons, fotografie, slide Scuola primaria : Infanzia - Immagine - audiovisivo (diario video-fotografico) Primaria pubblicità, fumetti, cinema, cartoni animati - Audiovisivo- Scuola secondaria di I°: multimedia (giornalino online) Secondaria - Multimedialità - giornale online, social network, blog, wiki, web radio, i-cloud, etc… III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  13. 13. L’organizzazione del percorso Materie: Musica e disegno (scuola dell’infanzia); Informatica (primaria); IRC, Insegnamento della Religione Cattolica (secondaria di primo grado) Risorse: aula computer, proiettore, macchina fotografica, scanner, connessione internet Finalità: sperimentare un curriculum di ME attraverso il medium guida, che accompagna la crescita degli alunni nello sviluppo delle competenze mediali, attraverso un piano didattico graduale e mirato: un medium alla volta III° Winter School in Media Education Infanzia Infanzia - Immagine - Immagine - Primaria Primaria - Audiovisivo- Audiovisivo- Secondaria Secondaria - Multimedialità - Multimedialità - Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  14. 14. Media in Fabula INFANZIA (5H) Un laboratorio media educativo delle ombre, per “spalancare” i luoghi comuni sulla natura dei media come “finestre sul mondo”, realizzato inventando un racconto con i bambini: un medium in fabula… OBIETTIVI SPECIFICI - Comunicare con le immagini (ogni colore un sentimento diverso: disegniamoli) - Riflettere insieme sul rapporto fra le favole e le immagini mediali (cartoni animati, pubblicità, etc…) - Spiegare il mondo mediale con il gioco delle ombre: ogni media un’ombra (proviamo insieme a farle) - Creare un racconto sulle immagini mediali partendo dal tema dei colori e delle ombre (rappresentato su un cartellone con fotografie e disegni) III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  15. 15. La scuola secondo ME PRIMARIA (35H) Con un gioco di parole nel titolo, si propone come un percorso di riflessione sul punto di vista dei bambini/e rispetto all’ambiente scolastico quotidiano. Un laboratorio per comunicare attraverso emozioni e sentimenti associati ai colori e alle sfumature del loro mondo quotidiano “tra i banchi e non”, fatto di angoli nascosti e ampi spazi dove correre e divertirsi in libertà… OBIETTIVI SPECIFICI - L’immagine (conoscenza base della scala dei campi e dei piani) - L’immagine animata (suoni, colori ed effetti) - L’audio-video (regole base per la produzione, codificadecodifica del messaggio mediale, differenze tra messaggi espliciti e nascosti) - Realizzare un video-diario fotografico con gli scatti fatti dagli alunni per raccontare la scuola III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  16. 16. Il Corriere della Rossello SECONDARIA (40 H) Questo percorso di religione 2.0 è basato sulla lettura ipertestuale della Bibbia e la scrittura collaborativa di un giornalino online. L’uso della cassetta degli attrezzi del web 2.0, lo renderà divertente e stimolante, l’impostazione mediaeducativa permetterà di imparare i propri diritti/doveri nel mondo dell’informazione costruendo direttamente un giornale in classe (www.ilcorrieredellarossellowordpress.com) ... OBIETTIVI SPECFICI - Riflettere sui Diritti e doveri dei minori nella rete (la Carta di Bellaria) - Orientarli ad una lettura attiva e partecipata di un testo complesso e articolato, come la Bibbia, attraverso la navigazione online (concordanze e occorrenze) - Comprendere le 5 w del giornalismo: Chi, cosa, quando, dove e perché? - Acquisire le competenze necessarie per leggere e fruire, scrivere e pubblicare online un giornale scolastico. - Fornire alla classe le competenze mediali per ricercare e socializzare nella rete, attraverso lo strumento di scrittura 2.0. III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  17. 17. L’importanza della valutazione finale QUESTIONARI Secondaria di I° SCHEDE DI VALUTAZIONE Primaria DISEGNI Scuola dell’Infanzia III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  18. 18. Rubric Può essere un utile strumento di documentazione e rende le attività replicabili in futuro Cosa fa l’insegante Cosa fanno gli alunni h 1 h2 h 3 +… III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  19. 19. KEYWORDS organizzative materie POF networking rapporto diretto con il Dirigente scolastico medium guida Documentazione del Curriculum patto educativo III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  20. 20. La Media Education possiede ormai titoli tali da non rendere più giustificabili i ben noti confinamenti (culturali, curricolari, organizzativi) che l’hanno collocata ora in una dimensione ludico-ricreativa, ora in comparti di fatto appendicolari delle progettazioni formative. Una domanda che ci si pone: si tratterà di battere il sentiero della ‘nuova materia da insegnare’ o di preparare docenti ed educatori in grado di testimoniare l’effettiva possibilità di progettare percorsi interdisciplinari di media education? Le esperienze e le soluzioni adottate in Europa non son a senso unico. Roberto Giannatelli, Cittadinanza, media 8 novembre 2011. III° Winter School in Media Education e Media Education, Latina, Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  21. 21.  Baacke D., Medienpädagogik. Tübingen, Niemeyer 1997.  Buckingham David, Media Education. Alfabetizzazione, apprendimento e cultura contemporanea, Erickson, Trento 2006.  Calvani A. Fini A. Ranieri M., Valutare la competenza digitale. Prove per la scuola primaria e secondaria, Erikson, Trento 2011.  Ceretti F., Felini D., Giannatelli R. (a cura di), Primi passi nella Media Education. Curriculo di educazione ai media per la scuola primaria, Erikson, Trento 2006.  De Kerckhove D., Brainframes. Tecnology, mind and business, Bosch & Keuning (1991); trad. it. Brainframes. Mente, Tecnologia, Mercato, Baskerville, Bologna 1993.  minima di riferimento Fabbroni F., Scurati C., Dialogo su una scuola possibile, Giunti, Firenze 2011.  Bibliografia Felini D., Weyland B., Media Education tra organizzazione e fantasia. Esperienze creative in Italia, Austria e Germania, Erickson, Trento 2007.  Masterman L, A scuola di Media. Educazione, Media e Democrazia, Brescia, La Scuola 1997.  McLuhan M., Understanding media, Mentor (1964); trad.it. Gli strumenti del comunicare, Il Saggiatore, Milano 1990.  Alberto Parola, Alessia Rosa, Roberto Giannatelli (a cura di), Media, linguaggi, creatività. Un curricolo di media education per la scuola secondaria di primo grado Erikson, Trento 2013. III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  22. 22. Media Education oltre i luoghi comuni III° Winter School in Media Education Un curriculum di ME come patto educativo scuola/famiglia
  23. 23. Grazie per l’attenzione! emanuela-fanelli@libero.it MED Lazio www.mediaeducationmed.it

×